HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Stelle di Natale AIL 2018
SONDAGGIO
Ottavi di Champions: chi ha più possibilità tra Inter e Napoli?
  Andranno entrambe agli ottavi
  Si qualificherà solo il Napoli
  Si qualificherà solo l'Inter
  Verranno entrambe eliminate

La Giovane Italia
Editoriale

E' già Juve-Napoli, è ancora Juve-Napoli. Tutto cambia, ma niente è cambiato

27.09.2018 07:02 di Luca Marchetti   articolo letto 14738 volte
© foto di Federico De Luca

E' già Juve Napoli, è ancora Juve-Napoli. E le due squadre, probabilmente, non potevano arrivarci in maniera migliore. La Juve ritrova il gol di Dybala, si gode una squadra che ha una consapevolezza incredibile. Che dosa le proprie energie, che ha in Cristiano Ronaldo il suo diamante, ma il resto non scherza affatto. Prendete Cancelo, uno degli ultimi arrivati. Ieri è stato il giocatore più cercato da CR7 e Dybala, tanto per farvi capire quante soluzioni ha Allegri a disposizione. Stavolta ha optato per la difesa a 3, Cancelo addirittura terzino sinistro a tutta fascia, le due punte vicine - e che punte.

E se da una parte c'è una Juve in grande spolvero, prendete il Napoli. Insigne, più vicino alla porta segna con una continuità disarmante. Sembra veramente l'arma in più a disposizione di Ancelotti. Che ha dato la sua impronta alla squadra, senza rinnegare l'attitudine al lavoro che aveva inculcato Sarri negli anni passati, ma rimodulando alcune dinamiche. Il Napoli non ha perso la ferocia, ha acquistato le verticalizzazioni, ha allargato veramente la rosa. Chiedetelo a Milik cosa significa ora avere la possibilità di ruotare, di avere più chanches. Il processo di Ancelottizzazione procede in maniera spedita, il Napoli sembra ogni giorno più autorevole e quella distanza che sembrava esserci ad inizio campionato sembra assottigliarsi sempre più. Il sogno dello scorso anno può continuare e sebbene, almeno sulla carta, le differenze ci sono eccome molto può passare dalla consapevolezza. Affrontare la Juve a Torino a meno tre è un vantaggio: due risultati su tre a disposizione. Una partita che sicuramente non vale il campionato perché è certamente troppo presto, ma vale la pena vederla per capire quali sono i reali rapporti fra le due squadre. 90 minuti non possono decidere le sorti di una squadra, probabilmente né in un senso né nell'altro. Ma la partita delle 18, in esclusiva su Sky, potrà comunque dare un colore al campionato. Se vince il Napoli si rinizia da capo, con una consapevolezza in più: che la Juve ha punti deboli. Se vince la Juventus dà una bella spallata alle ambizioni dei partenopei. Ma nessuna delle due può rilassarsi dopo, neanche i bianconeri che comunque hanno un piccolo vantaggio da gestire.

La sfida scudetto torna, in anticipo, ma alla fine lassù ci sono sempre loro due, anche se è solo inizio stagione. Ci sono ancora Juventus e Napoli, ci sono ancora due progetti vincenti a lungo termine. Quello della Juventus che ha sempre alzato l'asticella, che punta al bersaglio grosso della Champions e a battere un altro record in Italia. La squadra che ha portato in Italia il pentapallone d'oro, quella che nel frattempo ha comunque costruito una squadra che sembrano due. Dall'altra il Napoli che con De Laurentiis quando sembra che non si finisce di crescere trova sempre il modo per spostarsi un po' più in là. E anche quest'anno c'è riuscito, numeri alla mano.

E se pensate che poi comunque sabato (e sempre su Sky) gioca praticamente alla stessa ora anche Sarri, con il suo Chelsea contro il Liverpool, sempre per un match che vale la testa della classifica, capisci quanto il calcio possa raccontare storie straordinarie. Capisci che a un certo punto devi scegliere! E che ora per il Napoli Ancelotti è il presente e che a Sarri il pensiero (per una volta) va solo una volta finita la partita.

Per una volta il mercato non sarà centrale, anche se poi alla fine tutto parte da lì, ambizioni speranze e obiettivi. Come quello della Champions fra Lazio e Roma, contro in un sabato pazzesco di calcio, pronti per contendersi un posto in Champions, con una Roma che fatica, ma che proprio contro il Frosinone si è tirata fuori da una situazione difficile, giusto in tempo. Pronta per il derby, pronta per la Lazio (vale se dico che anche questa è sempre in esclusiva su Sky?).

Ultima menzione per Piatek. Obiettivamente nessuno di noi poteva immaginare un exploit del genere. Se questo ragazzo continua così è destinato a far parlare ancora molto di sé. Finora ha attirato le attenzioni a suon di gol e prestazioni. Segna sempre, cerca sempre il gol. E' assatanato, ha un gran tiro, sente la porta come pochi. Pazzesco, Un crack: non solo per i fantacalcisti...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Napoli e Giuntoli il matrimonio va avanti, si lavora ancora per Zielinski. Milan, per Cahill c’è l’ok del Chelsea ma resta l’ostacolo ingaggio. La Juventus ripensa a Isco. Roma anche Weigl nella lista di Monchi. Fiorentina su Sansone 08.12 - Meno di un mese e il mercato sarà di nuovo aperto. E allora parto subito con il Napoli e con Cristiano Giuntoli. Un matrimonio destinato a durare ancora a lungo. Con De Laurentiis il feeling è forte e le parti sono vicine a prolungare il rapporto per continuare un ciclo che si è aperto...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Marotta sfida la Juventus. Duello a tutto mercato per Barella, Chiesa, Milinkovic Savic, Martial e non solo: il sogno è Dybala nerazzurro. Spalletti, i segreti per fermare Allegri. Un Ronaldo dall’altra parte vent’anni dopo il rigore contestato 07.12 - Marotta non è ancora un dirigente dell’Inter, almeno in via ufficiale. Per opportunità sarà presentato soltanto giovedì prossimo, dopo la sfida di questa sera con la Juve, il suo passato ancora vivo e caldo. Tutto sommato la scelta di Suning è condivisibile, nel calcio ci sono già...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Vince sempre il più ricco? E come si fa a batterlo? 07.12 - Spesso si fanno discorsi relativi al fatturato e alla capacità di spesa. È evidente che se hai più soldi sei avvantaggiato: diciamo che come minimo puoi permetterti più errori. Ma da qualche tempo a questa parte, soprattutto in Italia, sembra quasi si sia innestato un circolo virtuoso...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby d’Italia: ma davvero l’Inter pensa di avere qualche speranza? La Juve allo Stadium prepara una vittoria dal sapore spietato. Quello che deve temere la Juventus è su Isco: Paratici sta lavorando, ma la situazione è complicata 05.12 - Era dal 2010 che non si giocava un derby d’Italia al venerdì, occasione che può essere di buon auspicio per entrambe: perché era l’ultimo anno in cui un’italiana vinse la Champions, e quell’italiana fu l’Inter - e il derby si anticipò appunto prima della semifinale Inter-Barcellona. Ma...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incredibile "fame" bianconera e un solo dubbio. Inter: su Spalletti bisogna darsi una regolata. Milan: altalena Gattuso, da "inadatto" a "mister modello". Tutte le rogne del Var... 04.12 - Il problema del Var che fa incazzare tutti come delle bestie (giustamente) è un non-problema, nel senso che non dipende mica dal Var. Prendersela col Var è come prendersela col semaforo che “questo rosso dura troppo! Maledetto!”. Oh, mica lo decide lui. Ecco, qui la questione...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

La Juventus non ammazza il campionato ma tutto il sistema. L'inutilità del Var. Milan, serve la svolta a gennaio. Serie B e C, quando le decisioni? 03.12 - Non è un discorso di essere tifosi della Juventus oppure no. Quelli che leggerete sono solo complimenti verso la società, i tifosi, la squadra, Allegri, i magazzinieri, la segreteria, l'ufficio stampa e l'autista della Juventus. Però il problema non è la Juve, il vero problema è che...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

Dai mecenati al FFP, dai crac alla noia. Così non va: come ripensare la Serie A? O si vara la Superlega o si cambiano le regole, guardando a modelli molto diversi come quello NBA 02.12 - È appena iniziato il mese di dicembre, non siamo ancora al giro di boa della Serie A e tra gli italiani che vivono di pane e pallone ci sono due correnti di pensiero. Ci sono coloro che considerano il discorso Scudetto già concluso, chi dice che raggiungere una Juventus che finora...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Di Francesco merita ancora fiducia, a gennaio 2 acquisti. L’Inter si inserisce nella corsa a Tonali, per Gabigol spunta l’ipotesi Premier. Milan per la difesa uno tra Christensen e Cahill. Fabregas più di un’idea ma costi alti 01.12 - Di Francesco e il futuro. Un futuro ancora giallorosso. Merita fiducia anche se la sconfitta con il Real ha fatto riemergere i soliti problemi, soprattutto la mancanza di continuità. La partita di martedì sera va analizzata bene. Il primo tempo è stato molto buono. Casomai è inspiegabile...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Fabregas al Milan, manca solo l’ok di Abramovich. Ibra già fatto. Juve punta i giovani Ndombelè e Gedson Fernandes, Ramsey più vicino, Isco nel mirino. Inter, Marotta vuole Martial. Perisic può partire per Chiesa 30.11 - Il Milan ha buone possibilità di portare a casa a gennaio Cesc Fabregas, 31 anni, panchinaro di lusso del Chelsea. Il centrocampista spagnolo con Sarri gioca pochissimo ed ha capito che il progetto di rilancio dei rossoneri può allungargli una straordinaria carriera. All’inizio della...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Inter e Napoli, tutto rinviato, ma nulla è perduto. Anzi: vietato, vietatissimo mollare 29.11 - Tutto rinviato, nei gironi più difficili Napoli e Inter dovranno sudarsi la qualificazione fino all'ultimo. Non basta la vittoria del Napoli per 3-1 contro la Stella Rossa: sarà decisiva la sfida ad Anfield Road, ancora una volta uno scontro dentro o fuori con il Liverpool per Ancelotti....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->