HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
La Juventus non ha confermato Allegri: siete d'accordo?
  Si, il ciclo Allegri s'è esaurito
  No, bisognava andare avanti con Allegri

La Giovane Italia
Editoriale

E’ fatta per Politano, nasce una super Inter. Ora Aleix Vidal, Vrsaljko o Zappacosta. Dembele se parte Vecino. Il sogno Chiesa. Nainggolan per vincere. Napoli, ok di Ancelotti per Balotelli. Juve, rilancio per Golovin. Milan, Commisso lo vuole

29.06.2018 07:07 di Enzo Bucchioni   articolo letto 77847 volte
© foto di Federico De Luca

L’Inter si è mossa bene e con largo anticipo, diciamolo: sta nascendo una gran bella squadra. Ausilio ha analizzato le carenze e i limiti dell’anno scorso e sta andando a prendere tutti giocatori funzionali, esperti e capaci di dare quello che mancava a questa squadra. Sappiamo di De Vrij e Asamoah a parametro zero, di Lautaro Martinez, talento argentino. Da ieri è nerazzurro a tutti gli effetti Nainggolan, il giocatore più ricercato e che più mancava a Spalletti.

Oggi dovrebbe arrivare la firma di Politano, esterno del Sassuolo che dovrebbe fare le visite mediche. L’accordo quinquennale a due milioni a stagione con il giocatore è stato ratificato. Oggi si dovrebbe chiudere con il Sassuolo per 7 milioni di prestito oneroso con riscatto obbligatorio a 18 e un giovane della Primavera sul quale si sta discutendo. Politano diventa una alternativa a Candreva nel 4-3-3 e un’arma in più per diverse soluzioni tattiche. Forza fisica e qualità, queste le sue armi.

L’Inter sta mettendo muscoli, fisicità e grinta nell’organico dell’anno scorso. Ora Spalletti ha tre grandi difensori e può giocare con la difesa tre, De Vrij in impostazione con a fianco Miranda e Skrinjar. Ma ha anche molte soluzioni in mezzo al campo con Nainggolan recuperatore di palloni e incursore dietro Icardi come giocava a Roma. Ma non è finita. Spalletti ha chiesto anche degli esterni di difesa per l’eventuale schieramento a quattro o nella linea dei centrocampisti come esterni. Le piste aperte sono tre. Il giocatore più abbordabile, circa 8 milioni, è Aleix Vidal del Barcellona. Ha 29 anni, da quando è arrivato dal Siviglia ha giocato pochissimo. E’ destro, ma all’occorrenza può giocare a sinistra. Più o meno come Vrsaljko per il quale, però, l’Atletico vuole 25 milioni. Si tratta. In stand by anche Zappacosta, valore 20 milioni, ma il Chelsea aspetta di sapere se in panchina ci sarà Sarri (come probabile) o resterà Conte. Uno dei tre quasi certamente arriverà.

Per il centrocampo sempre con il Chelsea è in piedi il discorso Vecino, fortemente voluto da Sarri. Se l’operazione dovesse andare in porto Ausilio è pronto a fare l’ultimo assalto a Dembelè del Tottenham. Tutto questo dopo il primo luglio quando partirà il nuovo anno finanziario con nuovi bilanci nel rispetto del fair play che in questi giorni Ausilio sta accontentando con numerose plusvalenze.

Ma l’Inter non si fermerà qui. Ausilio ha diverse idee in testa, medita un grande colpo ad effetto. Chiesa, l’abbiamo già detto, è il giocatore che più intriga e più piace. La Fiorentina non lo vende, ma l’Inter sta preparando un’offerta irrinunciabile per fine luglio quando avrà deciso con certezza chi tenere e chi vendere. Potrebbe anche sacrificare Perisic, fortissimo, ma discontinuo, proprio per arrivare a Chiesa. Non se ne parla in questi giorni, ma l’idea cova sotto la cenere. Insomma, pur con tutti i limiti economici e non solo, Suning ha dato l’ordine di fare una squadra in grado di competere da subito ad alto livello anche in Champions. E Nainggolan è stato chiaro: “Sono qui per vincere, la Juve prima o poi qualcosa sbaglierà”.

Se devo valutare queste prima settimane, l’Inter di sicuro è ancora lontana dalla Juve, ma ha notevolmente avvicinato sia Napoli che Roma, in attesa che anche queste due squadre mettano a segno i loro botti.

Il Napoli aspetta di chiudere la vicenda Sarri (oggi?) per trattare con il Chelsea i giocatori che l’ex allenatore ha richiesto, e poi reinvestire su quelli indicati da Ancelotti.

Fra questi c’è Balotelli. Ancelotti ha detto ok, non ha problemi nel gestire certe personalità, anzi lo stimola l’idea di provare a rilanciare definitivamente questo grande potenziale calcistico finora inespresso. Napoli potrebbe essere la città adatta per la consacrazione di Balotelli mai avvenuta. L’operazione è nella mente e nelle mani di Raiola, come quella per il portiere Areola del Psg, anche se il Napoli ha già fatto con Meret dell’Udinese.

Dopo Cancelo, anche la Juve vuole portare a Torino un altro top-player. Vi abbiamo già detto di Golovin. A Marotta e Paratici piace molto e le conferme sono arrivate dal mondiale. Purtroppo i riflettori stanno facendo alzare il prezzo. La Juve era partita da quindici milioni qualche mese fa, ieri un rilancio a 20 più bonus. Il Cska ne vuole trenta, ma la pista resta calda.

Il Milan ieri ha chiuso con il talento croato Halilovic, esterno d’attacco di fantasia, ma in serata, cosa più importante, è arrivato il rilancio di Commisso: “Voglio il Milan subito, pronti 500 milioni di euro, prendere o lasciare”.

La parola ora passa a Yonghong Li che in questi mesi ne ha dette e fatte tante….


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve-Allegri: giusto l'addio. Alternative poche e confuse. Paratici-Inzaghi: ecco luogo e data dell'incontro. Caos serie B: vigliaccata al Palermo. Mercato, bravo Gravina. E Totti... 20.05 - Tra tre ore ho il volo per tornare a Milano. Vi scrivo da un Hotel di Londra, poche ore dopo aver visto il vero calcio. Ho pensato, nelle ultime ore, cento volte se davvero in Italia siamo convinti che quello nostro sia calcio. Sono stato a Wembley, sono stato ospite della finale...

Editoriale DI: Marco Conterio

Cosa c'è dietro l'addio di Allegri e nel futuro della panchina della Juventus. Anche se Zidane ha 'rovinato' i piani di Agnelli: tutto sui nuovi sogni e sui nomi della dirigenza 19.05 - Quel che è arrivato a parole ieri, ad Amsterdam, allo Stadium, non c'è stato nei fatti. L'appoggio costante a Massimiliano Allegri che negli ultimi giorni di vita bianconera sembrava un uomo solo al comando di una nave già in porto. Solo che la sua Juventus era un Titanic arrugginito,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli, Giuntoli insiste per Trippier e Lozano. Per la fascia sinistra occhio a Theo Hernandez, difficilissimo Grimaldo. Il Milan su Saint Maximin del Nizza. Sarri può lasciare il Chelsea, è il primo nome per il post Gattuso 18.05 - Il mercato del Napoli comincia a delinearsi. Saranno almeno 3 gli acquisti, uno per reparto. Un esterno difensivo, un centrocampista e una punta esterna. Ormai gli identikit cominciano ad essere abbastanza chiari. Per la difesa si continua a spingere per Trippier del Tottenham, ma...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri non è convinto, ma la Juve non trova alternative forti. Il Milan ha le mani su Sarri. Gattuso alla Samp, Lampard al Chelsea. Gasp alla Roma, Inzaghi a Bergamo, De Zerbi alla Lazio. Montella già in discussione, si pensa a Giampaolo 17.05 - Il grande giro degli allenatori sta per cominciare, come in un grande puzzle i pezzi stanno andando al posto giusto. Cominciamo dalla Juve. Due giorni di confronto non sono bastati per prendere una decisione, Agnelli e Allegri si rivedranno oggi. Come andrà a finire? Allegri resta...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La cena di Allegri e la serata di Simone Inzaghi 16.05 - Una serata particolare: un occhio alla partita, la finale di coppa Italia, i sogni inseguiti dall’Atalanta e realizzati dalla Lazio. Un altro al telefonino per capire se e cosa succedeva fra Agnelli e Allegri in questo incontro pieno di cortine fumogene, per evitare addirittura che...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Occhio a Spalletti: tentativo disperato per rimanere all’Inter, cambia le alleanze, e c’è stato quel colloquio prima del Chievo… Agnelli vuole convincere Guardiola con l’aiuto dell’Uefa. Roma: ecco l’alternativa straniera Fonseca 15.05 - Non è finita, finché non è finita. Questo deve avere pensato Luciano Spalletti negli ultimi giorni, in piena modalità John Belushi. E non pensando tanto alla lotta Champions, che è solo una delle due partite che si sta giocando, forse la più semplice. Perché Luciano sa che se entrerà...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Allegri, i pretendenti al “trono” e l’incontro “nelle prossime ore”. Inter: Conte, Oriali e due mesi di parole. Milan: la colpa di Gattuso. Roma: Gasp in avvicinamento 14.05 - Buongiorno e buonasera a tutti, la parola d’ordine di oggi è “nelle prossime ore”. “Nelle prossime ore” è il salvacondotto che permette a tutti noi di non sbagliare mai. Quando si incontrano Allegri e Agnelli? Nelle prossime ore. E intanto tutti noi diventiamo sempre più vecchi....

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Montella, tranquillo. Lucci ti premierà con il Real. Non voglio scriverlo: Raiola ha ragione! Lecce, quando vince la meritocrazia. Foggia, la retrocessione della società. La Crema della D: i Conti...ni tornano 13.05 - Che strazio il campionato finito con così largo anticipo. Anche Roma-Juventus diventa inguardabile. Perché se è vero che lo spettacolo non manca, quando giocano due grandi squadre, è anche vero che il calcio non è il cinema e senza l'assillo del risultato non c'è pathos. Quest'anno...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Kolossal panchine: Agnelli voleva Zidane e Guardiola, si accontenterà di qualcun altro. Conte aspettava una super big, chissà se potrà diventarlo l'Inter 12.05 - È stata una settimana complicata. Di voci, incontri segreti e pochi fatti. Ma ci si avvicina al finale, come in Game of Thrones, dove tutto dovrà andare a posto o quasi. Le settimane passate possono essere le stagioni di una serie tv, partendo dall'addio di Zinedine Zidane al Real...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Accelerazione Inter per Conte. Marotta e Ausilio lavorano su Chiesa, De Paul, Rakitic, Barella e Danilo. Icardi, partenza non così scontata. La Roma su Gasperini 11.05 - L’attesa è quasi finita. Presto il futuro di Conte sarà chiaro. Lo scenario si sta delineando. L’ipotesi Juve si è decisamente raffreddata nelle ultime ore anche perché il presidente Agnelli non è convinto fino in fondo del suo ritorno. La possibilità di un addio di Allegri resta...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510