HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Ecco come spende la Serie A, i virtuosi e i risparmiatori. Il flusso del denaro anche rispetto all’Europa

30.08.2018 07:35 di Luca Marchetti   articolo letto 27350 volte
© foto di Federico De Luca

La serie A è sempre stata un campionato attrattivo per il calciomercato. E anche quest’anno la situazione è rimasta la stessa, con una differenza sostanziale rispetto al passato: il gap, almeno economico, con la Premier, è diminuito. Durante questa sessione di mercato estiva in Inghilterra somo stati spesi 1,62 milioni di euro, in italia 907 milioni (dati transfermarkt). La differenza sostanziale è dovuta al calo di spese in Inghilterra. Ma il calo è stato sensibile ovunque: 683 mln spesi in Ligue1 (la scorsa estate erano 738), 647 mln in Bundesliga (contro i 721 dello scorso anno), 576 mln in Liga (che era addirittura seconda con 860 milioni di euro spesi). L’Italia mantiene la propria capacità di spesa, addirittura aumenta la propria capacità di “indebitamento” (-87 la pasata estate, -136 questa) e prova a scalare posizioni. Certo questi dati non sono definitivi visto che manca ancora un giorno e qualche ora alla fine del calciomercato negli altri paesi del Big5, ma è significativo di una presunta rinascita del calcio italiano. Perché non è solo il fenomeno Cristiano Ronaldo a fare volume, in questo caso...
E questa tendenza si vede anche nei singoli conti delle squadre: la regina dell’estate per le spese è stata certamente la Juventus: 256,9 miloni di euro (compresi gli obblighi di riscatto). Più del Liverpool, più del Psg più del Real. Nelle prime 10 ci sono 3 squadre italiane: Juventus appunto, Roma (136 mln) e Milan (122). Per il resto ci sono a sorpresa 4 spagnole (Real, Barcellona, Valencia e Atletico), due inglesi (Liverpool e Chelsea) e una francese (il PSG).
Cambia naturalmente la classific se consideriamo il “rosso”. In testa c’è il Liverpool, seguito però dalla Juventus (-157). Poi delle italiane non c’è più traccia (penate che la Roma ha saldo positivo) ma ci sono una serie di inglesi... ben 6 (oltre al Liverpool, Fulham, West Ham, Chelsea, Everton, Arsenal e Wolverhampton) sempre secondo i dati raccolti da transfermarkt.
Questo è il dato su cui riflettere. Perché fondamentalmente tutto il disavanzo sul mercato generato dalla serie A è praticamente tutto della Juventus. Tutte le altre 19 squadre avrebbero fatto un mercato a costo zero (più o meno). Che forse è anche quello che rispecchia la reale situazione: la Juventus in grado di poter “rischiare”, forte dei 7 scudetti consecutivi anche sui risultati sportivi (che generano guadagni), le altre che invece giustamente cercano di migliorarsi facendo delle “scommesse” altrettanto congrue al valore della squadra ma con meno “incasso”.
Delle prime dieci nella classifica delle spese in Italia sono equamente divise in 5 e 5 chi ha saldo negativo e chi positivo. Le “negative” oltre alla Juventus (-157) sono il Milan (per via di alcune operazioni con obbligo di riscatto effettuate anche nella scorsa stagione che gira a -38)ma non l’Inter (che ha optato per alcuni importanti prestiti onerosi, che sono conteggiati, ma con riscatti che saranno esercitati la prossima stagioni), poi Torino, Atalanta e Udinese. Tutte e 3 con circa -30 (più o meno) di spesa (e quindi di differenza fra spese e incassi). Queste tre sono storicamente tre società che sanno vendere, quindi, evidentemente, questi 30 milioni sono considrati un “investimento”. Importante, senza dubbio, ma con la consapevolezza di potersi rifare già magari dalla prossima sessione.
L’oscar dell’equilibrio (sempre secondo i dati transfermarkt) va alla Fiorentina +350mila euro nonostante 47 movimenti in entrata e 32 in uscita (compresi in questo conteggio anche i prestiti dei ragazzi) e con campioncini da poter rivendere a prezzo d’oro quando la proprietà deciderà.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Milan, così non va. Da Gonzalo a Piatek, segnale di debolezza. Visto Muriel? Balata e una Lega B allo sfascio. Lecce, esempio di mercato. Si scrive Juve, si legge Stabia 21.01 - Se la scorsa estate Leonardo e Maldini avessero portato al Milan Piatek al posto di Higuain avrebbero preso 3 su tutte le pagelle del mondo. Arrivò Gonzalo e si sprecarono i 7 per il grande affare fatto con la Juventus, ridando indietro quel pacco vecchio di Bonucci prendendo il futuro...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

Leonardo non conosceva Higuain? Il Milan ha sopravvalutato il Pipita. Troppa ipocrisia su Wanda Nara: l'unico errore sarebbe quello di non comportarsi come gli altri procuratori 20.01 - Gonzalo Higuain è stato il miglior centravanti visto in Italia dopo Zlatan Ibrahimovic. Ha riscritto la storia dei cannonieri della Serie A battendo nel 2016 il record di Nordhal che resisteva da 65 anni. Diciassette, poi 18, 36, 24 e 16 gol in cinque stagioni di Serie A, 111 in cinque...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan ormai ci siamo. Nell’operazione anche il ritorno di  Bertolacci al Genoa. Su Barella per giugno l’Inter di nuovo in pole position. Napoli, Lozano se in estate parte uno tra Mertens e Callejon 19.01 - Higuain al Chelsea, Piatek al Milan, Morata all’Atletico Madrid, Il gioco è fatto. Tutti gli incastri al posto giusto per un grande valzer di attaccanti. E allora andiamo a ricostruire quello che accadrà a breve. Higuain presto volerà a Londra per le visite mediche e si metterà a...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve-Milan falsata, l’ultimo scandalo. Con questo VAR aumentano solo le polemiche e non si fa giustizia. Banti, che delusione. Higuain, che vergogna. Piatek al Milan, che rischio. Icardi rinnoverà 18.01 - Gli arbitri italiani stanno diventando dei piccoli Tafazzi: sono riusciti nell’impresa ciclopica di falsare perfino una gara tutto sommato non complicata come la Supercoppa italiana e farsi ancora una volta travolgere dalle polemiche. Autolesionismo puro, incredibile ma vero, come...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Higuain-Chelsea, ci siamo. Le alternative del Milan per sostituirlo: Piatek ma non solo... Iniziano a muoversi gli attaccanti... attenzione! 17.01 - Era sicuramente uno dei temi più intressanti da analizzare in questo mercato invernale. Dopo la giornata appena finita è diventata una vera e propria telenovela, con dei colpi di scena (più mediatici che reali) che starebbero bene in una sceneggiatura da soap opera. Higuain, è evidente,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Il triangolo scaleno del mercato Milan-Chelsea-Atletico: tutte le parti in causa vogliono che Higuain, Morata e Piatek si muovano. Ma manca ancora molto: ecco esattamente le cifre in questo momento delle tre trattative 16.01 - Il mercato di gennaio che in verità non si muove mai particolarmente, ringrazia l’asse Milano-Londra-Madrid che va a incidere profondamente su Serie A, Premier e Liga, e sarà la vera trattativa principale del calciomercato invernale. Non solo adesso, ma fino alla fine, fino all’ultimo...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510