VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
Editoriale

Ecco la settimana più bella: Juve, sistema la difesa. Inter, niente aste? Per Keita farai lo stesso? Mirabelli e i finti perbenisti...

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
28.08.2017 08:03 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 68722 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Mentre inizio a scrivere fanno passare in tv, mille volte, le immagini di Mihajlovic che spinge tutti; perfino il suo vice Lombardo. Vorrei fare la morale e scrivere robe da "Questo signore dà il cattivo esempio" oppure "Lombardo dovrebbe dimettersi" e chiuderei con.. i"l Torino dovrebbe multarlo". Invece lascio la predica ai preti e ai finti perbenisti, di cui mi occuperò più in basso sulla vicenda Milan-Mirabelli e Kalinic che se non fa bene torna di là! Chi fa calcio pulito vive di emozioni, non ragiona e fa cose di cui si pente due minuti dopo. Si vive la partita e se qualcosa va storto, sale il sangue al cervello. Per questo il calcio è fatto per uomini veri e non stiamo facendo la ritmica. Mihajlovic non mi sta neanche tanto simpatico ma capisco che sbrocchi durante la gara. Si sarà scusato dopo due minuti con i suoi collaboratori e chi è uomo di calcio capisce che può succedere. Certo, meglio che non succeda, ma non ha ammazzato nessuno e tra uomini veri tutto passa. I problemi, nel nostro mondo, sono altri.
Questa è la settimana più bella dell'anno per gli appassionati di calciomercato. Il 31 si chiuderà con il botto. Oggi sarà la giornata decisiva per Schick, con Ferrero che incontrerà la Roma per chiudere. Sabatini dice che non partecipa ad aste ma non ha capito forse che il mercato si chiama così proprio per questo. La verità è che Sabatini non vuole Schick ma vuole andare su Keita e ha programmato tutto da due mesi con l'amico Calenda. Se la giocata gli riesce avrà fatto bingo e vorremo poi chiedere, senza disturbo, la commissione prevista per Keita all'Inter. Schick alla Roma sarebbe la scelta più sensata per tutti; alla Juve non serve e all'Inter Keita sarebbe il giusto promesso spesso. La Juve su Keita ci resta, ha mollato Schick ma sinceramente crediamo che ai bianconeri serva più uno, forse due, difensori che l'ennesimo attaccante. Rugani non si sta dimostrando all'altezza, non di Bonucci, ma in generale della Juventus. Il tempo gli verrà concesso ma, sicuramente, dovrà cambiare in fretta e drasticamente il suo rendimento se vorrà tenersi la Juve a lungo. Marotta e Paratici sono bravissimi a fare questo lavoro, Paratici è un top che ci invidia mezza Europa, e non possiamo noi poveri mortali dare consigli alla Juve ma da Var Sport un difensore, forse due, lo prenderemmo. Queste prime giornate di campionato dicono che la Var serve ma se la consulti troppo spesso, alla lunga, ci annoiamo. Rizzoli è stato un grande arbitro e sarà un grande designatore. Va bene la novità, ma dica ai suoi arbitri di non spezzare troppo i ritmi delle gare che stiamo giocando a calcio. Il football americano non fa per noi italiani. E' passato qualche giorno ma vorrei tornare sulla questione Milan nel giorno della presentazione di Kalinic. Stimiamo la Fiorentina e il suo modo di fare calcio ma il falso moralismo ci disgusta. Il comunicato stampa contro Mirabelli è stato imbarazzante, così come ha sbagliato il Milan a scusarsi. Una battuta di due parole, senza malizia ma con un pizzico di genuinità, ha fatto scatenare un inutile putiferio. "Se non fai gol torni là". Dov'è l'offesa? Tornì là= torni a Fienze= torni da dove sei venuto= torni da dove sei voluto scappare con certificato medico. Non c'è stata alcuna offesa al club e alla città. Sicuramente la Fiorentina dovrebbe sentirsi più offesa dalla volontà di fuggire di Kalinic che da due parole di Mirabelli che, come colpa, ha quella di essere uomo di calcio e uomo vero in un mondo di ladri e di finti perbenisti che parlano anche bene ma razzolano molto male.
W l'Italia...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Tavecchio a casa, forse. Ventura fuori Paese ma attenzione ai successori. Gravina? C... Piace! Allegri, sveglia questa Juve. Palermo? Ve lo avevamo scritto un anno fa... 20.11 - E' successo l'impensabile e, allora, è giusto che si volti pagina perché il calcio è un'azienda e bisogna rispettare la meritocrazia. Prandelli e Abete salvarono la faccia e la dignità, qui non c'è stata né la faccia né la dignità. Un Mondiale si può sbagliare ma addirittura non salire...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il disastro economico-sportivo di Tavecchio e Ventura: gli effetti sulle tasche degli italiani e pure sul mercato. Ancelotti, gli specchietti per le allodole e il nome che serve. Allenatori e giocatori: la ricetta per cambiare davvero 19.11 - Carlo Tavecchio che scarica il barile, le colpe e versa pure lacrime rabbiose e di frustrazione no. Carlo Tavecchio ancora in sella, neppure. Invece son due fotografie che questi giorni regalano, istantanee e video che arrivano e che resteranno a lungo in un calcio italiano destinato...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, crocevia Usa. La Nazionale riparte dal Milan. Perisic e i giocatori che vanno attesi 18.11 - Se il New York Times arriva ad occuparsi del Milan, vuol dire che il Milan fa gola. Stupiscono, ma forse fino ad un certo punto, i tempi scelti per lanciare la bomba mediatica, da un autorevole quotidiano che comunque negli ultimi due anni non era mai entrato nelle vicende del closing...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Collina l’uomo nuovo per la Federcalcio. Ancelotti, no alla Nazionale. Non farà la foglia di fico di Tavecchio che deve solo andar via. La colpa è sua: non ha capito la guerra fra Ventura e i giocatori. Tutti i retroscena. L’ex Ct via dall’It 17.11 - C’è solo un uomo in grado di cambiare il calcio in Italia e di rilanciarlo verso il futuro con interventi radicali e riforme illuminate e quell’uomo si chiama Pierluigi Collina. L’attuale capo degli arbitri della Fifa è l’unica personalità di livello mondiale spendibile dal paese...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non è una questione di nomi, ma di programmi. E stavolta sul serio... 16.11 - Lunedì. Lunedì sarà il giorno in cui ci saranno le risposte. Le proposte che Tavecchio (che non si è dimesso) presenterà il nuovo programma da cui ripartire. Uomini e idee. E' lì che si giocherà la vera partita, è lì che misureremo la voglia di cambiamento del movimento calcio italiano. Delle...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Nazionale interessa davvero? Allora nuova “regola”: cinque italiani in campo (minimo) in ogni club!!! 15.11 - La delusione è ancora forte, quasi insostenibile. Come era prevedibile, tutti si sono inorriditi per quanto successo. L’Italia fuori dal Mondiale, una catastrofe, un’apocalisse, la morte del calcio italiano. Tanti presidenti di club si sono espositi in prima persona… Tutti avviliti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Qui muore il calcio italiano 14.11 - Qui muore il calcio italiano, condannato dall'improvvisazione, le cattive abitudini, il malcostume di chi pensa che ce la farà per qualche bislacco diritto divino. Qui muore il calcio italiano. E ci fa male, malissimo, ma guardiamoci in faccia: è dannatamente giusto così. Qui...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Tifiamo Italia ma cambiamola da subito: 4 proposte per riformare serie A, B, C e D. Marotta, il problema non è la chiusura tardiva del mercato... 13.11 - Questa sera l'Italia del pallone, e non solo, si ferma. Come fosse una finale del Mondiale, il fiato sospeso per l'importanza della gara. Tutti su Rai 1 a tifare gli azzurri sbiaditi. Non è la finale di un Mondiale e neanche una semifinale. Un play off per farlo il Mondiale. Giochi...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Italia, i colpevoli dopo martedì. Esonerare Ventura ora è inutile, magari due partite fa... L'ombra di Conte e gli errori di Tavecchio 12.11 - Il giorno dei processi non è ancora arrivato. Sarà in ogni caso quello di martedì, perché la partita della Friends Arena, pur difficile come dimostrato già dalla sconfitta dei nostri cugini francesi, ha scavato l’ennesimo solco incolmabile fra la Nazionale di Ventura e la realtà....

EditorialeDI: Mauro Suma

Italia, un palo che non trema. Milano, Herrera e i criteri del Comune. Pirlo, freddezza rossonera 11.11 - Han fatto quello che hanno voluto. Ci hanno tenuti bassi nel primo tempo e ci han fatto venire fuori nel secondo. In attesa dell'attimo buono, che hanno artigliato prima e gestito con disinvoltura poi. Non sono solo chiacchiere e zazzera bionda questi svedesi. Il peggior sorteggio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.