HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi tra le italiane passerà il girone di Champions League?
  Tutte
  Juventus, Inter e Roma
  Juventus, Inter e Napoli
  Juventus, Napoli e Roma
  Inter, Napoli e Roma
  Juventus e Roma
  Juventus e Inter
  Juventus e Napoli
  Inter e Roma
  Inter e Napoli
  Roma e Napoli
  Solo la Juventus
  Solo la Roma
  Solo l'Inter
  Solo il Napoli
  Nessuna

La Giovane Italia
Editoriale

Elliot, Gattuso, mercato: la società deve scegliere in fretta

26.01.2018 00:00 di Luca Serafini   articolo letto 9767 volte

Il doppio confronto con la Lazio segna un bivio fondamentale per il prosieguo della stagione rossonera. In campionato è necessario non perdere ulteriore terreno dal trenino che tira la corsa, in Coppa Italia mancano 180' a una finale che sarebbe ricca di speranze sportive, ma potrebbe rivelarsi salvifica anche per la contabilità. Gattuso prosegue il suo lavoro con un obiettivo preciso: deve dare alla squadra una continuità nei 90' che fin qui non ha mai avuto, regalando scampoli incoraggianti (il primo tempo di Cagliari è stato uno dei migliori in assoluto), senza però arrivare in fondo. Solo nel derby di Coppa Italia, durato mezz'ora in più, il Milan è stato capace di tenere in mano la partita per tutta la sua durata. Quel Milan serve adesso. E fino a maggio.

L'impegno e i risultati per Gattuso potrebbero cambiare le prospettive in maniera sostanziale. Il suo futuro potrebbe non configurare un semplice, umile rientro nei ranghi. Il problema è che Fassone e Mirabelli non possono aspettare maggio: devono monitorare le prossime settimane per prendere una decisione, affnchè la scelta dell'allenatore per il 2018-19 sia ponderata, condivisa, sostenuta e rappresenti quella definitiva secondo il percorso che il club ha deciso di intraprendere. I giochi non si fanno a maggio, è necessario anticipare i tempi. Tra i compiti che Ringhio sta svolgendo con cura e dedizione sui campi di Milanello, una delle priorità che determinano a cascata molte di quelle accessorie, è il recupero di giocatori come Bonucci, Biglia, Kalinic, Silva alzandone sensibilmente il livello di rendimento. Con Chalanoglu l'operazione è stata intrapresa, con Kessié sta dando eccellenti risultati, nel mucchio non dimentico l'ondivago Rodriguez né altri che appaiono dispersi o ai margini del progetto come Musacchio, Abate, Montolivo, Antonelli, gli stessi Gomez e Paletta le posizioni dei quali sono figlie della situazione societaria. Mi spiego meglio.

Qualcuno mi ha chiesto dove stia il vantaggio nel rifinanziare con un altro soggetto, il debito contratto con Elliot. Bisogna considerare che il contratto siglato con il fondo americano è un mappazzone di decine e decine di pagine, piene di vincoli e condizioni. Ora, salvaguardate ovviamente quelle relative alle garanzie, Fassone prova a liberarsi dalle clausole che impediscono - ad esempio - le cessioni di giocatori come Gomez e Paletta appunto, perché Elliot considera i cartellini dei giocatori (tutti) il vero patrimonio liquido disponibile, al di là del valore del marchio. Il che significa che gli stessi Suso e Donnarumma, allo stato attuale, sarebbero incedibili, ma per una pura questione di accordi tra chi ha prestato e chi ha ricevuto, non per vicende sportive né tanto meno affettive. 

L'ultimo compito di Gattuso, infatti, è quello di chiudere la squadra sotto a una campana di vetro, tenendola lontana e sorda da qualsiasi questione riguardi il futuro di questa proprietà, nonché dalle voci che quotidianamente mirano a scalpellarne la credibilità e la solidità.    


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

L’Inter ha il cuore, ma la testa? Ecco l’errore più grosso che sembra non vedere. Le ragioni per cui la Juventus è la favorita per la Champions. Il Napoli può aver già compromesso la qualificazione. Mentre per la Roma a Madrid è facile 19.09 - Forse il Tottenham aveva creduto di vincerla. E forse poteva anche avere ragione. Ma aveva sottovalutato un aspetto: mai dare per finito chi ha mangiato merda per 7 anni, ed adesso è disperato per uscire dalla sua condizione. Eppure, a prescindente dalla folle rimonta, l’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve e Douglas: il suo errore e quello "degli altri". Inter: ecco chi ha fretta di seppellire i nerazzurri. Milan: la ricetta di Gattuso (in barba alle "ombre"). Ridateci il Var, per carità. E su Barella... 18.09 - L’ombra di Conte. L’ombra di Conte è devastante. È su tutti. Su Spalletti. Su Gattuso. Su Di Francesco. Ma anche su di te. Al lavoro sei stato rimbrottato? C’è l’ombra di Conte. La tua ragazza ultimamente ti tratta male? Pensaci, potrebbe essere l’ombra di Conte. Sei pallido? Per...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Si scrive Inter, si legge crisi. Ronaldo e il gol: adesso via ai titoloni. Allarme Roma mentre Gattuso deve prendere una decisione 17.09 - Parlare di crisi dopo 4 giornate è prematuro. Non si possono lanciare allarmi e non si possono fare funerali ad uno che ha solo il raffreddore. Se è vero che abbiamo forzato un pò la mano per il titolo è altrettanto vero che l'Inter non ha solo il raffreddore ma la diagnosi è piuttosto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il Var così è inutile, parte seconda. Ci hanno rotto il calcio: è tutto più che ridicolo. E il campionato sembra già finito 16.09 - In due settimane di pausa si sono sviluppati tre macrotemi: la Nazionale, il campionato dei tribunali e quello che sembra già finito, cioè la A, perché provate a pensare quando si sbloccherà Cristiano Ronaldo. Ieri si è aggiunto in maniera prepotente, ma in realtà è così dalla prima...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter ancora Modric nel mirino e si lavora per il rinnovo di Skriniar, Juve occhi su Marcelo, il Napoli vuole blindare Milik. Milan, oltre Rabiot piacciono Paquetà e Paredes 15.09 - Siamo appena a metà settembre eppure gennaio sembra così vicino, perché il mercato è sempre in movimento. E allora parto dall’Inter che ha cullato per alcuni giorni il sogno Modric. Il no netto di Florentino Perez ha chiuso ogni possibilità, ma ancora il rinnovo con il Real Madrid...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Dybala al Real, Pogba alla Juve, Griezmann allo United: si prepara un grande giro forse già a gennaio. Molto dipende da Zidane. E l’Inter non molla Modric. Sta per finire lo strapotere dei procuratori. Stop ai prestiti selvaggi 14.09 - Visto che il mercato non si ferma mai, le ultime che arrivano soprattutto dalla Spagna vale davvero la pena di cercare di intercettarle e valutarle. Da tempo i giornali spagnoli parlano di Dybala al Real, l’estate scorsa ci furono anche annunci ufficiali con relative smentite. Che...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il mercato internazionale ai raggi X: l'Italia spende e gli affari sono sempre fra i soliti... 13.09 - La FIFA ha fatto la fotografia del mercato internazionale. Ovvero dei trasferimenti provenienti dalle federazioni estere. Un lavoro complesso, reso possibile dal TMS (il Transfer Matching Sistem): quindi non si tratta di proiezioni o di valutazioni, ma di dati certi. Sono dati aggregato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Cristiano Ronaldo ha distrutto la Spagna e il suo Mondiale dal di dentro, e Allegri lo ha aiutato. Ecco come. Mancini poteva avere ragione, ma c’è un particolare fondamentale che lui e la Figc hanno dimenticato su Euro2020 12.09 - E’ stato un piano perfetto. E noi distratti dal passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Altroché. Diabolico CR7, che arrivando ai Mondiali con il Portogallo campione d’Europa, e avendo nel proprio gruppo la Spagna, ha usato tutte le armi per farla fuori, anche se non è bastato...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Italia: un anno senza vittorie (ma non diamo la colpa agli stranieri). In arrivo la quarta giornata, ma c’è già chi parla “del mercato di gennaio” (pietà…). Inter: per il rinnovo di Icardi… non c’è fretta 11.09 - Siamo in piena pausa per la Nazionale. Ma il peggio è passato. Da oggi smetteremo di far finta che ce ne freghi qualcosa della Nations League (“La Nations League è importante!”) e torneremo a creare nuovi casi mediatici: perché Ronaldo non ha segnato durante la pausa? (“perché è bollito!”)....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola, Sacchi ha fatto la storia, tu i soldi in Italia e vivi nel Principato. Rischio concreto di un campionato a senso unico. Sentenza B tra oggi e domani: una macchia eterna in un sistema che salva solo Gravina e Sibilia 10.09 - Volevo ringraziare pubblicamente Mino Raiola. Non sapevo proprio cosa scrivere questo lunedì, in assenza di notizie, campionato e mercato. Ho ragionato per giorni ma cose originali e sensate non me ne venivano in mente. Poi leggo le dichiarazioni di Mino e lo ringrazio perché anche...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy