VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Feste finite: oggi si apre il calciomercato. La Juve passa da Witsel a Rincon in 5 mesi. Il Milan di Mirabelli prenota i grandi colpi estivi. Napoli, entro due anni al pari della Juve

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
02.01.2017 16.00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 120235 volte
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Con la riapertura del calciomercato possiamo considerare belle e finite le vacanze di Natale. Certo, c'è chi ha la possibilità di allungarle fino al week end ma panettoni, tombolate, passeggiate in montagna ormai sono un ricordo. Ma quando finiscono le vacanze c'è di bello che si torna a casa e ci si gode un mese di calciomercato. Su Tuttomercatoweb avrete aggiornamenti in tempo reale, h 24, ma se volete accendere la tv vivrete 30 giorni di mercato full immersion. Su Sportitalia si parte oggi: canale 60 del digitale terrestre e 225 Sky. Volete, per caso perdervi, tutte le anticipazioni di mercato di Pedullà che passa da Juve, Milan e Inter a Cosenza, Reggina e Juve Stabia che è una bellezza? Oppure vi volete perdere Luca Cilli che impazza tra gli hotel milanesi e le belle ragazze che dal desk chiamano agenti e Direttori Sportivi? Da questa sera, vi presentiamo un'altra bellezza italiana. Detto questo ci siamo lasciati, lo scorso 31 agosto, con la Juventus che aveva "rapito" Witsel ed era pronto a farlo firmare. Poi la firma non arrivò e ci dissero che "tanto arriva a gennaio" adesso che siamo a gennaio non ci dicono neanche che arriva a parametro zero ma che, forse, potrebbe andare in Cina. Sta di fatto che la Juventus, merita mille elogi, ma il centrocampo di Allegri difficilmente uscirà rinforzato da queste operazioni di mercato. Aspettavamo Witsel e ci siamo ritrovati con Rincon alle visite mediche. E' come andare ad un appuntamento con la Barriales e si presenta la Littizzetto al posto dell'avvenente Laura. Vabbè, ci facciamo qualche risata in più con Luciana. Rincon non aumenta la qualità del centrocampo della Juventus e spendere 2 milioni per prestito oneroso e 7 per obbligo di riscatto solo per sostituire i partenti della Coppa d'Africa non sembra proprio una mossa da Juventus. La Juve deve cambiare mentalità sul mercato e prendere solo calciatori top in Europa e prima di fare un acquisto dovrebbe farsi una domanda: questo calciatore lo prenderebbe un Real, Bayern, Chelsea o Barcellona? Se la risposta sarà si allora è giusto prenderlo anche alla Juve altrimenti meglio lasciar perdere. Premesso che Rincon a Madrid e Barcellona non sappiano neanche chi sia, stiamo parlando di un ottimo prospetto, di un buon calciatore ma non di un centrocampista che faccia compiere il salto di qualità alla mediana di Allegri, rimasta orfana negli anni di Pogba, Pirlo e Vidal. Witsel serviva, eccome, alla Juventus e non ce ne vorranno Marotta e Paratici ma Rincon non basta. In questo mercato invernale la Juve dovrebbe azzardare un pochino. Perché davvero in Champions, con un pizzico di fortuna, si potrebbe arrivare fino in fondo ma anche perché questi primi mesi di campionato hanno dimostrato che lo scorso mercato estivo è stato importante ma non perfetto. La Juve, da qui alla fine della stagione, deve: cercare un centrocampista di altissimo profilo, trovare una sistemazione a Pjianic, rinnovare il contratto a Dybala e trovare una soluzione per far coesistere Higuain, Mandzukic e Dybala. In Italia i bianconeri vinceranno ancora ma in Europa ci sono almeno 4-5 squadre ancora più avanti della Juventus. Forse troppo.
Sarà un mercato da zero a zero per il Milan; tra Arcore e la Cina c'è poco dialogo ma è un gran peccato perché il lavoro di Montella avrebbe meritato qualche rinforzo mirato e se qualcuno crede che i buoni risultati ottenuti fin qui possano lanciare il Milan nell'Olimpo, con questa squadra, si sbaglia di grosso. I risultati, da settembre ad oggi, sono un'eccezione e non frutto della programmazione. Montella sta facendo il vino con l'acqua ma ciò non consente di dover rinunciare all'uva per i prossimi anni. E' un peccato non rinforzare questa squadra perché il terzo posto deve essere un obiettivo e non un miraggio. In attesa del closing, dei restanti 400 milioni e di chiarezza sul futuro, c'è il Direttore Sportivo, Massimo Mirabelli, che senza né parlare né farsi vedere fa già sognare i tifosi rossoneri. Ha bocciato Orsolini, ha di fatto chiuso con Keita della Lazio e ha già sondato 3-4 profili da top player per la prossima estate. Gli manca il potere di firma e poi è pronto a ridare entusiasmo ad un Milan che dalle ultime sessioni di mercato usciva depresso e impoverito. Basta con i Sosa o con Luiz Adriano, basta con i rinnovi di Paletta o del buon vecchio Mexes a 4,5 milioni di euro.Il Milan torna a ragionare da Milan e l'agenda di Mirabelli è una garanzia per far tornare la speranza ai tifosi. Il 2017 può essere davvero l'anno della svolta per un club glorioso che negli ultimi anni ha perso anche la forza di sognare e che solo negli ultimi mesi, grazie alle intuizioni di Montella, ha ridato una fisionomia di club vincente. Il Milan va ricostruito e da salvare c'è ben poco: Donnarumma, Romagnoli, Locatelli, Suso e poco altro. Ma come Bacca, Lapadula, Bonaventura e tutto il resto? Buoni per la panchina se il Milan vuole tornare a ragionare da Milan. Servono i campioni e non i buoni giocatori.
Se il Napoli continua a seminare così e se la Juve prende altri Rincon, entro due anni, il Napoli potrà arrivare ai livelli della Juventus e puntare seriamente allo scudetto. Il problema per gli azzurri è, che in 24 mesi, rischia di raggiungere la Juve ma c'è il timore di dover rincorrere le spese importanti delle due milanesi. Giuntoli e Sarri stanno lavorando bene, grazie anche al fatto che De Laurentiis finalmente delega di più e lascia lavorare i suoi uomini. Adesso il Napoli deve pensare ai rinnovi, alla cessione di Gabbiadini (un errore non cederlo in estate per 30 milioni di euro) e in estate dovrà fare ancora 2-3 colpi di prospettiva. Non ce ne voglia Reina ma il Napoli ha bisogno di un portiere affidabile per il prossimo triennio. Va sistemata qualcosa sulle fasce e in mezzo al campo. Avanti il Napoli è uno spettacolo e può consentire ai giochi di Sarri di poter disporre come vuole dei piccoli e delle torri.
Buon anno a tutti, da oggi via al mercato...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gigio guardalo, è il tuo Milan. L'inevitaible egoismo di Totti. Bonucci e United esempi veri 27.05 - Ci sono in giro due tentativi di contaminare il momento magico del Milan. Che non è il sesto posto, ma è il mercato di svolta fatto con intensità e coraggio, il buon senso che si legge in tante scelte e in tanti atteggiamenti, l'eccezionale stato di forma dei tifosi. Che non si sono...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Mancini in corsa per il dopo Allegri. Ma piacciono anche Sousa e Spalletti. Via libera a Bonucci. Inter, Sabatini prepara la sorpresa in panchina. Milan, Morata vuole il Real. Bernardeschi in vendita per 60 mln 26.05 - Resta o non resta? Il futuro di Allegri è il grande rebus di questo finale di stagione. La sensazione, più che diffusa, è una e una sola: se ne andrà. E questo la Juve l’ha ampiamente capito. Le motivazioni sono abbastanza semplici, normali e condivisibili, dopo tre scudetti e tre...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.