HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Gattuso confermato, il Milan ha deciso. Ma Donnarumma va via, arriva Reina: se i cinesi in pagano, Elliott ha già l’acquirente. Sabatini in Cina per l’Inter del futuro

23.02.2018 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 35883 volte
© foto di Federico De Luca

Il Milan sta trovando una sua dimensione, non c’è motivo di cambiare, Fassone e Mirabelli hanno deciso: Gattuso sarà l’allenatore rossonero anche l’anno prossimo. La decisione è già stata comunicata a Rino che l’ha accolta con entusiasmo e una promessa: farà di tutto per provare a conquistare la Champions League. Un obiettivo non da poco, insperato e insperabile fino a qualche settimana fa. E’ la carica di questo allenatore che ha trasformato il Milan, ma non solo la carica. Fassone e Mirabelli prima di decidere la riconferma hanno analizzato questi mesi di Gattuso sulla panchina rossonera per scoprire che dietro al ritorno del Milan non ci sono soltanto il carattere, la grinta e la determinazione che Rino ha trasmesso alla squadra, ma anche capacità tecniche e manageriali insperate e non ipotizzabili al momento del cambio di panchina. Gattuso ha stupito tutti. E’ un allenatore vero e non soltanto un motivatore come pensavano i più. Anche giocatori esperti come Bonucci si sono espressi favorevolmente, in giro non ci può essere niente di meglio di Gattuso, indipendentemente da come finirà la stagione. Il Milan ha trovato un allenatore vero che in più ha portato anche il senso di appartenenza, ha un solido legame con il Grande Milan, pure questo è un valore aggiunto. Il gruppo è compatto con lui, la decisione trova tutti d’accordo. Ora parte l’assalto alla Champions a cominciare dalla sfida di ‪domenica sera‬ con la Roma.
Al Milan, comunque, nonostante Gattuso i problemi non mancano. Come avevamo già scritto qualche settimana fa, continuano ad arrivare notizie sempre più insistenti sulla decisione di Donnarumma di accettare le offerte del Psg. Meglio, la decisione di Raiola. Cambia poco. Al giocatore andranno dieci milioni di euro netti più bonus che dovrebbero far salire l’ingaggio a tredici milioni, il doppio di quanto percepito oggi. Raiola si è impegnato a portare subito nelle casse del Milan circa 70 milioni che serviranno per la gestione e per il mercato dell’estate prossima, tanta manna vista l’incertezza sulla situazione societaria. E’ un sacrificio annunciato, niente di strano. Certe cifre non si possono rifiutare e il ruolo di portiere è già stato coperto grazie ad un accordo biennale con Pepe Reina che lascerà il Napoli.
La società nel mirino, appunto. Gattuso ricorda che gli stipendi arrivano tutti i mesi, che l’allarme non ha senso. La verità, come al solito, sta nel mezzo. Yonghong Li non sarà il cinese nababbo che ci si aspettava, di sicuro le incertezze e i dubbi su questa mega acquisizione restano intatti, ma il Milan ha poco da temere. Il signor Li, di fatto, ha già tirato fuori delle cifre enormi. Di chi sono? Dove li ha presi? Esistono le sue risorse?
Domande che al Milan e soprattutto ai milanisti devono interessare relativamente. Il nodo sarà sciolto il prossimo ottobre quando il fondo Elliott dovrà riavere i 300 milioni più interessi, circa ‪380, che ha anticipato a Yonghong Li‬. Se il finanziere cinese non dovesse pagare, il fondo diventerebbe immediatamente proprietario del Milan e il signor Li ci avrebbe rimesso tutto quello tirato fuori fino ad oggi.
Perché i milanisti devono stare tranquilli?
Nelle stanze della finanza internazionale si parla già di un possibile acquirente in grado di rilevare il Milan per 400 milioni dal fondo Elliott. Una cifra interessante per un brand così importante. La potenza e la visione strategica di Elliott è riconosciuta, chi ipotizza scenari catastrofici forse non ha una chiara visione del business mondiale.
In questo momento, e siamo al paradosso, se la passano peggio i cinesi dell’Inter. Sabatini sta andando in Cina per parlare con il Grande Capo Suning e capire cosa vorrà fare dell’Inter ora e soprattutto nel mercato estivo. La fiducia a Spalletti arrivata appena ieri è un gesto di debolezza. Una grande società avrebbero dovuto impedire a Spalletti di fare le dichiarazioni pubbliche che ha fatto, ma dover ribadire oggi la fiducia a un tecnico ingaggiato appena otto mesi fa non ha senso. Se l’Inter non ritrova in fretta una coesione fortissima fra società, manager e comparto tecnico, non fa programmi nei quali crede fortemente, il futuro non potrà essere positivo. In questo quadro c’è anche la posizione di Icardi. Intanto la clausola da 110 milioni per l’estero si rivela un errore colossale. Troppo poco. Il giocatore è bravo, ma ingombrante. L’Inter deve chiarire subito che gioco vorrà fare in futuro, se vorrà continuare a dare le chiavi del gioco a un giocatore solo o cambiare prospettiva tecnico-tattica. Se, come confermato da Wanda Nara, dietro Icardi c’è anche il Real, diventa difficile competere con certi ingaggi. Anche di questo Sabatini parlerà con il signor Zhang. Lo stesso discorso si può fare per Dybala. In questi mesi il suo nome è rimasto fra le nebbie perché non giocava, ma gli operatori di mercato hanno continuato a lavorare. Sull’argentino sono in molti e la Juventus lo sa. I bianconeri aspettano il ritorno ad alti livelli del giocatore, dovranno valutare la ritrovata umiltà e la cultura del lavoro, l’integrazione con il gruppo e l’allenatore. Non c’è una linea già adottata, si naviga a vista, molto dipenderà da cosa farà Dybala nei prossimi mesi, ma io non scommetto un euro sulla sua permanenza in bianconero.
Un altro giocatore che piace a molte società europee e italiane è Federico Chiesa. Vi abbiamo già raccontato che per il ragazzino (classe 1997) si sono mossi anche Bayern e Arsenal e altre grandi società hanno inviato osservatori. Bene. Oggi sappiano tutti che c’è uno spartiacque, il giocatore e la famiglia, stando a indiscrezioni, hanno deciso che dell’estero non si parla. Federico Chiesa resterà a maturare in Italia. Se la Fiorentina farà una squadra da Europa League sarà felice di restare a Firenze, in caso contrario Napoli, Milan e Inter sono già pronte a un’asta che come minimo partirà da 40 milioni.     


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Leonardo non conosceva Higuain? Il Milan ha sopravvalutato il Pipita. Troppa ipocrisia su Wanda Nara: l'unico errore sarebbe quello di non comportarsi come gli altri procuratori 20.01 - Gonzalo Higuain è stato il miglior centravanti visto in Italia dopo Zlatan Ibrahimovic. Ha riscritto la storia dei cannonieri della Serie A battendo nel 2016 il record di Nordhal che resisteva da 65 anni. Diciassette, poi 18, 36, 24 e 16 gol in cinque stagioni di Serie A, 111 in cinque...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain al Chelsea e Piatek al Milan ormai ci siamo. Nell’operazione anche il ritorno di  Bertolacci al Genoa. Su Barella per giugno l’Inter di nuovo in pole position. Napoli, Lozano se in estate parte uno tra Mertens e Callejon 19.01 - Higuain al Chelsea, Piatek al Milan, Morata all’Atletico Madrid, Il gioco è fatto. Tutti gli incastri al posto giusto per un grande valzer di attaccanti. E allora andiamo a ricostruire quello che accadrà a breve. Higuain presto volerà a Londra per le visite mediche e si metterà a...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Juve-Milan falsata, l’ultimo scandalo. Con questo VAR aumentano solo le polemiche e non si fa giustizia. Banti, che delusione. Higuain, che vergogna. Piatek al Milan, che rischio. Icardi rinnoverà 18.01 - Gli arbitri italiani stanno diventando dei piccoli Tafazzi: sono riusciti nell’impresa ciclopica di falsare perfino una gara tutto sommato non complicata come la Supercoppa italiana e farsi ancora una volta travolgere dalle polemiche. Autolesionismo puro, incredibile ma vero, come...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Higuain-Chelsea, ci siamo. Le alternative del Milan per sostituirlo: Piatek ma non solo... Iniziano a muoversi gli attaccanti... attenzione! 17.01 - Era sicuramente uno dei temi più intressanti da analizzare in questo mercato invernale. Dopo la giornata appena finita è diventata una vera e propria telenovela, con dei colpi di scena (più mediatici che reali) che starebbero bene in una sceneggiatura da soap opera. Higuain, è evidente,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Il triangolo scaleno del mercato Milan-Chelsea-Atletico: tutte le parti in causa vogliono che Higuain, Morata e Piatek si muovano. Ma manca ancora molto: ecco esattamente le cifre in questo momento delle tre trattative 16.01 - Il mercato di gennaio che in verità non si muove mai particolarmente, ringrazia l’asse Milano-Londra-Madrid che va a incidere profondamente su Serie A, Premier e Liga, e sarà la vera trattativa principale del calciomercato invernale. Non solo adesso, ma fino alla fine, fino all’ultimo...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri-Real Madrid: contatto. Icardi, fissato l’incontro per il rinnovo. I piani di Marotta per la firma. Pregiudizi su Wanda: fa solo il suo lavoro. Higuain vuole solo il Chelsea e mette in crisi Leonardo 11.01 - Non so se Max Allegri durante le recenti vacanze abbia davvero sposato Ambra come scrivono i giornali di gossip, so invece che ha ricevuto una telefonata da Florentino Perez. Auguri, certo, ma anche una nuova, decisa proposta per la panchina del Real Madrid. L’anno scorso la telefonata...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->