VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Editoriale

Giù le mani da Nainggolan… Verdi, la risposta è ok! Inter, nomi all’altezza? Quanto vale oggi CR7?

17.01.2018 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 23619 volte

A Milano fa freddo… Di colpo, pare che l’inverno si sia ricordato di esistere. Anche il calciomercato pare “bloccato” in una morsa gelida. Non si muove quasi nulla. A chiacchiere stiamo a 1000, come sempre. C’è un nome che continua ad essere scritto a lettere cubitali: RADJA NAINGGOLAN. In Cina lo aspettano da tempo, i top club europei pure ma, dico a gran voce: giù le mani da Nainggolan. La Roma, se davvero ha un progetto importante, non può prescindere dal belga. Anche davanti ad un’offerta “irrinunciabile”, Nainggolan va blindato, incatenato, legato a doppia mandata… Non esiste una Roma vincente, senza Nainggolan in campo. Gli altri sono sacrificabili, lui no. Non ha ancora 30 anni (li compirà il prossimo 4 maggio) e, se Di Francesco trova il modo di avvicinarlo alla porta avversaria, è uno di quei centrocampisti che vorresti sempre al fantacalcio. Certo, magari non farà 14 gol come lo scorso anno ma la vena realizzativa del belga è lampante… Il tifo organizzato giallorosso sembrerebbe pronto a scendere in piazza per far capire il proprio attaccamento a Nainggolan, a prescindere dalla stupidaggine di Capodanno (grave ma non tale da inficiare il rapporto con la città e il popolo della Roma). E, aggiungo, la Serie A non può ancora permettersi di perdere Nainggolan… Non ancora (idem per Dybala).
Passiamo a Verdi. Il suo “no, grazie” al Napoli ha fatto scalpore. Si sono fatti paragoni importanti, con gente come Riva, Rossi, Di Natale, Roby Baggio e tanti altri, tutti capaci di rifiutare la grande offerta… Sicuramente il buon Simone ha scelto con la sua testa. Poteva andare al Napoli e far parte di una big, ha preferito restare a Bologna e continuare a crescere, giocando con continuità. Decisione da rispettare, figlia di un 25enne che non ha mai avuto problemi a intraprendere il sentiero più tortuoso, complicato, imprevedibile. Come quando ha deciso di trasferirsi in Spagna, all’Eibar. Un’esperienza per crescere, proprio come la scelta di rimanere al Bologna. Se, davvero, il Napoli crede in questo giovane, a giugno ci sarà modo e tempo per riparlarne. Sicuramente, al giorno d’oggi, con i procuratori a dettar legge, la presa di posizione di Verdi è da evidenziare.
Da evidenziare è anche il mercato dell’Inter. Lisandro Lopez, Ramires e Rafinha. Salvo sorprese, saranno questi i tre rinforzi che Spalletti avrà a disposizione per la seconda parte della stagione in corso. Anzi, forse due su tre (Ramires pare destinato a restare in Cina). Sono nomi all’altezza dell’Inter? Qualche dubbio c’è. Lisandro Lopez, classe 1989, non gioca più di 20 gare in un campionato dalla stagione 2013/14, al Getafe. E Rafinha? Il fratello maggiore, Thiago, è buonissimo, infatti gioca nel Bayern Monaco. Lui, il fratello minore, è un jolly ma di cristallo. Può giocare ovunque anche se, la sua miglior stagione, al Celta, l’ha visto impiegato come trequartista. Gli infortuni lo accompagnano da sempre. Una scommessa, proprio come Lisandro Lopez (anche se Rafinha, a livello di talento, è una certezza). Ecco, l’Inter sta scommettendo sulla voglia di rivalsa di due giocatori che, potenzialmente, potrebbero essere importanti. Appunto, potenzialmente…
Chiudiamo con la notizia che ha sconvolto la Terra e gli amici alieni nascosti su Marte: CR7 è pronto a lasciare, dopo nove stagioni, il Real Madrid. Mourinho lo aspetta a Manchester per vincere, insieme, la Champions League, come nel lontano 2007/08, ultima volta che i Red Devils sono saliti sul tetto d’Europa. Ma quanto vale oggi CR7? Da 16 anni è protagonista in campo, con più di 700 gare da professionista. Il prossimo 5 febbraio compirà 33 anni. Quante stagioni, da fuoriclasse, gli rimangono? Vale davvero la famosa clausola da un miliardo di euro che tanto viene citata in Spagna? Un fatto è certo: il CR7 azienda vale moltissimo. Di fatto si compra un brand globale… E il Cristiano Ronaldo giocatore? Il prezzo è legato alla sua voglia di continuare ad essere il primo della pista. Se ancora ha il fuoco dentro, allora giusto fare ponti d’oro per lui. Pur sapendo che l’età, ad un certo punto, diventa un fattore determinante, per tutti. Un esempio: Platini ha smesso di giocare a 33 anni… Zidane a 34…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gattuso c'è, Henry no. Pogba, il ritorno alla Juve. Sabatini: non c'era bisogno. La Samp e Calabria. Cutrone e Chiellini 24.02 - L'ultima volta che Milan e Arsenal si sono misurate in Europa risale al febbraio-marzo del 2012. Era Champions League, altro Milan, altro Arsenal. Ma se Rino Gattuso, all'epoca ancora alle prese con la miastenia oculare, oggi è l'allenatore del Milan, dopo le robuste dosi di rinnovamento...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Gattuso confermato, il Milan ha deciso. Ma Donnarumma va via, arriva Reina: se i cinesi in pagano, Elliott ha già l’acquirente. Sabatini in Cina per l’Inter del futuro 23.02 - Il Milan sta trovando una sua dimensione, non c’è motivo di cambiare, Fassone e Mirabelli hanno deciso: Gattuso sarà l’allenatore rossonero anche l’anno prossimo. La decisione è già stata comunicata a Rino che l’ha accolta con entusiasmo e una promessa: farà di tutto per provare a...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Sicuri che non vi interessa il fatturato? Ed è vero che chi spende di più, vince di più? 22.02 - Ancora numeri, per cercare di analizzare quanto il mercato influisce, soprattutto quanto i soldi influiscono sulle prestazioni. Soldi uguale mercato. Ma è vero che chi meglio spende meglio spende? Ovvero il famoso concetto del fatturato? E' un argomento che ciclicamente torna di attualità....

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Da Robben a Balo, quante offerte per l’estate! Juve su de Vrij, il Real tenta Bonucci… Ma Ibra non lo vuole nessuno? 21.02 - Sarà un’estate caldissima e non solo per le alte temperature (gli esperti parlano di una “bella stagione” torrida). Tutti si stanno affannando per cercare l’affare del secolo. Indubbiamente non mancano le super offerte. La lista di “parametri zero” è lunga ed interessante. Al Bayern...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto delle "non-lacrime" di Allegri. Milan: l'allarme cinese... e occhio a maggio! Inter: è ora di giocare al gioco del silenzio. Napoli: il diritto di Sarri a fare come crede 20.02 - Ciao. Quando arriva il momento di compilare questo editoriale faccio un giro sui siti per cercare ispirazione ed evitare di scrivere cose come “prima o poi bisogna affrontarle tutte” o “lo scudetto si decide a primavera” o “la politica è tutto un magna-magna”. A volte i siti ti danno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Napoli-Juve, marzo sarà decisivo. Inter, che flop! Sassuolo, il problema era dietro la scrivania. Cuore De Zerbi e Bergamo Gasperini-Sartori sono ai titoli di coda… 19.02 - Se la Juventus non ha lasciato punti a Firenze e nel derby significa che il Napoli, per vincere questo scudetto, dovrà andare oltre la soglia del miracolo. Tuttavia, sembra chiaro che il campionato si deciderà a marzo, in un modo o nell'altro. Allegri e Sarri sono reduci da una pessima...

EditorialeDI: Andrea Losapio

I meriti di Gattuso o i demeriti di Montella? Borussia-Atalanta, che spot per il calcio. Un po' meno il Napoli in Europa League. Rosa lunga alla Juventus, ma se si fanno tutti male... 18.02 - In sala stampa a Dortmund, con i gol di Europa League che scorrevano in sottofondo, alcuni giornalisti tedeschi paragonavano Cutrone a Inzaghi. "Ci somiglia, eh?". Non può essere che lui l'uomo copertina del Milan di Gennaro Gattuso. Lui, invece, assomiglia tanto al Pioli della scorsa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Primavera Cutrone e Primavera Merrill Lynch. Juventus europea, stampelle e pareggio. Napoli provinciale, limiti e sconfitta 17.02 - Dalla Primavera rossonera arriva Patrick Cutrone e alla Primavera come stagione prossima ventura guarda tutto il Milan che sta lavorando per la propria nuova struttura finanziaria pre-Elliott e, possibilmente, post-Elliott. Insomma, pre ottobre 2018. Ci sono grandi novità in vista...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ecco perché la Juve non ha battuto il Tottenham. Mancano i campioni. Le grandi lontane. Campionato non allenante. Napoli, vai fuori dalla Coppa 16.02 - La Juventus può ancora ribaltare il risultato a Londra, è giusto pensarlo e crederlo. L’impresa è difficile, ma possibile, conosciamo bene il calcio e anche il carattere dei bianconeri. Il pareggio con il Tottenham però è stato liquidato troppo in fretta come un incidente di percorso....

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il calciomercato di oggi, i nomi di ieri. Quanto varrebbero ora i big che ci hanno fatto sognare. Da Ronaldo a Totti, da Maradona a Platini: ecco le loro valutazioni... 15.02 - Quando Totti ha detto (a Sky) che nel mercato di oggi varrebbe almeno 200 milioni di euro è scattato in testa a tutti il solito giochino. Ma quanto varrebbero ora i grandi campioni del passato, Totti compreso? Non è la prima volta che ci si pensa, non è la prima volta che si fa. Proprio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.