VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Giampaolo al Milan? Berlusconi ha sempre saputo raccontare le barzellette. Bigon al Bologna, con i soliti sponsor. Sartori, schiaffo al Chievo poco elegante. Il Corvo torna sui tetti di Firenze

Direttore di Sportitalia e Tuttomercatoweb
30.05.2016 13:10 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 57420 volte
© foto di Federico De Luca

Ogni estate ha il suo fascino. E ogni volta che parte il calciomercato è come se fosse il primo giorno di scuola. Da oggi Tuttomercatoweb sarà pane quotidiano per tifosi e addetti ai lavori. Tmw Radio si ascolta ovunque e le notizie si possono anche sentire, su Sportitalia da oggi parte una maratona infinita: mercato, mercato e mercato tutti i giorni dalle 17 a mezzanotte e mezza. Vi porteremo negli hotel di mercato, vi racconteremo notizie e retroscena sul canale 60 del digitale terrestre e 225 di Sky. Sapete, però, la cosa che piace alla gente? Non sono le notizie e odiano le marchette, alla gente piace ascoltare la verità. Partiamo dal Milan, dove - ad oggi - regna la confusione totale. Non sappiamo se Berlusconi resterà alla guida del Milan e non sappiamo neanche per chi stia lavorando oggi Brocchi. Povero ragazzo, bruciato in un mese per la tanta voglia di dimostrare. Avrebbe meritato maggiore rispetto, anche se lui stesso si sarebbe dovuto tutelare maggiormente. Ognuno è padrone del proprio destino. E' partita la solita estate di Ibra al Milan. Ogni anno ci raccontano che Raiola si vede con Galliani per Ibra, invece poi si sono incontrati per portare al Milan qualche scarto della scuderia del Re di Montecarlo. L'uomo più ricco del calcio italiano, che fa i soldi con gli italiani, dice che facciamo schifo e non paga gli f24 come noi stupidi poveri mortali. Non so quanti di voi conoscano Silvio Berlusconi. Io, al telefono, ci ho parlato mezza volta, ma chi lo conosce bene racconta di una persona solare, geniale (ovviamente) e molto simpatica. Dicono anche che racconti bene le barzellette. Lo faceva sulle barche da ragazzino. Oggi le racconta ancora bene. Non è più un ragazzino e non c'è una barca. Ma un barcone che affonda. Sembra che l'idea di affidare la panchina del Milan a Marco Giampaolo sia una barzelletta raccontata da Berlusconi. L'avrà raccontata talmente bene che la gente rideva a crepapelle. Io sto ancora ridendo, ma forse qualcuno non l'ha percepita come una battuta. Vedremo. Non ha molto senso lasciare l'Empoli. O forse ce l'ha se sai che quest'anno è andato tutto liscio perché bisognava continuare a volare sulla scia lasciata l'anno prima da Sarri e perché quest'anno il miracolo non si sarebbe ripetuto. Giampaolo al Milan sta come il sottoscritto alla conduzione di Canal+. Non parlo mezza parola di francese e, forse, ma solo forse, non sarei adeguato al compito. Il Milan deve avere il coraggio di assumersi le sue responsabilità e se un mese fa ha puntato su Brocchi oggi lo deve confermare e non buttare dalla finestra. Berlusconi deve ragionare con la testa e non con la pancia. Con la mossa di Brocchi al posto di Sinisa ha ammazzato due squadre: la prima e la Primavera. Risultato: niente Europa, niente Coppa Italia e niente final eight di Primavera, con Nava che ha perso malamente la qualificazione contro l'Empoli con una squadra lanciatissima con Brocchi.
Non vogliamo fare i professori anche perché ci manca la cattedra e non vogliamo neanche essere ripetitivi. Vi portiamo, però, a riflettere: come fa il Bologna a liberarsi di Corvino, a pagarlo purché vada via e affidare la direzione del mercato a Riccardo Bigon? Siamo alla follia. Poi può darsi che, come Giampaolo, ogni 10 anni indovini una stagione, ma una società ricca come il Bologna non può andare a caso nella speranza che arrivi l'anno giusto. Bigon è reduce dai disastri di Napoli e dal fallimento tecnico ed economico nella gestione di un anno al Verona. Può il Bologna prendere Bigon perché Donadoni lo conosce bene e lo ha avuto a Napoli e lo ha trattato sempre come un team manager e mai come un Direttore Sportivo? Donadoni deve avere la coscienza di fare il mister e non può pensare di fare il mercato e controllarlo con un suo uomo fidato. Bigon è un bravissimo ragazzo ma il calcio è per altri. Ha due ottimi collaboratori ma lui non ha lo spessore per fare il Direttore in serie A. Il ragazzo, però, si è convinto visto che in serie A in molti gli hanno dato ripetute opportunità. Avanti popolo, alla riscossa. Bandiera rossa, trionferà!
Come sapete abbiamo amici e nemici, gente che tifa per noi e gente che gufa maledettamente. Ma tutti ci riconoscono un pregio: amici o nemici non guardiamo in faccia a nessuno. Giovanni Sartori è un grande professionista e un'ottima persona ma sta sbagliando. Il Direttore dell'Atalanta ha peccato di eleganza. Lui che è stato il Chievo, lui che deve tanto a Campedelli, lui che potrebbe scegliere tra 1.456 allenatori non può, per questioni deontologiche, andare a contattare l'allenatore del Chievo Verona, Rolando Maran, che con i veneti ha ancora due anni di contratto. Se lo vuoi lo paghi, ma fare forza sul mister non è stato un gesto elegantissimo nei confronti del suo passato. Poi, naturalmente, ognuno è libero di fare quel che vuole, ma il calcio spesso è una ruota e si ferma dove meno te lo aspetti. L'Atalanta è una grande società, il Chievo Verona anche. Maran sperava, come meritava, di fare il grande salto, ma nel passare da Verona a Bergamo c'è poca differenza se non il calore del pubblico che è totalmente diverso. Per ambizioni e professionalità dei club, si equivalgono molto.
In chiusura, un bentornato a casa a Pantaleo Corvino. Da Bologna ne è uscito da signore e, forse, più ricco. Ha mollato due anni di contratto e rientra a Firenze più forte di quando è andato via. La famiglia Della Valle gli ha riconosciuto il grande lavoro svolto e i numeri sono dalla sua parte. Se la Fiorentina in questi anni ha fatto cassa lo deve soprattutto al Corvo, il quale adesso prepara un altro mercato di sorprese. Corvino dovrebbe guardare, come fatto a Bologna, meno all'estero e più in Italia, dove abbiamo tanti calciatori di valore che pochi vedono e capiscono. Firenze con lui è in ottime mani. I Della Valle faranno soldi per i prossimi dieci anni. E' il discorso della vita: chi semina bene raccoglie sempre. Un solo consiglio al Corvo, di cui naturalmente non ha bisogno: cambi il mister perché l'allenatore deve essere sempre scelto dal Direttore, il quale non deve subire scelte altrui. Corvino Sousa non l'ha scelto ma se lo trova. Potrebbe essere un problema già ad ottobre anche perché i segnali lanciati a gennaio dal tecnico non lasciano intravedere mezzo raggio di sole.
Buona settimana a tutti.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato 23.07 - Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.