HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere del Mondiale?
  Cristiano Ronaldo
  Lionel Messi
  Neymar
  Romelu Lukaku
  Harry Kane
  Antoine Griezmann
  Denis Cheryshev
  Sergio Aguero
  Gabriel Jesus
  Diego Costa
  Timo Werner
  Dries Mertens
  Luis Suarez
  Kylian Mbappé
  Artem Dzyuba
  Edinson Cavani
  Falcao
  Mario Mandzukic
  Thomas Muller
  Altro

Editoriale

Gigio firma subito ed esci dal tritacarne! Mercato Juventus, adesso tocca alla difesa. Città in rivolta: Borja Valero come Hernanes? Roma e Napoli: Milan e Inter snobbate

24.06.2017 08:22 di Mauro Suma   articolo letto 44858 volte

La visita di Vincenzo Montella a Castellammare di Stabia ha riportato la vicenda nel suo ambito, quello della casa e della famiglia. Il PSG e il Real Madrid sono stati una tentazione, drenata e gestita da Mino Raiola, e possiamo comprenderlo. Ma oggi che anche il presidente del Senato della Repubblica ha detto la sua su Donnarumma, nessuno può dirsi totalmente padrone di una vicenda così delicata, così controversa, così esasperata. Ognuna delle parti in causa deve riuscire adesso a guidare il proprio segmento di responsabilità con una mano morbida e ispirata, l'unica possibile, lasciando al destino il suo tragitto e il suo percorso naturali: la firma con il Milan di Gigio, senza aspettare un minuto di più. Il ragazzo è dentro un frullatore, dal quale deve uscire il prima possibile. Ne è stata una prova la seconda gara all'Europeo con l'Under 21. Dal momento che bisogna, si deve parlare, in ogni trasmissione, e in tutte le breaking news del mondo, di Donnarumma e solo di Donnarumma, si vanno a cercare sfumature e responsabilità anche quando non ci sono. I gol che ha preso contro i cechi fanno parte della vita e del calcio, ma in questa situazione forzata e spasmodica tutto fa brodo, tutto fa notizia, tutto deve essere stressato. Anche un fenomeno come Gigio non può mai essere pronto per tutto questo, qui ha davvero 18 anni, deve ancora lavorare molto, al riparo da tutto questo, con le persone, le sue, quelle con cui ha feeling, sui suoi campi e nei suoi luoghi, non può essere urlato e strillato ogni minuto e ogni ora. Non è più, e non è mai stata, una questione di soldi, ma adesso è certamente una vicenda di gioco al massacro. Chi vuol bene a Gigio, e a partire dalla sua famiglia amore e attenzioni non mancano di certo, faccia subito e bene quel che è giusto per togliere il ragazzo dal tritacarne e per rimetterlo in una dimensione di casa, di famiglia, di continuità, di stabilità. E' chiaro che tutto questo sia il Milan, ma non per una questione di tifo e di colori, bensì di normale intelligenza, di normale sensibilità. Con buona pace di tutti e senza sciami negativi da parte di nessuno, Mino in primis, proprio perchè comprendiamo che il passo indietro meno redditizio debba essere proprio il suo.

Donnarumma è stata la quercia gigantesca che ha fatto ombra alla Juventus in queste settimane molto delicate. La polemica Bonucci-spogliatoio di Cardiff, la rescissione contrattuale di Dani Alves, i mal di pancia di Alex Sandro: su tutto questo la mediaticità di Gigio ha fatto ombra. Anche senza andare alla Juventus, ha fatto un grande favore ai bianconeri. Sulla vicenda Fifa-Pogba invece no, l'ombra del giovane fenomeno rossonero fino a quel punto non ci è arrivata, su quel tema si è generata da sola. Ma al di là di questo, dopo aver cambiato negli ultimi anni di mercato il dna del centrocampo (passato da Pogba-Vidal a Pjanic-Khedira) e dell'attacco (passato da Tevez-Morata a Higuain-Dybala), sta arrivando per gli uomini-mercato bianconeri il momento di prendere atto della situazione della BBC: gli anni e gli acciacchi di Barzagli e Chiellini, le voci di mercato su altri tre giocatori, la crescita tutta da interpretare di Rugani e l'inermittenza di Benatia, non c'è dubbio è qui che il mercato bianconero deve dare la migliore prova di sè.

Borja Valero è un grande, dicono in casa Inter, anche perchè se Firenze fa fuoco e fiamme per lui deve essere davvero un grande giocatore. Su questo non c'è dubbio, lo spagnolo è un raffinatissimo giocatore sia di pallone che di calcio. Ma le lacrime della città non sono una garanzia. Basta recuperare la memoria e le lacrime di quando Hernanes andò via dalla Lazio, senza però riuscire a ripetersi su quei livelli nè in nerazzurro e nemmeno in bianconero. Il trentaduenne Borja Valero, un anno in più di Lucas Biglia, è un motivatissimo "pallino" di Luciano Spalletti. Bene così e giusto così. Senza che si avverta la necessità di violini, violoncelli, archi e archetti. Diciamo che l'ex tecnico giallorosso sapeva benissimo che non avrebbe preso nessun big dalla Roma, che ha ceduto infatti Salah e Manolas all'estero, andando saggiamente sul viola che non era e non sarà una chimera come le altre, da Nainggolan a Tolisso, evocate in maniera improvvida a margine della potenza di Suning.

Una nota fanzine bianconera ha sbeffeggiato in settimana Milan e Inter, andando a fare una inchiesta fra le anti-Juve, naturalmente identificate ancora in Roma e Napoli. Qualcuno ha pensato che fossero frecciate a romanisti che cedono e a partenopei immobili sul mercato, in riferimento ad una Juve che ha già aggiunto uno Schick alla propria artiglieria già pesantissima. No, non era così banale. Il senso è molto più obliquo, per quanti sforzi abbia già fatto il Milan e per quanti ne potrà fare l'Inter, le anti-Juve sono e saranno ancora Roma e Napoli. Questo era l'obiettivo della spedizione della fanzine. Per la quale, le debolezze e le ossessioni non cambiano mai capoluogo o regione. Milano, sempre e comunque.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: il giorno di Golovin e la mossa “in serbo”. Milan: le scelte di Fassone per l’udienza a Nyon e la mossa (in attacco) di Mirabelli. Inter: ecco i tempi di Nainggolan (per Icardi si va in “zona clausola”). E su Roma-Pastore… 19.06 - Son stato in Russia tre giorni. A Mosca. La prima cosa che ho capito appena sbarcato a Mosca è che dell’Italia del calcio se ne fottono. Pensavamo che senza di noi non ce l’avrebbero fatta e invece no, ce la fanno eccome. A Mosca era pieno di Fifa, l’organismo maximo del calcio Mondiale:...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, no allo scambio Higuain-Morata. Sì alla cessione secca. Frosinone in A: polemiche e controsensi. Seconde squadre e mercato, la nuova FIGC è già in confusione. C di Cosenza... non di Juve B 18.06 - Il mercato, quello vero, dovrebbe entrare nel vivo solo questa settimana. Saranno i giorni di Sarri al Chelsea, di Ancelotti che inizia a chiudere qualche affare per il Napoli e del Milan che saprà di che morte morire. E' un modo di dire, lo specifichiamo. La Juventus, come sempre,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Un mercato ancora senza rinforzi. Solo la Juve è migliorata, Inter a metà tra acquisti e mancati riscatti. Roma: i giovani basteranno per sostituire i grandi in uscita? Napoli, effetto Ancelotti ma ora i colpi 17.06 - Scrivere di calciomercato col Mondiale che scorre in sottofondo. Con la Francia che sfida l'Australia, con Marocco e Iran che corrono, sudano. Con l'Arabia Saudita che crolla, con le giocate di spagnoli, portoghesi, argentini. Mette una nostalgia dannata dei ricordi più belli perché...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Nainggolan all’Inter si farà. Alisson-Real pista caldissima. Napoli: Politano se esce Callejon. Cancelo e Darmian, la Juve prova il doppio colpo 16.06 - L’Inter è pronta a piazzare il colpo Nainggolan. I contatti con la Roma sono sempre più intensi e la sensazione è che alla fine l’operazione si farà. Con un anno di ritardo, Radja approderà alla corte di Spalletti. E questo è un grande acquisto, che permetterà al tecnico di Certaldo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, avanti su Golovin già star dei mondiali: il Cska alza il tiro. Offerto anche Pjaca. Sarri (e Zola) col Chelsea bloccano Higuain, Icardi, Savic e Rugani. Il Napoli vuole Courtois per liberare l’allenatore. Roma, via Allison e Nainggolan 15.06 - Se qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi, la prima partita dei mondiali li ha spazzati via: la Juventus ha visto bene su Aleksandr Golovin, 22 anni, centrocampista del Cska Mosca. Due assist e mezzo, un gol, Golovin è stato il migliore in campo nel cinque a zero dei russi contro...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juve Cancelo e non solo, Inter incontra Dembele, il FFP e il nuovo socio rossonero 14.06 - Ha parlato Allegri, in casa Juve. E con la consueta leggerezza non ha fatto un dramma per eventuali partenze di big, Higuain in testa. “Il 9 luglio vedròsarà in ritiro: generalmente ho sempre avuto una buona squadra”. Chissà che non ci sia Cancelo visto che il Valencia è a Milano...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Qui Radio Mosca: perché è un Mondiale come non si vedeva da Argentina 78? Dalla Russia ecco cosa sta succedendo nel e attorno al Mondiale. Di cosa deve avere paura il Brasile, in cosa deve sperare l’Argentina 13.06 - Qui Radio Mosca: benvenuti in Russia. Da oggi e per il prossimo mese ogni mercoledì proverò a portarvi le sensazioni che si vivono qui al Mondiale, provando a dirvi quello che non si vede davanti alle telecamere o sulla carta stampata. Doverosa promessa: in questo spazio saranno banditi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un belga a centrocampo! Inter: la strategia per Nainggolan-Rafinha e l’appuntamento con Icardi. Milan: il mercato “oltre l’Uefa” passa dalla Spagna. Roma: che meraviglia il piano-Monchi. Napoli: Verdi e... 12.06 - Ciao. Penso da una settimana alla storia del gambero cinese. L’avete letta? Il gambero cinese era dentro la zuppa, stava per crepare di morte orrenda, nella broda bollente. Ma il gambero cinese è come Rambo 3 e decide di uscire dalla zuppa oleosa: si trascina sul bordo del piatto,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, Perin non è la scelta giusta. Monchi sta ricostruendo il Colosseo. "Caso Parma" e regole da riscrivere. Squadre B, così non ci siamo... 11.06 - Parte la settimana che darà lo slancio definitivo al calciomercato. Fin qui poco o nulla. Sarà la settimana dell'inizio del Mondiale ma è una cosa che non ci riguarda e rosichiamo di brutto a pensare che aspettiamo 4 anni e poi non ci presentiamo neanche. Grazie Ventura. Ogni tanto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Morata vuole solo la Juve, ma l'idea è quella di un centrocampo d'assalto. Folle dire di no a 50 milioni per Jorginho, così come allo scambio Icardi-Higuain. Ma chi è il presidente del Milan? 10.06 - È iniziato con le bombe, il calciomercato 2018. Più scritte che non realizzate, eccezion fatta per l'arrivo di Cristante alla Roma - con Coric e Marcano - e i parametri zero: dell'Inter, da de Vrij ad Asamoah, oppure della Juventus, con Emre Can. Latita però il grande acquisto, quello...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy