HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere del Mondiale?
  Cristiano Ronaldo
  Lionel Messi
  Neymar
  Romelu Lukaku
  Harry Kane
  Antoine Griezmann
  Denis Cheryshev
  Sergio Aguero
  Gabriel Jesus
  Diego Costa
  Timo Werner
  Dries Mertens
  Luis Suarez
  Kylian Mbappé
  Artem Dzyuba
  Edinson Cavani
  Falcao
  Mario Mandzukic
  Thomas Muller
  Altro

Editoriale

Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata...

22.06.2017 07:36 di Luca Marchetti   articolo letto 44386 volte
© foto di Federico De Luca

La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti bianconeri stanno accarezzando di nuovo l'idea Fabinho, centrocampista del Monaco che può anche giocare da terzino. Insomma due giocatori al prezzo di uno. Ma attenzione perché anche lui è extracomunitario. Ecco il perché degli incastri: la Juventus, che ha incontrato in giornata di nuovo il procuratore di Danilo, può prendere uno soltanto fra Douglas Costa, Danilo e Fabinho. E quindi regolarsi di conseguenza con l'attaccante esterno: i comunitari ora nel mirino dei bianconeri sono Bernardeschi e Keita. Oppure decidere di accelerare sul brasiliano del Bayern e a quel punto puntare su un italiano (Darimane e De Sciglio) per la corsia di destra. Un bel rebus: ecco perché ci sarà bisogno di tempo. Non soltanto per le attese naturali del mercato (il Bayern che deve ancora iniziare la trattativa, il Manchester che non è ancora stato approcciato formalmente dalla Juve, la Fiorentina che va ammorbidita, la situazione Keita che è intricata, o lo stesso Monaco che fa una valutazione molto alta di Fabinho) ma anche per decidere bene che tipo di strategia attuare.
Come ancora servirà tempo per stringere fra Milan e Fiorentina per Kalinic. L'incontro che ci doveva essere a pranzo è slittato, questo però non significa che ai rossoneri non interessi il giocatore, anzi. In realtà sono stati molti gli incontri dei rispettivi dirigenti, quindi ci sarà modo di parlarne nei prossimi giorni, magari inserendo nella trattativa Lapadula. Nel frattempo il Milan si è concentrato sulla questione Donnarumma che si è incredibilmente riaperta e che può - attraverso le giuste diplomazie - arrivare a una felice conclusione. Ora di fatto si aspetta un segnale decisivo da parte del giocatore che poi insieme al suo entourage per studiare la strategia migliore. E per questo le trattative per i tre portieri che il Milan aveva individuato come successori di Donnarumma (Perin, Neto e Leno) sono in stand-by. Rimane sempre sullo sfondo il nome di James Rodriguez, di cui il Milan aveva parlato con Jorge Mendes nell'incontro di Cardiff ma le parti non sono ancora entrate nei dettagli: è un discorso da approfondire eventualmente in futuro. In ultimo entro poche ore ci sarà un altro incontro fra l'Atalanta e il procuratore di Conti per provare ad avvicinare le parti (dopo che la prima offerta di Fassone da 20 milioni era stata respinta dai nerazzurri).
Giornata molto intensa anche per l'Inter. L'incontro più importante infatti è proprio quello fra Ausilio e Corvino: è iniziata ufficialmente la trattativa per Borja Valero. L'Inter lo ha chiesto, ora bisognerà trovare il prezzo giusto (dopo aver trovato l'accordo con il giocatore) visto chel'Inter parte da 4 e la Fiorentina ne vorrebbe almeno 7. Nelle prossime ore ancora incontro con la Fiorentina per Skriniar (con Caprari nell'operazione che però piace anche al Genoa): attenzione perché nella trattativa potrebbe essere inserito anche Ansaldi oltre Nagatomo. E sempre l'Inter, che sta cercando un difensore centrale oltre a Skriniar (e Rudiger) ha fatto una chiacchierata con i procuratori di Toloi in sede.
Napoli e Berenguer sono sempre più vicini: già oggi si potrebbe dare un'accelerata importante alla trattativa visto che a Milano sono arrivati gli intermediari che rappresentano l'Osasuna: attenzione perché c'è anche la concorrenza dell'Athletic Bilbao. E c'è concorrenza anche per Ounas che è stato messo nel mirino della Roma, per sostituire Salah, ormai praticamente un giocatore del Liverpool.
Per la difesa (visto che Rudiger considerato intoccabile ancora non sta subendo il pressing asfissiante dell'Inter) attenzione a Manolas: lo Zenit fa sul serio ma servono 30 milioni per portarlo via da Trigoria. Anche qui circolano i primi nomi: Foyth dell'Estudiantes, argentino, classe 1998, su cui però c'è anche l'Atletico Madrid: offerti 6 milioni e mezzo di euro.
La Fiorentina non ha parlato solo di Borja. Incontro con Simonian, agente di Banega (proposto alla Fiorentina ma non interessa: anzi la novità è che il Siviglia offrirebbe 9 milioni di euro per riportarlo a casa) ma soprattutto agente di Joaquin Ardaiz attaccante classe 99 uruguaiano del danubio che la Fiorentina voleva già a gennaio. La Fiorentina deve aumentare l'offerta fatta dal Bologna nelle ultime ore e che non convinceva il club proprietario del cartellino ed era così composta: 2 milioni di prestito + 2 di riscatto + 2 dopo le prime 20 presenze e altri 2 dopo altre 20 partite (40 totali, dunque). Se i viola aumentano un po' questa proposta possono prenderlo. Per la difesa interessa Izzo del Genoa.
Al Torino - dove interessa molto Simeone jr (che però interessa anche alla Fiorentina, Villarreal e Siviglia) - prove di rinnovo per Baselli: piccoli passi avanti ma ancora non c'è accordo. A Sassuolo fumata nera per Acerbi-Galatasaray: offerta troppo bassa, servono 15 milioni di euro. Nel frattempo rinnovano Magnanelli, Cannavaro e Biondini, nel Bucchi day. La Samp frena per Murru e si interessa a Pezzetta. Su Regini ci sono sempre Benevento e Cagliari mentre per sostituire Skriniar si pensa a Chiriches e Acerbi. Il Cagliari ha rinovato con Capuano e prova a riprendersi Miangué scalando però qualcosa sul riscatto che era fissato a 5. Il Verona è interessato a Gaston Guruceaga, portiere del Penarol (e secondo di Muslera in nazionale uruguaiana): costa 2 milioni e mezzo, il Verona propone prestito con obbligo. Il Chievo si avvicina a Coronado, torna in vantaggio (sulla Spal) per Paolschi e piacciono Migliore dello Spezia e Seck della Roma come terzini sinistri. La Spal è scatenata: comuncia a valutare Hernani centrocampista dello Zenit che potrebbe arrivare in prestito. Occhi su Mattiello e Mandragora, a centrocampo di punta su Viviani del Verona (lo scorso anno a Bologna) e Oikonomu difensore del Bologna. E il sogno sarebbe quello di trattenere Meret, rinnovando il prestito. Finotto piace alla Salernitana (potrebbe sostituire Coda)

All'Atalanta interessa Palomino del Ludogoretz, al Benevento sempre più vicino Coda (1.7 milioni), interessa moltissimo anche D'Alessandro dell'Atalanta e insistono per Di Chiara del Perugia che però piace anche al Sassuolo.

In serie B tanti affari: intanto la Ternana cambia ufficialmente proprietà: ora il nuovo proprietario è Bandecchi (Unicusano) che ha già fatto le sue prime mosse di mercato, riscattato Palombi della Lazio (che può esercitare controriscatto) e interessa dal Sasusolo il centrocampista Franchini. Alla Salernitana piace Acampora dello Spezia, segue Bocalon dell'Alessandria. Al Parma interessa Piccolo dello Spezia. Il Frosinone sarebbe anche disposto ad acquistare Brignoli (che il Perugia vorrebbe trattenere in prestito), l'Avellino è in trattativa per Donnarumma della Salernitana e ha preso Di Tacchio, Pecorini, Vicini, Falasco, Ujkani e Ascenzio. Mokulu verso l'Entella. Il Cittadella ha preso Camigliano. Il Bari vorrebbe Romagna dalla Juve, Maiello (dal Napoli, ma c'è anche il Frosionone) e arriva in porta De Lucia. Il Novara è interessato a Maracchi (centrocampista del Trapani) e ha fatto un sondaggio per Floro Flores, in dirittura d'arrivo Ronaldo (ex Salernitana). Ad Ascoli arriva De Feo (la scorsa stagione 9 gol a Lucca) e manifestato interesse per Ramos, terzino della Casertana. La Pro Vercelli sogna il ritorno di Masi e ha preso Grossi dalla Roma.

Infine l'estero: Diego Costa sempre più vicino al ritorno all'Atletico nonostante il blocco sul mercato degli spagnoli. Disposto ad allenarsi a parte per sei mesi pur di tornare a "casa".

E tenetevi forte: siamo solo all'inizio.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: il giorno di Golovin e la mossa “in serbo”. Milan: le scelte di Fassone per l’udienza a Nyon e la mossa (in attacco) di Mirabelli. Inter: ecco i tempi di Nainggolan (per Icardi si va in “zona clausola”). E su Roma-Pastore… 19.06 - Son stato in Russia tre giorni. A Mosca. La prima cosa che ho capito appena sbarcato a Mosca è che dell’Italia del calcio se ne fottono. Pensavamo che senza di noi non ce l’avrebbero fatta e invece no, ce la fanno eccome. A Mosca era pieno di Fifa, l’organismo maximo del calcio Mondiale:...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, no allo scambio Higuain-Morata. Sì alla cessione secca. Frosinone in A: polemiche e controsensi. Seconde squadre e mercato, la nuova FIGC è già in confusione. C di Cosenza... non di Juve B 18.06 - Il mercato, quello vero, dovrebbe entrare nel vivo solo questa settimana. Saranno i giorni di Sarri al Chelsea, di Ancelotti che inizia a chiudere qualche affare per il Napoli e del Milan che saprà di che morte morire. E' un modo di dire, lo specifichiamo. La Juventus, come sempre,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Un mercato ancora senza rinforzi. Solo la Juve è migliorata, Inter a metà tra acquisti e mancati riscatti. Roma: i giovani basteranno per sostituire i grandi in uscita? Napoli, effetto Ancelotti ma ora i colpi 17.06 - Scrivere di calciomercato col Mondiale che scorre in sottofondo. Con la Francia che sfida l'Australia, con Marocco e Iran che corrono, sudano. Con l'Arabia Saudita che crolla, con le giocate di spagnoli, portoghesi, argentini. Mette una nostalgia dannata dei ricordi più belli perché...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Nainggolan all’Inter si farà. Alisson-Real pista caldissima. Napoli: Politano se esce Callejon. Cancelo e Darmian, la Juve prova il doppio colpo 16.06 - L’Inter è pronta a piazzare il colpo Nainggolan. I contatti con la Roma sono sempre più intensi e la sensazione è che alla fine l’operazione si farà. Con un anno di ritardo, Radja approderà alla corte di Spalletti. E questo è un grande acquisto, che permetterà al tecnico di Certaldo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, avanti su Golovin già star dei mondiali: il Cska alza il tiro. Offerto anche Pjaca. Sarri (e Zola) col Chelsea bloccano Higuain, Icardi, Savic e Rugani. Il Napoli vuole Courtois per liberare l’allenatore. Roma, via Allison e Nainggolan 15.06 - Se qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi, la prima partita dei mondiali li ha spazzati via: la Juventus ha visto bene su Aleksandr Golovin, 22 anni, centrocampista del Cska Mosca. Due assist e mezzo, un gol, Golovin è stato il migliore in campo nel cinque a zero dei russi contro...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juve Cancelo e non solo, Inter incontra Dembele, il FFP e il nuovo socio rossonero 14.06 - Ha parlato Allegri, in casa Juve. E con la consueta leggerezza non ha fatto un dramma per eventuali partenze di big, Higuain in testa. “Il 9 luglio vedròsarà in ritiro: generalmente ho sempre avuto una buona squadra”. Chissà che non ci sia Cancelo visto che il Valencia è a Milano...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Qui Radio Mosca: perché è un Mondiale come non si vedeva da Argentina 78? Dalla Russia ecco cosa sta succedendo nel e attorno al Mondiale. Di cosa deve avere paura il Brasile, in cosa deve sperare l’Argentina 13.06 - Qui Radio Mosca: benvenuti in Russia. Da oggi e per il prossimo mese ogni mercoledì proverò a portarvi le sensazioni che si vivono qui al Mondiale, provando a dirvi quello che non si vede davanti alle telecamere o sulla carta stampata. Doverosa promessa: in questo spazio saranno banditi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un belga a centrocampo! Inter: la strategia per Nainggolan-Rafinha e l’appuntamento con Icardi. Milan: il mercato “oltre l’Uefa” passa dalla Spagna. Roma: che meraviglia il piano-Monchi. Napoli: Verdi e... 12.06 - Ciao. Penso da una settimana alla storia del gambero cinese. L’avete letta? Il gambero cinese era dentro la zuppa, stava per crepare di morte orrenda, nella broda bollente. Ma il gambero cinese è come Rambo 3 e decide di uscire dalla zuppa oleosa: si trascina sul bordo del piatto,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, Perin non è la scelta giusta. Monchi sta ricostruendo il Colosseo. "Caso Parma" e regole da riscrivere. Squadre B, così non ci siamo... 11.06 - Parte la settimana che darà lo slancio definitivo al calciomercato. Fin qui poco o nulla. Sarà la settimana dell'inizio del Mondiale ma è una cosa che non ci riguarda e rosichiamo di brutto a pensare che aspettiamo 4 anni e poi non ci presentiamo neanche. Grazie Ventura. Ogni tanto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Morata vuole solo la Juve, ma l'idea è quella di un centrocampo d'assalto. Folle dire di no a 50 milioni per Jorginho, così come allo scambio Icardi-Higuain. Ma chi è il presidente del Milan? 10.06 - È iniziato con le bombe, il calciomercato 2018. Più scritte che non realizzate, eccezion fatta per l'arrivo di Cristante alla Roma - con Coric e Marcano - e i parametri zero: dell'Inter, da de Vrij ad Asamoah, oppure della Juventus, con Emre Can. Latita però il grande acquisto, quello...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy