VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Mercato di gennaio: da quale big i colpi più importanti?
  Juventus
  Roma
  Inter
  Napoli
  Milan
  Lazio

Editoriale

Ibra ha scelto: resta a Parigi. Juve: prende Lavezzi, offre Zaza (all'Inter?) e pensa allo scambio Dybala-Icardi. Napoli, Sarri vuole Rugani. Roma: Romagnoli, grave errore

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
07.11.2015 00:00 di Mauro Suma   articolo letto 47757 volte

La notizia è di questa settimana, fresca, vera e confermata. Con tanto di sigillo dell'entourage. Zlatan Ibrahimovic resta al PSG o comunque nel mondo del PSG. Rinnoverà il contratto, per uno o più anni si vedrà, ma non torna in Italia né va in Inghilterra. Il macigno Ibra esce quindi dalla camera di compensazione psicologica della tifoseria rossonera, la vita continuerà anche senza Zlatan, così come è continuata senza Kondogbia e senza Jackson Martinez e l'unico piccolissimo spiraglio di ritorno al passato nel mercato di Gennaio rossonero potrebbe essere, ma è quasi impossibile, rappresentato solo ed esclusivamente da Tevez. E in ogni caso la vita continuerà senza Pirlo: avevamo scritto il 10 Ottobre che Pirlo si sarebbe mosso da New York e che a Gennaio sarebbe passato probabilmente al Manchester City. Pista che i quotidiani di questi giorni tengono viva insieme a quella dell'Inter. Ma a questo punto la domanda non è Inter o City. La domanda che nessuno fa è una e solo una: Juventus, perché l'hai lasciato partire?

A proposito di Juventus, l'obiettivo della dirigenza e del'allenatore è fare il 4-3-3 puro, come Milan e Napoli. E' il sistema di gioco che va più di moda, perfettamente peraltro nelle corde di Allegri e la trattativa che sta proseguendo a ritmi serrati per Lavezzi sembra confermaro. Lavezzi a sinistra, una piunta e Cuadrado a destra. A proposito della punta: Roberto Mancini vorrebbe un attaccante più manovriero e più partecipe, alla Dybala che l'Inter guarda caso come il Milan aveva cercato la scorsa estate. La Juventus invece vorrebbe un attaccante che faccia solo una bella cosa: buttarla dentro, come Icardi. L'idea dello scambio sarebbe tutt'altro che da buttare. Intanto le scelte di Allegri appaiono ormai chiare, sul fronte Zaza. Non lo utilizza. E come vice-Icardi, l'Inter cerca una punta. Visto che Hernanes sta andando tutt'altro che bene e l'esborso è stato altissimo nonostante le recenti dichiarazioni del direttore Marotta, la Juventus potrebbe fare un accordo complessivo con i nerazzurri inserendo l'ex attaccante del Sassuolo.

Qualche mese fa avevamo scritto che Maurizio Sarri rischiava di rifare l'Empoli a Napoli. Parola torna indietro. Il Napoli di Sarri è emozione allo stato puro. E' la prima squadra, con qualche campione in meno, ce lo concederanno i tifosi partenopei, che anni dopo ci ricorda davvero il Milan di Sacchi. Quel Milan, la squadra più bella e convincente dell'intera storia del calcio italiano, lo hanno scomodato e scimmiottato in tanti negli ultimi 25 anni. Non lo hanno fatto per il Napoli. Ecco, allora forse ci siamo. Complimenti, con emozione. Giocando così, Sarri può tranquillamente rifare un pezzo di Empoli e non a caso sta tempestando la Juventus per Rugani. Da Torino non chiudono, ben sapendo che un Rugani a Gennaio a Napoli può voler dire un Hamsik in direzione opposta magari in estate quando, dopo l'Europeo, per Marek si chiuderà un ciclo importante della sua carriera.

I nostri gioielli sono stati frantumati per settimane: 25 milioni per una giovane riserva della Roma. Ma come si fa, via di qui, via di la. Il risultato sono i gol, i quattro gol. I quattro gol presi dal Milan contro il Napoli senza Romagnoli, i quattro gol presi dalla Roma a Leverkusen senza Romagnoli. Alessio è un ragazzo, sbaglierà e deve sbagliare ancora tanto. Ma un ragazzo che a soli 20 anni dà senso ad una difesa di una big con la sua sola presenza e che contro Sassuolo, Chievo e Lazio è stato semplicemente perfetto, non è stato strapagato. Mai. A parte che il Napoli di milioni ne aveva offerti 28, ma non è questo il punto. Il tema, ineludibile, è che con quella difesa la Roma aveva bisogno assoluto di uno come Alessio e invece il ragazzo nella tourneè in Australia è stato trattato come un peso, come un fastidio. Mah!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Cessione Milan, una giustizia col Rolex. Napoli, blinda Sarri: ora o mai più! Sabatini, sei più bravo senza portafogli. Figc, che pasticcio! Serve l'intesa 15.01 - La giustizia con il Rolex ci ha sempre fatto paura. Ciò non significa che le indagini non vadano condotte, ma tempistiche e modalità sono al quanto dubbie. Premesso che non siamo fan di Berlusconi (chi legge questo editoriale con un po' di costanza lo sa bene), non capiamo come mai,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il primo bilancio del mercato e quello che può accadere da qui a fine mese: le regine sono al contrario. Juve già in ottica futura. Spalletti ritrova il sorriso coi due rinforzi, il Milan resta in bilico. E occhio al valzer dei tecnici in estate 14.01 - A metà del guado. Mancao solo due settimane nel calciomercato italiano e finora cosa è concretamente successo? Le regine sono al contrario, ovvero le formazioni che lottano per non retrocedere. Sugli scudi un Benevento in crisi nera di risultati ma con un presidente, Vigorito, che...

EditorialeDI: Mauro Suma

3 stadi, 3 derby e 3 film diversi. Milan, il vulnus Montella. Nazionale, Conte entra in scena. Ramires, Capello lo vuole in Cina 13.01 - Settimana di pausa campionato ed ecco che i protagonisti non diventano i giocatori o i tifosi, ma la loro cornice, il loro punto di ritrovo naturale: lo stadio, gli stadi. Milano, Genova, Roma: è stata una settimana cruciale su tutti e tre i fronti. Il fil rouge è stato soprattutto...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Inter, ecco Lisandro Lopez. Rafinha vicino, ma Spalletti frena. Deulofeu preferisce Milano, ma il Napoli tratta. Sarri aspetta lunedì l'ok di Verdi. Juve-Barella, vertice 12.01 - Ora è ufficiale, sarà contenta anche la mamma di Spalletti. Che succede? Forse l’Inter compra un centrale e la pista porta dritta a una vecchia conoscenza chiamata Lisandro Lopez del Benfica. Non è un fenomeno, buon giocatore, ma vecchia conoscenza perché il mancato arrivo dell’argentino...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Napoli e Deulofeu: contatto. L’Inter e le opportunità, incontro Juve-Samp, Cagliari Castan e non solo... 11.01 - L’agente di Deulofeu Gines Carvajal è stato a Milano. E ha incontrato il Napoli. Le distanze di ingaggio praticamente non ci sono, potremmo dire che è una sorta di accordo visto che le distanze si possono colmare in tempi anche brevi. Ora toccherà poi al Napoli andare a trattare con...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Caos VAR, la soluzione c’è! Loro Coutinho, noi Deulofeu… Roma, un big lascia? Milan, dubbio André Silva! 10.01 - Sono stati giorni caotici e complicati… Dal doveroso arrivederci alle Feste al “campionato falsato dal VAR”. Si esagera nella Feste, si sa. E stiamo esagerando anche con il VAR. Ci si continua a dimenticare che il VAR è al suo debutto, al suo primo anno. E’ un’innovazione sperimentale....

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il mercato “tedesco” dei bianconeri. Inter: le tre mosse di gennaio e la rabbia di Spalletti. Napoli: il nodo Verdi e la scelta-scudetto. Milan: auguri Ringhio... e occhio alla sorpresa. Giù le mani dal Var! 09.01 - Buondì. “Auguri a te e famiglia” va in vacanza. Lo rispolvereremo a inizio dicembre 2018. Fine delle feste. Siamo tornati tutti. Non si trova parcheggio. Molti sono incazzati. Qualcuno ha smontato l’albero, l’ha messo in cantina. Altri no, lo lasciano lì “perché in fondo arreda”...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Qualcuno aiuti Spalletti: ecco di cosa ha bisogno l'Inter a gennaio. Milan, DNA Gattuso ma non credete ai miracoli. Tommasi in FIGC? Ha già distrutto la sua categoria. Gravina, unica soluzione credibile 08.01 - Spalletti se ne va in vacanza sbattendo la porta. Per uno come lui è stato già un miracolo aver aspettato il 5 gennaio prima di sbottare. Lo hanno preso, in estate, facendogli credere in una campagna acquisti che a Roma avrebbe potuto solo sognare. Gli hanno preso 4 rinforzi, di cui...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Dall'aperitivo allo Zero, passando per Donnarumma, Pulcinella e Kondogbia. L'alfabeto del mercato di gennaio, per evitare delusioni 07.01 - A come Aperitivo Pare un refrain che ogni anno va consolidandosi. Gli affari migliori si fanno davanti a un bicchiere di vino, magari in un bar con terrazza che guarda Milano. Per il resto ci sono Ipad, Whatsapp e le PEC. I locali oramai vietano pure l'entrata ai giornalisti, come...

EditorialeDI: Mauro Suma

Mercato: il patrimonio del Milan. Siviglia-Innaurato: e Marra? Pellò e Corsaro: juventini, che succede? Roma, Ninja paga per tutti 06.01 - Non c'è nessun bisogno disperato di soldi nel Milan. E non ci sono nemmeno limiti e restrizioni. Questi sono solo luoghi comuni autoreferenziali fra loro: triti, ritriti, ruminati, stressati. Considerando una parte e non il tutto. A inizio 2018, vale la pena tirare le file di tutte...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.