HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Editoriale

Icardi sempre più Real. Che succede con Wanda? Addio social anche a Brozovic e Perisic: è un giallo. Suning contestato, Spalletti deluso. Malagò-Fabbricini, la strada è giusta

02.02.2018 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 47083 volte
© foto di Federico De Luca

Tra le varie pagelle, pagelline e pagellone del mercato invernale, se c’è una società bocciata più o meno da tutti quella è l’Inter. Serviva un trequartista, un giocatore di fantasia, l’anello di congiunzione fra centrocampo e attacco e come già successo in estate, quel giocatore non è arrivato. Ma il mercato deludente, del quale parleremo più avanti, non è l’unica cosa che inquieta il mondo nerazzurro.

Da alcuni giorni sono di nuovo accesi i riflettori sul futuro di Icardi. Vi avevamo anticipato mesi fa le voci spagnole, l’amore e le attenzioni del Real, la voglia di pagare quella clausola rescissoria da 110 milioni per portare l’attaccante a Madrid per sostituire Benzema. Un tweet di Icardi sull’addio e dintorni apparso proprio in questi giorni, sta diventando un enigma.

Ha deciso? Ha accettato la corte del Real, lascia l’Inter? La cosa non ci meraviglierebbe affatto. La clausola rescissoria è bassa, pagare una cifra del genere per gli spagnoli non è un problema. Ma la situazione forse è ancora più complessa. Non vogliamo fare del gossip e la vita privata dei giocatori ci interessa il giusto, ma siccome nel frattempo Icardi ha smesso di seguire la moglie sui social e la signora Icardi, sempre sui social, ha cambiato nome tornando a farsi chiamare semplicemente Wanda Nara, la vicenda si colora di giallo. Ripeto, non è gossip perché Wanda Nara non è soltanto la moglie, ma anche la manager di Icardi per cui quelle considerazioni sull’addio insospettiscono ancora di più. C’è un crisi personale o trattasi di divergenze sul futuro calcistico dell’attaccante?

Stando a indiscrezioni che circolano, Icardi vorrebbe andare a Madrid mentre Wanda avrebbe in testa un rinnovo con l’Inter e il conseguente innalzamento della clausola rescissoria. Non basta. Oltre a non seguire più la moglie sui social, da qualche giorno Icardi avrebbe smesso di seguire anche Perisic e Brozovic. Potrebbe voler dire niente, ma potrebbe invece anche essere una traccia da seguire per capire davvero cosa stia succedendo dentro l’Inter. Non c’è più armonia nello spogliatoio? La domanda sorge spontanea e il vistoso calo di rendimento della squadra e di Icardi e Perisic in particolare negli ultimi due mesi, deve far pensare. A questo punto la palla passa a Spalletti che ha il compito di tenere assieme una situazione non facile. L’umore dell’allenatore lo capiremo meglio oggi nella conferenza stampa pre-Crotone, ma di sicuro non è felice. Anzi. Chi lo conosce bene lo racconta parecchio inquieto. Forse i cinesi che si aspettava lui sono diversi da quelli che stanno gestendo l’Inter. E il malumore di Spalletti è nulla al confronto di quello dei tifosi delusi per la lontananza (in tutti i sensi) della proprietà Suning e soprattutto per gli scarsi investimenti. Dai cinesi si aspettavano molto di più e questa palla al piede del fair play finanziario è difficile da accettare. Rafinha e Lisandro Lopez sono buoni giocatori, ma Pastore o non Pastore, serviva anche altro per rilanciare l’Inter in vista della volata Champions. Non centrare l’Europa che conta sarebbe una delusione fortissima per tutto l’ambiente ed è facilmente comprensibile. E se la società è comunque forte con i manager Sabatini e Ausilio, toccherà proprio a Spalletti dare dei segnali che vadano oltre il mercato. Nei momenti di difficoltà è l’allenatore che deve dimostrare di essere diverso da un Pioli naufragato l’anno scorso o dal Mancini di due anni fa che non riuscì a gestire la crisi. Molto si nasconde anche dietro a quel tweet di Icardi, se l’argentino ha già la testa a Madrid o ha qualcosa d’altro in mente, non sarà facile ritrovare serenità ed equilibrio.

Non sarà facile neppure ridare un senso alle istituzioni del pallone, ma le nomine dei commissari avvenute ieri fanno ben sperare. La strada è giusta.

Fabbricini in Federcalcio è una garanzia istituzionale per conoscenza ed esperienza. Costacurta è il calcio giocato, l’avvocato Clarizia l’uomo giusto per cambiare i regolamenti: due vice commissari ad hoc.

Malagò in Lega con Bernardo Corradi e l’avvocato Nicoletti vice, avranno un compito forse ancora più duro, ma sono un’altra triade ben congegnata.

Gli uomini del Coni dovranno cominciare dalle regole, vanno ricostruite le fondamenta del pallone, immesse idee e aperta la strada per uomini nuovi capaci di portare il calcio nel futuro. Non sarà facile, ma questa è l’ultima occasione: si cambia o si muore.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

CR7 a Torino è un colpaccio per la Juventus, non per la Serie A. In Italia (e non solo) va avanti il monopolio e il risultato finale sarà uno solo: la nascita della Superlega 15.07 - Se ne sono dette tante, troppe. E forse è anche giusto così. Perché Cristiano Ronaldo è un acquisto che almeno per qualche giorno ha riportato l'Italia al centro del mondo calcistico. Ha risvegliato i sogni e riportato con la memoria indietro nel tempo, quando i grandi campioni -...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, assalto a Vrsaljko e Dembelé. Per Milinkovic Savic ora c’è il Real. Higuain e Rugani verso il Chelsea, che pensa anche ad Alisson. Florenzi rinnova fino al 2023 14.07 - L’Inter non si ferma e tenta il doppio colpo. Ausilio continua a lavorare per provare a chiudere altri due acquisti. A centrocampo l’obiettivo è Dembélé. Il belga è fortemente tentato dall’idea di misurarsi nel campionato italiano. La presenza di Nainggolan è uno stimolo in più per...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cavani è la risposta del Napoli a Ronaldo. De Laurentiis tratta con il Psg, ingaggio da spalmare. Ma è il Milan il futuro di Giuntoli con Conte in panchina. Sarri e Zola firmano per il Chelsea. Juve lascia via libera al Real per Milinkovic Savic 13.07 - De Laurentiis ha incassato da signore (o quasi) il colpo del secolo messo a segno dalla Juventus. E adesso come risponderà all’acquisto di Ronaldo? Chi lo conosce bene sa che le dichiarazioni di questi giorni sono fumo per mascherare le intenzioni e la realtà. Non si prende un allenatore...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non solo Cristiano Ronaldo... la serie A risponde 12.07 - Cristiano Ronaldo alla Juventus ha avuto un’eco mediatica incredibile. E questo è solo l’assaggio di quello che succederà in Italia da adesso in poi. A cominciare da lunedì, quando ci sarà il CR7-day. Arrivo, visite mediche, conferenza stampa e presentazione. Poi da lì in poi inizierà...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

La Juventus porta avanti il calcio italiano riportando indietro l’orologio di 20 anni: entriamo in una nuova era. Nella storia del calcio italiano solo il passaggio di Ronaldo all’Inter è paragonabile, ecco perché 11.07 - Qui Radio Mosca, ma il terremoto di Torino è arrivato a ondate fino a qua. Qua dove sono io adesso, nel Media Center dell’astronave aliena della Krushovka Arena di San Pietroburgo, qua dove c’era una semifinale dei Mondiali. Ah, c’era una semifinale dei Mondiali? Se ne sono accorti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: tutte le sfaccettature dell'affare (fatto) chiamato "Ronaldo". Inter: le chance per Rafinha, l'idea per il centrocampo e il messaggio di Icardi. Milan: qualcuno salvi il soldato Gattuso. Napoli: il regalo di ADL per Ancelotti 10.07 - Oggi non c’è molto tempo. Però c’è parecchia “ciccia”, del resto sono iniziati i ritiri e il Mondiale sta per finire. E più il Mondiale si avvicina alla fine, più tornano le bombe di mercato. Le bombe di mercato sono importantissime, sono “il metadone” che accompagna i tossici del...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

“Un giorno all’improvviso…”CR7-Juve, mille vantaggi e un solo svantaggio. Paratici, dal colpo del secolo al bluff del millennio. Raduno Milan: squadra da sostenere, proprietà da contestare. Meret-Napoli, a Pastorello non prendeva il telefono 09.07 - C’è un popolo in attesa. Bambini impazziti che sognano il loro idolo con la maglia della propria squadra del cuore. Il popolo si divide in due: quelli che non vedono l’ora di abbracciarlo e quelli che non vogliono neanche sentire nominare Cristiano Ronaldo, per profonda scaramanzia....

EditorialeDI: Marco Conterio

Lunga ricostruzione della trattativa del secolo: Cristiano Ronaldo alla Juventus. La partita a poker Real-Mendes e il rischio boomerang. Poi i messaggi nascosti, l'orgoglio di Perez, lo United e la strategia economica per raggiungere il sogno 08.07 - Scordata e dimenticata, relegata al ruolo di recettrice di grandi talenti o di campioni in cerca di riscatto, l'Italia è tornata nella cartina geografica mondiale del calcio che conta. Perché Cristiano Ronaldo alla Juventus è trattativa e suggestione che rinverdisce fasti antichi,...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Cristiano Ronaldo sempre più Juve, Higuain verso il Chelsea, l’Inter insiste per Malcom. Milan: obiettivo cessioni 07.07 - Cristiano Ronaldo si avvicina sempre più. La Juventus è a pochi passi dal traguardo, vede insomma l’arrivo. Se Florentino Perez accetta l’offerta di 120 milioni di euro, Cr7 è bianconero. Ci vorrà ancora un pò di pazienza ma l’ottimismo in casa Juventus non manca. E’ chiaro che il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ronaldo ha deciso: vuole solo la Juve. Ok del Real, ma prima Perez vuole riprovare con Neymar, prendere Kane o Mbappè. Tutti i retroscena della trattativa del secolo. 350 milioni per vincere la Champions. Higuain e Rugani al Chelsea per 100 milioni 06.07 - Ronaldo ha deciso: vuole soltanto la Juventus. La leggenda narra che tutto è cominciato la sera del tre aprile scorso quando quarantamila spettatori dello Juventus Stadium si sono alzati in piedi e per più di un minuto lo hanno applaudito per il gol segnato in rovesciata. Da quella...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy