VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Il capolavoro di Montella e del nuovo corso Milan ma il vero sconfitto è Rizzoli. Preghiera a Muriel: mantenga le promesse. Wanda Nara, Icardi e il paradosso De Boer. Aspettando il Cholo...

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
23.10.2016 11:27 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 71282 volte
© foto di Image Sport

La copertina non può essere che del coraggio del Milan. Dei suoi ragazzi, dei suoi giovani. Beati loro, viva questi ragazzi di splendide speranze. Il grido di Manuel Locatelli, di Tardelliana memoria, è manna dal cielo per un'Italia scevra di talento. Vederlo giocare è un piacere ma siamo sinceri: senza l'errore di Rizzoli, che ha assurdamente annullato il gol della Juventus, staremmo parlando di un'altra partita. Poi, senza il ko di Riccardo Montolivo (ancora auguri!), Locatelli sarebbe ancora in panchina. Serve coraggio, con questi ragazzi. Sono bravi, hanno fame e talento. Viva il Milan e la sua filosofia, chapeau al coraggio di uno dei migliori allenatori di tutto il campionato come Vincenzo Montella (a Firenze c'è sempre chi si mangia le mani per averlo perso e pure in malo modo!). Però ieri più che la Juventus (resta la più forte e la squadra da battere, è reduce dagli sforzi di Champions e le giustificazioni ci son tutte), il vero sconfitto è Nicola Rizzoli. Miglior arbitro d'Italia, ieri ha steccato gravemente. Fortuna che siamo ad ottobre e che comunque i bianconeri confermano la leadership, perché errori grossolani come questi (umani, ma non da fischietti extraterrestri come Rizzoli) rischiano di segnare un campionato. Viva il Milan dei giovani, coraggio Juventus penalizzata, abbasso la tecnologia non applicata al calcio.

Il derby di Genova ha sempre un fascino particolare. Per la poesia della città, per uno stadio unico, per due tifoserie che quando s'affrontano e si confrontano tirano fuori il meglio di sè. Finalmente ci è riuscito anche Luis Muriel e l'augurio, chiaramente ai tifosi doriani ma in particolare a lui ed al calcio tutto, è che continui così. Muriel è stato talento sprecato e spezzato, finora. Ha colpi che emozionano, che fanno brillare gli occhi. Uno così è da Barcellona, non ce ne voglia Ferrero. Però Muriel, nel pieno del suo gioco e dei suoi tocchi, è uno dei grandi 9 del globo, solo che finora è stato tipo da promesse non mantenute. La maturità, forse, gli porterà consiglio e la speranza è che decida di diventar grande con lei. Ieri a Marassi il suo è stato un diluvio di giocate, d'invenzioni, di tocchi e gol. Povero Grifone, ma contro un Muriel così andrebbe in confusione pure la BBC. Faccia il professionista, adesso, lo resti. Se il trend rimarrà questo, in estate il telefono di Pradè (bentornato! Ma ora il posto di Osti traballa e Romei viaggia verso la Lega) è destinato a suonare non poco.

Il terzo e ultimo capitolo non possiamo non dedicarlo all'Inter. Al teatro dell'assurdo che sta ancora andando in scena a Milano. I tifosi hanno esagerato con Mauro Icardi, l'argentino ha scritto una biografia che, non controllata, si è rivelata per quello che doveva essere. Un esercizio di marketing della moglie e compagna che gestisce Mauro. Lui si prende gli improperi, gli insulti, gli attacchi. Lei cerca di monetizzare quel che non è riuscita a far lei. Non lo dice chi scrive ma decani delle procure: per i campioni, servono campioni anche in quanto ad agenti e affini. Magari Wanda Nara lo diventerà, ma non ha parvenza di gavetta nè di umiltà, ma solo la faccia tosta di chi lascia Icardi alla berlina di tifosi e società. L'amore è l'amore e non si discute, ma il lavoro è altro... E Frank de Boer? Il gioco è quello di una squadra che non c'è. E' stato scelto da un presidente lontano che di fatto non è neanche il maggior azionista e pure con tempi sbagliati. Questo, da solo, racconta di una società che deve fare prima i conti con sè stessa e poi col resto del mondo. I cinesi vogliono aspettare Diego Simeone come pare evidente? Perfetto. Che il club bruci un altro professionista e allenatore che così ha in mano solo un vaso di cristallo nel mezzo di un terremoto. E' chiaro che non possa essere altro che una stagione di transizione. Almeno non venga sprecata e che Ausilio, Gardini, Bolingbroke e chi più ne ha più ne metta, siano chiari con De Boer, il meno colpevole dei più colpevoli...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la questione europea e l'obiettivo già raggiunto. Milan: è il momento del silenzio (e delle scelte). Inter: c'è qualcosa che va oltre il campo. Napoli: 90' studiati a tavolino 12.09 - Buonanotte, tra brevissimo parleremo di calcio. È andato in onda lo show denominato Miss Italia, che poi è il celeberrimo concorso di bellezza. Una volta funzionava così: un gruppo di ragazze molto belle si metteva in mostra e il pubblico decideva (“Questa è la più bella, questa...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.