VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
Editoriale

Il fatturato decide i campionati, seppur non sempre. Fiorentina ko da mercato, il Milan deve trovare tranquillità, mentre Roma e Inter sono superiori. Si conoscono già le retrocesse?

Nato a Bergamo il 23-06-1984, giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008 e caporedattore dal 2009, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
07.02.2016 00:00 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 41179 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Partendo da lontano, la Juventus era distante undici punti dalla prima in classifica, tredici giornate fa. Peccato che, almeno ai tempi, a comandare la classifica era la Roma, ora a quarantuno e allora a ventitré, mentre i bianconeri di Allegri fossero solamente a undici. Di fatto, una distanza incolmabile per chi aveva davvero troppi problemi, un allenatore in mezzo all'occhio del ciclone - famosissimo il ritornello "ha usufruito del grande lavoro di Conte" - e qualche attaccante a secco. Da Mandzukic a Dybala, passando per Morata: in tre su quattro - Zaza non era giudicabile - non riuscivano a trovare la porta. A distanza di qualche mese, esattamente tre, troviamo il Napoli primo in classifica e la Juventus seconda, a sole due lunghezze. Sarri ha avuto la possibilità di trovare la quadratura precedentemente, Allegri ci ha impiegato un po' di più ma ha ingranato. La realtà, e si vede dagli acquisti di Mandragora e Lapadula, è che il fatturato della Juventus permette di giocare con il mercato e con i giovani. Poi, certo, in campo non ci vanno i milioni, ma quando i guadagni sono quasi infiniti (rispetto alle concorrenti) allora è chiaro che si parta da un'altra base. Di fatto la Juventus rischia di essere il Bayern Monaco d'Italia, e solo un Borussia Dortmund epocale può spezzare l'egemonia: può essere rappresentato dal Napoli, ma solo con un'annata pressoché perfetta.

Capitolo terzo posto: c'è una sfida molto interessante fra Fiorentina e Inter, con Roma come terzo incomodo e Milan outsider. La realtà è che i giallorossi, almeno sulla carta, sarebbero i favoriti. Rosa lunga, grandi acquisti - se mantenuti in forma, al netto degli infortuni - tecnico di dimensione europea e che a Roma ha sempre fatto benissimo. Le avversarie non si possono permettere queste cose. A partire dalla Fiorentina, con delle conferenze stampa al limite del grottesco, perché quello viola è stato un mercato di rincorsa. Per una squadra che rischia di arrivare al terzo posto, di raggiungere la Champions League dopo anni, che per parecchie giornate ha comandato la classifica mostrando un gioco meraviglioso (a tratti) gli acquisti non possono arrivare solamente alla fine, ed essere la terza scelta della seconda. Kone e Benalouane, buone riserve, non rappresentano giocatori su cui puntare con continuità, almeno per un club così avanti in classifica. Paulo Sousa prova a supplire con il gioco, ci riesce spesso, ma le piazzate a mezzo stampa fanno capire che non condivide granché di quanto fatto sul mercato. Era il problema di Montella, lo era a tratti per Neto e Salah, prima ancora con Montolivo... La dirigenza si muove tardi, spesso con la superbia di chi pensa di avere raccolto buoni risultati (vero, ma non ottimi) e con l'idea che tutti sono importanti ma nessuno indispensabile. Anche qui, vero, ma l'ambiente poi si scalda troppo. Sousa ha fatto ricredere tutto, ma non può sempre fare le nozze con i fichi secchi. Invece il Milan appare undici diverso rispetto ai primi mesi con Mihajlovic: vero è che le pressioni lo hanno (quasi) eliminato, ma in qualche modo ha riportato i rossoneri ad avere una coralità. La vittoria nel derby può essere la svolta, ma rispetto agli anni passati c'è una coralità e una solidità che non moltissimo si sono viste. Ovviamente quando Galliani lo ha scaricato: la lungimiranza di una dirigenza si vede anche dalle scelte tecniche, senza mettere in discussione sempre tutti, a meno che non siano della propria "scuderia", direttamente promossi e sponsorizzati.

Ventitré partite, la terzultima ha diciannove punti, la quartultima ventiquattro. C'è una grossa differenza, nelle lunghezze, ma anche in budget e qualità tecniche. Se uno fra Frosinone e Carpi dovesse salvarsi sarebbe un miracolo, mentre l'Hellas Verona paga delle scelte abbastanza poco oculate. Perché, globalmente, gli scaligeri sono più forti di molte altre squadre di medio livello che ora galleggiano nella parte medio bassa della classifica. Quindici partite dalla fine, quattordici punti: la compagine di Delneri dovrà raggiungere almeno quota 37 per salvarsi. Ventitré punti non sono impossibili, ma una vittoria nelle prime gare della stagione raccontano che c'è un problema più profondo, al di là di quello prettamente tecnico.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, Bonucci non è incedibile. Se vuole può partire. Douglas Costa o Bernardeschi? Iniesta con Cuadrado al Barça. Agnelli rimane presidente. Milan, Donnarumma resta 23.06 - Dalla notte di Cardiff sta nascendo il mercato della Juventus e neppure le liti (presunte o vere), i lunghi coltelli (veri o presunti) dello spogliatoio, potranno far cambiare idea a Marotta e Paratici. Avanti con questo gruppo, anche se i ritocchi saranno pesanti. E se qualcuno pensa...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma, ecco perché va via. Una storia scandalosa. Il Real lo aspetta, ma anche la Juve. Tornerà in Primavera o andrà in tribuna. Piace Neto. Inter, via Perisic. Nel mirino Bernardeschi e Borja Valero. Allegri aspetta Iniesta 16.06 - Donnarumma, una storia scandalosa. Una società investe sul settore giovanile, fa crescere un bambino, lo lancia in serie A, gli offre cinque milioni di ingaggio per cinque anni (una follia) e lui che fa? A diciotto anni dice no, vuole andar via per più soldi e forse più gloria. Una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter colpo a centrocampo, Juve passi avanti per N'Zonzi (e non solo), Milan il giorno di Donnarumma 15.06 - Si presenta Spalletti e spiega la sua filosofia. E mentre si presenta i suoi direttori lavorano per consegnargli una squadra che possa ricalcare più possibile le sue idee. Ecco perché è partita l'offensiva per Borja Valero. Il giocatore era già in cima alla lista dei desideri di Spalletti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan regina del mercato ma il prezzo lo fa la Juve… Chelsea-Insigne, mai nella vita! Inter, Perisic partirà. Ania, l’amica che tutti sognano… 14.06 - Ormai il caldo si è impossessato delle nostre giornate. Le temperature sono sempre più hot, così come il mercato. Si parla di milioni come se fossero noccioline… Sontuoso quanto sta facendo il Milan. Zittiti tutti coloro che dubitavano della solidità della nuova proprietà cinese....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.