HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere del Mondiale?
  Cristiano Ronaldo
  Lionel Messi
  Neymar
  Romelu Lukaku
  Harry Kane
  Antoine Griezmann
  Denis Cheryshev
  Sergio Aguero
  Gabriel Jesus
  Diego Costa
  Timo Werner
  Dries Mertens
  Luis Suarez
  Kylian Mbappé
  Artem Dzyuba
  Edinson Cavani
  Falcao
  Mario Mandzukic
  Thomas Muller
  Altro

Editoriale

Il folle sogno di De Laurentiis non basta: serve un mercato da sogno. Quello che la Juve sta preparando oltre Emre Can. Caos Milan: i big che rischiano l'inevitabile addio. Inter: i 40 milioni, i rinforzi, le frecciate di Spalletti

Nato a Firenze nel 1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com e speaker di RMC SPORT. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato voce e conduttore per Radio Sportiva.
27.05.2018 06:50 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 74043 volte

Immaginare Carlo Ancelotti come nuovo allenatore del Napoli era opera di profonda fantasia. Perché l'italiano aveva ammesso di sognare la Roma, come piazza dell'eventuale ritorno in Serie A, senza mai nasconderlo e celarlo. Andrea Agnelli, oltretutto, aveva preso contatti con l'ex tecnico del Bayern Monaco quando era incerto della permanenza o meno di Massimiliano Allegri e per questo è ancor più considerabile come vero e proprio coupe de theatre l'arrivo di Ancelotti alla corte di Aurelio De Laurentiis. Che pareva messo con le spalle al muro dalla rottura, netta, forte, con Maurizio Sarri. Ma che ha deciso di rialzarsi, come fatto a suo tempo con l'arrivo di Rafa Benitez, con una mossa da cinema. Solo che i sogni da soli non bastano, che gli allenatori incidono ma non possono spostare, neanche loro, da soli gli equilibri. Il Napoli dovrà diventare società moderna perché la gestione avuta finora dal numero uno di Filmauro è tutt'altro che da club internazionale. Più forza e potere al ds, Cristiano Giuntoli, semmai. Meno sortite e sparate a microfoni accesi, certamente. Ma soprattutto, una nuova politica dei contratti. Perché la gestione delle sponsorship, dei diritti d'immagine, ma pure della clausole imposte e di stipendi ancora non da club di primissima fascia, hanno portato il Napoli a veder sfumare fior di trattative e a non essere competitivo sul mercato come, appunto, la Juventus. C'è da immaginarsi che Ancelotti abbia ricevuto rassicurazioni a riguardo, perché per la filosofia di oggi è impensabile vedere Arturo Vidal o Karim Benzema, per dirne due a caso, in azzurro. Se ADL, domattina, cambierà qualcosa, sarà un segnale importante, ma la Juventus resta avanti anni luce.

Lo è pure in questo mercato. Il Napoli, de facto, sta perdendo pezzi e colonne della formazione di Maurizio Sarri e per adesso ha preso, quasi, solo Rui Patricio da svincolato dallo Sporting Club de Portugal per il dopo Pepe Reina. Dietro occhio all'idea David Luiz, pallino di Ancelotti, ma pure a Nicolas N'Koulou del Torino per il possibile dopo Kalidou Koulibaly. La Juventus, dall'altra parte, si è già mossa. Prendendo a parametro zero uno dei migliori giocatori disponibili nel ruolo come Emre Can, che sarà ufficiale da lunedì. Chiudendo per Matteo Darmian: 12-15 milioni al Manchester United e affare già in porto. Dietro partirà probabilmente Mehdi Benatia, il cui feeling con Allegri pare scemato. Arriverà un centrale d'esperienza, perché per il futuro ci sono già Rugani e Caldara. Come terzini, Alex Sandro può rinnovare: è la settimana decisiva, altrimenti la Juventus riproverà a imbastire una trattativa con il Manchester United dove inserire Anthony Martial (visto che Mario Mandzukic nonostante le rassicurazioni di Marotta è più lontano da Torino, con il Tianjin Quanjian in pressing) o con il PSG (e lì potrebbero rientrare nella trattativa più giocatori, da Adrien Rabiot a Lamine Kurzawa fino ad Angel Di Maria). Come già filtrato e scritto negli scorsi giorni su queste colonne, la Juventus non considera incedibile Gonzalo Higuain a differenza di Paulo Dybala mentre Alvaro Morata sì piace ma le chiacchiere dei salotti di mercato dicono che andrà altrove.

Non al Milan. Ad oggi, la situazione del club rossonero è un paradosso all'italiana. Che futuro avrà il club? E' ignoto. E' impossibile rispondere. Se un giorno però dalla dirigenza vien fatto filtrare che la società cerca giocatori importanti, perché i nomi di Andrea Belotti del Torino, dello stesso Morata, di Ciro Immobile e via discordendo non cadono dagli alberi ma perché qualcuno li lascia passare, e l'altro si parla di vicolo cieco per il domani, significa che c'è un problema. Enorme. Per questo i big restano in bilico, il grande rebus però è legato ai loro ingaggi. Perché Fassone e Mirabelli hanno pagato stipendi importantissimi a Donnarumma, Bonucci e via discorrendo. Qualcuno sarà intenzionato ad accollarseli? Complicato, a quelle cifre. Però da Suso (il Napoli è una pista calda) ad Alessio Romagnoli (la Juventus, nel dubbio, monitora la situazione), da Hakan Calhanoglu a Ricardo Rodriguez in poi, negli hotel del mercato tra gli addetti ai lavori c'è chi pronostica non chi ma quanti partiranno in estate dal Milan.

Preoccupante. Sorprendenti, invece, le parole di Luciano Spalletti di fine stagione. Si è tolto dei sassoloni dalle scarpe ma, forse, è sembrato un po' tardivo il suo attacco e neppure troppo velato nei confronti del mercato. Delle strategie societarie. Di chi, Walter Sabatini, gestiva prima il mercato insieme a Piero Ausilio. Il problema è che adesso l'Inter deve racimolare, tra esuberi e plusvalenze, 40 milioni di euro entro fine giugno. Non impossibile, ma dovrà esser brava la dirigenza attuale a scongiurare l'addio di un big. L'eventuale indiziato è pure difficile da individuare, perché dopo mesi di flop, Marcelo Brozovic si è rialzato ma non ha dimostrato continuità da grande. Ivan Perisic continua nelle sue montagne russe del rendimento. Mauro Icardi? Sì. Ma il Real Madrid cerca qualcosa di diverso davanti, c'è semmai da capire che ne sarà del mercato del Chelsea e dell'attacco del PSG. Però la sensazione, unica e condivisa dall'ambiente, è che l'Inter e l'argentino andranno avanti insieme. Milan Skriniar? Nessuna offerta ancora perché 60 milioni non si pagano a cuor leggero ma è l'indiziato se la strategia esuberi-plusvalenze non dovesse andare a segno. E i rinforzi? Sì, i colpi fatti finora sono importanti e affascinanti. Asamoah, De Vrij, Lautaro Martinez. Titolari o potenziali tali, per Luciano Spalletti. Che però vuole ancora altro, soprattutto sugli esterni e a centrocampo. Ma dovrà pazientare. Gode per la Champions da una parte, trema per l'Europa dall'altra, Milano. Ma i suoi sorrisi sono diversi, in quanto a futuro e progettualità, dalla Torino bianconera. E pure dai sogni del Napoli che adesso dovranno trovare concreti riscontri negli investimenti di De Laurentiis.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Ecco come finirà il Milan: oggi la resa dei conti. Mancano 32 milioni. Elliott in agguato. Ma ecco il socio americano, è il proprietario dei Chicago Cubs. L’esclusione dall’Europa inaccettabile giudizio politico 22.06 - Oggi si può decidere il futuro del Milan. E’ lo snodo cruciale, quattordici mesi dopo il passaggio della società da Berlusconi a Yonghong Li, si potrebbe cominciare a capire davvero qualcosa di più e di diverso. E’ il d-day per tutti. Cerchiamo di ricapitolare. Entro le diciassette...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L’Inter fa sul serio, la Juve saluta Emre Can, Roma e Napoli non solo portieri. Il Milan in attesa: è un mercato mondiale 21.06 - Sono i giorni dell’Inter. Fra le cessioni per rientrare nei paletti del FFP e gli acquisti per dare a Spalletti una rosa di primo livello non si può non partire dai nerazzurri. Di Nainngolan sappiamo ormai quasi tutto. Non diciamo che bisogna solo scrivere ma quasi. La Roma ha individuato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Qui Radio Mosca: perché da luglio niente sarà più come prima in Russia. E nel frattempo ecco i Premi del primo turno: Miglior Squadra Messico; Miglior Giocatore Cristiano Ronaldo, mentre per colpa di Khedira... 20.06 - Qui Radio Mosca, vi scrivo dal treno Sochi-Rostov, 12 ore di viaggio, dalla costa del Mar Nero risalendo la Circassia, dal confine con la Georgia fino ad arrivare a quello con l’Ucraina, quello sensibile, quello dove al di là della dogana c’è la distrutta Donbass Arena di Donetsk,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il giorno di Golovin e la mossa “in serbo”. Milan: le scelte di Fassone per l’udienza a Nyon e la mossa (in attacco) di Mirabelli. Inter: ecco i tempi di Nainggolan (per Icardi si va in “zona clausola”). E su Roma-Pastore… 19.06 - Son stato in Russia tre giorni. A Mosca. La prima cosa che ho capito appena sbarcato a Mosca è che dell’Italia del calcio se ne fottono. Pensavamo che senza di noi non ce l’avrebbero fatta e invece no, ce la fanno eccome. A Mosca era pieno di Fifa, l’organismo maximo del calcio Mondiale:...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, no allo scambio Higuain-Morata. Sì alla cessione secca. Frosinone in A: polemiche e controsensi. Seconde squadre e mercato, la nuova FIGC è già in confusione. C di Cosenza... non di Juve B 18.06 - Il mercato, quello vero, dovrebbe entrare nel vivo solo questa settimana. Saranno i giorni di Sarri al Chelsea, di Ancelotti che inizia a chiudere qualche affare per il Napoli e del Milan che saprà di che morte morire. E' un modo di dire, lo specifichiamo. La Juventus, come sempre,...

EditorialeDI: Marco Conterio

Un mercato ancora senza rinforzi. Solo la Juve è migliorata, Inter a metà tra acquisti e mancati riscatti. Roma: i giovani basteranno per sostituire i grandi in uscita? Napoli, effetto Ancelotti ma ora i colpi 17.06 - Scrivere di calciomercato col Mondiale che scorre in sottofondo. Con la Francia che sfida l'Australia, con Marocco e Iran che corrono, sudano. Con l'Arabia Saudita che crolla, con le giocate di spagnoli, portoghesi, argentini. Mette una nostalgia dannata dei ricordi più belli perché...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Nainggolan all’Inter si farà. Alisson-Real pista caldissima. Napoli: Politano se esce Callejon. Cancelo e Darmian, la Juve prova il doppio colpo 16.06 - L’Inter è pronta a piazzare il colpo Nainggolan. I contatti con la Roma sono sempre più intensi e la sensazione è che alla fine l’operazione si farà. Con un anno di ritardo, Radja approderà alla corte di Spalletti. E questo è un grande acquisto, che permetterà al tecnico di Certaldo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, avanti su Golovin già star dei mondiali: il Cska alza il tiro. Offerto anche Pjaca. Sarri (e Zola) col Chelsea bloccano Higuain, Icardi, Savic e Rugani. Il Napoli vuole Courtois per liberare l’allenatore. Roma, via Allison e Nainggolan 15.06 - Se qualcuno avesse avuto ancora dei dubbi, la prima partita dei mondiali li ha spazzati via: la Juventus ha visto bene su Aleksandr Golovin, 22 anni, centrocampista del Cska Mosca. Due assist e mezzo, un gol, Golovin è stato il migliore in campo nel cinque a zero dei russi contro...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juve Cancelo e non solo, Inter incontra Dembele, il FFP e il nuovo socio rossonero 14.06 - Ha parlato Allegri, in casa Juve. E con la consueta leggerezza non ha fatto un dramma per eventuali partenze di big, Higuain in testa. “Il 9 luglio vedròsarà in ritiro: generalmente ho sempre avuto una buona squadra”. Chissà che non ci sia Cancelo visto che il Valencia è a Milano...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Qui Radio Mosca: perché è un Mondiale come non si vedeva da Argentina 78? Dalla Russia ecco cosa sta succedendo nel e attorno al Mondiale. Di cosa deve avere paura il Brasile, in cosa deve sperare l’Argentina 13.06 - Qui Radio Mosca: benvenuti in Russia. Da oggi e per il prossimo mese ogni mercoledì proverò a portarvi le sensazioni che si vivono qui al Mondiale, provando a dirvi quello che non si vede davanti alle telecamere o sulla carta stampata. Doverosa promessa: in questo spazio saranno banditi...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy