HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Editoriale

Il mercato delle clausole, dei parametri zero (e delle idee)

01.03.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 17153 volte
© foto di Federico De Luca

Una volta nel mercato le clausole servivano solo per blindare i tuoi talenti. Ora sono diventate uno strumento di trattativa, già in fase di acquisto (o di rinnovo). Una volta per trovare un parametro zero dovevi fare una guerra di nervi che non finiva più, e difficilmente trovavi proprio quel giocatore che faceva per te. Poi il mercato è cambiato. E' cambiata la disponibilità economica delle squadre italiane, è cambiata l'utilizzo proprio dello strumento della clausola. E' cambiato anche a livello culturale il "parametro zero".
Dalla prima clausola pagata, che non si sapeva neanche se valeva o meno, sono passati 20 anni e mezzo. Era Ronaldo all'Inter il primo vero grande giocatore trasferito senza dover trattare con la squadra che ne deteneva il cartellino. 48 miliardi di lire che sono diventati 222 milioni di euro la scorsa estate. Ma in mezzo in tanti hanno utilizzato le clausole, e tanti ne utilizzeranno...
Prendiamo l'ultimo acquisto con clausola, o quasi. Sempre dell'Inter. Lautaro Martinez arriverà in nerazzurro grazie a una clausola. E' vero: l'effetto asta c'è stato comunque, e i nerazzurri alla fine pagheranno quasi 20 milioni di euro (al lordo) per questa operazione. Ma tutto parte dalla possibilità di poter trattare partendo da una base certa: erano 7,5 i milioni della prima clausola dell'attaccante argentino che adesso sta facendo sognare i suoi futuri tifosi (ancora una tripletta l'altra notte...). Ma è sempre una clausola che tiene in apprensione i tifosi nerazzurri: i 110 milioni di Icardi, validi solo per l'estero... Cosa succederà? Ci sarà qualcuno pronto a pagarla, e magari nel frattempo già sta parlando con il suo entourage. Oppure ci sarà il rinnovo di contratto che comporterà anche un eventuale ritocco al prezzo del capitano nerazzurro? Molto dipenderà non solo dalla capacità di spesa dell'eventuale acquirente (i grandi club hanno questa disponibilità economica) ma soprattutto dalla stagione dell'Inter. L'ennesimo fallimento alla Champions, al di là delle entrate, sarà psicologicamente dirimente. Un conto è giocarla, per Icardi, un conto guardarla. Ecco perché bisognerà aspettare e capire anche come eventualmente potrebbe muoversi il grande valzer delle prime punte la prossima estate. E così anche in corso Vittorio Emanuele giocano di conseguenza. Ma nel frattempo, per esempio, la prima clausola di Martinez è già superiore a quella di Maurito.
Della clausola di Donnarumma, giusto per passare dall'altra parte di Milano, quanto ne abbiamo parlato? Depositata, non depositata, una per la Champions, una senza. E' stata anche oggetto di processo mediatico (l'ennesimo intorno al portierone rossonero), ma se ne è discusso eccome all'interno del rinnovo (tormentato) di contratto insieme a Raiola. Ora ci siamo chiesti per molto tempo se fosse un vantaggio o meno... Tutto è relativo, tutto dipende dal prezzo.
In alcuni casi è vista come una via d'uscita, in alcuni casi come una prigione. Ma averla ti "regala" comunque la possibilità di arrivare a quel livello e poi trovare che qualcuno ti prenda. Mertens, ne ha voluta una, valida soprattutto per la Cina, per poter cogliere quell'opportunità se e quando ne avrà voglia. E ora il Napoli si è accorto che potrebbe anche migliorarla (sempre che Dries sia d'accordo). Ma la vera clausola che preoccupa il Napoli è quella di Sarri. Blindato, due anni e mezzo fa, con 8milioni. Oggi se dall'Inghilterra dovessero decidere di prendere il "Maestro" non guarderebbero certo a questo tipo di spesa: sarebbe un onere accessorio. E visto che ora Sarri (giustamente) non vuole distrarsi con considerazioni di mercato, il tempo non potrebbe giocare a favore, in caso di attacchi improvvisi da parte di club (Chelsea?) con grande disponibilità economica.
La Juventus fa largo uso di clausole. La prossima? Quella di Pellegrini: giocatore già sondato in diverse occasioni, considerato un potenziale titolare della Nazionale Italiana che per 25 milioni di euro potrebbe passare in bianconero già la prossima stagione. E - curiosamente - la Juventus nonostante con le clausole faccia mercato (Pjanic, Higuain su tutti) non ne mette. Non c'è neanche un giocatore della Juventus con il cartellino del prezzo addosso.
Chi poteva averla era De Vrij: si diceva che avrebbe firmato il rinnovo contrattuale ma con una clausola relativamente bassa per eventualmente potersi liberare. Sarebbe stato un gesto quasi unico nel calcio, non lo è stato. Niente rinnovo, niente clausola. Parametro zero. E qui parte un altro mercato. Inter interessatissima, Juve più defilata, all'estero sembra soprattutto il Barcellona. Ma contrariamente a quanto succedeva anche fino a poco tempo fa, De Vrij continua a giocare (con grandissimo rendimento) senza alcun problema anche in una società che finora questo tipo di situazioni non le aveva mai gradite. Lo stesso si può dire per Asamoah (anche qui Inter, senza escludere a priori un rinnovo per la Juve o un ritorno di fiamma delle turche), oppure per Reina che è noto essere un giocatore che interessi al Milan, a scadenza contratto. Tutti titolari o quasi nelle loro squadre. Come Emre Can, obiettivo dichiarato della Juventus, che però ancora non ha firmato. E questo è il problema: finché non firma non sai. E così la Juve (che con i parametri zero e le clausole ha costruito buona parte della sua squadra in questi anni) è un po' in apprensione. E fra i potenziali parametri zero c'è anche Badelj, che piace moltissimo al Milan, c'è Strinic che con il Milan già sta parlando, c'è anche un certo Zlatan Ibrahimovic che potrebbe lasciare il Manchester. C'è Criscito corteggiato in Italia anche dal Genoa. E non è chiaro se ci sia o meno anche Balotelli visto che da Nizza c'è un silenzio particolare sulla durata del contratto di Mario: un anno senza opzioni (come si ritiene) oppure no...
Dicevamo del valore della clausola: prigione o opportunità. Provate a dirlo a Belotti se i 110 milioni ora pesano meno, in una stagione in cui non è riuscito a ripetere quello che aveva fatto lo scorso anno, complice l'infortunio. Ma anche per le società vale la stessa domanda. Ora devi saper prevedere il futuro, quando prendi il giocatore, e capire che margini abbia. Perché le clausole portoghesi che sparavano cifre a caso non si utilizzano più. Per esempio: chi avrebbe pronosticato un exploit del genere per Milinkovic Savic? La Lazio forse un'idea ce l'aveva visto che ha voluto saldare il Genk che aveva percentuale di futura rivendita. Ma ora non si accontenterebbe - forse - neanche di un assegno a tripla cifra.
Ecco perché clausole o parametri zero, le buone idee sono sempre quelle che poi portano a fare la differenza, soprattutto nel mercato.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Sarri al Chelsea con Zola. E vuole Higuain. L’incontro con Abramovich. Napoli, arriva David Luiz. De Laurentiis, cento milioni sul mercato per Ancelotti. Inter, a luglio riproverà per Rafinha. Icardi può partire. Milan, mercato bloccato 25.05 - L’arrivo di Ancelotti al Napoli è il trionfo di Aurelio De Laurentiis e delle sue strategie. Da mesi, sott’acqua, con il sorriso sulle labbra e i complimenti pubblici a Sarri, in realtà aveva già annusato l’aria di divorzio e stava lavorando al futuro senza l’allenatore toscano. Proviamo...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il colpo di De Laurentiis: Ancelotti rilancia il Napoli e Napoli. E ora Sarri? Ecco la nuova Inter e tutti gli allenatori di A 24.05 - Ancelotti sbarca ufficialmente a Napoli. 3 anni di contratto a circa 5 milioni di euro. Con il suo staff al completo e con una gran voglia di tornare ad essere protagonista nel nostro campionato. Il presidente De Laurentiis ha fatto un grande colpo, ha riportato in Italia un grandissimo...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Ecco cosa rischia il Milan dalla Uefa: la scure del financial fair play pronta ad abbattersi sui rossoneri, e il salto all'indietro rischia di essere davvero triplo. Eppure c'era quel dettaglio che rendeva tutto prevedibile… 23.05 - E' andata come si sperava non andasse, o come si temeva, o come qualcuno aveva indicato: la Uefa ha rifiutato il settlement agreement, dopo aver in illo tempore rigettato il voluntary agreement, e ha rinviato il caso alla Camera. Decisione che è l'anticamera della sanzione nei confronti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Buffon a Parigi, Emre Can-Morata in arrivo. Inter: Icardi resta, solo uno tra Rafinha e Cancelo. Milan: i numeri (ottimi) di Gattuso e il “guaio” Donnarumma. Napoli: Sarri tra i soldi e il cuore 22.05 - È finito il campionato. Quando finisce il campionato c’è chi è felice e chi no. Poi inizia il mercato. Anzi, il mercato c’è a prescindere, anche a Pasqua. Solo che quest’anno per noialtri non c’è neppure il Mondiale e, quindi, c’è “più mercato”. Ci sono tifosi che al gol di Vecino...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve-Napoli: lo scudetto dei veleni. Milan, il bomber del futuro ce l’hai in casa. Parma, il volo del Faggiano. Verona, Marchetti la tua strada migliore 21.05 - Bare con nomi di calciatori, maglie offensive, cori inopportuni e via con il valzer delle schifezze. Bisogna saper perdere ma bisogna anche saper vincere. Non vale solo per la Juventus ma per tutti. Ha vinto la Juve e, allora, via con i fucili spianati su Torino. Avesse vinto il Napoli...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Rivoluzione Juve, ma solo in campo. Gli Scudetti sono 34. Valzer del moscerino: Napoli-Sarri, Inter-Spalletti, Lazio-Inzaghi, solo il Milan ci proverà per Conte (se salta la coppia Gattuso-Mirabelli) 20.05 - Ogni anno la stessa, identica, storia. Massimiliano Allegri sembra sulla graticola, poi vince lo Scudetto e la Coppa Italia - 4x4, complimenti - e rimane alla guida del club italiano più famoso. Anche nel mondo, dopo che l'egemonia Milan, dovuta soprattutto alle Coppe Campioni, è...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, nella lista anche Ilicic e Cristante. Il Milan non molla la pista Belotti. Lazio, idea Badstuber per la difesa 19.05 - Ancora 90 minuti e poi tutto sarà chiaro. La Champions è un traguardo fondamentale per il mercato dell’Inter, aiuterebbe sul piano degli investimenti, ma le strategie sono già definite. La partita di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio è insomma un crocevia. Il primo passo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon aspetta il Real. I retroscena del divorzio con la Juve. Allegri, ecco cosa vuole per restare. Sarri resta con un Napoli più forte: tutti i nomi nel mirino. Milan, Baselli al posto di Bonaventura 18.05 - S’era capito che Buffon non aveva nessuna intenzione di smettere, ma alla Juve non si fanno condizionare, i piani li fanno loro e non hanno sentito storie. Alla Juve ragionano con la testa fredda e non con il cuore caldo. “Anche se sei il capitano, anche se sei un mito, anche se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Incontro Sarri-AdL e le schiarite all'orizzonte: come può cambiare il Napoli? Buffon, l'addio e la chiusura di un'era, ma ne riparte un'altra. Le milanesi legate (anche) al risultato... 17.05 - Il tanto atteso faccia a faccia c'è stato e ora si può cominciare a ragionare sul futuro. Tutto sembra essere andato veloce come l'auto (del direttore sportivo napoletano Giuntoli) che è entrata e uscita da Castel Volturno fra un allenamento e l'altro. I tanti dubbi di questi giorni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Esclusivo: Balotelli festeggia la convocazione in Nazionale regalandosi il Marsiglia, è quasi fatta. Nel frattempo, ecco perché la scelta di Mancini è la migliore possibile 16.05 - Mario Balotelli tornerà lunedì prossimo in Nazionale, e festeggia la convocazione dopo 4 anni regalandosi la nuova squadra: l'Olympique Marsiglia. E' quasi tutto fatto tra i francesi e Mario. L'accordo di massima c'è, si vuole però ancora aspettare su sponda Balotelli perché Raiola...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy