VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Chi è attualmente il numero nove più forte del mondo?
  Harry Kane
  Mauro Icardi
  Gonzalo Higuain
  Robert Lewandowski
  Romelu Lukaku
  Luis Suarez
  Edinson Cavani
  Alvaro Morata
  Edin Dzeko

Editoriale

Il mercato non finisce mai: l’Inter mani su Martinez, Napoli Younes e Sarri e Gattuso sempre più rossonero...

08.02.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 16804 volte
© foto di Federico De Luca

È davvero passata già una settimana dalla fine del mercato.
Non ce ne siamo neanche accorti, davvero, e la battuta (troppo semplice) che è perché anche durante il mercato non è che è successo molto non ve la passo.
Semplicemente le società hanno continuato a lavorare...
Il colpo lo metterà a segno l’Inter. Quello che non ha potuto fare a gennaio per via del FFP e delle rigidità cinesi, se lo ritrova a luglio. Lautaro Martinez è a un passo. Mancano le firme ufficiali, insomma. Il giocatore ha detto sì, il patto di ferro con il Racing è stato siglato dai due eroi del triplete: il capitano Pupi Zanetti e El Principe Milito. Ci hanno pensato in questi giorni loro due e Piero Ausilio e mettere in cassaforte il contratto del ragazzo. E Martinez(che costerà, tasse comprese circa 20milioni di euro) è davvero uno dei migliori giovani in circolazione, non dell’Argentina, del mondo. L’Atletico Madrid gli aveva fatto fare le visite mediche, ma non era riuscito a chiudere con gli argentini. L’Inter ha saputo lavorare ai fianchi, ha saputo aspettare il momento giusto e piazzare la zampata vincente dopo che il ragazzo aveva passato il vaglio di tutta la trafila degli osservatori nerazzurri con una sola indicazione: compratelo. Sarà fatto, salvo terremoti. E non pensate che sia l’erede designato di Icardi. Intanto perché di Icardi è vero che ne parleremo molto, ma l’Inter non ha giurisdizione, nel senso che se davvero il Real (o chi lo vuole) deve tirar fuori 110 milioni e convincere il giocatore. L’Inter non ha intenzione di cederlo, perché se è vero che Martinez è un bomber pronto, forse gioca meglio in coppia, quasi da seconda punta.
L’altra grana ce l’ha avuta il Napoli. Younes, dopo aver firmato il contratto, dopo aver fatto le visite le mediche, dice di non essere sicuro di voler giocare nel Napoli. A CastelVolturno sono tranquilli perché il contratto è stato depositato ma certo che se davvero il ragazzo ha queste perplessità bisogna che il Napoli in qualche modo le deve risolvere: ne va di un investimento fatto (anche se nella peggiore delle ipotesi farà una plusvalenza...). Il vero nodo di Napoli però è Sarri. Che di futuro ora non vuole parlare con nessuno perché è concentrato sul campionato, sul grande obiettivo. E fin qui nulla di male, anzi rientra nel Sarri-pensiero. Solo che durante questo tempo ci potrebbero essere delle squadre interessate a lui, e vale per Sarri il discorso di Icardi. C’è una clausola da pagare ed eventualmente quindi bisognerebbe trovare l’accordo solo con lui. Ora entrare nella testa di qualcuno è impossibile e possiamo soltanto fare delle congetture prive di qualsiasi fondamento. Se vince lascia, se non vince lascia, lascia comunque, rimane a prescindere. Vale tutto e non vale nulla. Varrebbe eventualmente soltanto un vero interesse, concreto, da parte di un club di prima fascia, come il Chelsea, che a Sarri un pensierino (insieme agli altri) l’ha fatto.
L’ultima menzione spetta a Gattuso. Ha rivitalizzato il Milan che ora - senza dirlo pubblicamente - pensa anche al colpo grosso visto che davanti nessuno sembra voler correre davvero. Al di là dei sogni (o delle ambizioni) Gattuso ha vinto la sua prima scommessa: non è più un traghettatore. Ora è chiaro che non dipende da lui, ma da quello che succederà in società, ma i prossimi 20 giorni saranno determinanti: ritorno di coppa Italia, Europa League e gli scontri diretti per la rincorsa... dovesse riuscirci lo confermerebbe non soltanto chi ha scommesso subito su di lui (ovvero Mirabelli) ma chiunque!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gattuso c'è, Henry no. Pogba, il ritorno alla Juve. Sabatini: non c'era bisogno. La Samp e Calabria. Cutrone e Chiellini 24.02 - L'ultima volta che Milan e Arsenal si sono misurate in Europa risale al febbraio-marzo del 2012. Era Champions League, altro Milan, altro Arsenal. Ma se Rino Gattuso, all'epoca ancora alle prese con la miastenia oculare, oggi è l'allenatore del Milan, dopo le robuste dosi di rinnovamento...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Gattuso confermato, il Milan ha deciso. Ma Donnarumma va via, arriva Reina: se i cinesi in pagano, Elliott ha già l’acquirente. Sabatini in Cina per l’Inter del futuro 23.02 - Il Milan sta trovando una sua dimensione, non c’è motivo di cambiare, Fassone e Mirabelli hanno deciso: Gattuso sarà l’allenatore rossonero anche l’anno prossimo. La decisione è già stata comunicata a Rino che l’ha accolta con entusiasmo e una promessa: farà di tutto per provare a...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Sicuri che non vi interessa il fatturato? Ed è vero che chi spende di più, vince di più? 22.02 - Ancora numeri, per cercare di analizzare quanto il mercato influisce, soprattutto quanto i soldi influiscono sulle prestazioni. Soldi uguale mercato. Ma è vero che chi meglio spende meglio spende? Ovvero il famoso concetto del fatturato? E' un argomento che ciclicamente torna di attualità....

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Da Robben a Balo, quante offerte per l’estate! Juve su de Vrij, il Real tenta Bonucci… Ma Ibra non lo vuole nessuno? 21.02 - Sarà un’estate caldissima e non solo per le alte temperature (gli esperti parlano di una “bella stagione” torrida). Tutti si stanno affannando per cercare l’affare del secolo. Indubbiamente non mancano le super offerte. La lista di “parametri zero” è lunga ed interessante. Al Bayern...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto delle "non-lacrime" di Allegri. Milan: l'allarme cinese... e occhio a maggio! Inter: è ora di giocare al gioco del silenzio. Napoli: il diritto di Sarri a fare come crede 20.02 - Ciao. Quando arriva il momento di compilare questo editoriale faccio un giro sui siti per cercare ispirazione ed evitare di scrivere cose come “prima o poi bisogna affrontarle tutte” o “lo scudetto si decide a primavera” o “la politica è tutto un magna-magna”. A volte i siti ti danno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Napoli-Juve, marzo sarà decisivo. Inter, che flop! Sassuolo, il problema era dietro la scrivania. Cuore De Zerbi e Bergamo Gasperini-Sartori sono ai titoli di coda… 19.02 - Se la Juventus non ha lasciato punti a Firenze e nel derby significa che il Napoli, per vincere questo scudetto, dovrà andare oltre la soglia del miracolo. Tuttavia, sembra chiaro che il campionato si deciderà a marzo, in un modo o nell'altro. Allegri e Sarri sono reduci da una pessima...

EditorialeDI: Andrea Losapio

I meriti di Gattuso o i demeriti di Montella? Borussia-Atalanta, che spot per il calcio. Un po' meno il Napoli in Europa League. Rosa lunga alla Juventus, ma se si fanno tutti male... 18.02 - In sala stampa a Dortmund, con i gol di Europa League che scorrevano in sottofondo, alcuni giornalisti tedeschi paragonavano Cutrone a Inzaghi. "Ci somiglia, eh?". Non può essere che lui l'uomo copertina del Milan di Gennaro Gattuso. Lui, invece, assomiglia tanto al Pioli della scorsa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Primavera Cutrone e Primavera Merrill Lynch. Juventus europea, stampelle e pareggio. Napoli provinciale, limiti e sconfitta 17.02 - Dalla Primavera rossonera arriva Patrick Cutrone e alla Primavera come stagione prossima ventura guarda tutto il Milan che sta lavorando per la propria nuova struttura finanziaria pre-Elliott e, possibilmente, post-Elliott. Insomma, pre ottobre 2018. Ci sono grandi novità in vista...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ecco perché la Juve non ha battuto il Tottenham. Mancano i campioni. Le grandi lontane. Campionato non allenante. Napoli, vai fuori dalla Coppa 16.02 - La Juventus può ancora ribaltare il risultato a Londra, è giusto pensarlo e crederlo. L’impresa è difficile, ma possibile, conosciamo bene il calcio e anche il carattere dei bianconeri. Il pareggio con il Tottenham però è stato liquidato troppo in fretta come un incidente di percorso....

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il calciomercato di oggi, i nomi di ieri. Quanto varrebbero ora i big che ci hanno fatto sognare. Da Ronaldo a Totti, da Maradona a Platini: ecco le loro valutazioni... 15.02 - Quando Totti ha detto (a Sky) che nel mercato di oggi varrebbe almeno 200 milioni di euro è scattato in testa a tutti il solito giochino. Ma quanto varrebbero ora i grandi campioni del passato, Totti compreso? Non è la prima volta che ci si pensa, non è la prima volta che si fa. Proprio...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.