HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi è stato il migliore?
  Ciro Immobile
  Mauro Icardi
  Kalidou Koulibaly
  Milan Skriniar
  Allan
  Bryan Cristante
  Sergej Milinkovic-Savic
  Douglas Costa
  Alisson
  Paulo Dybala

Editoriale

Il Milan ripensa a Belotti. Idea Ibra. Donnarumma firma lunedì. Arriva il colpo Inter: Di María. Dietro Manolas c'è Sabatini? Giallo Borja Valero

30.06.2017 06:49 di Enzo Bucchioni   articolo letto 74512 volte
© foto di Federico De Luca

Domandina della sera: come mai il Milan sta mollando Kalinic che piaceva tanto a Montella?

La risposta più facile è pensare alla cifra richiesta da Corvino (trenta milioni senza contropartite) sinceramente elevata per un giocatore di 29 anni. Ma non è solo questo. Il Milan sta ripensando a Belotti. Fatti due calcoli, conviene più spendere una settantina di milioni sull’attaccante del Toro che cifre elevate per altri che suscitano perplessità. Possibile quindi un nuovo attacco nei prossimi giorni anche se convincere Cairo è un’impresa complicata. Il silenzio e il basso profilo del presidente del Toro sono di sicuro collegati a sondaggi esteri e offerte in sospeso, in particolare del Manchester United, che potrebbe davvero fare follie e arrivare a pagare la clausola da cento milioni. Comunque il Milan c’è e ci sarà, ma frulla anche un’altra pazza idea: Ibrahimovic.

Con tutta probabilità lunedì prossimo ci sarà l’incontro con Donnarumma per arrivare al prolungamento del contratto. Il ragazzo e la sua famiglia hanno già deciso, dopo la rottura di due settimane fa e una ulteriore riflessione, s’è capito che forse è meglio farlo crescere ancora nel Milan, nel suo ambiente. Nel contratto di sicuro sarà inserita una clausola rescissoria, ma questo sarà tutta materia di discussione con quel marpione di Raiola. E Ibra di chi è? Raiola, appunto. Siccome il calcio è strano, fare la pace e riavviare buoni rapporti con un procuratore importante come Raiola conviene a tutti. Il Milan, fra l’altro, ha pure Bonaventura e Abate gestite dal Raiola, potrebbe inoltre proporre altri giocatori e soluzioni interessanti. Ibra guarito, perché no? Il suo carisma potrebbe essere un’arma in più, i tifosi ce l’hanno ancora nel cuore. Vedremo cosa accadrà lunedì, ma il Milan non si ferma. Anche Conti arriva, siamo ai dettagli. Il nodo può essere il regista. Il freddo di Lotito su Biglia e Keita ha convinto Fassone a portare a casa Borini che Montella voleva già a Firenze. A Keita ora si può rinunciare, ma non a Biglia. Alternative? Forse Badelj, ma Mirabelli spera ancora di convincere Lotito.

Comunque lunedì sarà un giorno importante non solo per il Milan, ma anche per l’Inter e la Juve.

L’Inter sta risolvendo i problemi con il fair play finanziario. Entro stasera dovrà completare le cessioni, tutte operazioni minori che però, da Banega in giù, messe assieme, stanno portando le risorse necessarie a sistemare i bilanci senza dover cedere Perisic. Spalletti è stato così accontentato e automaticamente è stata mollata la pista-Bernardeschi. Sabatini però vuole fare un colpo grosso, qualcosa per il campo, ma anche per il merchandising e l’immagine. Gli indizi portano a Angel Di Maria. Col giocatore ci sarebbe già l’accordo (sette milioni l’anno per cinque anni), con il Psg non dovrebbe esserci un problema che è uno. Qualche complicazione invece per Borja Valero. Lo spagnolo si è accordato ( 3,2 milioni per tre anni), la Fiorentina ha detto ok a sette milioni, ma la situazione ambientale sta bloccando tutto. Il giocatore sta accusando la società viola di volerlo cacciare, i tifosi scalpitano, ma la verità è che Borja in scadenza nel 2019, aveva chiesto di prolungare fino al 2021 quando avrà 36 anni. Richiesta giudicata eccessiva. Decisione congelata per opportunità, in attesa di chiarimenti fiorentini e di giorni migliori.

Sta diventando un giallo anche la cessione di Manolas dalla Roma allo Zenit. Il giocatore, come sappiamo, non si è presentato alle visite e i russi ora non lo vogliono, discorso chiuso.

Di sicuro il greco ha altre offerte che gradisce di più e c’è chi sussurra che dietro ci potrebbe essere Sabatini, l’uomo che l’ha portato a Roma. L’Inter voleva Rudiger dichiarato incedibile, Manolas si può fare anche se la Roma vorrebbe venderlo all’estero. Giallo su giallo. E’ chiaro che il giovane Skriniar della Samp è un ottimo colpo, ma non può bastare per sistemare un reparto difensivo con molti problemi. Alla Samp nell’affare Skriniar andrà il talento Caprari, l’anno scorso a Pescara e valutato 15 milioni. A conti fatti, dunque, Skriniar è stato valutato 35 milioni, non male per un giocatore di 22 anni ancora da verificare su grandi piazze.

Tornando alla Fiorentina e a Borja, in queste ore dopo aver venduto Ilicic alla Samp (cinque milioni), la società viola potrebbe dire sì anche per Bernardeschi alla Juve e troppe uscite senza entrate sono da evitare. L’avvocato Bozzo sottoporrà lunedì a Corvino l’offerta della Juve (45 milioni più Sturaro o Rincon), il giocatore ha già detto ok. La Juve ha deciso per Berna dopo aver mollato Douglas Costa che occuperebbe la casella da extracomunitario per la quale Marotta pensa invece fortemente a Danilo del Real. La vicenda Dani Alves ha aperto un buco da colmare subito. Marotta sta puntando anche Deulofeu che il Barca ha riportato a casa ma non sa ancora se tenere o meno. Lo spagnolo potrebbe sostituire Cuadrado che ha molto mercato e non è fra gli incedibili. Ma non possono essere questi i grandi nomi per la Juve, i colpi veri saranno a sorpresa. Scommettiamo?


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

L’Inter punta decisa su Verdi. Su Chiesa tutte le big. Real, Paris Saint Germain e Manchester United in fila per Milinkovic Savic 26.05 - Motori accesi, il mercato sta decollando. Tutti a caccia degli esterni. E allora parto da Verdi. L’Inter lo segue da tempo. La Champions apre nuovi orizzonti e per questo servono giocatori duttili per lo schema di Spalletti, che è intenzionato a proporre un 4-2-3-1. E Verdi è una...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Sarri al Chelsea con Zola. E vuole Higuain. L’incontro con Abramovich. Napoli, arriva David Luiz. De Laurentiis, cento milioni sul mercato per Ancelotti. Inter, a luglio riproverà per Rafinha. Icardi può partire. Milan, mercato bloccato 25.05 - L’arrivo di Ancelotti al Napoli è il trionfo di Aurelio De Laurentiis e delle sue strategie. Da mesi, sott’acqua, con il sorriso sulle labbra e i complimenti pubblici a Sarri, in realtà aveva già annusato l’aria di divorzio e stava lavorando al futuro senza l’allenatore toscano. Proviamo...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il colpo di De Laurentiis: Ancelotti rilancia il Napoli e Napoli. E ora Sarri? Ecco la nuova Inter e tutti gli allenatori di A 24.05 - Ancelotti sbarca ufficialmente a Napoli. 3 anni di contratto a circa 5 milioni di euro. Con il suo staff al completo e con una gran voglia di tornare ad essere protagonista nel nostro campionato. Il presidente De Laurentiis ha fatto un grande colpo, ha riportato in Italia un grandissimo...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Ecco cosa rischia il Milan dalla Uefa: la scure del financial fair play pronta ad abbattersi sui rossoneri, e il salto all'indietro rischia di essere davvero triplo. Eppure c'era quel dettaglio che rendeva tutto prevedibile… 23.05 - E' andata come si sperava non andasse, o come si temeva, o come qualcuno aveva indicato: la Uefa ha rifiutato il settlement agreement, dopo aver in illo tempore rigettato il voluntary agreement, e ha rinviato il caso alla Camera. Decisione che è l'anticamera della sanzione nei confronti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Buffon a Parigi, Emre Can-Morata in arrivo. Inter: Icardi resta, solo uno tra Rafinha e Cancelo. Milan: i numeri (ottimi) di Gattuso e il “guaio” Donnarumma. Napoli: Sarri tra i soldi e il cuore 22.05 - È finito il campionato. Quando finisce il campionato c’è chi è felice e chi no. Poi inizia il mercato. Anzi, il mercato c’è a prescindere, anche a Pasqua. Solo che quest’anno per noialtri non c’è neppure il Mondiale e, quindi, c’è “più mercato”. Ci sono tifosi che al gol di Vecino...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve-Napoli: lo scudetto dei veleni. Milan, il bomber del futuro ce l’hai in casa. Parma, il volo del Faggiano. Verona, Marchetti la tua strada migliore 21.05 - Bare con nomi di calciatori, maglie offensive, cori inopportuni e via con il valzer delle schifezze. Bisogna saper perdere ma bisogna anche saper vincere. Non vale solo per la Juventus ma per tutti. Ha vinto la Juve e, allora, via con i fucili spianati su Torino. Avesse vinto il Napoli...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Rivoluzione Juve, ma solo in campo. Gli Scudetti sono 34. Valzer del moscerino: Napoli-Sarri, Inter-Spalletti, Lazio-Inzaghi, solo il Milan ci proverà per Conte (se salta la coppia Gattuso-Mirabelli) 20.05 - Ogni anno la stessa, identica, storia. Massimiliano Allegri sembra sulla graticola, poi vince lo Scudetto e la Coppa Italia - 4x4, complimenti - e rimane alla guida del club italiano più famoso. Anche nel mondo, dopo che l'egemonia Milan, dovuta soprattutto alle Coppe Campioni, è...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, nella lista anche Ilicic e Cristante. Il Milan non molla la pista Belotti. Lazio, idea Badstuber per la difesa 19.05 - Ancora 90 minuti e poi tutto sarà chiaro. La Champions è un traguardo fondamentale per il mercato dell’Inter, aiuterebbe sul piano degli investimenti, ma le strategie sono già definite. La partita di domenica sera all’Olimpico contro la Lazio è insomma un crocevia. Il primo passo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Buffon aspetta il Real. I retroscena del divorzio con la Juve. Allegri, ecco cosa vuole per restare. Sarri resta con un Napoli più forte: tutti i nomi nel mirino. Milan, Baselli al posto di Bonaventura 18.05 - S’era capito che Buffon non aveva nessuna intenzione di smettere, ma alla Juve non si fanno condizionare, i piani li fanno loro e non hanno sentito storie. Alla Juve ragionano con la testa fredda e non con il cuore caldo. “Anche se sei il capitano, anche se sei un mito, anche se...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Incontro Sarri-AdL e le schiarite all'orizzonte: come può cambiare il Napoli? Buffon, l'addio e la chiusura di un'era, ma ne riparte un'altra. Le milanesi legate (anche) al risultato... 17.05 - Il tanto atteso faccia a faccia c'è stato e ora si può cominciare a ragionare sul futuro. Tutto sembra essere andato veloce come l'auto (del direttore sportivo napoletano Giuntoli) che è entrata e uscita da Castel Volturno fra un allenamento e l'altro. I tanti dubbi di questi giorni...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy