HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi tra le italiane passerà il girone di Champions League?
  Tutte
  Juventus, Inter e Roma
  Juventus, Inter e Napoli
  Juventus, Napoli e Roma
  Inter, Napoli e Roma
  Juventus e Roma
  Juventus e Inter
  Juventus e Napoli
  Inter e Roma
  Inter e Napoli
  Roma e Napoli
  Solo la Juventus
  Solo la Roma
  Solo l'Inter
  Solo il Napoli
  Nessuna

La Giovane Italia
Editoriale

Il PSG e il fair play finanziario, sempre più aggirato. L'Inter imbrigliata, la Juventus parte in prima fila. Il Milan punta su altri mercati e modelli esteri, ma senza sponsor rischia di star dietro

Nato a Bergamo il 23-06-1984, giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008 e caporedattore dal 2009, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
10.09.2017 14:47 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 66032 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Il Paris Saint Germain, in settimana, ha presentato Kylian Mbappé. Sula carta uno degli investimenti più onerosi di sempre, secondo solo a quello per Neymar Jr. 180 milioni di euro che, però, sono ancora da investire, perché il Monaco lo ha ceduto in prestito con diritto di riscatto legato alla salvezza dei parigini. Insomma, l'anno prossimo il PSG potrà spendere 180 milioni, un po' come anni fa il Real Madrid fece per il trio Cristiano Ronaldo, Benzema e Kakà. Senza colpo ferire, perché se gli incassi sono superiori a 500 milioni - come per il PSG - tutto è molto più semplice. E poi ci sono le sponsorizzazioni, a società e giocatori, oppure i voluntary agreement per non rientrare più nel ffp. Insomma, una falla dietro l'altra che non può che essere un fallimento per chi, come Platini, voleva un calcio sostenibile. Lo è diventato nella maniera sbagliata, con un oligopolio che non verrà spezzato per molto tempo.

Milano ha due situazioni diverse, perché da una parte il Milan ha speso senza pensare molto alle conseguenze, invece l'Inter è stata bloccata dal fair play finanziario. Più che altro dalla mancata cessione di Perisic, ma la realtà è quella spiegata da Fassone: il Milan ha deciso di creare una squadra il più possibile duratura, con uno scheletro chiaro, mancando solo il grande centravanti. Potrebbe essere Cutrone? Visto il precedente di Mbappé un giovane è davvero un patrimonio inestimabile, anzi, forse troppo sopravvalutato. L'Inter non ha potuto spendere, perché in un certo momento c'è stato il semaforo rosso da parte della società: da Nainggolan al prestito con obbligo di riscatto di Cancelo fino alla conferma di Vanheusden il passo è molto più breve di quanto si possa pensare. Spalletti però, da parte sua, crede di poter fare molto meglio dei suoi predecessori: a più di una persona, sua amica, ha confessato come abbia trovato impossibile che la squadra dell'anno scorso sia arrivata in una posizione così lontana dalla sua Roma. Insomma, Inter già competitiva e... Gagliardini rischia di essere un problema, perché per ora non ha per nulla convinto. Tornando al Milan, il modello è quello delle squadre di Premier League, evitando di dover dipendere dal botteghino o da eventuali qualificazioni in Champions League. Più di Real Madrid o Barcellona, l'idea è quella di diventare come lo United: fatturato record nonostante le coppe siano diventate un'optional negli ultimi anni.

E la Juventus? Certo, qualche piccolo problema l'ha, non ha concluso una squadra di livello massimo e ha un gap ancora abbastanza grosso da Real Madrid e primissime in Europa, al di là delle due finali in due anni. Howedes può essere un buon jolly ma non è un leader difensivo, almeno non nel nostro calcio e non per ora, pur avendo vinto un Mondiale. Il Napoli è rimasto lo stesso, è molto forte, ma è mancato quel piccolo passo in più per essere a livello della Juve. La Fiorentina ha dimezzato in due anni gli stipendi (e probabilmente anche i risultati), mentre Lotito fa sempre miracoli con la Lazio: si può dire fortunato, ma è pur sempre audace.

Infine l'Italia: Ventura ha detto che ha ringiovanito di 3-4 anni la rosa. Ed è falso, solo di pochi mesi. La Spagna ha avuto gioco facile, ma forse è più una questione mentale che di condizione fisica. Il mettere le mani avanti con dieci mesi di anticipo, per aggrapparsi a un alibi già ampiamente discusso prima del 3-0 di Bernabeu non è da allenatore vincente. C'è tempo per farci ricredere, almeno fino a metà novembre. Anche se speriamo metà luglio.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

La Champions delle emozioni: ecco chi è "condannato" a vincere... 20.09 - E' tornata la Champions. Ed è tornata in tutto il suo splendore. La Champions esalta, la Champions non perdona. La Champions dimostra che la Juve ha una squadra forte fisicamente, tecnicamente e mentalmente, anche senza CR7, anzi con l'espulsione di CR7. Ha mandato all'inferno la...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

L’Inter ha il cuore, ma la testa? Ecco l’errore più grosso che sembra non vedere. Le ragioni per cui la Juventus è la favorita per la Champions. Il Napoli può aver già compromesso la qualificazione. Mentre per la Roma a Madrid è facile 19.09 - Forse il Tottenham aveva creduto di vincerla. E forse poteva anche avere ragione. Ma aveva sottovalutato un aspetto: mai dare per finito chi ha mangiato merda per 7 anni, ed adesso è disperato per uscire dalla sua condizione. Eppure, a prescindente dalla folle rimonta, l’Inter...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve e Douglas: il suo errore e quello "degli altri". Inter: ecco chi ha fretta di seppellire i nerazzurri. Milan: la ricetta di Gattuso (in barba alle "ombre"). Ridateci il Var, per carità. E su Barella... 18.09 - L’ombra di Conte. L’ombra di Conte è devastante. È su tutti. Su Spalletti. Su Gattuso. Su Di Francesco. Ma anche su di te. Al lavoro sei stato rimbrottato? C’è l’ombra di Conte. La tua ragazza ultimamente ti tratta male? Pensaci, potrebbe essere l’ombra di Conte. Sei pallido? Per...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Si scrive Inter, si legge crisi. Ronaldo e il gol: adesso via ai titoloni. Allarme Roma mentre Gattuso deve prendere una decisione 17.09 - Parlare di crisi dopo 4 giornate è prematuro. Non si possono lanciare allarmi e non si possono fare funerali ad uno che ha solo il raffreddore. Se è vero che abbiamo forzato un pò la mano per il titolo è altrettanto vero che l'Inter non ha solo il raffreddore ma la diagnosi è piuttosto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il Var così è inutile, parte seconda. Ci hanno rotto il calcio: è tutto più che ridicolo. E il campionato sembra già finito 16.09 - In due settimane di pausa si sono sviluppati tre macrotemi: la Nazionale, il campionato dei tribunali e quello che sembra già finito, cioè la A, perché provate a pensare quando si sbloccherà Cristiano Ronaldo. Ieri si è aggiunto in maniera prepotente, ma in realtà è così dalla prima...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter ancora Modric nel mirino e si lavora per il rinnovo di Skriniar, Juve occhi su Marcelo, il Napoli vuole blindare Milik. Milan, oltre Rabiot piacciono Paquetà e Paredes 15.09 - Siamo appena a metà settembre eppure gennaio sembra così vicino, perché il mercato è sempre in movimento. E allora parto dall’Inter che ha cullato per alcuni giorni il sogno Modric. Il no netto di Florentino Perez ha chiuso ogni possibilità, ma ancora il rinnovo con il Real Madrid...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Dybala al Real, Pogba alla Juve, Griezmann allo United: si prepara un grande giro forse già a gennaio. Molto dipende da Zidane. E l’Inter non molla Modric. Sta per finire lo strapotere dei procuratori. Stop ai prestiti selvaggi 14.09 - Visto che il mercato non si ferma mai, le ultime che arrivano soprattutto dalla Spagna vale davvero la pena di cercare di intercettarle e valutarle. Da tempo i giornali spagnoli parlano di Dybala al Real, l’estate scorsa ci furono anche annunci ufficiali con relative smentite. Che...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il mercato internazionale ai raggi X: l'Italia spende e gli affari sono sempre fra i soliti... 13.09 - La FIFA ha fatto la fotografia del mercato internazionale. Ovvero dei trasferimenti provenienti dalle federazioni estere. Un lavoro complesso, reso possibile dal TMS (il Transfer Matching Sistem): quindi non si tratta di proiezioni o di valutazioni, ma di dati certi. Sono dati aggregato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Cristiano Ronaldo ha distrutto la Spagna e il suo Mondiale dal di dentro, e Allegri lo ha aiutato. Ecco come. Mancini poteva avere ragione, ma c’è un particolare fondamentale che lui e la Figc hanno dimenticato su Euro2020 12.09 - E’ stato un piano perfetto. E noi distratti dal passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Altroché. Diabolico CR7, che arrivando ai Mondiali con il Portogallo campione d’Europa, e avendo nel proprio gruppo la Spagna, ha usato tutte le armi per farla fuori, anche se non è bastato...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Italia: un anno senza vittorie (ma non diamo la colpa agli stranieri). In arrivo la quarta giornata, ma c’è già chi parla “del mercato di gennaio” (pietà…). Inter: per il rinnovo di Icardi… non c’è fretta 11.09 - Siamo in piena pausa per la Nazionale. Ma il peggio è passato. Da oggi smetteremo di far finta che ce ne freghi qualcosa della Nations League (“La Nations League è importante!”) e torneremo a creare nuovi casi mediatici: perché Ronaldo non ha segnato durante la pausa? (“perché è bollito!”)....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy