HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi merita il Pallone d'Oro 2018?
  Sergio Aguero
  Alisson Becker
  Gareth Bale
  Karim Benzema
  Edinson Cavani
  Thibaut Courtois
  Cristiano Ronaldo
  Kevin De Bruyne
  Roberto Firmino
  Diego Godin
  Antoine Griezmann
  Eden Hazard
  N'Golo Kanté
  Isco
  Harry Kane
  Lionel Messi
  Neymar
  Jan Oblak
  Luka Modric
  Paul Pogba
  Sadio Mané
  Hugo Lloris
  Marcelo
  Kylian Mbappé
  Mario Mandzukic
  Ivan Rakitic
  Sergio Ramos
  Mohamed Salah
  Luis Suarez
  Raphael Varane

La Giovane Italia
Editoriale

Il Var così è inutile, parte terza. Juventus-Napoli è la spiegazione che il fair play finanziario ha solo fatto danni. Il Milan continua a ostinarsi a non prendere un allenatore top

Nato a Bergamo il 23-06-1984, vive a Firenze. Giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
30.09.2018 11:50 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 84732 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Ventuno punti in sette partite, più sei sulla seconda - magari cinque, se oggi il Sassuolo dovesse vincere con il Milan - e già due gol nello scontro diretto con la più probabile antagonista da qui a maggio. Come in Germania, la Juventus appare sempre di più uguale al Bayern Monaco. Strangolatore di campionati, killer di trofei. Allegri guida un boeing 737 e gli altri un'auto: magari all'inizio ci può essere un piccolo problemino, su 1000km (o un campionato intero) è chiaro come vada a finire. Allegri era specialista nel partire così così, per poi prendere giri con l'andare del tempo. Quest'anno ha una squadra talmente forte che non ha nemmeno bisogno del decollo, è davanti a tutti già da prima. La gara con il Napoli è stata chiara: 1-0 subito, con la possibilità di raddoppiare oppure di andare in vantaggio anche prima, con Zielinski. Poi si accende il super campione, che il Napoli non ha, e va a finire come deve, con i gol di Mandzukic. Siamo alla settima giornata, sembra già alla trentaquattresima. La prossima è Udinese-Juventus, finora CR7 e compagni hanno faticato fuori casa, chissà che non ci possa essere una sorpresa. Verrebbe da sperarci, per il prosieguo di un campionato che ora ha solo la lotta per il secondo posto.

E l'espulsione di Mario Rui? Non è un episodio da Var, ma è evidente che il rosso ci sia. Due falli da giallo, entrambi abbastanza evitabili. Chiaro che quando sale la tensione non sempre ci sia la lucidità adatta per rispondere completamente dei propri comportamenti. Vero, dall'altra parte, che la gestione della partita è stata abbastanza cervellotica, con due episodi su tutti: Chiellini che compie un fallo di mano - senza prendere ammonizione - e Cristiano Ronaldo che tira due volte in porta, quando ha già sentito il fischio, con il fischietto che sorvola. Troppo poco per dire che Banti ha cambiato il corso della partita (ci ha pensato per la prima volta CR7), parecchio per accusare di doppiopesismo, con ovvie ripercussioni nelle polemiche dei prossimi giorni. Avrebbero anche stancato.

Intanto il Var continua nella sua crociata per l'inutilità dopo un anno, quello scorso, abbastanza buono. Che però è stato macchiato dalla conduzione di Orsato in Inter-Juventus, dove è stato espulso (giustamente) Vecino, ma non Pjanic, anche lui evidentemente da cacciare. Cosa che gli doveva accadere nel turno infrasettimanale con il Bologna (sarebbe finita in maniera uguale) e con il Parma, per entratacce esagerate. Però il nuovo perimetro del Var - che devia verso il corretto solo gli episodi estremamente chiari, come falli di mano e fuorigioco - non dà la possibilità di correggere una decisione sbagliata, ma solo una evidentemente errata. Insomma, siamo tornati al pre Var tranne per fuorigioco e falli di mani. Ecco, appunto, il fallo di mano di Vitor Hugo in Inter-Fiorentina è evidente. Ma anche il calcione di Asamoah che di fatto scombina praticamente tutto, perché subito dopo arriva il gol del 2-1 di D'Ambrosio. Avremmo dovuto aprire ancora di più al Var, invece lo abbiamo relegato in un angolo.

Chiosa dedicata al Milan, sempre più in difficoltà nonostante l'arrivo di Higuain. I risultati, non ultimo il pari a Empoli, stanno minando la credibilità di Gennaro Gattuso, sia nei confronti della proprietà - comunque già scettica - ma anche per la squadra. È dai tempi di Ancelotti che i rossoneri non prendono un allenatore top, con un'esperienza già consolidata. Si può obiettare che anche il tecnico di Reggiolo non avesse le stimmate del vincitore, ma aveva già guidato un Parma stellare e una Juventus dell'ultimo Zidane. Uno abituato alle pressioni e a gestire dei campioni. Invece tutti quelli del dopo Ancelotti non hanno queste caratteristiche, nemmeno Allegri (arrivato dal Cagliari, più in stile Arrigo Sacchi). Troppi improvvisati, da Inzaghi a Seedorf, oppure con un'esperienza limitata a Serie B o Primavera (Gattuso). Anche se l'ombra di Conte, alla luce di quello già successo anni fa con l'Atalanta (presa in difficoltà e rimasta molto in difficoltà fino al suo addio, all'Epifania) forse è da vedere con un'ottica già proiettata verso il prossimo anno.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

C'è una guerra in corso per il Var? Stecca la Juventus, fermando Piatek. Pare già mercato con Paquetà 21.10 - Anche nella giornata di ieri il Var è stato assente non giustificato nell'espulsione di Milinkovic-Savic, portiere della Spal. Vero è che il campo di applicazione non poteva intervenire nel doppio giallo del numero uno serbo (sarebbe anche utile capire se sarebbe scattata l'ammonizione...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, Napoli e Roma su Piatek. Paratici segue anche De Ligt dell’Ajax. Ancelotti pronto a fermare il Psg. Per i giallorossi ipotesi Herrera del Porto. Lazio su Brahimi, Inter-Milan che derby 20.10 - Per Piatek è pronta a scatenarsi l’asta. L’avvio travolgente dell’attaccante polacco pagato appena 5 milioni di euro da Preziosi ha catturato l’attenzione un po’ di tutti. In Italia ci sono Juventus, Napoli e Roma. Il club bianconero là davanti ha problemi di abbondanza se si pensa...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Higuain da il via libera per Ibra al Milan. Tutto fatto, lui deciderà entro novembre. Barella, l’Inter torna in pole. Conte al Real, ora si può. Figc, Gravina è l’uomo giusto   19.10 - Un altro importante tassello per il ritorno di Ibrahimovic al Milan l’ha messo direttamente Gonzalo Higuain. Nella bella intervista rilasciata ieri alla Gazzetta, fra le tante cose non banali, si legge anche: “Ibra al Milan? Io amo giocare con i grandissimi e lui lo è”. E’ più di...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Il derby di Milano: strade incrociate, obiettivi comuni 18.10 - Siamo entrati nel vivo: la settimana del derby di Milano. E dopo la pausa per gli impegni della Nazionale, che ci ha regalato una bella vittoria contro la Polonia fatta di speranza e di bel gioco, non poteva tornare con una partita migliore, il campionato di serie A. Milan e Inter...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Derby time: ecco perché il Milan è favorito. L’Inter sarebbe più in forma, ma… Cristiano Ronaldo con vista Manchester: la Juventus pensa già allo United per spaventare l’Europa. I 35 milioni offerti dal Napoli per Piatek 17.10 - Come si vince il Derby della Madonnina? E chi rischia di più? Inter-Milan è la partita che noi tutti ci meritiamo dopo due settimane di pausa, ristoratrici per la Nazionale e per il nostro amor proprio, ma che ci hanno lasciato una fame di calcio tale da sbirciare quasi con curiosità...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: quel che si può dire (e non dire) su Ronaldo. Inter e Milan: un derby lunghissimo (con Marotta sullo sfondo). Napoli: il prezzo di Piatek. Italia: bentornati azzurri, ma sugli stadi… 16.10 - Ciao. Domenica c’è il derby, l’altro giorno invece ha giocato la Nazionale. Ci si divide tra chi dice “uh ma che bella Nazionale! Parliamone!” e chi “che due maroni la sosta, pensiamo al derby di Milano”. Solo che il derby è domenica sera, manca ancora una vita. E allora ci si spreme...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Berlusconi e il Milan di Gattuso. Ad Allegri manca solo un tetto. Marotta-Inter, non avrebbe senso. Io voto Gravina perché.... 15.10 - Quando c'è la pausa campionato è un disastro. Non sai cosa scrivere e devi inventare storie, raccogliere notizie e parlare di mercato anche quando non c'è. Per fortuna, in questa domenica pomeriggio, Silvio Berlusconi su Sportitalia (durante Monza-Triestina) ci ha dato diversi spunti...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La pausa degli esoneri e dei primi acquisti per gennaio. Pungiball Ventura, ma il Chievo ha fatto benissimo. Finalmente c'è la formazione: ora Mancini segua il consiglio di Sarri 14.10 - Lo sport Nazionale degli ultimi undici mesi è stato insultare Gian Piero Ventura. Non è stato solo il colpevole dell'eliminazione dell'Italia dal Mondiale, ma dallo scorso 13 novembre di qualsivoglia problema. L'aumento dello spread? E' colpa di Ventura. Il surroscaldamento globale?...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Conte ipotesi concreta per il Real, Florentino pronto a tutto per avere anche Hazard. Milan, che colpo Paquetà. Under verso il rinnovo fino al 2023. Napoli a breve l’accordo con Zielinski, per gennaio non sono previste operazioni in entrata 13.10 - Lopetegui, Conte, Real e Chelsea. Il mese di ottobre potrebbe regalarci un’altra interessante rivoluzione in panchina. Florentino Perez non è soddisfatto del rendimento del suo allenatore, fortemente voluto in estate dopo l’addio di Zidane e ora sta pensando in maniera concreta ad...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Ronaldo, una vergogna. In certi casi è vietato tifare. Juve su James Rodriguez e Rabiot. Milan, dopo Paquetà tutto su Barella. Derby con l’Inter per Ramsey 12.10 - Attorno alla vicenda personalissima che coinvolge Cristiano Ronaldo stiamo scrivendo un’altra pagina imbarazzante. E dico poco. Fatevi questa domanda: avete elementi seri che vi possano far pensare che Cristiano Ronaldo sia colpevole di stupro? La risposta sensata, quasi obbligata,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy