VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Cyril Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Gonzalo Higuain
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Inter arriva anche...Thohir. Tutti su JoJo, Cuadrado. Salah convinto dai viola? Il Barcellona incontra la Juve... e a Napoli parte ufficialmente Giuntoli

02.07.2015 07:33 di Luca Marchetti   articolo letto 113428 volte
© foto di Federico De Luca

Arrivi importanti in casa Inter. Non solo Montoya, sbarcato in Italia per iniziare la sua avventura in nerazzurro, ma anche Thohir, la cui presenza potrebbe portare a pensare che si sta muovendo qualcosa di grosso. Era una visita già programmata, ma il fatto che si accavalli fra un incontro per Cuadrado e uno per Jovetic lascia spazio alle interpretazioni. Anche perché l'Inter, oltre al centrocampista, dovrà fare anche un attaccante. Uno almeno, se non due. Saranno decisivi insomma i colloqui con gli agenti dei giocatori, sui quali (ovvio) non c'è solo l'Inter. Sul montenegrino anche il Milan, il colombiano interessa (eccome) anche alla Juventus. Intanto però l'Inter fa capire che incedibili non ci sono. Neanche Shaqiri, appena arrivato: trovato accordo con lo Stoke City che è disposto a pagare l'esterno svizzero 17 milioni di euro (oppure inserire nella trattativa N'Zonzi, centrocampista 26enne dello Stoke). Ora tocca al giocatore decidere, ovvio, e per il momento è no. Ma il segnale dello società è chiaro. Come è chiaro il segnale che arriva per Perisic: nonostante interesse del Napoli l'Inter ha incontrato l'agente del giocatore e ha avuto di nuovo contatti anche con il club. Insomma trattativa ben avviata... Il Wolfsburg ha aperto al prestito con obbligo di riscatto. Attenzione oerché qui inizia anche il tetris: l'Inter può fare solo un altro extracomunitario quindi in questo momento in vantaggio ci sarebbero Perisic e Jovetic, soprattutto per una questione di costi. Ma allo stesso tempo, ovvio, Cuadrado rimane vivo eccome...
Sul fronte centrocampista attenzione ad Allan dell'Udinese. È vero che al momento in vantaggio c'è il Napoli ma l'Inter è molto decisa. Alternative? Mario Suarez (che però piace anche al Tottenham), Lucas Leiva e Obi Mikel.
Si sfila probabilmente Salah dalla lista dei giocatori sul mercato con buona pace (soprattutto) di Inter e Juve che lo avevano cercato. L'incontro del pomeriggio con la Fiorentina è andato molto bene, offerti quasi i 3 milioni che l'attaccante voleva. Manca il sì definitivo del giocatore, ma a Firenze sono più che ottimisti. Come comincia a riscaldarsi anche la pista Baselli: ieri incontro fra Pradé e Riso (agente del giocatore): nell'operazione dovrebbe rientrare anche Bittante. Per la porta continua invece la trattativa per Storari. La Fiorentina offre un anno di contratto, il Cagliari due con l'opzione per il terzo e tenta molto il giocatore...
A proposito di tentazioni: il Barcellona tenta eccome Pogba, tutti a Milano. Marotta, Paratici, Braida e Soler. Si è parlato certamente del centrocampista e il Barcellona ha confermato il fortissimo interesse per lui. Ma altro che cessione, per l aJuve Pogba non si vende. Tantomeno ora per il prossimo anno. Insomma: una bella chiacchierata ma nulla più: i tifosi della Juventus possono stare tranquilli. I colpi la Juve li farà in attacco, anzi in trequarti. E come abbiamo detto poco fa attenzione a Cuadrado.
La Roma è alle prese con le cessioni, Gervinho tiene a precisare che non ha detto di no a nessuno anzi che non ha sparato alto da nessuna parte. Neanche Destro a dire il vero. Il West Ham però lo vuole in prestito, il Monaco (con cui ancora non c'è accordo totale) lo prenderebbe subito. In mezzo, ovvio, ci sono le trattative per le acquisizioni della prima punta. I nomi della settimana, quelli più gettonati, sono Dzeko e Luiz Adriano. L'ultimo arrivato è Mitrovic, per il quale la Roma sarebbe pronta ad offrire 10 milioni più bonus facili da raggiungere. In difesa invece fatta offerta da 8 milioni per Baba, difensore dell'Ausburg. I tedeschi ne vogliono 18. Sotto osservazione anche Wijnaldum, centrocampista del PSV. Qui di milioni ce ne vogliono 20, ma per fare questo tipo di operazione ci vogliono cessioni.
Giuntoli ha salutato tutti a Carpi e ora si tuffa ufficialmente a capofitto nella sua nuova avventura a Napoli. I suoi obiettivi sono tutti sulle fasce, almeno al momento. Vrsaljko è vicinisismo e non si molla la pista Darmian, nonostante il raffreddMento. In più piacciono sia Astori che Maksimovic per la difesa. Capitolo trequartists: visto che per Saponara la strada è in salita, il nome di Perotti è una (suoer) valida alternativa. Uscite? Gargano vicinissimo al Monterrey.
Il Milan invece approfitterà dell'incontro con Ramadani non solo per parlare di Jovetic ma anche di Nastasic. Difensore centrale, anche lui di proprietà del Manchester City. Può diventare lui il primo nome per la difesa del Milan, che sta chiudendo (anzi ha chiuso) per il giovane centrocampista del Parma, Mauri.
La Samp ha praticamente chiuso Fernando (fra venerdì e sabato il giocatore dovrebbe essere in Italia), il Genoa sta facendo lo stesso per Cissokho, difensore del Nantes, trattativa che va avanti a rilento (ma soprattutto al ribasso). A Verona Pazzini continua ad esser eun sogno per l'attacco e Caldirola un obiettivo per la difesa (occhio piace anche all'Amburgo). A Torino in arrivo Obi dall'Inter: costato circa due milioni e mezzo e quattro anni di contratto a lui, suoerata la concorrenza di Bjarnasson. Ma non è finita qui perché il Toro è forte su Defrel, attaccante del Cesena. Rino Foschi chiede almeno 6 milioni di euro, ma soprattutto c'è la concorrenza di Bologna e Sampdoria. E per la difesa piace Hrvoie Milic del Rostov, croato, un solo anno di contratto ancora. Il Carpi del nuovo direttore sportivo sogliano cerca Marrone (su cui c'è anche il Bologna), vorrebbe Parigini (che ha appena rinnovato con il Torino fino al 2019) e ha chiuso per Wilczek, capocannoniere del campionato polacco e vuole riprendersi anche Gabriel che ha appena rinnovato con il Milan. In porta invece il Frosinone ha chiuso per Leali, in prestito dalla Juve
Intanto mentre si parla tanto di Immobile in Italia. Lui stesso aveva detto che sarebbe volentieri tornato. Invece lo sta cercando il Siviglia, come sostituto di Bacca. Al momento offerti 10 milioni al Dortmund. Non bastano però, ci sarà rilancio.
In B l'Avellino attende in ritorno di Chiosa e continua a corteggiare Tavano. A centrocampo l'obiettivo è Verre. A Livorno arrivano Palazzi e Ricci dalla primavera Inter. A Terni attesa conferenza stampa del nuovo presidente Masoni: i rossoverdi sono l'unica squadra tra A e B a non avere l'allenatore per la prossima stagione.
Tenetevi forte, luglio è appena iniziato...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Serie A a 18 squadre, che assurdità. La Juventus ha qualche piccolo problema, il Milan decisamente di più. Europa, qualcosa è cambiato. Ed è merito di Lazio e Atalanta 22.10 - C'è un momento per parlare di calcio giocato e un altro di politica del pallone. Credere che il secondo sia più importante del primo è, certamente, presunzione. Ma pensare che uno non influenzi direttamente l'altro è, davvero, un errore pacchiano. Abbiamo provato, nelle ultime settimane,...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Montella: sarto no, stilista sì. Dzeko: il mercato invece dorme. Sarri: attenti alle "facce..." 21.10 - No, Montella non è Lizzola. Nè, per la verità ha fatto discorsi da Lizzola. Chi era intanto costui? Si tratta del sarto che era bravissimo, secondo i racconti di Silvio Berlusconi, a fare i vestiti con la stoffa che aveva. Invece, in quel Marzo 2000, il Milan di Helveg e Bierhoff...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Ancelotti tra Juve e Milan, ma prima i mondiali con l’Italia? Inter, Ramires il centrocampista low cost. Il ritorno su Vidal. Milan su Kakà, quanti dubbi. E mister Li deve rifinanziare il debito 20.10 - Ancelotti se la rideva l’altra sera a Stamford Bridge, divertito da Chelsea-Roma, senza dubbio una gara emozionante. Rideva anche perché nonostante l’esonero del Bayern, è sempre corteggiato da tantissime squadre. Giustamente aggiungo io. Dell’interesse del Milan sappiamo da tempo,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Roma che sorpresa, Juve di misura: ecco cosa ci regala la due giorni di Champions. E le risposte del Milan 19.10 - Chiusa la due giorni di Champions e possiamo vedere anche il bicchiere mezzo pieno. La sconfitta del Napoli era probabilmente pronosticabile, come la vittoria della Juve. Il pareggio della Roma è prestigiosissimo sia per come è arrivato sia per il risultato in sé. Del Napoli si è...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve come Tony Montana… Icardi, sms a Sampaoli! Mourinho, il futuro non è in Italia. La Svezia? Il “biscotto” ci motiva… 18.10 - Alla fine ce la giocheremo con la Svezia. Per nostra grazia, Re Zlatan ha deciso di non indossare più la casacca della nazionale e, altra fortuna, è ancora alle prese con i postumi dell’infortunio. Personalmente, Grecia a parte, la considero un’avversaria decisamente “alla nostra...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: goduria da derby, ma occhio al tranello! Milan: quel che sarà di Montella. Juve: ricordatevi dello “schema Allegri”. Napoli: l’evoluzione di Sarri (in campo e fuori) 17.10 - Ciao. In questo momento è in onda il mondeinait Verona-Benevento, ma non è che dobbiamo storcere il naso. Abbiamo assistito al derby di Milano, a Roma-Napoli, a Juve-Lazio e comunque poteva andare peggio: poteva esserci Verona-Benevento con la nebbia. Oppure Verona-Benevento con speaker...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Allarme Juve. Simone, prenota il posto di Max. Che goduria questo Napoli. Torino, così in Europa non ci vai... 16.10 - Il paradosso del calcio è sempre lo stesso. Molte favole nascono dalla coincidenza, poi c'è quello bravo che le sfrutta (Simone detto Inzaghino perché in campo dei due era il più scarso, anzi, il meno forte) e chi invece sale sul treno sbagliato nel momento sbagliato (vedi Seedorf,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

La moda delle clausole e i giocatori che trattano l'addio (al momento del rinnovo...) prima dei club: così il calciomercato sta cambiando le sue regole e i suoi codici. Donnarumma come Higuain e Neymar: Raiola non ha cambiato idea 15.10 - Non viviamo certamente nel miglior periodo storico possibile. Se ci pensate, a guardarle per un attimo con un occhio quanto possibile esterno, le relazioni umane sono giunte oggi a un livello quantomeno buffo. Tendente al preoccupante. Tutto si svolge tramite il medium dei social,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Andrè Silva, turbolenze e derby. Juve: giri di valzer sulla VAR. Sarri: facile essere belli? 14.10 - Montella non vuole più essere "usato" per detrarre qualcosa ad Andrè Silva. E dal momento che il giocatore sta raggiungendo livelli di rendimento molto importanti, non ci sarà più la sponda del tecnico rossonero. Chi vorrà storcere il naso su Andrè Silva, dopo 9 gol in 10 partite...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma andrà via, è lui il big sacrificato dal Milan. Petkovic farà il traghettatore, c’è l’ok. Inter, per la difesa attenti a Jedvaj del Bayer. Capello fa tremare Ventura 13.10 - Fassone è di sicuro un ottimo dirigente e il curriculum parla, ma nelle ultime interviste non ha dato il meglio di sé. Forse risente del momento del Milan. Dopo la sconfitta di Genova, ho già detto, ha sbagliato nel mettere in discussione pubblicamente tutto e tutti. Certe cose vanno...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.