HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2018/19?
  Barcellona
  Ajax
  Liverpool
  Tottenham

La Giovane Italia
Editoriale

Inter avanti per Rafinha, ma spuntano le alternative, le mosse (segrete) del Napoli e quelle (clamorose) delle spagnole: da CR7 a Griezmann...

18.01.2018 00:00 di Luca Marchetti   articolo letto 27724 volte
© foto di Federico De Luca

Il primo incontro con il Barcellona ora deve maturare. L'Inter, con il suo direttore sportivo, ha allacciato ufficialmente i rapporti (fra società importanti come Inter e Barca è molto meglio, anche diplomaticamente, parlarne di persona) e ha "lanciato" l'ultima offerta. 35 milioni di euro il diritto di riscatto per il prestito di Rafinha. Ora tocca ai blaugrana capire se il valore dato al giocatore è congruo o meno. L'Inter ha alzato (come era ovvio che fosse) la propria valutazione (partiva da circa 20), il Barca è sceso dai 50 di partenza. In questi casi si dice che a metà strada si trova la soluzione del problema. Ora però è leggermente più complicato perché il Barcellona vuole capire bene se può correre il "rischio" di vendere il giocatore a quella cifra, qualora Rafinha dovesse essere completamente recuperato, grazie al lavoro in nerazzurro. E per farlo capire meglio ai nerazzurri è stato schierato ieri in coppa. Ma l'Inter, come sappiamo, ha dalla sua la volontà del giocatore, che continuerà a parlare con il Barcellona per spingere verso questa soluzione.
Non dovesse andar bene? L'Inter comunque le sue alternative le sta continuando a monitorare. Proposto Schurrle dello Schalke, si sta valutando Sturridge del Liverpool (soprattutto se i nerazzurri dovessero decidere di cercare un'alternativa ad Icardi) soprattutto cercando di capire quanto chiede il Liverpool per il prestito. Ma forse quelli che intrigano più i nerazzurri sono in Spagna: Correa del Siviglia (che ha anche segnato nella partita vinta contro l'Atletico) magari in uno scambio con Brozovic e Gaitan dell'Atletico Madrid che però è extracomunitario, status per il quale l'Inter vorrebbe mantenersi il posto libero per Ramires, anche se questa pista si sta complicando sempre più vista la decisione da parte di Suning di tenerlo allo Jangsu.
Dopo il no di Verdi il Napoli è in fase di riflessione. Intanto è atteso nelle prossime ore un giovane straniero per le visite mediche a Villa Stuart: tutto top secret, si potrà sapere di più in mattinata. Rimane Politano l'ipotesi più concreta visto che il ragazzo è andato a parlare con il Sassuolo per capire i margini di cessione (anche se finora i neroverdi hanno detto sempre no alla cessione e anche ieri i toni della discussione sono stati piuttosto accesi). Ma la valuazione di 20 milioni e magari l'inserimento di Maksimovic, oltre alla voglia del ragazzo potrebbero fare la differenza, il Napoli proverà ad insistere. Deulofeu a titolo definitivo non scalda poi così tanto, Lucas Moura idem e potrebbe essere un'opportunità negli ultimi giorni di mercato. Non è detto che il Napoli però debba prendere un giocatore così, tanto per farlo. Valutazioni in corso quindi...
Le altre notizie di giornata: sondaggio del Chelsea per Emerson della Roma, il Milan non ha trovato ancora l'accordo con il Boca per Gustavo Gomez, anzi... la trattativa rischia seriamente di saltare.
Giornata di arrivi: a Torino ecco Damascan dallo Sheriff Tiraspol (e si continua a seguire Donsah del Bologna), a Cagliari visite mediche per Ceter, attaccante di 21 anni, e visite mediche anche per Djuiricic a Benevento (dove rimane l'idea Bonifazi per la difesa e dove è arrivato anche Cristian Cannavaro, figlio di Fabio, per la Primavera).
Il Bologna, anche senza la cessione di Verdi, ha comunque fatto una chiacchierata con la Juventus per Orsolini. L'Atalanta in questo momento non ha ancora dato l'ok (è a Bergamo in prestito biennale) ma è una trattativa che può decollare. A Sassuolo Sala può essere il sostituto di Gazzola, ma il ragazzo ancora non ha detto ok. Così come ancora non ha dato l'ok il Genoa per il ritorno di Ricci a Crotone.
Ma la notizia più clamorosa, come saprete certamente, arriva dalla Spagna. La novità è che il Barcellona potrebbe pagare la clausola di Grizemann all'Atletico Madrid (ora fissata a circa 110 milioni di euro ma che in estate diventerebbe di 200). E' più di un'idea visto che a Madrid già pensano a Lemar del Monaco per sostituirlo. All'altra sponda della capitale spagnola ormai è evidente che il mal di pancia di Cr7 è di quelli che possono portare ad un'autentica rivoluzione in casa madridista. Le squadre che possono permetterselo sono sostanzialmente due (Manchester United e PSG) ma anche loro devono mettersi a contare bene i soldi a disposizione e gli eventuali introiti. Se dovesse veramente maturare la frattura e se davvero CR7 dovesse accettare la corte di una delle sue pretendenti, la prossima estate sarà ancora più bollente della scorsa... E attenzione anche ai cinesi visto che il Tianjin avrebbe il posto anche il lista Champions asiatica: ha tagliato Pato.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: lo scudetto, le riflessioni sul futuro, un difensore in più e... la posizione di Allegri. Milan: l'Atalanta fa paura, ora Gattuso pretende risposte. Inter: i numeri di Spalletti e la "sfida" con Conte. Evviva Fognini, anche quando perde 23.04 - Ciao. La festa è finita e si torna a lavorare. Anzi no, molti fanno il megaponte fino all’1 maggio, alcuni fino al 2 giugno, altri non tornano proprio. Il megaponte è per molti, ma non per tutti. Non per noi “grandi eroi” di tuttomercatoweb che anche oggi ve ne diciamo di tutti i...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Basta spot elettorali! Il calcio italiano crolla in Europa ma noi pensiamo ai finti progressi. Juve, festa amara. Napoli, serviva Ancelotti per una stagione così? Pippo, vedi come vola il Bologna… 22.04 - Sabato pomeriggio avrei voluto vedere, al mare, la festa della Juventus e invece mi sono ritrovato senza calcio e sprofondato sul divano a rivedere un film nuovo che davano alla tv: Quo Vado! La scena più bella è quando Checco (a proposito, che fine hai fatto? Quando torni a regalarci...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Juve, le plusvalenze non fanno vincere la Champions. Il Milan se ne frega del fair play finanziario, l'Inter riparte da Spalletti? Conte, Tuchel, Sarri e altre leggende 21.04 - La festa Scudetto non è tale quando esci dai quarti di Champions League per mano dell'Ajax. E soprattutto quando potevi farlo una settimana prima, con un pari tranquillo a Ferrara, invece di inserire giocatori di Serie C oppure giovani. La formazione era più forte di quella della...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, risalgono le quotazioni di Conte. Dybala in partenza, Bayern in prima fila ma c’è anche il Liverpool in un possibile scambio con Salah. Per la difesa spunta anche Jérôme Boateng. Marotta e Paratici, che sfida per Chiesa 20.04 - A fine stagione ci sarà un cambiamento inevitabile. Per la Juventus è già cominciata la fase di riflessione. Il primo nodo resta sempre Allegri. E’ vero che ci sono state le conferme del presidente Agnelli e dello stesso allenatore su un futuro ancora bianconero, ma la sensazione...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri non resterà. Agnelli punta tutto su Conte, l’unico grande motivatore. Arriverà un giocatore super per reparto. Il tentativo per Guardiola di due mesi fa. Napoli, fine del ciclo. Insigne un caso 19.04 - Andrea Agnelli ha confermato Allegri a caldo, subito dopo la bruciante eliminazione dalla Champions e sinceramente penso sia stata soltanto una mossa mediatica. Il tentativo, un classico in questi casi, e niente di più di cercare di deviare l’attenzione dal dramma sportivo per far...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La Juve, la Champions, i soldi e il mercato. I programmi della Roma e la “nuova” recompra 18.04 - La mancata qualificazione alle semifinali per la Juventus non è semplicemente una sconfitta che fa male. Perché tradisce le aspettative dei tifosi della Juventus, prima ancora che le ambizioni della società a del suo presidente Agnelli. L’Ajax ha frantumato la Juventus, ha scoperto...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

E’ la disfatta di Allegri, checché ne dica Agnelli: vincere non era l’unica cosa che conta? La Juventus ha giocato solo quando ha dovuto reagire. Rilassatasi con l’Ajax, è crollata. Gli juventini vogliono Allegri? 17.04 - Il ranking. Il nuovo tormentone è il ranking. Uscire da questa disfatta - né più, né meno - contro l’Ajax, e parlare da parte di Agnelli di ranking e degli ultimi cinque anni sempre nei Quarti, ha lo stesso effetto dell’ingaggiare un make-up artist da Oscar per fare agghindare un...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: i rischi della super sfida e il moralismo senza senso sui “ragazzotti”. Inter: la verità tra le parole di Marotta (Icardi, Spalletti e... Conte). Milan: il futuro di Gattuso, spiegato nel presente. Napoli: la coerenza non è un optional 16.04 - Mentre scriviamo brucia Notre Dame e c’è davvero poco da ridere. Qualcuno fa grassa ironia “in fondo non è morto nessuno!”. Ah, pisquani, quanta pochezza. Brucia Notre Dame e noi siam qui a parlare di pallone, del resto di arte capiamo nulla, ma che fastidio accendere la tv e vedere...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, angeli e demoni. Inter, traguardo vicino. Napoli, che horror! Chievo giustamente in B. Gravina, prima i veri problemi poi il resto... 15.04 - Le lotte per il quarto posto, e per il terzultimo, sono le uniche rimaste a farci divertire. Penserete, giustamente, come sia caduta in basso la serie A. Vero! La Juventus, ormai, deve fare i calcoli per quando festeggiare. Deve decidere solo la data e si organizza per la passerella,...

Editoriale DI: Raimondo De Magistris

La formazione di Allegri è il frutto di un campionato che non funziona. Vincere così non aiuta nessuno, nemmeno la Juve. E Andrea Agnelli lo sa bene... 14.04 - Un esordiente nel massimo campionato con la maglia della Juventus, due esordienti assoluti in Serie A, più Hans Nicolussi Caviglia. Centrocampista classe 2000 che prima di ieri sera aveva giocato in Serie A solo dieci minuti contro l'Udinese (quando il risultato era 4-0). A Ferrara,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510