VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Inter ecco JoJo, Napoli scatenato, intrigo Salah: ci pensa anche ADL. Ibra apre al Milan e sul mercato irrompe il Sassuolo

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
23.07.2015 08:13 di Luca Marchetti   articolo letto 168674 volte
© foto di Federico De Luca

L'Inter - dopo il summit con il presidente in Cina - torna prepotentemente sul mercato. Sarà una questione di ore ma arriveranno in nerazzurro sia Jovetic che Perisic. E in mezzo ci sarà la cessione di Shaqiri, ma ormai è tutto definito.
La trattativa con il Manchester City è ai titoli di coda: gli inglesi hanno abbassato le pretese e hanno accettato i 15 (prestito con obbligo) che l'Inter ha proposto finora. Con il giocatore i nerazzurri erano d'accordo già da diverso tempo. Lo scoglio era solo la richiesta (finora sempre rigida) dei Citiziens. Ostacolo superato, montenegrino ad un passo. E soprattutto la freccia messa su Salah che ancora non ha risolto al 100% le sue pendenze legali fra Fiorentina e Chelsea e sul quale ci sono le attenzioni di Roma e anche del Napoli (ma ne parleremo fra poco). Anche per Perisic ormai è tutto fatto. Siamo allo scambio di documenti. Ma per far arrivare entrambi in nerazzurro è necessario però che parta Shaqiri. Perché di un giocatore l'Inter ha bisogno a prescindere. Ma per prendere il secondo deve arrivare una cessione. Arriverà quindi il momento giusto per anche per lo Schalke.
Dicevamo dell'intrigo su Salah. Ieri la Roma si è incontrata con l'agente del giocatore. Limati gli ultimi dettagli per l'ingaggio dell'egiziano, manca però l'accordo con il Chelsea che continua a chiedere 25 milioni. E in questo intrigo internazionale (su cui la Fiorentina vigila e da cui un po' di vantaggio lo avrebbe visto che si tratta Destro proprio per ammorbidire la posizione del no-Salah in Italia) ha provato ad inserirsi anche il Napoli. Nei giorni scorsi ha provato a fare la "Roma" della situazione. Proponendo al Chelsea di prendere il giocatore e alla Fiorentina un giocatore (fra cui anche Zuniga). Ma Salah, che sta parlando con la Roma e ha trovato un accordo, non è stato convinto. Così De Laurentiis vorrebbe cambiare strategia. Contattare direttamente l'agente dell'egiziano e proporre al Chelsea l'acquisto a titolo definitivo a 22 milioni di euro più due di bonus.
Vedremo come andrà a finire, ma la Roma ancora è nettamente avvantaggiata. Roma che continua a lavorare su Dzeko e che nel frattempo ha praticamente chiuso per Szczesny. Arriverà a prescindere dalla formula. Potrebbe addirittura essere prestito senza diritto di riscatto (e quindi se ne riparlerà il prossimo calciomercato del prezzo del cartellino) oppure un prestito con riscatto a 5. Va però trovato accordo con l'Arsenal per l'ingaggio del giocatore che guadagna 3 milioni netti (e per la Roma è un po' troppo). Nel frattempo il terzetto per la fascia sinistra si modifica. Perde quota Baba (sarebbe il terzo extracomunitario dopo Salah e Dzeko) Adriano ha detto sì (manca l'intesa con il Barcellona) le altre due piste portano a Masuaku e Mendy.
Anche il Napoli è letteralmente scatenato. Allan in ritiro, Astori arriverà in giornata. Ma Giuntoli non perde tempo e nella tarda serata si è incontrato con il procuratore di Vrsaljko e con il Sassuolo. Gli emiliani hanno fatto il prezzo: 14 milioni di euro. Il Napoli risponde con 11 più El Kaddouri che però non andrebbe bene al Sassuolo, Si dovrà necessariamente continuare a parlare. Ma allo stesso tempo il Napoli studia le alternative. La più esotica è Sakai, giapponese, terzino destro dell'Hannover, classe 1990. Proposto Iva Tomecak, esterno destro croato, 1989, del Rjieka. E non tramontano le piste "italiane": Hyasj e Sala.
A centrocampo il Napoli si inserisce su Walace, del Gremio, sul quale c'è anche la Fiorentina e che il Napoli (con Bigon direttore sportivo) aveva praticamente preso. E poi la difesa: Bartra, del Barcellona, ha detto sì al Napoli ora bisogna trovare l'accordo con i blaugrana con tre ipotesi di trattativa: 12 + 3 di bonus, 13 + 2 di bonus o 14 senza bonus.
Tanto per darvi l'idea di che tipo di giornata di mercato è stata basti pensare che delle parole di Ibra ne parliamo ora. Lui per la prima volta parla del suo futuro e dice che è nelle mani di Raiola. Quindi va al Milan? Tutti gli indizi portano lì, ma chiaramente non ora. Bisogna capire come si muoverà l'invocato Raiola per cercare di assecondare il volere del suo assistito. Sarà una vicenda da seguire con grandissima attenzione e senza tralasciare dettagli.
La Juventus continua ad avanzare piano sul trequartista. In questo momento Draxler in vantaggio. Lo Schalke cheide 30 milioni di euro, la Juve come prima offerta ha detto 20. Quindi c'è da lavorare, come sull'ingaggio del giocatore. Ma si va avanti. Come per Goetze, che però costa di più. In tanti ci chiedono quando si chiuderà: ci vuole pazienza. Ma non sarà uno solo l'arrivo in casa Juve: serve anche un esterno sinistro (spostando Asamoah in mezzo) o un altro centrocampista. Abbiamo ancora 40 giorni avanti a noi. Intanto su Llorente c'è anche l'Arsenal, oltre al Real.
La Lazio si sente sicura invece nella trattativa per Milinkovic-Savic. Il suo procuratore ha detto che fin tanto che la Lazio sarà nella trattativa avrà la preferenza del giocatore. Ecco perché ottimismo. E intanto si appresta a chiudere per Kishna, per cui sono previste le visite mediche. Unico ostacolo: il pagamento l'Ajax lo vuole tutto subito.
Anche il Sassuolo protagonista nella giornata appena conclusa: intanto strappa Duncan al Bologna. Gli ha praticamente offerto il doppio dell'ingaggio. E poi ha offerto al Palermo 6 milioni di euro per Belotti al Palermo. Su di lui ci sono anche Torino e Bologna, il Palermo vuole almeno 8 milioni. Ma iL Sassuolo è giàa avanti a tutti.
La Samp conta i soldi di Duncan (almeno 6 milioni) e lo vorrebbe sostituire con Carbonero. E sta per cedere anche Okaka: lo vuole l'Anderlecht.
Il Genoa ha chiesto informazioni su Andreolli e ha messo gli occhi su Criscito che vuole tornare a giocare in Italia (visto che con le nuove norme in Russia rischia di andare in panchina). Nella notte non è andato bene l'incontro con il Las Palmas e il Palermo per Araujo. Il Bologna in contatto con Belotti e Defrel incassa il no (al prestito) del San Lorenzo per Tito Villalba. L'Udinese ha presto Iturra dal Granada, il Frosinone valuta Longo dell'Inter, il Carpi continua a corteggiare quotidianamente Borriello e ha praticamente preso Lucas Evangelista, centrocampista brasiliano dell'Udinese. Spolli resta un nome validissimo per la difesa.
In B al Cesena piace Zanon dell'Inter, al Trapani triplo colpo: Eramo, Scognamiglio e Torregrossa. Lo Spezia vuole Galabinov. Il Parma in serie D riparte con Lucarelli e forse anche con Marchionni e tratta Arma.
Ma manca ancora troppo alla fine del mercato. Tenetevi forte.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Campionato falsato, subito la riforma e premio-promozione. I limiti dell’Inter, a gennaio uno fra Ozil, Draxler e Vidal. Juve, i nodi di un mercato modesto. Howedes rotto, Douglas Costa fantasma. Con Uva in Uefa l’Italia più forte 22.09 - Dopo cinque giornate è già abbastanza chiaro che il campionato è falsato. Facendo una proiezione, a dicembre, ma forse prima, la situazione sarà già ben delineata con 7-8 squadre in corsa per i posti che contano, quattro o cinque in lotta per non retrocedere e le altre (troppe) senza...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ecco tutti gli errori fatti a Barcellona. Processo a Allegri. Douglas Costa non serve. Paragonare Dybala a Messi è follia. Donnarumma deve scegliere il Milan o Raiola. Inter, contatto per Chiesa 15.09 - Conosciamo troppo bene il calcio per non sapere che tirare conclusioni a settembre è roba da ricovero. Soprattutto quando si parla di Juve e di Allegri. Ricordate l’anno dei dodici punti in dieci partite? E comunque la non brillantezza, le partenze in salita a settembre, sono una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Una brutta Champions e una speciale classifica: ecco quanto costano le squadre in Europa, che sorprese! 14.09 - Certo che questa due giorni di Champions non ci lascia con buoni pensieri... le italiane vanno male, un punto in tre partite, e comunque con una gara di sofferenza più che di sfortuna. La Juve che dimostra ancora di non essere al livello del Barcellona (e Dybala con alcune curve ancora...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Dybala-Messi, la differenza è abissale! Di Francesco, cena per Alisson… Inter, pensieri da grande! E brindiamo con Rooney… 13.09 - La Juventus ha perso al Camp Nou. Ci ha pensato Leo Messi a spegnere i sogni di gloria dei bianconeri. Tutti aspettavamo la consacrazione, l’ennesima, di Paulo Dybala. Non è andata benissimo… Ancora una volta, la Pulce ha confermato, a suon di giocate e leadership, di essere il numero...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.