VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
Telegram
SONDAGGIO
Italia Anno Zero: chi come ct per il dopo Ventura?
  Luigi Di Biagio
  Antonio Conte
  Carlo Ancelotti
  Roberto Mancini
  Fabio Grosso
  Luciano Spalletti
  Massimiliano Allegri
  Fabio Cannavaro

TMW Mob
Editoriale

Inter, la lista degli scontenti è lunga... Milan, un grande nome con i soldi cinesi! Pavoletti e Berardi, il calcio al contrario

07.09.2016 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 49504 volte
© foto di Federico De Luca

Sarà anche bello avvolgersi nell'azzurro della Nazionale ma, scusate, il campionato ha decisamente più appeal... Non vedo l'ora che arrivi il week-end, troppi gli spunti interessanti. E poi, via con le competizioni europee... Ci siamo, il calcio sta tornando padrone della mia vita (e di tanti amici, molti di voi compresi). Ma quale "indigestione di pallone", a me l'idea che si giochi sempre e comunque mi fa impazzire... Ma torniamo al week-end. C'è un match, della nostra bistrattata Serie A, che mi attira in particolar modo: Pescara-Inter!!! In un periodo storico in cui gli stadi sono sempre più vuoti (il 49% dei biglietti è rimasto invenduto nelle prime due giornate), ecco che all'Adriatico saranno 20.476 (dato del Centro, edizione Pescara) a seguire la partita. Sono onesto, mi sarebbe piaciuto essere uno di quei 20.476. Attenzione, in TV non me la perderò ma mi sarebbe piaciuto testare con mano le fondamenta di questa folle Inter griffata De Boer. La lista degli scontenti si fa sempre più lunga. Non può essere felice il neo tecnico che, in due partite, ha già perso tanti estimatori, forse troppi... Non può sorridere la società che, spese cifre folli, si aspettava un inizio decisamente diverso. Arrabbiato lo è pure Banega che, dopo aver gridato all'universo di essere e sentirsi un trequartista (di quelli bravi), potrebbe, nuovamente, giocare da play arretrato (da brividi). E non ridono anche molti giocatori che, sebbene facciano parte della rosa, di fatto sono già ai margini. Penso a Jovetic, Felipe Melo, Ranocchia, Andreolli, Nagatomo e potrei anche andare avanti... Al momento, per questi nerazzurri, la maglia da titolare pare introvabile quanto il Santo Graal. Ma c'è speranza, Indiana Jones l'ha trovato, o sbaglio? Il Santo Graal intendo...
Va beh, resta il fatto che mi piange il cuore pensare, in particolare, a Jovetic. L'ho adorato alla follia ai tempi di Firenze, ora soffro nel vederlo bloccato in un limbo dal quale sarà complicato uscire... Non sta benissimo l'Inter, diciamo che non brinda alla gioia della vita il Diavolo. In società, in maniera convulsiva, hanno guardato il monitor del pc e, alla fine (così pare) la cifra magica è apparsa: 85 milioni di euro!!! Tanti soldi, tutti Made in China e necessari per permettere al Milan di ripensare in grande. Ma l'importante è non ricommettere gli errori del passato. Inutile spendere per spendere, fondamentale investire in maniera oculata. Personalmente cercherei di comprare un grande difensore, uno che, insieme a Romagnoli e Donnarumma, possa diventare una certezza per il presente e il futuro del club. Chi? So che non farò felici i tifosi giallorossi ma io prenderei, tutta la vita, Manolas... E' un classe 1991, si vede che può ancora migliorare e, con Romagnoli al fianco, formerebbe una super coppia centrale, affidabile e con garanzia Duracell... Paradossale, due romanisti potrebbero far grande, nuovamente il Milan...
Chiudo con una riflessione. Nella finestra di mercato in cui Balotelli ha deciso di ricominciare dal basso e Cassano ha scelto di restarsene a Genova, sponda blucerchiata, voglio complimentarmi con Pavoletti e Berardi. In un calcio in cui arrivare in un grande club e, soprattutto, percepire sempre più soldi, sono gli obiettivi da perseguire ad ogni costo, questi due giocatori Made in Italy hanno remato contro corrente. Pavoletti avrebbe potuto andare al Napoli dove, probabilmente, avrebbe giocato una partita ogni quattro... Ha rinunciato a tanti soldi per rimanere il re del Grifone!!! Da applausi. E Berardi? No alla Juventus, dove avrebbe fatto la riserva delle stelle, per guidare il suo Sassuolo verso nuovi grande traguardi. I soldi non sono tutto, almeno per qualcuno...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve: attenti a quelli della “crisi” (e ai nemici in casa). Inter: Icardi e gli strani pensieri. Milan: il dubbio Montella e “la bella reazione”. Riflessione semiseria sul calcio italiano 21.11 - “Gli aspetti formali, tendenti alla verifica dello status quo, ci portano a considerare i rappresentanti delle Leghe, per quanto la situazione sia decisamente inaccettabile. E sì: bisogna riformare il calcio guardando al tutto!”. (Quelli che comandano, che hanno il culo sulla poltrona,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Tavecchio a casa, forse. Ventura fuori Paese ma attenzione ai successori. Gravina? C... Piace! Allegri, sveglia questa Juve. Palermo? Ve lo avevamo scritto un anno fa... 20.11 - E' successo l'impensabile e, allora, è giusto che si volti pagina perché il calcio è un'azienda e bisogna rispettare la meritocrazia. Prandelli e Abete salvarono la faccia e la dignità, qui non c'è stata né la faccia né la dignità. Un Mondiale si può sbagliare ma addirittura non salire...

EditorialeDI: Marco Conterio

Il disastro economico-sportivo di Tavecchio e Ventura: gli effetti sulle tasche degli italiani e pure sul mercato. Ancelotti, gli specchietti per le allodole e il nome che serve. Allenatori e giocatori: la ricetta per cambiare davvero 19.11 - Carlo Tavecchio che scarica il barile, le colpe e versa pure lacrime rabbiose e di frustrazione no. Carlo Tavecchio ancora in sella, neppure. Invece son due fotografie che questi giorni regalano, istantanee e video che arrivano e che resteranno a lungo in un calcio italiano destinato...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, crocevia Usa. La Nazionale riparte dal Milan. Perisic e i giocatori che vanno attesi 18.11 - Se il New York Times arriva ad occuparsi del Milan, vuol dire che il Milan fa gola. Stupiscono, ma forse fino ad un certo punto, i tempi scelti per lanciare la bomba mediatica, da un autorevole quotidiano che comunque negli ultimi due anni non era mai entrato nelle vicende del closing...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Collina l’uomo nuovo per la Federcalcio. Ancelotti, no alla Nazionale. Non farà la foglia di fico di Tavecchio che deve solo andar via. La colpa è sua: non ha capito la guerra fra Ventura e i giocatori. Tutti i retroscena. L’ex Ct via dall’It 17.11 - C’è solo un uomo in grado di cambiare il calcio in Italia e di rilanciarlo verso il futuro con interventi radicali e riforme illuminate e quell’uomo si chiama Pierluigi Collina. L’attuale capo degli arbitri della Fifa è l’unica personalità di livello mondiale spendibile dal paese...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Non è una questione di nomi, ma di programmi. E stavolta sul serio... 16.11 - Lunedì. Lunedì sarà il giorno in cui ci saranno le risposte. Le proposte che Tavecchio (che non si è dimesso) presenterà il nuovo programma da cui ripartire. Uomini e idee. E' lì che si giocherà la vera partita, è lì che misureremo la voglia di cambiamento del movimento calcio italiano. Delle...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

La Nazionale interessa davvero? Allora nuova “regola”: cinque italiani in campo (minimo) in ogni club!!! 15.11 - La delusione è ancora forte, quasi insostenibile. Come era prevedibile, tutti si sono inorriditi per quanto successo. L’Italia fuori dal Mondiale, una catastrofe, un’apocalisse, la morte del calcio italiano. Tanti presidenti di club si sono espositi in prima persona… Tutti avviliti...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Qui muore il calcio italiano 14.11 - Qui muore il calcio italiano, condannato dall'improvvisazione, le cattive abitudini, il malcostume di chi pensa che ce la farà per qualche bislacco diritto divino. Qui muore il calcio italiano. E ci fa male, malissimo, ma guardiamoci in faccia: è dannatamente giusto così. Qui...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Tifiamo Italia ma cambiamola da subito: 4 proposte per riformare serie A, B, C e D. Marotta, il problema non è la chiusura tardiva del mercato... 13.11 - Questa sera l'Italia del pallone, e non solo, si ferma. Come fosse una finale del Mondiale, il fiato sospeso per l'importanza della gara. Tutti su Rai 1 a tifare gli azzurri sbiaditi. Non è la finale di un Mondiale e neanche una semifinale. Un play off per farlo il Mondiale. Giochi...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Italia, i colpevoli dopo martedì. Esonerare Ventura ora è inutile, magari due partite fa... L'ombra di Conte e gli errori di Tavecchio 12.11 - Il giorno dei processi non è ancora arrivato. Sarà in ogni caso quello di martedì, perché la partita della Friends Arena, pur difficile come dimostrato già dalla sconfitta dei nostri cugini francesi, ha scavato l’ennesimo solco incolmabile fra la Nazionale di Ventura e la realtà....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.