HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2019/2020?
  Liverpool
  Paris Saint-Germain
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Tottenham
  Manchester City
  Juventus
  Atletico Madrid
  Napoli
  Borussia Dortmund
  Barcellona
  Inter
  Chelsea
  Ajax

La Giovane Italia
Editoriale

Inter, Sanchez c'è (e la telenovela Icardi...). Grandi manovre Juve, nessuno è al sicuro, soprattutto uno. Il Milan mette la retromarcia: due nomi per salvare due mesi di lavoro. Napoli: De Laurentiis non si fermi sul più bello

27.08.2019 00:00 di Fabrizio Biasin  Twitter:    articolo letto 54604 volte
© foto di Alessio Alaimo

Bentrovati. Siam tornati quasi tutti dalle vacanze. Quelli furbi partono ora. Noi siamo poco furbi, ma non è mica colpa nostra: c’è la chiusura del mercato, iniziato il campionato, tocca stare attenti a quello che accade. Ebbene, tutti si aspettano i fuochi d’artificio e come sempre accadrà poco. Oddio, poco, qualcosa accadrà, soprattutto in uscita (ma alla gente frega poco, la gente vuole solo gli acquisti).

L’Inter, per dire. I nerazzurri iniziano benissimo con 90 minuti in totale controllo. È vero, l'avversario era comodo ma era tempo che non si viveva una sensazione di tale "serenità". E il mercato? Arriva Sanchez, che doveva sbarcare a Milano martedì scorso e invece ci ha messo un po’ di più. Succede. L’importante è che completi un reparto che vedrà anche "l'inutile presenza” di Icardi. Come scriviamo da tempo il giocatore non ha intenzione di lasciare i nerazzurri, ha rifiutato le proposte presentate dalla moglie-agente (Napoli, Roma, Juventus, Monaco, Arsenal, Atletico Madrid…) e nonostante le pressioni di chi gli sta vicino (“è inutile che ti ostini”) ha sempre risposto “ho scritto quello che avrei fatto mesi fa, mi sento interista e non andrò via”. Così farà, a meno di clamorosi ripensamenti. Nella sua testa c’è la possibilità di convincere chi comanda a cambiare idea. Non ci riuscirà. Altro: Joao Mario finisce in prestito alla Lokomotiv Mosca, Dalbert non si sa, Borja Valero rimane, Biraghi arriverà. Fine.

Il problema del Milan che perde all’esordio in campionato contro l’Udinese non è tanto che sì, ha effettivamente perso, semmai che lo ha fatto nella maniera peggiore possibile: zero tiri in porta, zero idee, mollezza generale, nessuna scommessa tattica vinta e, anzi, la corsa del nuovo allenatore (che poi è Giampaolo) a dire in conferenza cose come "scusate, non c’ho capito molto, ora cambiamo strada perché forse è meglio". Cioè, ma davvero?
Per mesi abbiamo recitato la seguente cantilena: "Giampaolo è un maestro di tattica, forse il più bravo. Lo dicono tutti i suoi colleghi, lo pensiamo anche noi". E ancora: "Il Milan non acquisterà prime scelte sul mercato ma giocatori funzionali al 4-3-1-2 del tecnico". E altre cose. Capiamoci, per noialtri davvero il successore di Gattuso è bravo e capace, il suo lavoro alla Samp parla per lui, ma il Milan non è la Samp. E allora tocca puntare il dito anche su chi comanda, ovvero Boban e Maldini (anche se le domande andrebbero rivolte un po’ più su, al megadirettoregalattico Gazidis che si vede poco e parla ancora meno) e rivolgiamo loro una banalissima domanda: che si fa con il corteggiatissimo Angel Correa? Dalla Spagna lo danno vicinissimo ai rossoneri che ora riaprono anche il dialogo con la Juve per Demiral: basteranno due colpi last minute per evitare l'ennesima stagione di ricostruzione mancata?

Il turco non doveva partire, ma la Juve cerca cessioni e plusvalenze. Rugani piace sempre alla Roma (e visti i tre gol presi dal Genoa si capisce pure perché, c’è chi insiste per Nkoulou ma Cairo non lo lascerà andare), però il Diavolo vuole fare sul serio per il turco. E allora la faccenda è piuttosto chiara: se va via uno, resta l’altro. Insomma, I nomi sono sempre gli stessi ma è difficile immaginarsi uscite a raffica. I bianconeri sperano di piazzare Dybala, nome buono per arrivare alla plusvalenza più corposa, ma è difficile pensare all’arcinoto “scambio con l’Inter” ed è invece più facile credere in un comunque complicato passaggio al Paris Saint Germain.

Resta il Napoli che ha aspettato tutta l'estate James, ha atteso per settimane Icardi e alla prima di campionato si è ripresentato alla grande con i soliti noti. In attesa di vedere all'opera Lozano, resta la certezza sulle possibilità di Ancelotti di costruire un grande sogno. Serve un ultimo forzo: Llorente. Dovesse arrivare De Laurentiis potrà dire di aver fatto tutto il possibile per puntare allo scudetto.

Se Iddio vuole tra una settimana chiude il carrozzone del mercato. Diciamolo, tre mesi di chiacchiere saranno anche divertenti, ma alla fine rompono le balle.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Conte mai così: che succede? Inter quasi fuori. A Napoli c’è squadra e società: non c’era invece il rigore, e un po’ di tifosi... Juventus: contro l’Atletico già decisiva, ecco perché. Atalanta con obbligo di qualificarsi 18.09 - Non era mai successo di vedere una squadra di Antonio Conte così. Chi scrive segue Conte da vicino da più di una decade, dal suo arrivo a Bari, e certo dalla Juve in poi non è certo un mistero da disvelare. Bene: mai una squadra di Conte aveva giocato in questa maniera, semplicemente...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

La Juve di Sarri (forse) non nascerà, ma Maurizio ha un piano. Milan: il problema di Giampaolo è nell’estate (e il mercato non c’entra). Inter: il lavoro di Marotta e...il pensiero di Conte. Napoli: c'è il Liverpool, alla faccia dei comunicati 17.09 - Buon martedì. Eccoci qui a parlare di calcio. Ho perso al fantacalcio perché hanno annullato il gol a Joao Pedro. Non si fa. Ma veniamo a noi. Il calcio fa ammattire tutti e infatti spuntano le polemiche come funghi. Spunta la polemica su Sarri che parla degli orari di giuoco “e poi...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Sarri serve tempo ma Conte non ne concede. Inter concreta ma non bella. Cellino ci riprova con lo stadio... a Cagliari finì male. Samp, tra Vialli e Ferrero perde Di Francesco 16.09 - Se passi da Massimiliano Allegri a Maurizio Sarri devi preventivare che il passaggio possa risultare traumatico e, soprattutto, che ci voglia del tempo. Lo diciamo da due mesi: ai bianconeri, quest'anno, servirà tanta pazienza. Sarri è un allenatore vero e non impari i suoi schemi...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Il caso Mandzukic è chiaro: accetta il Qatar, aspetta la Cina o inguaia la Juventus?  La sicurezza di Koulibaly e la bacchetta magica di Conte. Il Milan riuscirà a ritornare grande? 15.09 - Doveva essere l'attacco di Mauro Icardi e Mario Mandzukic, sarà probabilmente di Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. I due argentini erano sul mercato ad agosto, nella speranza di trovare una sistemazione e una plusvalenza. Due motivi diversi per la permanenza: il primo non voleva lasciare...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, Mandzukic verso  il Qatar. Per gennaio ipotesi scambio Emre Can-Rakitic. Inter, per il centrocampo idea Matic. De Paul, oltre alla Fiorentina  attenzione anche al Milan 14.09 - Gennaio è lontanissimo, ma il mercato non si ferma, mai. Anche perché la chiusura della sessione estiva ha lasciato alcune situazioni in sospeso. In casa Juventus ci sono due vicende aperte: Mandzukic e Emre Can. Il futuro dell’attaccante (escluso dalla lista Champions e assente anche...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Sarri seduto su un vulcano. Torna dove perse lo scudetto e chi esclude Matuidi o Rabiot? Khedira o Emre Can? E Dybala? Mandzukic sta in panca o va in Qatar? E Montella rischia già. Conte fra Lautaro e Sanchez 13.09 - Penso a Sarri e ancora una volta ho come la sensazione che esista davvero la Dea Eupalla, come sosteneva il mitico Gianni Brera del quale abbiamo parlato giustamente tanto in questi giorni. O se non esiste, credo che da qualche parte almeno si nasconda un Folletto malizioso capace...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Chi spende e chi vince: non sempre coincide, anzi... le classifiche in Europa e in Italia 12.09 - Manca poco meno di una settimana e poi inizierà anche la Champions League. E le ambizioni delle squadre che parteciperanno i "pronostici" possono arrivare anche da un'analisi economica. E ci viene in aiuto una ricerca fatta dal CIES, pochi giorni fa, che testimonia come la voglia...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

I problemi delle grandi. Juventus: difesa fragile, scontenti rumorosi. Inter: esterni in prova, l’Europa di Conte. Napoli: poca intensità, cazzimma da trovare. Roma: nazionali senza filtro, e senza storia. Milan: poche idee ma confuse 11.09 - Tra le sette piaghe bibliche inflitte all’umanità non c’era ancora la pausa per le Nazionali a settembre solo perché ancora in quel tempo non era iniziato il campionato, ma nell’anno 2019 di grazia del Signore la sosta di inizio settembre si piazza come indice di gradimento esattamente...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Balle da post-mercato: occhio alle fregature. Nazionale: la retorica ci ucciderà. Zhang-DeLaurentiis e la sfida per l’Eca: molto più di una poltrona. 10.09 - Rieccoci. Non è che ci sia molto da dire. Del resto siamo al 43242° giorno di pausa per la nazionale, una calamità capace di uccidere persino taluni virus rari. Durante la pausa per la nazionale c’è talmente poco da dire che il livello di balle raggiunge l’iperuranio. Per dire, il...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Adesso inizia il campionato. Figc-Lega, aria di bufera. Gli inglesi ci copiano. La tv della Lega, da sogno a (quasi) realtà 09.09 - Il vero campionato inizierà nel week end. Come sempre le Nazionali rovinano tutto e le prime due giornate vengono considerate "fase di rodaggio" poi si è chiuso il mercato e solo ora, tra infrasettimanali e Coppe, si parte seriamente. Dove la classifica inizierà, lentamente, a prendere...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510