VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Inter scatenata, Juve attendista, Salah che farai? Torino e Samp si buttano nella mischia, la Roma abbraccia Nainggolan, ma non solo...

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
25.06.2015 08.14 di Luca Marchetti   articolo letto 99879 volte
© foto di Federico De Luca

Andiamo subito al sodo, ci sono molti affari in cantiere, giornate movimentate, viste anche le comproprietà!

L'Inter non sembra volersi fermare più. Continuano i contatti con il Marsiglia (che si erano congelati) per Imbula. Il presidente sembra poter aprire al prestito con obbligo di riscatto con i nerazzurri che hanno aumentato leggermente l'offerta: arrivando a 19 milioni. Il Marsiglia potrebbe accettare perché nel frattempo sta vendendo anche Payet al West Ham e risolverebbe così i problemi finanziari. Quindi l'Inter continua a lavorare sul centrocampista e non dimentica il terzino. L'accordo con il Barcellona, in linea di massima, c'è: prestito (a 1,5 circa) con riscatto (a 7/8 milioni). Decisivo l'incontro in queste ore con il procuratore del ragazzo. E la trattativa potrebbe chiudersi anche se Santon non dovesse andare al Watford con cui l'Inter è già d'accordo (cessione definitiva per 7,5 milioni): il ragazzo però non è convinto.

E l'attacco? A parte Nani (che però sta per andare in Turchia al Fenerbahce, ma l'Inter a cifre basse è in agguato) i nomi più caldi sono sempre gli stessi: Jovetic, Cuadrado, Perisic e Salah. A proposito di Salah, naturalmente (come per Cuadrado) non c'è solo l'Inter ma anche la Juventus. Il duello ora è con i bianconeri, ma non solo. Perché la Fiorentina ha tutt'altro che perso le speranze. Apertura da parte dell'entourage del giocatore a parlare della permanenza in Toscana, anche se (con le offerte da parte delle altre italiane) ci sarà una richiesta di aumento che i viola potrebbero anche ascoltare (anche se non soddisfare pienamente. Sarà importante dunque capire l'esito dell'incontro nelle prossime ore. A proposito di Fiorentina: interesse anche per Ekdal, in uscita dal Cagliari.

La Juve, come detto, rimane alla finestra per i due esterni ex viola (Cuadrado e Salah, che ex tecnicamente non è) e nel frattempo ha lavorato sia con il Sassuolo che con il Boca. Con gli emiliani è stato deciso di lasciare Berardi un altro anno in neroverde, per continuare il processo di crescita del ragazzo. Questo significa che entreranno (o non usciranno) soldi. La Juve infatti lascia Berardi al Sassuolo, mantenendo però un diritto di riacquisto. Ecco perché i bianconeri si guardano intorno con interesse. E allo stesso tempo guardano al futuro: con il Boca accordo raggiunto non solo per Vadalà ma anche per un'opzione da poter esercitare su qualche giovane interessante argentino. La lista? Eccola: Cristaldo e Betancur (centrocampisti), Pavon (attaccante), Komar (difensore)n e Cubas (centrocampista difensivo). Tutti del 96, tranne Betancur (97). Vadalà è l'unico che arriverà subito a Torino.

Intanto per un Tevez che se ne va, uno che arriva. Al Sassuolo. Si chiama Mauricio e non Carlitos, Newell's Old Boys, attaccante anche lui.

Ma questa appena finita è stata anche la giornata della Roma. Riscattato ufficialmente Nainngolan. Che rimarrà alla Roma: infatti è stato firmato anche il rinnovo di contratto a 3,5 mln per 4 anni. I 20 milioni il Cagliari li prenderà spalmati anche sul prestito di Ibarbo, ma poco importa. Sono questioni di bilancio, l'importante è l'accordo. Che ancora non c'è per Monaco e Roma. Destro è la prima scelta dei monegaschi, il ragazzo comincerà a parlare di ingaggio soltanto una volta raggiunto l'accordo fra le società: ancora ballano due milioni e non ci sono giocatori dentro. Almeno per ora. E la Roma andrà alle buste, probabilmente, per Caprari e Politano (entrambi Pescara) mentre ha chiesto all'Empoli il giovane Assan, 18 anni, che però l'Empoli vorrebbe tenere per la prossima stagione

Il Torino invece vorrebbe invece una squadra con il motore dell'Under21. Intanto ha parlato con il Palermo per Belotti. Il ragazzo non è incedibile e ha dimostrato le sue qualità anche con la maglia azzurra. La trattativa non è iniziata, stiamo ai balletti iniziali, ma l'interesse c'è eccome. Come c'è la volontà di trattenere Benassi e il rischio di buste con l'Inter è più che concreto. Sarà interessante seguire queste ultime ore di trattative. Di sicuro invece Cairo e Petrachi non riscatteranno El Kaddouri, che quindi tornerà al Napoli.

Molto attiva anche la Samp. Intanto praticamente chiuso Viviano con il Palermo per circa 2 milioni e 2oomila euro. E poi sta cercando di battere la concorrenza per Defrel. Il suo procuratore Pocetta a cena con Ferrero, pronta offerta per il Cesena (da circa 6 milioni) ma con Sansone dentro. Così potrebbe sbaragliare. E come se non bastasse Fernando dello Shakhtar è sempre più vicino: il giocatore non si è presentato al ritiro e sta spingendo molto per la soluzione italiana. E questa è una bella sponda per la Samp. Finito? No! Perché in attacco resta sempre viva anche l'opzione Zapata e non si esclude un possibile ritorno di Giampaolo Pazzini. Mentre in difesa si continua a corteggiare in maniera molto concreta Andreolli.

Anche il Palermo cerca un difensore: contatti in corso, continui con l'Empoli per Tonelli, ancora c'è da limare la distanza.

Parliamo del Milan soltanto in fondo perché la giornata non si è tinta di rossonero: Galliani sta lavorando in silenzio e a fari spenti. Bisogna minimizzare i rischi e individuare con certezza gli obiettivi. I nomi? Nel borsino degli attaccanti sale Bacca che piace molto e che ha un prezzo già fissato, al massimo si paga la clausola. A centrocampo, scendono le quotazioni di Witsel, per il quale servono molti milioni di euro, mentre rimangono stabili quelle di Bertolacci. Il Napoli riscatterà Jorginho dal Verona (nonostante qualche difficoltà), il Genoa ha riscattato Pavoletti, l'Udinese continua a pensare a Pepe e potrebbe prendere Lukanovic (98) dal Parma. Il Bologna valuta Brighi, il Chievo si è incontrato con Schelotto, vuole Cacciatore dall'Atalanta e ha individuato in Hernandez (ex Palermo) un possibile rinforzo per l'attacco

L'Atalanta ha messo in piedi una maxi operazione con il Cesena: a Bergamo Valzania (che comunque rimarrà in Romagna anche la prossima stagione, centrocampista) a Cesena Molina, De Luca, Caldara e Koné. Empoli vicino all'acquisto di Magnusson e Carpi vicino al ritorno di Gabriel dal Milan.

Poi la B: Vicenza non ha scelto ancora l'allenatore. Contattati Del Neri e Mangia, con Marino sullo sfondo, a Cagliari interessa Schiavi, il Cesena (oltre ai 4) interessato a Rosseti, il Perugia tratta Sestu e vorrebbe trattenere Ardemagni, per l'Avellino idea Falcinelli.

Giornata infinita, trattative continue. Tenetevi forte, oggi ci sono le ultime comproprietà


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, Mancini in corsa per il dopo Allegri. Ma piacciono anche Sousa e Spalletti. Via libera a Bonucci. Inter, Sabatini prepara la sorpresa in panchina. Milan, Morata vuole il Real. Bernardeschi in vendita per 60 mln 26.05 - Resta o non resta? Il futuro di Allegri è il grande rebus di questo finale di stagione. La sensazione, più che diffusa, è una e una sola: se ne andrà. E questo la Juve l’ha ampiamente capito. Le motivazioni sono abbastanza semplici, normali e condivisibili, dopo tre scudetti e tre...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.