VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/18?
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Roma
  Liverpool

Editoriale

Inter scatenata ma scelte corrette? Icardi-Real, troppi spifferi! Conte, ma che dici? FIGC, Billy pensaci tu…

31.01.2018 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 36448 volte

Siamo agli ultimi botti di un mercato invernale che, dobbiamo ammetterlo, a pochissime ore dal “game over”, ha deluso ampiamente. Tantissime chiacchiere, alcune frutto della fantascienza di Spielberg (consiglio il docu-film sul regista di E.T., davvero straordinario), altre irrealizzabili per un calcio italiano che, come dimostrano i caos in Lega Serie A e FIGC, è alle prese con una crisi d’identità (e di grano, nel senso di soldi) evidente. Diciamo che l’Inter, tra tutte i club impegnati nel mercato cosiddetto di riparazione (termine che odio dal profondo del cuore perché mi ricorda le interrogazioni “di riparazione” di quando mi barcamenavo al liceo scientifico), è quella che si è data più da fare. Lisandro Lopez e Rafinha sono stati presi, per Pastore siamo alla stretta finale e qualche esubero ha fatto le valigie e se ne è andato (Joao Mario su tutti, sperando che al West Ham torni a brillare come all’ultimo Europeo). Ovviamente Gabigol non è neppure da citare, il brasiliano era la mia “faccina” social preferita… Insomma, il duo Ausilio-Sabatini si è dato un gran da fare, cercando di accontentare, in tutto e per tutto, Spalletti. Ma sono le scelte corrette per rinforzare l’Inter? Questa è la vera, grande, domanda. Onestamente qualche dubbio resta… L’Inter aveva, a mio avviso, un roster di eccellente livello già prima del mercato invernale. La qualità non mancava e non manca ai nerazzurri. Il grande assente è il gioco. Fatta eccezione per qualche spezzone di partita (con la Roma o con il Chievo, per fare due esempi in cui la squadra di Spalletti ha convinto), l’Inter non ha mai brillato a livello di “bel gioco”. Troppo dipendente dagli esterni (lo sanno anche mia zia che segue, in TV, solo Chi l’ha visto?), troppo legata ai gol di Icardi. Ecco, parliamo di Maurito. Fossi un presidente, inserirei una clausola nel contratto di ogni mio giocatore con la seguente dicitura: “Fino a quando giochi per me, tu non puoi usare i social network, neanche per fini personali”. Mi chiedo a cosa hanno pensato i tifosi dell’Inter del post, criptico, di Maurito… Sarà stato, come dicono, uno sfogo personale… Personalmente, non credo mai alle coincidenze. Il famoso post “Poter dire addio è crescere”, per quanto mi riguarda, ha due possibili chiavi di lettura. La prima: un messaggio a Wanda Nara? Sarebbe materiale da “prima pagina” per il mondo del gossip. La seconda: è tentato, come dice Sampaoli, suo allenatore in nazionale, dal Real Madrid! Per fortuna ne parleremo, sicuramente, in estate (e anche a lungo). Per il momento, che possa festeggiare il prima possibile i 100 gol in Serie A. Sarà un bel traguardo per lui e una boccata d’ossigeno per l’Inter che, ultimamente, Maurito l’ha visto pascolare in mezzo all’area di rigore avversaria senza essere mai incisivo (non solo per colpa sua)…
Doveroso citare Antonio Conte. Ho un debole per Lui. Per me è il vero Numero Uno… Il Chelsea spende 20 milioni (più tanti altri milioni in bonus) per comprargli Emerson Palmieri e Lui, il mitico Antonio, commenta con un favoloso: “Non me lo ricordo…”. Non proprio il miglior modo per accogliere il brasiliano. Diciamo che per l’ex esterno giallorosso la strada verso il successo in quel di Londra, sponda Blues, sarà lunga ed impervia… E, aggiungo, Conte non perde l’occasione per dimostrare la sua “irrequietezza” nei confronti di Abramovich. Voleva Dzeko, gli hanno preso Emerson Palmieri… A giugno, salvo imprevisti, Conte andrà altrove. Che sia ancora Nazionale? Improbabile…
Chiosa dedicata, appunto, alla FIGC. Inutile commentare quanto accaduto. Siamo in Italia, non mi stupisco più di nulla. Per fortuna Malagò è una persona intelligente e, soprattutto, competente. Farà la scelta giusta per provare, sottolineo, provare a cambiare il nostro sistema calcio. E mi auguro tanto che la scelta dell’uomo di campo cada su Billy Costacurta. Ha presenza scenica, sa il fatto suo ed è uno che ha sempre giocato per vincere… Attenzione: Billy Costacurta, o chiunque verrà scelto, non avrà vita facile. Ricordiamoci che ogni proposta dovrà essere valutata in assemblea, ovvero da quelle persone che, in un modo o nell’altro, sono ancora lì, sempre lì, eternamente lì. Servirà grande personalità e determinazione, la stessa che Billy aveva in campo quando entrava in tackle…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: Allegri andrà via, ma guai a dare i bianconeri per “finiti”. Milan: la follia dei processi a Gattuso. Inter: l’operazione Champions spaventa solo i deboli. Napoli: occhio all’uragano Sarri. E forza Roma, ovvio 24.04 - Tra breve parleremo di calcio. Davvero. Ma prima l’Uomo-Ken. Ognuno nasce con uno scopo: alcuni diventano astronauti, altri benzinai, altri missionari, altri Uomo-Ken. L’Uomo-Ken è un tizio che ha come unica ragione di vita assomigliare a Ken, il noto bambolotto Anni ‘80. In questi...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Allegri non pervenuto. Sarri, colpo Gobbo a Torino. Milan, che dolore il colpo della strega. Crisi Udinese, Oddo non pronto per questi livelli. De Canio e la bacchetta magica... 23.04 - Se la Juventus prepara una finale scudetto in questo modo, molto colpe sono del suo allenatore. Squadra scarica, zero tiri in porta, gente che passeggia in campo e neanche il 10% della carica agonistica che ti aspetti per chiudere i conti e ammazzare il tuo rivale. Juventus ai minimi...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Juventus-Napoli, solo un crollo verticale può salvare la A dalla monotonia. Roma può diventare come Londra, ma dipenderà dallo stadio. Che bella la lotta salvezza 22.04 - Questa sera andrà in scena la madre di tutte le partite. Almeno per una fetta, consistente anzichenò, del nostro calcio. Perché tutti coloro che non tifano Juventus proveranno a vedere, finalmente, la speranza di avere una nuova regina del calcio italiano. Il Napoli incarna Davide...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Morata-Juve per ora solo un’idea, ma il ritorno non è impossibile. Per Torreira il Napoli tenta l’affondo. Mancini CT, lo Zenit frena: i tempi potrebbero allungarsi 21.04 - La sfida scudetto di Torino è dietro l’angolo ma anche il mercato continua a regalare spunti interessanti e per certi versi clamorosi. Parto subito forte e vi dico che il ritorno di Morata alla Juventus non è impossibile. Al momento è solo un’idea, destinata a rimanere tale se la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve-Napoli, ecco come giocheranno. Sui bianconeri le maggiori pressioni. Dybala è il dubbio. Pjanic recupera. Milik in vantaggio su Mertens. Restare o andar via? Il futuro di Allegri e Sarri passa da questo scudetto. Italia, Mancini CT 20.04 - Hai nove punti di vantaggio, praticamente già vinto lo scudetto e pochi minuti dopo scopri che quei punti si riducono a quattro e ritorna tutto in discussione. Non deve essere simpatico. Non è un momento semplice per la Juve alla vigilia dello scontro diretto col Napoli, pochi giorni...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Juventus-Napoli, sfida totale. Un finale di campionato elettrizzante… 19.04 - Un finale di campionato così è letteralmente da sogno. Per tutti i tifosi, di tutti i colori. Perché vivere un duello così bello, così intenso, con così tanti colpi di scena concentrati in pochi minuti o in poche giornate. Lo scontro diretto è ormai alle porte e viverlo con queste...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

I dolori del giovane Andrea Agnelli: se gli obiettivi futuri della Juventus valgono davvero questo danno d'immagine, per il club stesso, e per Gigi Buffon. Gravissima l'accusa di malafede a Collina 18.04 - È passato tutto in cavalleria. No, non di certo le parole di Buffon o di qualcun altro. Le uscite dei giocatori hanno fatto molto clamore, anche se qua in Italia si è trattato solo di rumore, mentre all'estero è stato disgusto e condanna, in un tragico giro del mondo che ha fatto...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la corte a Marotta e il futuro di Allegri. Milan: il piano di Gattuso per la prossima stagione (e Donnarumma?). Inter: quanti processi senza senso. E a Buffon il 432esimo consiglio non richiesto 17.04 - A Milano è iniziata la Settimana del Mobile. Alla Settimana del Mobile è difficilissimo trovare dei mobili e la cosa, converrete, è molto curiosa. Molto più facile trovare gente di merda. Di quella sono piene le vie. Sembra che tutti vadano nelle feste esclusive, fanno a gara a dirtelo,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Ecco perché Buffon va assolto. Il suicidio della Lazio senza un perché. L'Inter senza Icardi ha un problema. Empoli verso la A: bastava esonerare Vivarini 16.04 - Ci siamo lasciati alle spalle la settimana europea più folle di sempre per il calcio italiano. Istanbul a parte, una roba del genere non l'avevamo mai vista. Nel bene (la Roma) e nel male (la Lazio). E la Juve è bene o male? Vi starete chiedendo. Assolutamente nel bene. La Juventus...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il problema non è il contatto Benatia-Vazquez, il problema è tutto il resto: Ceferin faccia subito un passo indietro. La UEFA ha due scuse, ma non bastano per giustificare questo atteggiamento: ha ragione Gattuso 15.04 - Andò peggio, molto peggio, un anno fa. Erano sempre i quarti di finale di Champions League, c'era sempre il Real Madrid, ma i blancos al Bernabeu non avevano di fronte la Juventus, bensì il Bayern Monaco, sconfitto 2-1 all'andata. I bavaresi, allora guidati da Carlo Ancelotti, nei...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.