VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

Inzaghi già in sede ma senza l'ufficialità. L'Inter si intreccia al Napoli e gli amori di ritorno. Juve è già tempo di incontri

Nato a Terni il 6 maggio 1976, lavora a Sky come vice caporedattore e si occupa del coordinamento del telegiornale. Tra i volti più conosciuti del calciomercato per l'emittente di Rupert Murdoch.
29.05.2014 00.00 di Luca Marchetti   articolo letto 31736 volte
© foto di Federico De Luca

Inzaghi ha iniziato il suo nuovo corso. Secondo indiscrezioni il suo contratto potrebbe essere fino al 2017, alla faccia della scaramanzia. Non ufficialmente certo, ancora non è arrivata la comunicazione a Seedorf di interruzione rapporto. Ma intanto Inzaghi comincia a lavorare: Tassotti probabilmente rimarrà a fare il secondo (anche se ancora non ha detto sì). Galli invece ha detto che preferisce rimanere ancora al settore giovanile (e questo comporta un piccolo problema con Sacchi che sarebbe dovuto tornare al Milan proprio con quel ruolo). E contestualmente, mentre Inzaghi si metteva a disposizione di Galliani a Casa Milan, Emery firmava il suo rinnovo di contratto fino al 2016. Ufficiale, stavolta. Con un po' di batticuore nei giorni finali quando le telefonate da Milano diventavano sempre più intense.
Tutti hanno trovato la propria strada, tranne a Roma. Dove è esploso il caso Benatia. Il difensore è stato molto duro con la Roma, intesa come società. Nell'intervista non bastona né Sabatini, né Garcia. Cerca di essere equilibrato. Ma la parola "ridicola" è molto forte. E' un segnale di rottura. Ora bisogna capire chi fra le grandi d'Europa ne può approfittare e se la Roma cederà. City, Barcellona e Chelsea sono alla finestra. Pronte ad intervenire. I difensori centrali sono diventati una merce rara. Anche Ranocchia potrebbe trarne profitto (nonostante le investiture di Moratti e Zanetti): non ha ancora rinnovato e avrebbe un prezzo abbordabile (sicuramente più abbordabile di quelli che girano ora fra le grandi d'Europa). Prima però incontrerà l'Inter che è la sua priorità.
A proposito di Inter il borsino centrocampisti dice Behrami in grande rialzo: è il giocatore che Mazzarri preferisce grazie alla sua intensità e presenza fisica. Un'alternativa è Mario Suarez dell'Atletico che però costa molto (l'Inter aveva anche provato ad intavolare una trattativa cercando di capire se era possibile abbassare il prezzo con contropartite tecniche). Ma Mario Suarez in qualche modo ci potrebbe entrare lo stesso: il Napoli vende Behrami e con i soldi della sua cessione si aiuta a prenderlo. E l'Inter potrebbe contribuire ancora. Perché i nerazzurri hanno bisogno anche di un esterno. Il favorito in assoluto di Mazzarri è Zuniga. Lo ha "inventato" lui, ha appena recuperato dall'infortunio. Ora si guarderanno con attenzione i Mondiali per capire se davvero è tornato al top. Poi si vedrà: la trattativa al momento è praticamente impossibile. Sia perché il Napoli lo valuta molto (sicuramente sopra i 10 milioni) sia perché lui guadagna 4 netti. Più economico sicuramente Lione Vangioni, argentino con passaporto italiano, fresco campione con il River Plate. Costo dell'operazione circa 3 milioni di euro. E' stato proposto sia all'Inter che alla Fiorentina: giocatore estremamente interessante. Nello stesso ruolo scendono le quotazioni di Caner Erkin (potrebbe addirittura rinnovare con il Fenerbhace) e rimangono stabili quelle di Siquera: il giocatore interessa molto perché viene dal settore giovanile dell'Inter ma se dovesse essere riscattato dal Benfica (lui è di proprietà del Granada) per i nerazzurri sarebbe impossibile prenderlo.
Anche la Juventus sta lavorando con grande intensità. Un giorno chiave potrebbe essere il 2 giugno. In programma Real Juve vecchie glorie. E ci sarà l'occasione per stringere Morata. La strategia della è quella di chiudere l'operazione in prestito con diritto di riscatto e controriscatto. Il Real e il giocatore potrebbero essere interessati (a differenza che per altre squadre) perché (rispettivamente) la Juve gioca in Champions e perché vorrebbero avere buoni rapporti in vista di possibili cessioni di Vidal e Pogba. Si continua a lavorare sottotraccia per Candreva e entro la settimana è previsto un nuovo appuntamento per Pereyra. Capitolo cessioni: Quagliarella piace a Samp, Lazio e Parma, il Verona è interessato a Peluso. Mentre per Immobile la trattativa non ha subito evoluzioni, ma Cairo sembra essersi (leggermente) ammorbidito.
Fra i nomi per la sua sostituzione il Toro pensa ad un altro capocannoniere: Babacar. Finora 20 gol in B, classe 1993. Di proprietà della Fiorentina. Giocatore che è letteralmente esploso questa stagione. Lo cercano anche Udinese (che con la Fiorentina sta parlando della comproprietà di Cuadrado) e il Cagliari (la Fiorentina è interessata a Rossettini). E anche all'estero squadre come il Besiktas hanno già messo sul tavolo 5 milioni di euro. Per sostituire Babacar il Modena ha messo gli occhi sul capocannoniere della torneo Primavera Da Silva (19 gol): è del Chievo. Ma il Modena deve vincere la concorrenza del Crotone e dell'Avellino.
Il Cagliari sembra essere passato di mano. Cellino si è detto soddisfatto della proposta degli americani.
Operazione da 70-80 milioni di euro, con circa 10 versati subito alle firme. Nell'operazione il club, il centro sportivo di Assemini e i terreni di Cellino vicino all'aeroporto di Elmas (parzialmente edificabili). La firma e la chiusura dell'operazione saranno però subordinate alla questione stadio. Gli americani venerdì vedranno il sindaco e chiederanno apertura Sant'Elia a 16 mila per una stagione e soprattutto garanzie e libertà per costruzione nuovo stadio. Giulini rimane in attesa.Nel fine settimana previsto incontro fra Reja e Lotito: se Reja dovesse decidere di non fermarsi è in pole position Pioli.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Gigio guardalo, è il tuo Milan. L'inevitaible egoismo di Totti. Bonucci e United esempi veri 27.05 - Ci sono in giro due tentativi di contaminare il momento magico del Milan. Che non è il sesto posto, ma è il mercato di svolta fatto con intensità e coraggio, il buon senso che si legge in tante scelte e in tanti atteggiamenti, l'eccezionale stato di forma dei tifosi. Che non si sono...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Mancini in corsa per il dopo Allegri. Ma piacciono anche Sousa e Spalletti. Via libera a Bonucci. Inter, Sabatini prepara la sorpresa in panchina. Milan, Morata vuole il Real. Bernardeschi in vendita per 60 mln 26.05 - Resta o non resta? Il futuro di Allegri è il grande rebus di questo finale di stagione. La sensazione, più che diffusa, è una e una sola: se ne andrà. E questo la Juve l’ha ampiamente capito. Le motivazioni sono abbastanza semplici, normali e condivisibili, dopo tre scudetti e tre...

EditorialeDI: Luca Marchetti

La rincorsa di Inter e Milan: panchina e campo. La Roma irrompe su Schick. Juve in sordina 25.05 - Vi avevamo avvertito: sarebbe bastato che il campionato desse i suoi verdetti (anche non tutti) e poi sarebbe partito il mercato. Quella che sembra occuparsene di meno (sembra) è la Juventus, concentrata sull'Europa della Champions. Ma non credeteci troppo: chiedete a Keita e Schick...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Totti Day, niente scherzi! Donnarumma, tanta paura… Inter? 11 con le valigie, con possibile scambio con la Juve… 24.05 - Domenica 28 maggio, ore 18.00, Stadio Olimpico in Roma. Ultima giornata di Serie A con i giallorossi vogliosi di blindare il secondo posto. Ci dispiace, non è questo il “titolo ad effetto” che ci interessa… Domenica 28 maggio andrà in scena il Totti Day, non c’è altro che abbia senso…...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.