VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Musacchio, Kessiè, Ricardo Rodriguez e André Silva. Quale nuovo acquisto del Milan vi piace di più?
  Mateo Musacchio
  Franck Yannick Kessié
  Ricardo Rodriguez
  André Silva

TMW Mob
Editoriale

Inzaghi: lui il Sassuolo lo salvava... Ancelotti: F. Coentrao serve, altrimenti... Guarin-Vucinic-Hernanes-Osvaldo: alla fine ne esce meglio l'Inter. Cannavaro-Sassuolo: Napoli sei d'accordo? Roma: Sabatini prende Sanabria, Lotito cede il profeta

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
01.02.2014 00:00 di Mauro Suma   articolo letto 58155 volte

Il mercato e le sue storie. Cose che succedono, cose che non succedono, intrecci che si snodano e sorprese assolute. Filippo Inzaghi ad esempio. Il Sassuolo non era rimasto abbagliato dal nome, ma dall'entusiasmo e dalla professionalità di Superpippo. Anzi di Mister Inzaghi, perché questa vicenda Sassuolo-Milan-Primavera segna un punto fondamentale. Di Inzaghi non si parla più come ex giocatore, ma come allenatore a tutti gli effetti. E' stato tentato dal salvare il Sassuolo il Mister della Primavera rossonera (vuole vincere il titolo italiano), e lo avrebbe salvato grazie anche all'organizzazione del Club emiliano di cui adesso si avvarrà Malesani, ma il Milan è il Milan e la vita continua con entusiasmo.

Carlo Ancelotti ci teneva moltissimo a far fare bella figura ad Adriano Galliani e quando ha ricevuto la telefonata da Casa Milan, l'allenatore del Real Madrid avrebbe tanto voluto liberare Fabio Coentrao per il Milan e per Galliani. Ma tra Liga, Champions League e Coppa del Re (doppio derby contro l'Atletico in Semifinale), il giocatore serve davvero ai madridisti. E, a malincuore, ma con la doverosa e consueta professionalità verso il suo Club, Carlo Ancelotti ha dovuto negare al richiestissimo amministratore delegato rossonero il suo giocatore. Ma l'amicizia rimane solida e importante.

Incredibile dictu. Ma, alla resa dei conti, alla prova dei fatti, l'Inter capovolge il verdetto. Era uscito con le ossa rotte il Club nerazzurro dal martedì post-Genoa. Lo scambio Guarin-Vucinic saltato per la reattività della piazza e in un clima di imbarazzo generale della dirigenza, aveva giustamente fatto propendere la bilancia a favore della Juventus e fomentato grandi perplessità sul polso e sul futuro del board dell'Inter. Ma le lancette del mercato si sono rimesse in moto e alla fine le schegge dello scambio mancato hanno rimesso in primo piano l'Inter. Entrambi i Club hanno dovuto ricorrere al mercato per tamponare gli effetti del "barattus interruptus". Ma la Juventus ha dovuto prendere Osvaldo che mette di fatto fuori dai giochi Vucinic e accentua il malumore di Quagliarella. L'Inter invece si rafforza con Hernanes e recupera il rapporto con Guarin che va a comporre con il brasiliano un centrocampo importante. Chi l'avrebbe detto?

Paolo Cannavaro a Sassuolo. Destinazione degnissima, con in prima fila il patron Squinzi e una realtà fresca ed emergente. Ma Napoli e i napoletani non riescono a mandarla giù. Il capitano dei napoletani, la bandiera, va in provincia, in una squadra alle prese con il primo campionato di Serie A della sua storia. E il punto non è tanto tecnico, quanto di fede. Nel Napoli, in difesa, non giocano una sfilza di Beckenbauer. Al di là di questo però, i tifosi del Napoli, in cuor loro, non condividono l'acme con cui il presidente De Laurentiis ha vissuto e portato all'estrema conseguenza i dissidi con Paolo. Oggi Cannavaro non c'è più, ospiterà il suo Napoli al Mapei Stadium, la vicenda tecnica è chiusa. Ma il magone dei tifosi partenopei lato umano, non passa e non passerà.

Roma giallorossa attacca, Roma biancoceleste si difende. Come scrivevamo qualche settimana fa, il progetto giallorossa si consolida e fa pressing sul futuro. In qualsiasi sessione di mercato, anche a Gennaio 2014. La Roma si rafforza per il presente con Nainggolan e Bastos e ipoteca il futuro con Toloi e Sanabria. Soprattutto quest'ultimo, un vero e proprio crack giovanile a livello europeo. Nella Roma giallorossa degli alti e bassi (quante crisi nei tre anni precedenti...), il progetto si è consolidato per l'oggi e per il domani. Sull'altro fronte, è un po' la legge del contrappasso. Del resto il calcio è ciclico. Il presidente Lotito che ha sempre fatto i miracoli con il bilancio della Lazio e i debiti degli anni Novanta, è in un momento più difensivo che offensivo. Incassato l'assegno importante per Hernanes, il Club biancoceleste lo ha sostanzialmente messo nel salvadanaio. Il Profeta viene di fatto rimpiazzato dall'attesa per il ritorno di Mauri e dall'acquisto low cost di Gael Kakuta, 22enne dal Chelsea. La conduzione di una società di calcio passa anche dal gioco dell'incudine e del martello. Quando, con i conti non si scherza, si può essere economicamente martello si vincono le coppe Italia e le supercoppe d'Italia. Quando è il momento dell'incudine, si mette in sicurezza il ricavato da una grande cessione. Sta ai tifosi laziali capirlo e accettarlo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, Bonucci non è incedibile. Se vuole può partire. Douglas Costa o Bernardeschi? Iniesta con Cuadrado al Barça. Agnelli rimane presidente. Milan, Donnarumma resta 23.06 - Dalla notte di Cardiff sta nascendo il mercato della Juventus e neppure le liti (presunte o vere), i lunghi coltelli (veri o presunti) dello spogliatoio, potranno far cambiare idea a Marotta e Paratici. Avanti con questo gruppo, anche se i ritocchi saranno pesanti. E se qualcuno pensa...
Telegram

EditorialeDI: Luca Marchetti

Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma, ecco perché va via. Una storia scandalosa. Il Real lo aspetta, ma anche la Juve. Tornerà in Primavera o andrà in tribuna. Piace Neto. Inter, via Perisic. Nel mirino Bernardeschi e Borja Valero. Allegri aspetta Iniesta 16.06 - Donnarumma, una storia scandalosa. Una società investe sul settore giovanile, fa crescere un bambino, lo lancia in serie A, gli offre cinque milioni di ingaggio per cinque anni (una follia) e lui che fa? A diciotto anni dice no, vuole andar via per più soldi e forse più gloria. Una...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Inter colpo a centrocampo, Juve passi avanti per N'Zonzi (e non solo), Milan il giorno di Donnarumma 15.06 - Si presenta Spalletti e spiega la sua filosofia. E mentre si presenta i suoi direttori lavorano per consegnargli una squadra che possa ricalcare più possibile le sue idee. Ecco perché è partita l'offensiva per Borja Valero. Il giocatore era già in cima alla lista dei desideri di Spalletti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan regina del mercato ma il prezzo lo fa la Juve… Chelsea-Insigne, mai nella vita! Inter, Perisic partirà. Ania, l’amica che tutti sognano… 14.06 - Ormai il caldo si è impossessato delle nostre giornate. Le temperature sono sempre più hot, così come il mercato. Si parla di milioni come se fossero noccioline… Sontuoso quanto sta facendo il Milan. Zittiti tutti coloro che dubitavano della solidità della nuova proprietà cinese....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.