HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Rinnovo Icardi: cosa farà il capitano dell'Inter?
  Resterà all'Inter senza rinnovo
  Rinnoverà il contratto in scadenza nel 2021
  Non rinnoverà e lascerà l'Inter in estate

La Giovane Italia
Editoriale

Juve a Berlino per Trochowski. Schweinsteiger, analogie con Lampard

Nato a Messina il 15 Aprile 1964, si trasferisce a Roma nel 1989 per lavorare presso la Redazione del Corriere dello Sport, fino al 2007. Opinionista a Sportitalia, ha vinto i premi "Oscar dei giovani","San Silvestro d'oro" e "Beppe Viola".
19.11.2008 00:00 di Alfredo Pedulla'   articolo letto 17288 volte
Juve a Berlino per Trochowski. Schweinsteiger, analogie con Lampard

Ringrazio un paio di colleghi tedeschi che mi hanno messo sulla retta via ieri a tarda ora. Mi hanno detto: "Abbiamo dato un'occhiata all'elenco degli accrediti per Germania-Inghilterra in programma a Berlino mercoledì 19 , indovina chi abbiamo trovato?". La partita è stasera, nell'elenco hanno trovato Alessio Secco, direttore sportivo della Juventus, accompagnato da Renzo Castagnini reduce da un viaggio in Sudamerica. Attenzione al falso indizio: tutti pensano che la Juve sia lì per Bastian Schweinsteiger che non ha ancora firmato il rinnovo per il Bayern, ma sul piccolo Hulk mi soffermerò più avanti. La Juve è a Berlino per una nuova pista che può concretizzarsi entro Natale. Di chi sto parlando? Di Piotr Trochowski, classe 1984, centrocampista dall'Amburgo, che quasi quattro anni fa lo prelevò dal Bayern, con meno di 15 presenze in Nazionale. Un bel centrocampista centrale, qualità e quantità, un signore di personalità e di concretezza. Non ha un gran fisico, Piotr, 169 centimetri per 70 chilogrammi, ma ha staccato tutti i tagliandi di competitività. L'Amburgo vorrebbe blindarlo, ma si sta facendo tardi perché il suo contratto scade nel 2010 e Piotr ha il desiderio di fare un'esperienza altrove. Sulle sue tracce c'è l'Arsenal che non molla la preda. Ma la Juventus vuole giocare di anticipo, per questo motivo Secco stasera è a Berlino. I primi contatti con l'entourage del ragazzo ci sono stati: meglio ancora, con correttezza la Juve si è informata sull'ingaggio di Trochowski e su quanto vorrebbe guadagnare. La risposta: Trochowski guadagna meno di un milione di euro, raddoppiandogli l'ingaggio l'operazione andrebbe in porto. Ma la Juventus vuole evitare aste perché sa che l'Arsenal sarebbe un osso molto duro e perché quando fiuti l'affare inutile fare troppi giri di parole: meglio prendere la posizione giusta e possibilmente mettere nero su bianco. L'Amburgo lo valuta otto milioni di euro, magari si può chiudere a 7,5. Una cosa è sicura: la Juventus sta monitorando il mercato con grande attenzione. E ha mandato in avanscoperta Castagnini, nella speranza che gli osservatori diano qualche ritorno migliore rispetto al recente passato. Juve stregata da Mattioni, classe 1989, fenomeno del Gremio, passaporto italiano e che fino a non troppo tempo fa poteva essere portato a casa per 800 mila euro. Adesso si viaggia da 7,5 agli 8 milioni di euro: Juve stregata perché ha scoperto di avere individuato il nuovo Camoranesi, anzi potenzialmente un Camoranesi più forte, un artista della fascia destra, uno che quando ti punta ti lascia per strada e rischi di andare in affanno, quasi asfissiato da quelle improvvise folate di vento.
Immagino la domanda: ma allora per Bastian Schweinsteiger c'è poco o nulla da fare se non rassegnarsi all'idea che rinnoverà il contratto con il Bayern? E' normale che non ti rassegni fino a quando manca la fumata bianca. Ed è ancora più normale immaginare che se siamo quasi a fine novembre e il tuo contratto scade a fine giugno ci sono le possibilità di interferire. Le correnti di pensiero sono due. La prima: Bastian si sta guardando intorno, è tentato dalla Premier, dalla Juve o dal Milan, si scatenerà un'asta alla Flamini e alla fine vincerà chi avrà offerto più soldi e un impegno con una maggiore durata. La seconda corrente di pensiero è quella che sta prendendo consistenza con il passare delle settimane: ricordate la storia di Lampard e il Chelsea? La scorsa estate si diceva: va all'Inter, va da Mourinho che stima tantissimo, vuole aprire un nuovo ciclo lontano dall'Inghilterra. Alla fine Lampard ha rinnovato perché -si disse -in fondo voleva restare alla corte di Abramovich e quel corteggiamento di Moratti non aveva fatto altro che aumentare il "bonus" di sterline. Possibile che ci sia lo stesso epilogo anche per Schweinsteiger, tuttavia la partita resta abbastanza aperta.
Cercherò di darvi aggiornamenti di mercato già stasera nel corso della no-stop per Maradona all'esordio sulla panchina dell'Argentina, stasera dalle 19,30 su Sportitalia: grandi ospiti, il pallone che rotolerà a Glasgow alle 21, appuntamento imperdibile. Ma nel frattempo vorrei spendere due velocissime considerazioni. La prima riguarda De Laurentiis, patron del Napoli, giustamente imbufalito per la prestazione della squadra a Bergamo: è vero, può starci perdere, ma l'atteggiamento conta e l'atteggiamento è stato fin troppo morbido,come se la squadra fosse appagata. Nessuno può discutere i risultati fantastici di Reja da quando è a Napoli, ma credo che il 3-5-2 .- quando affronti Del Neri - possa e debba essere messo da parte. Non puoi mangiare ogni giorno la stessa minestra, oppure mettere lo smoking quando ti servono jeans, maglietta e un paio di scarpe da tennis senza impettirti troppo pensando che l'avversario debba preoccuparsi di te. Ogni tanto è giusto che sia tua preoccuparti dell'avversario, a cambiare atteggiamento e modulo. Sarebbe assurdo montare un processo, ma è giusto che De Laurentiis si adiri: mai come quest'anno il quarto posto è un approdo possibile, perdere punti per strada a causa di atteggiamenti superficiali è un peccato vero.

Consentitemi una digressione personale. Le mie condoglianze alla famiglia di Lillo Scopelliti, cantore della Reggina per una vita (professionale) sul Corriere dello Sport. Un mare di ricordi, anche ma non solo professionali, da parte di chi è cresciuto a pane e Reggina. Mi ricordo l'allegria e le mille goliardate di Scopelliti quando nessuno immaginava che Lillo Foti avrebbe potuto mettere su una meravigliosa impalcatura con vista quasi decennale sulla serie A. Mi scappano due lacrime, ma le tengo intimamente per me. Scusatemi.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve-Milan con Higuain in mezzo: ma i rossoneri si meritano di più (e le voci su Piatek…). Inter: l’incontro con Icardi (non ancora fissato) e l’obiettivo del club. Stadi chiusi: ecco l’occasione per dimostrare del buonsenso 15.01 - Ciao. Uno ieri mi ha detto “Buon anno”. È stato molto gentile, ma dopo l’Epifania la vivo come una presa per il culo. Oggi è il 15 gennaio. Secondo il calendario originale la sessione di mercato sarebbe dovuta terminare tra tre giorni. Invece andrà avanti fino al 31. Che bello, così...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Inter-Icardi, Mauro indossa tu i pantaloni. Ridateci l'albo degli agenti e basta con mogli improvvisate. Gonzalo, resta dove sei. Capotondi, per favore risparmiaci le lezioni e torna a fare cinema 14.01 - La "telenovela" Icardi è un finto problema per l'Inter ma quando il campionato è fermo fa tutto brodo. Per Wanda, per i giornali e per le tv. Parliamo di Icardi perché fa notizia. La notizia, comunque, non c'è se non che Mauro vuole più soldi ma ancora non ha capito come fare le trattative...

Editoriale DI: Marco Conterio

La caccia al nuovo sogno mercato della Juventus passa dai conti. E dall'inevitabile partenza di un big. Icardi, decimo stipendio della A: con l'Inter è braccio di ferro economico 13.01 - Kylian Mbappè. Come sogno e come chimera. Come grande obiettivo, perché "adesso la Juventus deve puntare i nuovi Cristiano Ronaldo". E chi meglio del crack francese che col portoghese si scattava le foto da giovane e imberbe talento? Chi meglio di un giocatore che a Parigi non vive...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Higuain e Morata situazione in evoluzione, ma il Milan punta a tenere il Pipita. Icardi-Inter vertice in settimana per trattare il rinnovo.  Juventus, dopo Ramsey ora è il turno di Romero. Per Barella continua il pressing di Chelsea e Napoli 12.01 - Sono giorni importanti per capire il futuro di Higuain e Morata. Le posizioni sono molto chiare. Sarri considera il Pipita l’uomo giusto per aumentare tantissimo il potenziale offensivo del Chelsea. Sta spingendo perché questa possa diventare un’ipotesi concreta fin da subito. Higuain...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri-Real Madrid: contatto. Icardi, fissato l’incontro per il rinnovo. I piani di Marotta per la firma. Pregiudizi su Wanda: fa solo il suo lavoro. Higuain vuole solo il Chelsea e mette in crisi Leonardo 11.01 - Non so se Max Allegri durante le recenti vacanze abbia davvero sposato Ambra come scrivono i giornali di gossip, so invece che ha ricevuto una telefonata da Florentino Perez. Auguri, certo, ma anche una nuova, decisa proposta per la panchina del Real Madrid. L’anno scorso la telefonata...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Icardi e il rinnovo, Higuain e il Chelsea. Le novità su Ramsey, il ritorno di Gabbiadini e le strategie del Napoli... 10.01 - L'ultimo colpo di giornata lo ha messo a segno la Sampdoria che riabbraccia Gabbiadini. Lo riporta in blucerchiato: operazione complessiva da 12 milioni di euro (3 di prestito e 9 per il riscatto obbligatorio più bonus legati alla qualificazione in Europa). La Samp non voleva lasciarsi...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Godinopoli: l’Inter sta per fregare la Juventus per la prima volta dopo tanti anni, soffiandole Godin. Il messaggio di Marotta alla Juventus è chiaro. Skriniar: il Manchester United c’è, il rinnovo no 09.01 - La tentazione è davvero tanta per non usare questa parola, e come diceva Oscar Wilde: “Posso resistere a tutto, tranne che alle tentazioni”. E’ Godinopoli: il colpo che l’Inter sta portando a termine, concludendo l’acquisto di Diego Godin, è un cambio epocale nella storia minima...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Quanti nomi attorno all'Inter, ma solo al prezzo giusto (con due parole su Robben). Juve, Ronaldo porta Ramsey. E Ramsey porta... W il mercato, anche se a gennaio vince sempre... il fairplay finanziario 08.01 - Buon Natale a te e famiglia. Così, a sorpresa. La depressione da rientro post-feste renderà questo editoriale più sconclusionato del solito. Io vi ho avvusato. Con la "u", avvusato. Il rientro dalle feste natalizie è uno schifo perché ti senti grasso e quando torni a casa c'è...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Milan, se ci sei batti un colpo. Muriel, tocco di classe del "Corvo". Inter, sveglia su Barella. Nella "Gabbia" dorata della Premier 07.01 - La situazione del Milan rischia di diventare, seriamente, pericolosa. Dopo i complimenti che abbiamo fatto a Leonardo per come ha difeso Gattuso, pubblicamente, prima della gara con la Spal oggi dovremmo fare alcune riflessioni di mercato. Perché, appunto, il mercato è una cosa seria....

Editoriale DI: Andrea Losapio

Il domino Juventus prevede Dybala via: speranza Mbappé, Pogba vorrebbe tornare. Rivoluzione in casa Inter, Godin è (forse) il primo tassello. Incognita Milan, ma lavorano tutti per giugno 06.01 - Lo scomodo effetto Cristiano Ronaldo ha portato un tangibile problema al calcio italiano. Nessuna delle big si muoverà per rinforzare la rosa in maniera poderosa a gennaio. Non lo farà il Napoli, nonostante il forte interessamento per Hirving Lozano - con richieste comunque altissime,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
-->