HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
La Juventus non ha confermato Allegri: siete d'accordo?
  Si, il ciclo Allegri s'è esaurito
  No, bisognava andare avanti con Allegri

La Giovane Italia
Editoriale

Juve: Agnelli e Allegri, divorzio possibile. Inter: la carta di Marotta per Conte si chiama Oriali (ma c’è un’alternativa…). Milan: l’errore imperdonabile è smettere di crederci

30.04.2019 15:30 di Fabrizio Biasin  Twitter:    articolo letto 67962 volte
© foto di Alessio Alaimo

Ciao. Esultate! C’è il valzer degli allenatori. Il valzer degli allenatori arriva tutti gli anni e non passa mai di moda, ci piace, ci fa parlare tantissimo. La verità è che noialtri siamo sadici e godiamo abbastanza nel vedere i ricchi allenatori che soffrono. E infatti se qualcuno dice “poverino mister Bosone, lo stanno massacrando” subito arrivano gli avvelenati: “Poverino cosa! Guadagna tanto Bosone! È pagato anche per soffrire!”. E giù insulti a Bosone.

Ma non siamo qui per perdere tempo e sintetizziamo.

La situazione allenatori è molto semplice, ve la spieghiamo in poche parole.

Allegri resterà alla Juve. Ma se non troverà un accordo con Agnelli, allora andrà via. All’Inter probabilmente. Ma solo se l’Inter non troverà un accordo con Conte. Che nel frattempo si sta accordando con la Roma. A meno che il Milan non subentri all’ultimo e lo porti al Milan. Nel qual caso Gattuso potrebbe andare alla Roma. Solo che Allegri domenica da Teocoli ha detto “tra due anni torno al Milan”. E Conte a quel punto potrebbe ripensarci e tornare sui suoi passi. Magari trovando un accordo con la sua ex squadra, la Juve. Che però dovrebbe confermare Allegri. Su tutti c’è l’incognita Gasperini che “meriterebbe una chance”. Lo dicono tutti. Solo che tutti vogliono che “la chance” gliela dia una squadra che non sia la loro. Curioso. Ma la verità è che tutti vogliono Conte. E qui, più o meno, ci facciamo seri.

Juve

Allegri e Agnelli presto si troveranno per discutere del futuro. Le possibilità che vadano avanti insieme ci sono, ce l’hanno già detto, ma guai a parlare di certezze, tutt’altro. Sia la società che il tecnico – anche se non lo ammetteranno mai – stanno prendendo tempo. Conte è l’alternativa? Sì, perché è vero che Agnelli e l’ex ct a suo tempo litigarono assai, ma è anche vero che quando gli interessi combaciano a far la pace ci vogliono cinque minuti.

Ps. I bianconeri nel frattempo hanno nuovamente contattato Icardi. L’attaccante è intenzionato a rispettare il contratto in nerazzurro, la sua speranza è che anche il club abbia la stessa volontà.

Inter

L’Inter un tecnico ce l’ha, si chiama Spalletti, ha due anni di contratto e anche in questa stagione sta raggiungendo l’obiettivo prefissato (qualificazione alla Champions). Marotta è stato chiaro: “Siamo sereni così”, ma è vero che con Conte ha parlato in più di un’occasione, così come è vero che sta pensando di convincere Lele Oriali a riformare quella coppia che tanto bene fece agli Europei di Francia. Le possibilità ci sono, ma la concorrenza rimane enorme. Alternative? Occhio ad Allegri…

Milan

Gattuso è stato confermato, ma si vede che non è più lui: scarico, svuotato, stanco, sfiduciato. Ce l’ha messa tutta e ora sente di non avere più in mano il gruppo. Come sempre si è assunto tutte le responsabilità, come sempre ha esagerato: di sicuro ha delle colpe, ma quantomeno vanno divise con tutti quelli che lo circondano, dai giocatori ai dirigenti. Pagherà lui, è evidente, ma è anche vero che non si capisce perché tutti in casa rossonera abbiano già gettato la spugna. La classifica dice che c’è ancora una possibilità, legata soprattutto al cammino (difficile) delle avversarie: combattere è il minimo che chiedono i tifosi del diavolo, quantomeno quelli che non hanno già abbassato la serranda.

Fine, oggi versione “short” ché son già le 23.55 e Alessio Alaimo mi ha mandato il solito messaggio (“Ti muovi?”). Torniamo all’inizio, alla domanda del mese: dove allenerà Conte? Certezze non ne abbiamo, ma di sicuro sappiamo quale professione avrebbe potuto svolgere il bell’Antonio se non fosse diventato uno dei più grandi tecnici del calcio: la profumiera!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve: per la panchina si sceglie tra Inzaghi e “il piano-Ronaldo” (due nomi). Inter: il contatto Marotta-Conte e l’orgoglio… a un passo dall’Abisso. Milan: il destino all’opposto di Gattuso. Allegri: il futuro non sarà al Bayern… 21.05 - Buondì. Diciamo alcune cose veloci. Facciamo una dozzina al massimo. 1) La serie A si ritrova con l’ultima giornata più bella da un sacco di tempo a questa parte e non sa nemmeno lei come ha fatto. Parliamoci chiaro: è più “colpa” che “merito” dei club coinvolti. 2) La Fiorentina...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Juve-Allegri: giusto l'addio. Alternative poche e confuse. Paratici-Inzaghi: ecco luogo e data dell'incontro. Caos serie B: vigliaccata al Palermo. Mercato, bravo Gravina. E Totti... 20.05 - Tra tre ore ho il volo per tornare a Milano. Vi scrivo da un Hotel di Londra, poche ore dopo aver visto il vero calcio. Ho pensato, nelle ultime ore, cento volte se davvero in Italia siamo convinti che quello nostro sia calcio. Sono stato a Wembley, sono stato ospite della finale...

Editoriale DI: Marco Conterio

Cosa c'è dietro l'addio di Allegri e nel futuro della panchina della Juventus. Anche se Zidane ha 'rovinato' i piani di Agnelli: tutto sui nuovi sogni e sui nomi della dirigenza 19.05 - Quel che è arrivato a parole ieri, ad Amsterdam, allo Stadium, non c'è stato nei fatti. L'appoggio costante a Massimiliano Allegri che negli ultimi giorni di vita bianconera sembrava un uomo solo al comando di una nave già in porto. Solo che la sua Juventus era un Titanic arrugginito,...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Napoli, Giuntoli insiste per Trippier e Lozano. Per la fascia sinistra occhio a Theo Hernandez, difficilissimo Grimaldo. Il Milan su Saint Maximin del Nizza. Sarri può lasciare il Chelsea, è il primo nome per il post Gattuso 18.05 - Il mercato del Napoli comincia a delinearsi. Saranno almeno 3 gli acquisti, uno per reparto. Un esterno difensivo, un centrocampista e una punta esterna. Ormai gli identikit cominciano ad essere abbastanza chiari. Per la difesa si continua a spingere per Trippier del Tottenham, ma...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Allegri non è convinto, ma la Juve non trova alternative forti. Il Milan ha le mani su Sarri. Gattuso alla Samp, Lampard al Chelsea. Gasp alla Roma, Inzaghi a Bergamo, De Zerbi alla Lazio. Montella già in discussione, si pensa a Giampaolo 17.05 - Il grande giro degli allenatori sta per cominciare, come in un grande puzzle i pezzi stanno andando al posto giusto. Cominciamo dalla Juve. Due giorni di confronto non sono bastati per prendere una decisione, Agnelli e Allegri si rivedranno oggi. Come andrà a finire? Allegri resta...

Editoriale DI: Luca Marchetti

La cena di Allegri e la serata di Simone Inzaghi 16.05 - Una serata particolare: un occhio alla partita, la finale di coppa Italia, i sogni inseguiti dall’Atalanta e realizzati dalla Lazio. Un altro al telefonino per capire se e cosa succedeva fra Agnelli e Allegri in questo incontro pieno di cortine fumogene, per evitare addirittura che...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Occhio a Spalletti: tentativo disperato per rimanere all’Inter, cambia le alleanze, e c’è stato quel colloquio prima del Chievo… Agnelli vuole convincere Guardiola con l’aiuto dell’Uefa. Roma: ecco l’alternativa straniera Fonseca 15.05 - Non è finita, finché non è finita. Questo deve avere pensato Luciano Spalletti negli ultimi giorni, in piena modalità John Belushi. E non pensando tanto alla lotta Champions, che è solo una delle due partite che si sta giocando, forse la più semplice. Perché Luciano sa che se entrerà...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: Allegri, i pretendenti al “trono” e l’incontro “nelle prossime ore”. Inter: Conte, Oriali e due mesi di parole. Milan: la colpa di Gattuso. Roma: Gasp in avvicinamento 14.05 - Buongiorno e buonasera a tutti, la parola d’ordine di oggi è “nelle prossime ore”. “Nelle prossime ore” è il salvacondotto che permette a tutti noi di non sbagliare mai. Quando si incontrano Allegri e Agnelli? Nelle prossime ore. E intanto tutti noi diventiamo sempre più vecchi....

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Montella, tranquillo. Lucci ti premierà con il Real. Non voglio scriverlo: Raiola ha ragione! Lecce, quando vince la meritocrazia. Foggia, la retrocessione della società. La Crema della D: i Conti...ni tornano 13.05 - Che strazio il campionato finito con così largo anticipo. Anche Roma-Juventus diventa inguardabile. Perché se è vero che lo spettacolo non manca, quando giocano due grandi squadre, è anche vero che il calcio non è il cinema e senza l'assillo del risultato non c'è pathos. Quest'anno...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Kolossal panchine: Agnelli voleva Zidane e Guardiola, si accontenterà di qualcun altro. Conte aspettava una super big, chissà se potrà diventarlo l'Inter 12.05 - È stata una settimana complicata. Di voci, incontri segreti e pochi fatti. Ma ci si avvicina al finale, come in Game of Thrones, dove tutto dovrà andare a posto o quasi. Le settimane passate possono essere le stagioni di una serie tv, partendo dall'addio di Zinedine Zidane al Real...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510