HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

Juve: Buffon a Parigi, Emre Can-Morata in arrivo. Inter: Icardi resta, solo uno tra Rafinha e Cancelo. Milan: i numeri (ottimi) di Gattuso e il “guaio” Donnarumma. Napoli: Sarri tra i soldi e il cuore

22.05.2018 07:06 di Fabrizio Biasin  Twitter:    articolo letto 58438 volte
© foto di Alessio Alaimo

È finito il campionato. Quando finisce il campionato c’è chi è felice e chi no. Poi inizia il mercato. Anzi, il mercato c’è a prescindere, anche a Pasqua. Solo che quest’anno per noialtri non c’è neppure il Mondiale e, quindi, c’è “più mercato”.

Ci sono tifosi che al gol di Vecino non hanno detto “uh che bravo Vecino!!!” ma “può essere una buona pedina di scambio per un eventuale colpo di mercato!”; altri di fronte a Spalletti che non parla “per dare spazio ai suoi ragazzi” hanno detto “si dia il via al toto-allenatori!”. La gente va pazza per il mercato. Anzi, la gente è pazza. Ma mai come i nostri politici. I nostri politici dicono cose come “Il 20% degli italiani usa psicofarmaci!” (Salvini, ieri). Ha ragione lui.

Ora, per dire, dsk sk sd, abbiamo finito le benzo, ckf kcs Lavezzi all’Inter ,d,s , d,sddc , Belotti al Milan, d,d fd sdfds d sf dffd Sarri in Brasile ds ds sfd dsfdsf Conte Premier dfdfs ba bab bab.

Questo editoriale è scritto in astinenza da benzodiazepine e quindi meglio fare in fretta. Dedw. Ho come la sensazione che l’editore di tuttomercatoweb non legga questi miei editoriali, altrimenti mi caccerebbe a calci in dfsd vsd ds culo. Questo editoriale scritto in astinenza da psicofarmaci ds dasd è comunque più sensato di altri che spergiurano “vi dico io come va il mercato!” e poi buttano là 32423423 nomi a caso Dsdsa Pastore al gregge bf.

Pensavo a un certo punto di fare le pagelle del campionato. Ma le avevano già fatte tutti. Oppure scrivere altre cose, ma le avevano già scritte tutti. Bgbgbg. Buffon andrà al Psg, per un anno. Gli danno un sacco di soldi, almeno 4 milioni, fa benissimo. Ddsdsds. Voi direste di no? Non scherziamo. Se rinunciasse a 4 milioni a 40 anni per fare il dirigente sarebbe scemo Dfsdc. Giocare è più bello che non giocare sddscf. E lui mica è scemo. Dd.

Gattuso lavora per mettere in piedi un 4-3-3 con più esperienza e meno scommesse. Ded cd s Gattuso ha fatto benissimo. Hhhh. Nel girone di ritorno ha messo insieme numeri da Champions. Ewf ffw Eppure c’è chi lo critica. E pensa a Conte. Dice “beh, Conte…”. La gente vuole sempre quello che non ha. Non si accontenta. Ma Gattuso ha le idee chiare. Eccome. Df dc d . Anche su Donnarumma, per dire. Gattuso ha già scelto Reina ddfdd e questo significa che Gigio “o va” o resta a guardare i compagni. Andrà via, ma non è facile trovare un club. Il Liverpool? Forse. Vffv£££

Icardi non andrà via dall’Inter. Si beccherà un aumento e probabilmente verrà rivista la faccenda “diritti d’immagine”. Ddsdsf. Qualcuno dirà “ecco, altri soldi!”. Ma se non se lo merita lui chi se li merita, io e te? Suvvia. Sdssd ds Anche Skriniar non andrà via. Per lo slovacco non sono arrivate offerte, ma se anche dovessero arrivare non verrebbero prese in considerazione. Ds dscd Ho indovinato alcuni difficili tempi verbali, non era scontato cdccscds. Uno tra Rafinha e Cancelo non verrà riscattato (più probabile il secondo) rffr. L’Inter sta accumulando i 40 milioni per “fare pace” con l’Uefa entro il 30 giugno: è a buon punto. Sdsd

Icardi non andrà al Mondiale perché il ct Sampaoli oltre a Messi e Aguero preferisce il “blocco Juve”. Secondo me Sampaoli fa bene sdfdfdfs: non vincerà, ma fa bene. Io tiferò Perù. In Perù è tutto più bello, non pensano al mercato del calcio, sono più sereni. Viva il Perù. Dsdsa. Curioso come schiacciando a caso sulla tastiera le combinazioni più comuni siano dsdsdsd e vfvvfvfvfvf. Almeno nel mio caso. Sampaoli ha detto che giocherà con il 2-3-3-2. Forse prende gli psicofarmaci pure lui dfd dc.

La Juve e Allegri andranno avanti assieme. Dddsdsdsds. Noi per un mese abbiamo scritto “non andranno avanti assieme”. Eravamo convinti. Dsdsdsds. E invece non era vero. Ddfdfd Il dato di fatto è che hanno trovato unità d’intenti quanto al “futuro”. Sdvdvd Allegri non è scemo perché sa che andare via raramente significa “andare a stare meglio”. Dddd La Juve quest’estate farà ddsdd parecchio mercato. A centrocampo, soprattutto: Emre Can è certo, Milinkovic-Savic parecchio difficile (ma non impossibile). E Morata? Si può fare dfdf£$$££$.

Molti hanno rotto le balle a De Vrij. Hnhn Ma voi, al posto suo, sul passaggio di Eder a Icardi, cosa avreste fatto? A) Niente: lascio tirare Icardi che tanto sbaglia. fgfgfg B) Intervengo alla disperata per rimediare a un errore dei miei compagni. Ddsdsds. Chi se la prende con De Vrij se la sarebbe presa comunque. Dicono “l’Inter non doveva depositare il contratto”. Ma l’ha fatto un mese fa. E tenere tutto nascosto avrebbe cambiato le cose? Sddsa dsa. Lui lo sapeva, l’Inter lo sapeva, la Lazio lo sapeva (Tare il 31 marzo dice a Sportitalia “Credo che De Vrij giocherà nell’Inter, anche se non dovrei dirlo io”). Non sarebbe cambiato nulla, siamo sinceri. ddd.

E Sarri? Wddsdds Avete visto “Il Miracolo”? Gran bella serie, fidatevi. E Sarri? Sdsddds. Ne “Il Miracolo” molti prendono gli psicofarmaci. Più del 20%. E Sarri? Sarri e De Laurentiis sono nella classica fase dello sfanculamento reciproco. Ancelotti è “caldo”. Ma Ancelotti non arriva gratis. fdf. Ancelotti è pronto, ma chiede un sacco xcxcxc di soldi. Sarri non ha mai nascosto di volere “il grano” e lo Zenit è pronto a ricoprirlo d’oro (20 milioni per 3 anni?). Cs sd . De Laurentiis dice “tempo esaurito” ma in realtà sta temporeggiando sddc . La sensazione è che toccherà attendere.

Ora voi starete pensando “questo è pazzo?”. No. Sad wasd. Giuro. Questo è un editoriale futurista che vuole contrastare con gli editoriali “classici” che leggerete nei prossimi due mesi. Osdasdasda. Che sono più ordinati dc dc cd. Ma anche che palle. Dffd Ora vi mostriamo cosa significa “editoriale classico”.

“Il campionato è finito e lascia in eredità tante indicazioni a tutti noi amanti del calcio. L’Inter conquista l’ultimo posto buono per la prossima Champions League e ora può ragionare su un mercato certamente più allettante. Chissà se Spalletti quest’anno verrà accontentato da mister Zhang. Per dare un segnale il patron cinese deve confermare tutta la rosa, riscattare Cancelo e Rafinha e portare altri 4 o 5 giocatori oltre ai 3 già presi. Attenti a Lamela, Pastore, Lavezzi e Di Maria: può essere l’anno buono. Il Milan ha speso molto la scorsa estate e quest’anno dovrà fare i conti con le restrizioni del fairplay…”.

Questa rottura di coglioni qui, insomma.

Non c’è altro da aggiungere. Salvini dice che il 20% degli italiani prende psicofarmaci. Per me dsf sdsd è stato basso.

Vi lascio a un pezzo scritto per Esquire e dedicato all’Inter che torna “bella”. Se non ve ne frega niente finite pure qui (twitter: @FBiasin)

A un certo punto del mese di agosto alcuni commentatori (non saprei dire quali) parlano con altri commentatori (non saprei dire quali) e dicono: "Questa Inter è male allestita e parecchio indietro rispetto alle grandi del campionato. È una squadra abbandonata da chi se l'è comprata: il cinese". Tu, innamorato interista, ascolti e smoccoli davanti alla televisione. Stropicci i giornali. Ti fai venire il nervoso leggendo le veline sui siti. Dici: "Gli altri comprano, gli altri possono sognare, beati gli altri".
È la prima volta nel corso della stagione in cui perdi la fede. La prima. Ed è normale che sia così.

A un certo punto del mese di gennaio alcuni esperti di mercato (non saprei dire quali) dicono ad altri esperti di mercato (non saprei dire quali): "L'Inter era a un passo da Pastore, ha fatto la manfrina e non l'ha preso per taccagneria. L'Inter è francamente allo sbando e il cinese deve dare spiegazioni!". Fa niente se la storia non è quella, perché è comodo dire così e comunque nessuno ti smentisce. Tu, innamorato interista, bestemmi in aramaico davanti alle notizie di "CalcioMercatone", ti indigni guardando l'ultima puntata di "Speciale ComproTutto", maledici chi per un mese ti ha detto "è fatta" e, invece, non è fatta per niente e ti ritrovi a pensare "dove vogliamo andare con lo zoppo brasiliano...".
È la seconda volta nel corso della stagione in cui perdi la fede. La seconda. Ed è normale che sia così.

A un certo punto del mese di febbraio un giocatore molto sfortunato (Ranocchia) e un giocatore capace in passato di vincere tutto nell'arco di un mese (Pandev), condannano i nerazzurri in una partita agghiacciante giocata a Genova. L'Inter è senza idee, fiato, voglia. Gli esperti dicono: "Succede tutti gli anni, questa società non esiste, diciamolo francamente!". Tu, innamorato interista, non puoi fare altro che dare retta a tutti questi che dicono e dicono e dicono, e un po' lo vedi che tra un'analisi e l'altra godicchiano delle tue sventure.
È la terza volta nel corso della stagione in cui perdi la fede. La terza. Ed è normale che sia così.

A un certo punto, sempre a febbraio, una misteriosa voce (non saprei dire di chi) irrompe nei gruppi Whatsapp di tutti noi e asserisce: "Tra Wanda e Brozo c'è la tresca, lo spogliatoio dell'Inter è allo sbando totale!". I commentatori dicono "sono solo voci!", ma intanto eccome se ci inzuppano il biscotto. Tu, innamorato interista, sei distrutto dal pissi-pissi e dai risultati e, francamente, vorresti che il campionato fosse già finito.
È la quarta volta nel corso della stagione in cui perdi la fede. La quarta. Ed è normale che sia così.

A un certo punto, verso la fine del mese di marzo, il responsabile di tutto il cucuzzaro sportivo di Suning (Sabatini) rassegna le dimissioni e scende dalla barca. Il mondo mediatico elabora un parere unanime: "Walter ha capito che per il patron cinese l'Inter non conta nulla! Futuro grigio per i nerazzurri!". Tu, innamorato interista, puoi solo alzare le mani per provare a parare i colpi che arrivano da ogni lato.
È la quinta volta nel corso della stagione in cui perdi la fede. La quinta. Ed è normale che sia così.

A un certo punto di Lazio-Inter, partita decisiva, un giocatore dell'Inter (non saprei dire quale) la passa a un altro giocatore dell'Inter (non saprei dire quale): il pallone calciato male finisce in fallo laterale. È il secondo tempo inoltrato, la squadra sta perdendo, gli esperti dicono "Lazio con un piede e mezzo in Champions!" e ti ritrovi a pensare "questi non ce la fanno più...".
È la sesta volta nel corso della stagione in cui perdi la fede. La sesta. Ed è normale che sia così.

Solo che poi succede una cosa: questa.

Questo gruppo di scappati di casa decide che non è il caso di arrendersi. Li guardi bene e ti accorgi che no, non è lo stesso gruppo che ha preso sberle dal Genoa a febbraio, perché il capitano (Icardi) che ha la moglie spacca-spogliatoio si procura e segna un rigore. E il tizio che proprio a Genoa fece autogol (Ranocchia), a Roma entra e suona l'arrembaggio. E l'altro spacca-spogliatoio (Brozovic) batte un calcio d'angolo che pare una pennellata di un pittore capace e va a pescare la testa di uno degli inutili acquisti dell'estate scorsa (Vecino). E, insomma: col culo, la "fame", la rabbia, un pubblico micidiale e l'impensabile capacità di questi ragazzi di crederci fino all'ultimo secondo dell'ultima partita, l'Inter torna a sentirsi bella, bellissima, dopo sei lunghissimi anni.

Parola agli esperti: "Eh, ma ai sorteggi i nerazzurri saranno in quarta fascia e dove vuoi che vadano...".

Ascolti, ripensi a questa stagione incredibile e ti viene tanto, tanto, tanto da sorridere.

Mistero della fede (e bentornata, Inter).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Higuain e Caldara boom ma a Leo non basta. De Laurentiis si scrive le regole da solo. Belotti ad un bivio: ora o mai più. Un'estate italiana: la solita pagliacciata 06.08 - E' stata la settimana del diavolo. Tifosi che tornano a sognare e sperare dopo il bluff Lì. L'arrivo di Elliott è servito almeno a fare chiarezza sulla strategia futura della società. Avere un proprietario come fondo non è il massimo ma, almeno, conosciamo la mission. Rivalutare squadra...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy