HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Cristiano Ronaldo alla Juve: ora chi andrà via?
  Gonzalo Higuain
  Miralem Pjanic
  Daniele Rugani
  Paulo Dybala
  Alex Sandro
  Più di un big
  Nessuno

Editoriale

Juve, ecco perché Allegri ha firmato. Un patto: restano tutti, solo Cuadrado sul mercato. Tre acquisti top tra Iniesta, N'Zonzi, Fabregas, Di Maria e Douglas Costa. Milan, fatta per Conti. Diego Costa più di Belotti

09.06.2017 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 71224 volte
© foto di Federico De Luca

La botta di Cardiff è stata riassorbita in fretta dalla Juventus. C’era davvero il rischio che una sconfitta del genere fosse la fine di un ciclo con conseguente addio di molti dei veterani dopo sei anni di gloria. Invece no. A caldo, ancora negli spogliatoi, i senatori hanno fatto un patto condiviso con la società: restiamo tutti, riproviamo a vincere la Champions.

Molti lo hanno fatto per Buffon, ma anche per loro stessi. Il ciclo finirà l’anno prossimo, anche i trentenni e oltre, oggi hanno ancora dentro la fame e nei muscoli la forza.

Agnelli, Marotta e Paratici hanno condiviso, anzi la linea della Juventus è proprio questa per almeno due motivi. Il primo è che questo gruppo può ancora dare molto, c’è la convinzione anche nei dirigenti.

Il secondo è l’aspetto economico decisamente favorevole che vede la Juve sfondare il tetto dei 500 milioni di fatturato. Con questi introiti è più facile pagare ingaggi al massimo livello e attirare i giocatori più forti. Ne arriveranno almeno tre, due a centrocampo e uno in attacco, tutti in grado di fare la differenza, portare carisma, esperienza e qualità. I bianconeri possono spendere più di cento milioni, i premi della Champions.

I nomi inseguiti sono soprattutto Di Maria, Fabregas, Douglas Costa, ma anche N’Zonzi, Fabinho con un pensiero fisso su Iniesta che non ha rinnovato con il Barcellona. Mentre, guarda caso, i blaugrana si sono buttati pesantemente su Verratti che era anche un obiettivo della Juve. Ma oltre a questi, si guarda anche a Bernardeschi, Tolisso e Paredes, molto dipenderà dalle strategie di mercato anche di altre squadre, dai posti liberi per extracomunitario, ma la Juve è pronta a spendere.

Szczesny sarà l’erede di Buffon, con De Sciglio c’è già un accordo da tempo.

Ma non basta, parallelamente prosegue anche il lavoro sui giovani in vista del rinnovamento che ci sarà davvero l’anno prossimo. Ecco allora Caldara, Schick, Orsolini, Spinazzola, tutti già della Juve. Alcuni saranno lasciati ancora in prestito, altri arriveranno da subito, la decisione sarà presa al più presto.

Sul fronte di possibili cessioni, Bonucci ha deciso di restare e la società farà un grande sacrificio economico rifiutando offerte da 50-60 milioni. L’unico che potrebbe essere sacrificato è Cuadrado, soprattutto se arriveranno Di Maria o Douglas Costa. Ma comunque sul colombiano non tutte le note sono positive, rende molto quando è sicuro del posto, in competizione perde concentrazione. Partirà quasi certamente anche Lichtsteiner che vuol giocare di più. Molte pressioni anche su Alex Sandro, la Juve un pensiero alla cessione l’aveva fatto, ma l’infortunio a Emerson Palmieri, l’erede designato oltretutto italiano, sta bloccando il brasiliano a Torino.

In questo rilancio si inquadra anche la firma di Allegri sul rinnovo fino al 2020 con aumento fin quasi a otto milioni di euro bonus compresi. L’accordo era già stato trovato da tempo come avevamo scritto, mancava la firma perché probabilmente in caso di Triplete Allegri avrebbe salutato. Dopo la sconfitta ha voluto garanzie sulla volontà del gruppo e sui programmi che sono puntualmente arrivate. Dunque la Juve riparte, missione Champions.

Dietro Milan (soprattutto) e Inter si stanno dando da fare a colpi di acquisti per colmare il gap.

Il Milan ha già portato a casa Musacchio, Kessie, Rodriguez, ha un accordo per Biglia (fatto) e Keita (da convincere) con Lotito, ieri sera c’è stata una sostanziale fumata bianca per Conti dell’Atalanta. C’è accordo su tutto, presto la firma. In attesa dell’ok dell’Uefa per il fair play finanziario, Fassone cerca anche un grande attaccante. Come vi avevo detto da sempre, Morata ha detto no fin dal primo incontro. Qualcuno ha voluto alimentare l’idea, ma non c’era spazio. Belotti costa troppo, Cairo non molla. La svolta è stata la rottura fra Conte e Diego Costa. Ora Mendes lo sta spingendo verso il Milan e se dovesse esserci un accordo i rossoneri avrebbero già una squadra da paura. Anche per Donnarumma ieri c’era grande ottimismo, il ragazzo dovrebbe restare.

L’Inter deve fare meno, ma acquisti mirati. Sempre per il fair play finanziario c’è un giocatore da sacrificare e Perisic con 50 milioni può partire, Mou lo vuole. Spalletti ha dato l’ok all’operazione se Sabatini riuscirà a prendere Bernardeschi come sostituto. La Fiorentina vuole cinquanta milioni, l’Inter ne ha offerti quaranta più un giocatore. La Fiorentina vuole Caprari. Al giocatore sono stati promessi cinque milioni netti. L’impressione è che i nerazzurri siano in vantaggio anche se il ragazzo strizza sempre l’occhio alla Juve. La situazione si sbloccherà soltanto dopo l’Europeo, Corvino vuole scatenare un’asta fra le pretendenti.

Sabatini proverà a convincere la Fiorentina prendendo anche Kalinic per un colpo complessivo da 70 milioni, ma il croato non è così convinto di andare in Cina. Dovrà convincerlo Paulo Sousa, suo mentore, come Spalletti dovrà convincere Bernardeschi e un contatto fra i due c’è già stato.

Infine il Sassuolo. Presto arriverà l’ok per Di Francesco alla Roma, in Emilia arriverà Bucchi, c’è l’accordo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Milan giustamente riammesso in Europa. Juve Galactica, dopo Ronaldo almeno altri due acquisti... come l'Inter. 75 milioni di motivi per divertirsi con Monchi 22.07 - Vorrei partire con un disclaimer, sebbene la prima regola del giornalismo indichi come non si debba scrivere articoli alla prima persona singolare (sono in buona compagnia, nell’infrangere questa legge, non lo farò più). Dopo una settimana a seguire eventi come la presentazione di...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Roma: Olsen e Malcom. Il Milan insiste per Morata. Napoli tra Sabaly, Lainer e Arias. Juve c’è Darmian 21.07 - La Roma torna protagonista sul mercato. La cessione di Alisson, che ha portato nelle casse giallorosse 75 milioni di euro compresi bonus, permette a Monchi di lavorare su altri 2 obiettivi. Olsen è in pole position. Il portiere svedese è passato in testa e sta battendo un’agguerrita...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci, Donnarumma e Suso via dal Milan: oggi si saprà. Sarri vuole Reina, in ballo Morata. Cavani e il Napoli, dalla Francia insistono. E la suggestione continua anche per Luigi De Laurentiis... 20.07 - Soltanto oggi sapremo se il Milan giocherà o meno l’Europa League, il Tas si è preso qualche ora in più per decidere. Da questa sentenza dipenderà molto del futuro di Bonucci, Donnarumma e Suso. Senza l’Europa ci sarà un’altra perdita di una ventina di milioni e una ricaduta negativa...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Alisson al Liverpool e il giro dei portieri, la Juve fra Higuain, Rugani e Pjanic. Il Milan fra TAS, Elliot e mercato. Un mese in apnea (non solo per il mercato) 19.07 - Ormai Alisson è un giocatore del Liverpool. E così a spuntarla è stata il terzo, che si prende uno dei portieri più forti del mondo, sicuramente il più caro. Lo ha seguito il Real che però non ha mail voluto affondare il colpo perché non convinto di voler spendere così tanto. Ci ha...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Qui Radio Mosca: c’è qualcosa che nessuno vi ha detto sul Mondiale. Che forse sentite lo stesso. Perché chi se ne frega che abbia vinto la Francia o la Croazia (beh certo, fosse stata l’Italia…) 18.07 - Qui Radio Mosca, è l’ultima corrispondenza di Russia2018, siamo sul treno per San Pietroburgo per disperdere la malinconia per questo Mondiale che si allontana nel tempo e che dice a ognuno di noi che si chiude un periodo della nostra vita, ché ammettiamolo: tutti ragioniamo scandendo...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: la lezione di Ronaldo, il nodo-Higuain e gli alibi agli avversari. Inter: da Perisic a Icardi, il cambio di rotta dei critici a prescindere (e occhio a centrocampo). Napoli "vede" Cavani. E il Milan sceglie il suo bomber (Morata o...) 17.07 - “Cristiano Ronaldo fa la cacca anche lui”. Era la grande lezione di vita di mio nonno: “Quando qualcuno ti sembra inarrivabile, lontano, quando hai paura e ti senti in difetto, ricordati che fa la cacca anche lui. In un attimo lo vedrai sotto altri occhi”. Questa grande pillola di...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Benvenuti al Ronaldo day. Tra depistaggi e ombre. Higuain, giusto andare. Milan, cambiare ora non avrebbe senso. Napoli, ripetersi così è difficile... 16.07 - Ci siamo! Il momento, di mercato, più atteso degli ultimi 30-50 anni è arrivato. Ronaldo, il più forte del mondo, alla Juventus, la più forte d'Italia. In questa settimana il calcio italiano si è diviso in due; come sempre: c'è chi ha visto il vantaggio solo per la Juventus e chi,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

CR7 a Torino è un colpaccio per la Juventus, non per la Serie A. In Italia (e non solo) va avanti il monopolio e il risultato finale sarà uno solo: la nascita della Superlega 15.07 - Se ne sono dette tante, troppe. E forse è anche giusto così. Perché Cristiano Ronaldo è un acquisto che almeno per qualche giorno ha riportato l'Italia al centro del mondo calcistico. Ha risvegliato i sogni e riportato con la memoria indietro nel tempo, quando i grandi campioni -...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter, assalto a Vrsaljko e Dembelé. Per Milinkovic Savic ora c’è il Real. Higuain e Rugani verso il Chelsea, che pensa anche ad Alisson. Florenzi rinnova fino al 2023 14.07 - L’Inter non si ferma e tenta il doppio colpo. Ausilio continua a lavorare per provare a chiudere altri due acquisti. A centrocampo l’obiettivo è Dembélé. Il belga è fortemente tentato dall’idea di misurarsi nel campionato italiano. La presenza di Nainggolan è uno stimolo in più per...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cavani è la risposta del Napoli a Ronaldo. De Laurentiis tratta con il Psg, ingaggio da spalmare. Ma è il Milan il futuro di Giuntoli con Conte in panchina. Sarri e Zola firmano per il Chelsea. Juve lascia via libera al Real per Milinkovic Savic 13.07 - De Laurentiis ha incassato da signore (o quasi) il colpo del secolo messo a segno dalla Juventus. E adesso come risponderà all’acquisto di Ronaldo? Chi lo conosce bene sa che le dichiarazioni di questi giorni sono fumo per mascherare le intenzioni e la realtà. Non si prende un allenatore...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy