VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Juve, fatta per Mandzukic già sei colpi. Ora Oscar. La verità su Tevez e Pirlo. Pogba assediato. Inter senza soldi, solo Imbula. Milan, c'è Kondogbia

19.06.2015 07.33 di Enzo Bucchioni   articolo letto 190833 volte
© foto di Federico De Luca

Come al solito la coppia Marotta-Paratici nega tutto, lavora in silenzio, e poi morde come un cobra. Il blitz di ieri a Madrid

è fruttato l'accordo con l'Atletico per il centroavanti croato Mandzukic, vecchio pallino bianconero. Agli spagnoli andranno 15 milioni, all'attaccante un contratto di tre anni con l'opzione per il quarto a cifre crescenti, comunque sopra i tre milioni di euro. All'Atletico non si è ambientato, non ha fatto una grossa stagione e Simeone ha convinto i suoi dirigenti a puntare su Callejon del Napoli (l'accordo con il giocatore c'è) e cercare di portare a casa un altro attaccante centrale. Il sogno è Higuain, ma il discorso è lungo.

Intanto la Juve si muove, compra e si rafforza. Con Mandzukic, in attesa dell'ufficialità, sono già sette i giocatori arrivati a Torino per un rafforzamento importante quando il mercato non è ancora entrato nel vivo.

Dybala, Khedira, Zaza, Berardi, Rugani, Neto e ora Mandzukic sono una bella pattuglia. I bianconeri hanno speso una cifra che si aggira attorno agli ottanta milioni di euro, in grandi numeri, quello che la Juventus ha ricevuto dai premi Champions. Ma non è finita qui, ci sono da risolvere i problemi principali sia in entrata che in uscita. Altri colpi sono all'orizzonte

In uscita, come vi abbiamo sempre detto, Tevez voleva andare al Boca e il suo desiderio, giocata la finale Champions, è realtà. L'accordo è fatto, Marotta ha mantenuto fede a un impegno, ora si tratta di portare a casa 5-6 milioni dagli argentini. Si discute. E se Tevez ha deciso e non tornerà indietro, una settimana di nazionale ha fatto invece venire molti dubbi a Pirlo. Il giocatore ha in sostanza già deciso di lasciare la Juve per andare a New York, nella Lega americana, per un ingaggio favoloso da 12 milioni di euro. Aveva deciso l'addio al campionato, sperando di lasciarsi aperto uno spiraglio per giocare l'Europeo dell'anno prossimo con la Nazionale.

Parlando con Antonio Conte in ritiro, Pirlo ha capito che neppure per lui ci sarà il posto garantito se andrà a giocare in un campionato dove i ritmi sono diversi, non c'è intensità agonistica fisica e mentale. Il rischio di diventare un ex giocatore è alto e Conte lo ha fatto riflettere.

Ora Pirlo vacilla, la voglia di giocare e provare a vincere l'unica competizione nella quale non ha trionfato è un grande stimolo.

Alla Juve ufficialmente non ha ancora comunicato niente, la decisione in famiglia è definitiva, ma potrebbe esserci un ripensamento.Vedremo.

Grande attesa anche per Pogba. Raiola lavora senza fretta, sono trattative da portare avanti con calma, tanto più che il giocatore per la Juve è ufficialmente incedibile. Quando arriverà l'offerta vera, circostanziata, irrinunciabile, Marotta trarrà le conclusioni. Tutti i pretendenti aspettano la mossa dei rivali.

Il City sembra in vantaggio, i tabloid inglesi continuano a parlare di cifre assurde (l'ultima 120 milioni più Jovetic), comunque qualcosa bolle in pentola. La Juve tra il francese e Vidal cercherà di monetizzare per reinvestire immediatamente.

Allegri vuole Oscar del Chelsea e come vi abbiano già detto da oltre un mese, il discorso è apertissimo. Gli inglesi vogliono 30 milioni.

E' chiaro che se la Juventus continua a comprare e trattare giocatori di questo calibro, tutto fa pensare che la cessione di Pogba sia già in agenda. A quel punto si passerà anche a chiudere per un centrocampista di sostanza fra quelli che la Juve ha in mano come Allan, Witsel o Nainggolan che, guarda caso, la Roma fatica a riscattare dal Cagliari che chiede 20 milioni per la metà. C'è dietro la Juve? Possibile.

Con questo mercato, era chiaro da tempo ma ora è realtà, la Juve scaverà un solco ancora più profondo con le rivali, almeno in Italia.

Il Milan, in attesa dell'ufficialità di Jackson Martinez ha incassato il no di Ibra come era facile prevedere. Galliani si è allora buttato sul centrocampo, il settore che ha più bisogno. Mihajlovic ha convinto De Jong a restare e questo è un bel colpo. Poi si sta lavorando su Kondogbia. Galliani è in Francia, ha l'accordo con il giocatore, ma il Monaco vuole 35 milioni. Tanta roba.

Il discorso comunque è aperto in attesa dei sessanta giorni che mister Bee si è preso per chiudere l'acquisto del 48 per cento del Milan con iniezione di denaro fresco.

Denaro che non ha l'Inter. Ausilio fatica, è senza liquidità, se non vende difficilmente arriverà a giocatori di primissima fascia. Dopo tanti tentativi, ora l'attenzione è su Imbula del Marsiglia, un playmaker davanti alla difesa che sicuramente serve. Ma val la pena per cedere Kovacic?

Per la difesa preso Murillo, il sogno Miranda si allontana, l'Atletico non scende sotto i quindici milioni

Nel frattempo la Roma ha preso Bertolacci e tratta Bacca con il Siviglia. Il Napoli sta chiudendo con il terzetto richiesto da Sarri vale a dire i tre empolesi Valdifiori, Saponara e Hjsay. De Laurentiis vuol pagare venti, l'Empoli chiede venticinque. A 20 si chiude e l'allenatore comincia a costruire la sua squadra. In uscita Callejon verso l'Atletico, un bel tesoretto per gli azzurri.

Intanto Ferrero tratta Fernando e si è ributtato su Cassano, spera di ricomporre a Genova la coppia Cassano-Balotelli vista in nazionale. Auguri.

La Fiorentina ha finalmente l'allenatore Paulo Sousa che probabilmente sarà presentato lunedì o martedi' al massimo e sta mettendo assieme la rosa per le idee del tecnico. Sousa vuol giocare il 4-2-3-1 con due centrocampisti bravi a chiudere e ripartire, di corsa e di cervello. Uno di sicuro sarà Badelj, l'altro probabilmente Danilo. Non c'è più spazio per un libero pensatore come Pizarro, bravissimo, ma troppo condizionante. Tornerà in Cile.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Juve, un giallorosso nel mirino… Schick? Non solo offerte italiane! Milan e Inter, non solo acquisti 26.04 - La Juventus è una meraviglia. Lo Scudetto, il sesto di fila, è pratica in via di chiusura. C’è poi una finale di Coppa Italia da giocarsi e una Champions League che fa ben sperare. Una squadra magnifica. Migliorabile? Risposta affermativa ma con interventi accorti… La rosa è super,...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter-Simeone, qualcosa non torna… Milan, scelta difficile per l’attacco! Juve, Guarin è stanco della Cina. De Rossi, Roma ingrata? 19.04 - Che Pasqua… C’è chi ha trovato la sorpresa che cercava da tempo e chi è rimasto a bocca asciutta. Si pensi al popolo nerazzurro, beffato sul più bello. Gioie per Juve e Napoli, Roma contrariata. Uova frantumate, in senso letterale, alle spalle, è meglio guardare avanti… Pare incredibile...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: 113 motivi per temere il Barcellona e 1 solo (ma decisivo) per non avere paura. Inter: il futuro di Pioli e la scelta dei nerazzurri. Milan: 2 nomi concreti per il mercato (e l’agenda di Fassone). Un appunto a Orsato 18.04 - Da tre giorni non faccio altro che pensare ai celebri ricercatori dell’Amaro Montenegro, alla loro perseveranza nell‘individuare e mettere in salvo l’Antico Vaso. Li invidio molto, perché si danno sempre un gran daffare e cascasse il mondo non falliscono mai. Questi signori dopo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Milan, padroni nuovi fantasmi vecchi. Pioli si è giocato l’Inter. Chievo, prima di prendere il DS informati bene. Venezia e Foggia: c’è la mano delle società 17.04 - Hanno un nome: Lì. Hanno un cognome: Lì. E hanno quasi la stessa faccia. C’è di fatto che esistono e, finalmente, li abbiamo visti e (quasi) toccati. I cinesi del Milan non sono cinesi magnati ma sono cinesi affaristi e sicuramente non è una colpa né un’offesa. Fanno un mestiere diverso...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.