VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2017/2018?
  Real Madrid
  Barcellona
  Bayern Monaco
  Manchester United
  Manchester City
  Juventus
  Chelsea
  PSG
  Atletico Madrid
  Roma
  Napoli
  Monaco
  Liverpool
  Borussia Dortmund
  Altro

TMW Mob
Editoriale

Juve, Inter, Milan, Napoli e Roma: ecco tutti gli obiettivi di mercato. Tre dall'Atalanta in bianconero. Per Biglia Lotito vuole 20 milioni. Verratti verso il Chelsea. Il closing rossonero il 21 novembre. Muriel per Sarri

11.11.2016 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 30537 volte
Juve, Inter, Milan, Napoli e Roma: ecco tutti gli obiettivi di mercato. Tre dall'Atalanta in bianconero. Per Biglia Lotito vuole 20 milioni. Verratti verso il Chelsea. Il closing rossonero il 21 novembre. Muriel per Sarri

Se il mercato non si ferma mai e lo sappiamo, dopo quasi un terzo del campionato sono chiare anche le esigenze delle varie squadre e gli interventi che dovranno essere fatti a gennaio.

La Juventus ha bisogno assoluto di un centrocampista, forse due. Se l'obiettivo è provare a scalare la Champions, quel reparto ha bisogno di maggior qualità e quantità. Su Witsel abbiamo scritto da mesi. Ha un accordo con la Juve, arriverà a giugno a parametro zero. Se lo Zenit lo molla a gennaio può incassare 5-6 milioni offerti da Marotta. Comunque il belga non può bastare, servono giocatori che possano giocare in Europa. Lo stesso discorso vale per Matuidi (vecchio pallino) promesso da Raiola, ma il Psg non molla. Idem per Herrera del Porto che, fra l'altro, costa 40 milioni. Troppo. Tolisso del Lione è un altro obiettivo, ma anche lui non può fare la Champions. E' vero che consentirebbe a Khedira, Pjanic e Marchisio di riposare in campionato, ma è una consolazione parziale. Ecco allora che Paratici sta cercando delle strade alternative e la prima porta a Kessie' dell'Atalanta, uno che si ispira a Yaya Tourè. Forza fisica, capacità di inserirsi senza palla, buona tecnica, sa fare anche il difensore: ma è pronto? Per la Juve sarebbe una scommessa, ma Paratici sta provando a fare un pacchetto. Piacciono molto anche Caldara e Conti. Se Kessie' interessa per subito, i due difensori potrebbero rimanere nerazzurri fino a giugno. La pista è calda, l'Atalanta non ha problemi a vendere, fa una valutazione elevata per Kessiè (dieci milioni), ma la Juve è decisa.

In arrivo anche un altro giovane, classe 1997, vale a dire l'uruguaiano Bentancur. Il Boca lo vorrebbe liberare per l'estate, Marotta sta provando a prenderlo da subito, ma ambientarsi nel nostro campionato per un sud americano non è mai automatico. Sembra svanito invece l'obiettivo di sempre, vale a dire Verratti. La Juve stava cercando di mettere in piedi un'operazione per la prossima stagione, ma sull'ex pescarese si è inserito il Chelsea. Verratti è un pallino di Conte da sempre, se scende in campo Abramovich è facile capire come finirà.

Scenderanno in campo anche i cinesi dell'Inter. Oltre a cambiare l'allenatore, hanno deciso di cambiare anche qualcosa in rosa. Intanto 29 giocatori sono troppi (aveva ragione De Boer) almeno in quattro lasceranno Appiano. E' chiaro poi che a questa squadra manchino un grande centrale difensivo, un esterno di difesa e un regista. Dopo aver esaminato da vicino le caratteristiche dei giocatori, sarà Pioli a decidere su chi puntare e chi tagliare. Per la regia non è escluso che venga fatto un tentativo di trasformare Banega in un centrocampista basso. Se protetto nella fase difensiva, può essere una carta importante. Nel caso contrario si proverà a convincere Lotito per Biglia. Il presidente laziale sa che rischia di perdere il giocatore a zero nel 2018, oggi chiede venti milioni, vedremo. Per la difesa il sogno è Lindelof, svedese del Benfica con una clausola rescissoria da 30 milioni. Si può fare questa follia? Se Ausilio riuscirà a piazzare qualche esubero pesante non è escluso. L'esterno sarà Darmian, da tempo Mourinho ha dato l'ok alla cessione proprio alla sua ex società.

Su Darmian si potrebbe inserire il Milan per cedere poi De Sciglio, ma in attesa del closing e della nuova proprietà cinese, le idee non sono chiarissime. A proposito, il closing è fissato per il 21 novembre, SinoEurope sta completando l'iter dell'operazione che dovrebbe portare al versamento di altri 440 milioni nelle casse della Fininvest. Arrivato il bonifico ci sarà l'assemblea dei soci, fissata per il due dicembre per sancire l'addio a Silvio Berlusconi che diventerà presidente onorario, ma soprattutto per prendere atto della nuova proprietà cinese al 99 per cento o poco più. In caso di slittamento è pronta una seconda convocazione per il 13 dicembre. Insomma, entro l'anno l'operazione sarà chiusa. Difficile pensare a immediati investimenti sul mercato. Al Milan servirebbe un centrocampista davanti alla difesa per dare il cambio a Locatelli ed evitare di usurarlo troppo ( è un '98), ma servirebbe anche un vice Niang. Montella vorrebbe Badelj che ha avuto a Firenze, ma la Fiorentina non mollerà il giocatore a gennaio, soprattutto a una concorrente per l'Europa League. Salvo offerte irrinunciabili, ma non credo.

I problemi più grossi, comunque, li ha il Napoli. Dopo l'infortunio di Milik dovevano prendere subito uno svincolato, hanno perso tre mesi. Il falso nueve non funziona e Gabbiadini patisce la pressione e l'ambiente, oltre a non essere un centroavanti vero. Fra l'altro Milik ha già fatto sapere che prima della primavera non si parli del suo ritorno e giustamente. Zaza è stato offerto. E' adatto al gioco di Sarri? Ho qualche dubbio. Meglio Pavoletti, ma il colpo vero sarebbe Muriel. Con Sarri potrebbe fare davvero l'ultimo step del suo tormentato percorso per diventare un grande giocatore. Ma Gabbiadini tornerebbe alla Samp? L'operazione, comunque, si sta imbastendo con Ferrero che, come al solito, parla troppo. Ma il Napoli è tornato a pensare anche al portiere (troppo tardi) dopo gli ultimi exploit di Reina. Sportiello messo in panchina da Gasperini è già una pesante idea di ritorno. C'è solo da battere la Fiorentina.

La Roma, all'apparenza, non avrebbe bisogno di grandi cose. Spalletti, però, ha paura che la coppa d'Africa condizioni Salah. Non è tanto per l'assenza di un mese, preoccupa il dopo. Di solito dopo questa manifestazione i giocatori sono sgonfi e fisicamente a pezzi. Nel mirino c'è il Papu Gomez, all'Atalanta offerto Iturbe che, però guadagna troppo. I giallorossi sono anche su Zampano e visti gli ottimi rapporti con Sebastiani, a tre milioni e mezzo l'affare si farà. Probabilmente già a gennaio, molto dipenderà dalla classifica del Pescara.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Montella, questo Milan ha bisogno di identità. Verona, in "Pecchiata" verso il baratro. Baroni, è stato bello... Juve e Napoli, avanti così! 25.09 - Quest'ultima giornata di campionato ci consegna diverse cartoline. Una da Milano: una volta l'Inter queste partite non le avrebbe mai vinte, invece, anche se non indovina la domenica giusta Spalletti fa punti. Nel calcio si dice: sono segnali. Seconda cartolina da Torino: Mihajlovic...
Telegram

EditorialeDI: Marco Conterio

Troppe Serie A, il calcio sia riformato subito: chi ha la memoria corta non è De Laurentiis. Juve schiacciasassi e Higuain non è diventato un brocco mentre il Torino è ancora vittima degli eccessi di Mihajlovic. 24.09 - I campionati di Serie A vanno avanti. No, non c'è refuso e neppure stortura in questo attacco ma la pura e semplice, nonché amara, verità. La Juventus, il Napoli e la Roma sono da Champions. Inter e Milan degne di una lega d'alto spessore e perché no pure una Lazio mai doma nonostante...

EditorialeDI: Mauro Suma

Andrè Silva: a Suso era andata molto peggio. Moratti: ruolo operativo non significa quote. Napoli: e goditela una volta per tutte! 23.09 - C'è qualcosa di psicologicamente ossessivo e di calcisticamente patologico nei detrattori di Andrè Silva. Dopo la tripletta di Vienna, era la fine del mondo se un talento del genere non giocava contro l'Udinese. Dopo la Spal, è tornato un boomerang da usare contro la campagna acquisti...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Campionato falsato, subito la riforma e premio-promozione. I limiti dell’Inter, a gennaio uno fra Ozil, Draxler e Vidal. Juve, i nodi di un mercato modesto. Howedes rotto, Douglas Costa fantasma. Con Uva in Uefa l’Italia più forte 22.09 - Dopo cinque giornate è già abbastanza chiaro che il campionato è falsato. Facendo una proiezione, a dicembre, ma forse prima, la situazione sarà già ben delineata con 7-8 squadre in corsa per i posti che contano, quattro o cinque in lotta per non retrocedere e le altre (troppe) senza...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il Napoli è devastante, Juve alla tedesca. Il duello è appena iniziato... 21.09 - Impossibile non parlare di calcio giocato nella sera dell'infrasettimanale. Impossibile non parlarne dopo una serata piena di emozioni e che regala al campionato dopo 5 giornate le due prime della classe lassù in testa alla classifica a punteggio pieno con una dimostrazione di forza...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Inter, buon carattere…. Mondi diversi: Patrick vs Patrik! Sarri perché non parla? E poi CR7 a Lisbona! 20.09 - L’Inter si ferma a quattro vittorie. A Bologna, i nerazzurri non vanno oltre l’1-1. Straordinari i giocatori di Donadoni, bravi a non mollare quelli di Spalletti. Onestamente Icardi (altro gol) e compagni non hanno incantato. Nella prima frazione, il Bologna ha dominato con un Verdi...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: l'incoerenza di chi non vuol vedere (occhio a Higuain...). Inter: c'è un nemico alle porte (ma anche una soluzione). Milan: il rebus del "9" e altre malignità. Napoli: se il problema è fuori dal campo 19.09 - Ciao. Stasera c’è il campionato, domani pure, dunque qualunque cosa io scriva rischia di essere usata contro di me. Per questo e per altri motivi ragioneremo su cose frivole. Per esempio, non so se avete letto, ma la migliore amica della piacente cantante Selena Gomez le ha donato...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, ormai vincere in Italia non basta. Pecchia e Baroni, i conti non tornano. Sassuolo, il mercato non perdona. Visto Montella? Bastava metterli dentro... 18.09 - La Juventus vince e passeggia in Italia ma, ormai, non basta più. Vedere Dybala segnare e realizzare triplette non fa più un certo effetto perché, anche se il nostro campionato è leggermente migliorato, la Juventus è ancora troppo avanti sulla concorrenza. Certo, il Napoli c'è e anche...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Allenatori, la rivoluzione silenziosa: il vento è realmente cambiato? Tra podio, sottovalutati e chi ha tutto da dimostrare: ecco il nuovo trend dei presidenti di Serie A 17.09 - Parto da una rapida riflessione, prima di arrivare al nocciolo della questione: se Conte o Simeone a maggio avessero accettato la mega-offerta dell'Inter, questa estate probabilmente solo due club di Serie A avrebbero cambiato allenatore per la stagione appena iniziata. I nerazzurri,...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, da Romagnoli a Conti. Inter e Juve: primo, minimizzare. Roma, Il Ninja sbuffa 16.09 - Il Milan della scorsa stagione, pur con una rosa più stretta e meno qualitativa, ha superato le lunghe degenze di Montolivo prima, di Bonaventura poi e di Abate da Febbraio in poi. Il Milan di questa stagione è e deve essere in grado, con tutta la sua attrezzatura, di fronteggiare...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.