HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Chi sarà il capocannoniere della Serie A 2018/19?
  Cristiano Ronaldo
  Gonzalo Higuain
  Mauro Icardi
  Ciro Immobile
  Edin Dzeko
  Dries Mertens
  Paulo Dybala
  Gregoire Defrel
  Arkadiusz Milik
  Duvan Zapata
  Krzysztof Piatek
  Mario Mandzukic
  Leonardo Pavoletti
  Altro

La Giovane Italia
Editoriale

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis

14.08.2018 08:44 di Fabrizio Biasin  Twitter:    articolo letto 112547 volte
© foto di Alessio Alaimo

Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno con le frasi brevi mi viene più facile. Ma è comunque difficile perché ti viene sonno quando meno te l'aspetti. Tipo ora. Qui sono le 24. In Italia le 18. Qui è l'Indonesia. In Indonesia tutti ti dicono "italiano, spaghetti, pizza e Thohir". Thohir lo conoscono tutti perché è molto ricco. Sono tutti gentili. In particolare i tacksisti (da queste parti si scrive così). Al semaforo nessuno urla "stronzo" all'altro. Eppure c'è un traffico bestiale. Sorridono tutti. Costa tutto molto poco. Una birra al bar vien via a un euro, per dire. Solo che è nuvoloso. Infatti si sta al bar. Ho speso dieci euro di birre. E scrivo l'editoriale con vista mare.
Ora è buio. Keita ha appena firmato per l'Inter. È il settimo acquisto di un mercato nel quale "l'Inter dovrà vendere per forza qualche giocatore importante". Lo dicevano in molti. Alla fine ha tenuto tutti i big, tranne quelli che non erano suoi. Mica male davvero. Molti si domandano: "C'è ancora speranza per Modric?". No. Il mercato in entrata è da ritenersi chiuso. Del resto il club ha sempre fatto sapere "per il croato è quasi impossibile" e "procediamo con il nostro mercato a prescindere". Così hanno fatto. Anzi, di più: l'Inter ha portato avanti il mercato dello scorso anno. Spalletti un anno fa aveva le idee talmente chiare che ha scelto di riproporle anche quest'estate. E infatti prova a recuperare persino Dalbert.
Il resto lo ha fatto Ausilio. Ha lavorato molto bene. Ha comprato tutto con la formula del leasing. "Pago un po' adesso e se mi piace riscatto tra un anno". Non è mica facile comprare i giocatori così. Soprattutto quelli buoni. Lui ci è riuscito. Bravo assai.
Questo tmw con frasi brevi e tanti punti è una boiata. Ma ormai quel che è fatto è fatto. Non metto neanche troppi accapi. Così, a sfregio. Anzi uno sì.

Questa mattina sono andato in un tempio. Pioveva. Avevo le braghette. Mi hanno fatto mettere una specie di pareo decorato con fiori agghiacciante. "In rispetto delle sacre regole". Mi son fatto la foto sotto l'albero sacro. L'ho mandata ai miei. Mio padre ha iniziato a prendermi per il culo. "Ué Marisa, hai completato la trasformazione?". Gli ho spiegato delle regole del tempio. Ma ormai mi chiama Marisa. E ride. Mio padre ha 84 anni. Tifa Milan. Il Milan sta facendo grosse cose a sua volta. Anche Leonardo e Maldini per comprare usano la forma del leasing. La formula del leasing è l'unica salvezza per i club "attenzionati dall'Uefa". Gli altri, anche quelli con i conti frizzantini, fanno i beati cavoli loro, ma quelli attenzionati no. Vai a capire perché.
Il Milan ha preso Bakayoko. C'è chi dice "Mah, Bakayoko". E invece è un bell'acquisto. "Sì ma serve Milinkovic Savic". Graziearcà, aggiungiamo noi. Il serbo difficilmente arriverà, Lotito non ci sente. Vuole i picci. Tanti picci. Leonardo lo sa e infatti non illude nessuno. Ma comunque là in mezzo un altro lo prenderà. E forse anche uno davanti. Vado accapo un'altra volta. Fai la giravolta.

C'è stata la prima di Ronaldo con la maglia della Juve. La Juve ha battuto la Juve e anche se sono amichevoli d'agosto non è mai facile battere la Juve. Che ridere questa battuta. Molto bella. Del resto non è che ci sia granché da aggiungere. Il mercato della Juve è praticamente terminato. Ed è da 10 in pagella. C'è chi mormora "sì, mah, beh..." e tu vorresti dirgli "ma sei pirla?". La Juve ha una squadra di titolari devastante. Ecco, non pensate a quella squadra, pensate a quella "alternativa". La squadra B della Juve lotterebbe a sua volta per conquistare un posto in Champions. Impressionante. Poi però ci sono le frasi tipo quella di Nedved. Il vicepresidente non si nasconde e dice "bisogna vincere tutto". Ricorda molto il motto bianconero. E questo se vogliamo è un po' pericoloso. Tutti sanno che la Juve desidera a tutti i costi conquistare la Champions, ma non è detto che ricordarlo aiuti a trionfare, anzi. Se credi che vincere sia l'unica cosa che conta rischi in effetti di non essere felice mai. Questione di logica e filosofia spicciola. Altro accapo.

Sta finendo il mercato. Mancano pochi giorni. È stato ancora una volta un mercato ricco di balle ma anche di tanta concretezza. Il problema è che quasi nessuno ha parlato di calcio. Del "come giocheranno" invece del "chi compreremo". Ora vi racconteranno la solita storiella dei mille colpi che arriveranno da qui a venerdì per tenere vivo l'interesse generale. Ma quando mai. Il Napoli sì che dovrebbe fare qualcosa. De Laurentiis ha scelto ancora una volta di mettere se stesso davanti alla sua squadra. Come se fosse vittima di un non meglio precisato "complesso pallonaro". Quello, cioè, del presidente che ha fatto miracoli per portare il club ad un livello di eccellenza, ma poi si è spaventato. Come se avesse pensato "non è che ora la squadra diventa più importante del suo presidente?". È paradossale, ma ad oggi il problema del Napoli è l'ego di De Laurentiis. Dice: "Ho portato Ancelotti". Tutti lo ringraziano, ma è come ingaggiare De Niro e fargli fare il cinepanettone: senza senso.
Fine. C'è il fuso. Ieri siamo andati a vedere le scimmie sacre nella foresta, vicino alla città chiamata Ubud. Del resto pioveva. Ci hanno detto "sono molto sacre". Siamo entrati nella foresta. Le abbiamo viste. Da lontano sembrava che si ingroppassero. Allora ci siamo avvicinati. Effettivamente si stavano ingroppando (da cui il detto "ingropparsi come scimmie"). Sacre sì, ma arrapatissime. Comunque io volevo andare a Viserbella. Ciao.
(Twitter: @FBiasin).


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Juve e Douglas: il suo errore e quello "degli altri". Inter: ecco chi ha fretta di seppellire i nerazzurri. Milan: la ricetta di Gattuso (in barba alle "ombre"). Ridateci il Var, per carità. E su Barella... 18.09 - L’ombra di Conte. L’ombra di Conte è devastante. È su tutti. Su Spalletti. Su Gattuso. Su Di Francesco. Ma anche su di te. Al lavoro sei stato rimbrottato? C’è l’ombra di Conte. La tua ragazza ultimamente ti tratta male? Pensaci, potrebbe essere l’ombra di Conte. Sei pallido? Per...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Si scrive Inter, si legge crisi. Ronaldo e il gol: adesso via ai titoloni. Allarme Roma mentre Gattuso deve prendere una decisione 17.09 - Parlare di crisi dopo 4 giornate è prematuro. Non si possono lanciare allarmi e non si possono fare funerali ad uno che ha solo il raffreddore. Se è vero che abbiamo forzato un pò la mano per il titolo è altrettanto vero che l'Inter non ha solo il raffreddore ma la diagnosi è piuttosto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

Il Var così è inutile, parte seconda. Ci hanno rotto il calcio: è tutto più che ridicolo. E il campionato sembra già finito 16.09 - In due settimane di pausa si sono sviluppati tre macrotemi: la Nazionale, il campionato dei tribunali e quello che sembra già finito, cioè la A, perché provate a pensare quando si sbloccherà Cristiano Ronaldo. Ieri si è aggiunto in maniera prepotente, ma in realtà è così dalla prima...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Inter ancora Modric nel mirino e si lavora per il rinnovo di Skriniar, Juve occhi su Marcelo, il Napoli vuole blindare Milik. Milan, oltre Rabiot piacciono Paquetà e Paredes 15.09 - Siamo appena a metà settembre eppure gennaio sembra così vicino, perché il mercato è sempre in movimento. E allora parto dall’Inter che ha cullato per alcuni giorni il sogno Modric. Il no netto di Florentino Perez ha chiuso ogni possibilità, ma ancora il rinnovo con il Real Madrid...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Dybala al Real, Pogba alla Juve, Griezmann allo United: si prepara un grande giro forse già a gennaio. Molto dipende da Zidane. E l’Inter non molla Modric. Sta per finire lo strapotere dei procuratori. Stop ai prestiti selvaggi 14.09 - Visto che il mercato non si ferma mai, le ultime che arrivano soprattutto dalla Spagna vale davvero la pena di cercare di intercettarle e valutarle. Da tempo i giornali spagnoli parlano di Dybala al Real, l’estate scorsa ci furono anche annunci ufficiali con relative smentite. Che...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il mercato internazionale ai raggi X: l'Italia spende e gli affari sono sempre fra i soliti... 13.09 - La FIFA ha fatto la fotografia del mercato internazionale. Ovvero dei trasferimenti provenienti dalle federazioni estere. Un lavoro complesso, reso possibile dal TMS (il Transfer Matching Sistem): quindi non si tratta di proiezioni o di valutazioni, ma di dati certi. Sono dati aggregato...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Cristiano Ronaldo ha distrutto la Spagna e il suo Mondiale dal di dentro, e Allegri lo ha aiutato. Ecco come. Mancini poteva avere ragione, ma c’è un particolare fondamentale che lui e la Figc hanno dimenticato su Euro2020 12.09 - E’ stato un piano perfetto. E noi distratti dal passaggio di Cristiano Ronaldo alla Juventus. Altroché. Diabolico CR7, che arrivando ai Mondiali con il Portogallo campione d’Europa, e avendo nel proprio gruppo la Spagna, ha usato tutte le armi per farla fuori, anche se non è bastato...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Italia: un anno senza vittorie (ma non diamo la colpa agli stranieri). In arrivo la quarta giornata, ma c’è già chi parla “del mercato di gennaio” (pietà…). Inter: per il rinnovo di Icardi… non c’è fretta 11.09 - Siamo in piena pausa per la Nazionale. Ma il peggio è passato. Da oggi smetteremo di far finta che ce ne freghi qualcosa della Nations League (“La Nations League è importante!”) e torneremo a creare nuovi casi mediatici: perché Ronaldo non ha segnato durante la pausa? (“perché è bollito!”)....

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola, Sacchi ha fatto la storia, tu i soldi in Italia e vivi nel Principato. Rischio concreto di un campionato a senso unico. Sentenza B tra oggi e domani: una macchia eterna in un sistema che salva solo Gravina e Sibilia 10.09 - Volevo ringraziare pubblicamente Mino Raiola. Non sapevo proprio cosa scrivere questo lunedì, in assenza di notizie, campionato e mercato. Ho ragionato per giorni ma cose originali e sensate non me ne venivano in mente. Poi leggo le dichiarazioni di Mino e lo ringrazio perché anche...

EditorialeDI: Marco Conterio

Dallo Stadium a CR7, da First Team alla U23. I motivi per cui Totti ha consegnato il titolo alla Juventus. Il Manchester City e Guardiola intanto stravolgono il modo di raccontare il calcio 09.09 - In principio è stata la Juventus, con il docu-film prodotto da Netflix, First Team. Archetipo del dietro le quinte di quel che c'è nel lavoro d'ogni giorno che avviene a telecamere spente. I giocatori che si confidano, le discussioni nell'alveo dello spogliatoio. E' stata una primogenitura...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy