VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Juve: Pirlo-Europa e Marchisio-Italia. Roberto Mancini fra Inter e Psg. Hamsik profeta in patria: a Rafa fischiano le orecchie. Milan, El Shaarawy e De Sciglio decisivi per la Champions

Nato a Milano il 10 Maggio 1965; Giornalista Professionista dal 1994. Dopo le esperienze professionali di carta stampata (La Notte e Il Giorno) e televisive (Telelombardia, Telenova, Eurosport), dirige Milan Channel dal 16 Dicembre 1999.
04.10.2014 00:00 di Mauro Suma   articolo letto 26802 volte

In Italia la Juventus è fatta. E non c'è nemmeno tutta questa fretta di cambiarla. Anzi. Con la cerniera centrale Tevez più arretrato e Marchisio centrale, la squadra bianconera ha addirittura migliorato l'assetto per il Campionato. Con il Carlitos riveduto e corretto e con Marchisio negli appartamenti di Pirlo, la Juventus allegriana centra gli stessi risultati di quella contiana ma con minore dispendio di energie. Stritolare goccia a goccia l'avversario senza dannarsi troppo l'anima: è quello che è accaduto nei primi 5 turni di Campionato. Energie che vengono risparmiate per la Champions. Ma non solo. Energie che devono essere valorizzate e rese più qualitative quando l'asticella sale e cioè in Champions. Da chi? Ma da Pirlo. È Andrea che può e deve essere fattore in più per l' Europa juventina. In Campionato Pirlo non è mancato. A Madrid si. Eccome. Meno minuti in Campionato e insostituibile in Europa. Può essere questa la soluzione Pirlo. E probabilmente Allegri ci sta pensando.

In questo stesso spazio editoriale settimanale avevamo immaginato qualche settimana fa Mancini a Napoli. Dopo aver giurato che non ce lo siamo né inventato né sognato, ecco le nuove voci sul Mancio. La prima è parigina. L'unica squadra che conta a Parigi, il PSG. Il tecnico di Jesi ha già collaborato in maniera costruttiva con una proprietà araba e gradisce Club esteri per il proprio futuro professionale. L'unica controindicazione potrebbe essere Ibra. Superato quel labiale, quando te ne vai...., dopo una sostituzione nell'Inter? In ogni caso la dimensione internazionale che cuce addosso a se stesso Mancini è proprio quella che Thohir sogna per la sua Inter. Ci dicono di contatti non diretti Inter-Mancini, ma fra entourage. Riferiamo la voce.

Se Hamsik è quello di Bratislava, allora c'è un problema nel Napoli. Se il campione slovacco è riuscito a fare quel po po di partita a casa sua, vuol dire che non si trova in cattive condizioni di forma. E neanche che sia in declino. Ma che si è dato gli stimoli giusti. E significa forse che nelle altre partite, tra assetto di squadra e allenatore, quando gli stimoli glieli devono dare gli altri, ecco che tutto si inceppa. E che Marek continua a vivere più bassi che alti. Non è un problema da poco. Per la città che si è sempre riconosciuta nelle accelerazioni di Marek e per la squadra che senza di lui è troppo prevedibile. E quasi mai in grado di stanare, vedi Chievo e Udinese, le difese che in Italia si chiudono con maggiore abilità. L'Europa League ha mandato un messaggio chiaro all'agenda di Rafa: priorità uno Hamsik. Prima di ogni cosa tornare a coccolarlo e a rimetterlo al centro del progetto.

I due del 92 al Milan sono determinanti. De Sciglio ed El Shaarawy. Nell'ultima stagione positiva del Milan, avevano costruito insieme il terzo posto. Stephan con i suoi gol e Mattia con le sue discese sulla fascia di altra categoria rispetto alla media. Non solo: a Bruxelles cross dell'uno e gol dell' altro decisivi per la qualificazione agli Ottavi di finale di Champions League. Le rispettive esplosioni di Mattia ed El Sha avevano cambiato la vita del Milan. Nella loro carriera rossonera fino a questo momento gemella, hanno entrambi saltato la scorsa stagione e le cose rossonere sono andate molto male. Nell'anno uno di Inzaghi la situazione non è cambiata. Sono e restano determinanti per il Milan, De Sciglio ed El Shaarawy. Che succede? Per Mattia, talento indiscusso e indiscutibile, si tratta solo di allontanare le tentazioni del primo, normale, senso di appagamento della carriera e tornare a fare ogni cosa in campo con la necessaria cattiveria. Per El Shaarawy, atleta in grado di fare la differenza, il tema è invece fisico - atletico. Stephan deve sempre pensare che la sua condizione e la sua freschezza atletica sono il bene supremo. Da non negoziare mai, soprattutto con le piccole insidie e i piccoli dolorini che nel corso di una stagione sono sempre dietro l'angolo.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Milan grandi idee (Bonucci), Juve-Schick, Roma e gli attaccanti... 13.07 - L'idea è ambiziosa, esattamente come il Milan del nuovo corso. Finora nessun contatto, neanche ufficioso, fra le società. Ma i rossoneri pensano a Bonucci. Hanno cominciato a sondare il terreno, a parlare con il procuratore del ragazzo (l'altro ieri Lucci era a casa Milan anche per...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, ora un addio eccellente… Milan-Gigio, tutto dimenticato? Roma-Nainggolan, resa dei conti! Inter, quanti sogni. E intanto Roberto Carlos fa 9… 12.07 - Ancora una volta, la Juventus sta mostrando gli artigli. Dopo un inizio di calciomercato soporifero, Marotta e compagni hanno deciso di inserire le marce alte. Douglas Costa è un fenomeno. In un calcio molto tattico come quello italiano, avere uno, come il brasiliano, che salta l’uomo...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve, non solo Douglas: altri 2 colpi “da Champions” (uno nascosto). Inter: la strategia su Nainggolan, il patto con Dalbert e la “tecnica-Spalletti”. Milan: dietro al super-mercato c’è un piano preciso (e occhio al Gallo…) 11.07 - (A fine editoriale mi lascio andare a un delirio da ricovero coatto. Non fateci caso, è il caldo). Buondì. Oggi volevo ragionare con voi di emoticon. Le faccine che sorridono, che piangono, il simbolo della merda col sorriso, il dito all’insu, le corna, l’omino che corre, il vecchio...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Paperumma ha rovinato tutto: immagine da ricostruire. Gli agenti bravi e quelli che fanno danni: da Raiola a Di Campli fino a Giuffredi. Inter, tocca a te! Palermo, non trema solo Zamparini... 10.07 - Doveva essere un titolo da cartone animato è stato, invece, un titolo premonitore. Paperumma non ha portato benissimo a Gigio Donnarumma che oltre a costruire la sua carriera, adesso, dovrà ricostruire la sua immagine. Un anno fa aveva l'immagine migliore del nostro campionato. Il...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.