VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Dove giocherà Schick la prossima stagione?
  Resterà alla Sampdoria per il primo vero anno da titolare
  E' pronto per il grande salto: andrà alla Juventus
  All'Inter come prima grande alternativa a Icardi
  Andrà al Milan per il dopo Bacca
  In Premier League

TMW Mob
Editoriale

Juve: Pogba resta fino al 2015, si insiste per Lamela, no a Morata. Inter: allarme Thohir, ha finito i soldi? Napoli, tra Capoue e Jorginho spunta Ralf del Corinthians. Milan, Seedorf vuole Hernanes

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
17.01.2014 00.00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 35486 volte
© foto di Federico De Luca

Inter, che succede? Due mesi dopo l'arrivo di Thohir tutti gli entusiasmi si sono già raffreddati. L'indonesiano ha già sborsato 75 milioni di euro e presto dovrà rimettere mano al portafogli visto che il debito di gestione si aggira al 30 giugno del 2013 attorno ai 157 milioni mentre l'Uefa chiede un rientro a 45 per rispettare il fair play finanziario e consentire l'iscrizione alle coppe Europee nel 2015. Una situazione complessa e difficile con le banche che soffiano sul collo e una squadra che avrebbe bisogno di un management e di ritocchi di mercato.

Invece niente di tutto questo, i dirigenti sono ancora gli stessi di Moratti e Thohir non ha nessun piano di rinnovamento, mentre per il mercato non è stato stanziato un euro. Anzi, l'ordine è vendere tutto il vendibile di una rosa molto vasta con giocatori dimenticati che hanno giocato pochissimo o niente. Thohir vuole liberarsi di tutta questa zavorra e degli stipendi più pesanti tanto che ha dato un altro imput: a giugno via tutti i senatori, senza guardare in faccia a nessuno, da Zanetti a Milito, da Cambiasso a Samuel è arrivata l'ordine di dire stop con il calcio o con l'Inter. Anche le dichiarazione hanno lasciato perplessi i tifosi.

Come andrà a finire? Difficile dirlo anche se Moratti pensava sinceramente che il passaggio fosse più indolore. E forse anche più felice. E' vero che c'è una clausola nel contratto che consentirebbe all'ex presidente di riprendersi il club, ma in questo momento anche Moratti non ha la forza finanziaria per rimettere a posto i conti dell'Inter.

La trattativa è andata avanti per mesi, i conti sono stati spulciati e rispulciati, fatti e rifatti da noti studi economici-finanziari, ma ora ci raccontano di un Thohir sempre più perplesso e preoccupato per la montagna di milioni che dovrà ancora tirar fuori. Pentito? Può darsi, sicuramente non è una bella situazione e l'Inter in questa sessione quasi sicuramente non farà mercato.

Farà poco anche la Juventus. Intanto come vi abbiamo anticipato la scorsa settimana, è arrivata la fumata bianca per Pirlo. E questo è un bell'investimento. Il giocatore ha detto ok, si sta limando il contratto nei dettagli. Marotta ha però sempre il suo sogno nel cassetto e aspetta che il Tottenham rifletta sul possibile scambio alla pari Lamela-Vucinic con parametri economici ed esborsi fissati per giugno. Per gli inglesi è troppo alta la valutazione che fa la Juve di Vucinic (15 milioni) e alcune perplessità sono nate anche sulle condizioni del giocatore. La Juve ha provato a rilanciare offrendo un difensore. Il Tottenham vorrebbe Bonucci, la Juve potrebbe mettere sul piatto Vucinic e Ogbonna. Vedremo. Morata, invece, è una falsa pista, oggi non ci sono dodici milioni da spendere. Buona invece la traccia che porta Quagliarella alla Lazio. Lotito ha cercato fino all'ultimo di soffiare Matri alla Fiorentina, ora si è buttato sull'attaccante della Juve che però teme di finire a fare la riserva di Klose. Allora tanto vale restare in bianconero a vincere lo scudetto.

Marotta, in attesa di qualche scambio finale (Armero-Peluso?) si è buttato a capofitto sul rinnovo di Pogba. Con il procuratore Raiola si sta studiando un rinnovo al 2019 con stipendio portato a 4 milioni netti. Il giocatore si impegna a restare fino al 2015, un altro anno, a patto però che poi la Juve gli dia via libera a una cifra fissata non inferiore ai 70 milioni di euro. La firma sul rinnovo dovrebbe arrivare a breve.

Il Napoli sta cercando di accontentare Benitez che ha chiesto due centrocampisti di alto livello e un difensore. Non è facile a gennaio, ma De Laurentiis colpito dalla contestazione dell'altra sera ha deciso che spenderà. Bigon è volato a Londra per chiudere con l'incontrista francese Capoue del Tottenham che Benitez conosce molto bene. E' proseguito fino a tarda notte anche il contatto con il procuratore del veronese Jorginho, ma restano delle perplessità in rapporto al prezzo, sul passaggio del giocatore a un ruolo e una società con maggiori pressioni. Benitez preferirebbe Ralf del Corinthians, un centrocampista di maggior caratura internazionale, già nel giro della nazionale brasiliana, per molto tempo inseguito anche dalla Fiorentina. L'operazione si può chiudere con una decina di milioni.

Seedorf ha chiesto un a Berlusconi, ma invece di un centrocampista vero, visto che farà giocare i piedi buoni, ha chiesto di sondare la Lazio per Hernanes, più duttile. Il brasiliano andrà in scadenza nel 2015 e non vuole rinnovare, a Lotito conviene monetizzare magari chiedendo in cambio soldi e qualche giocatore (Saponara?). Per il resto il Milan ha chiuso, la campagna rafforzamento vera e propria si farà a giugno, ma Seedorf lo sa. Tra l'altro con il 4-2-3-1 e tutte le mezze punte che ci sono in rosa, se riuscirà a dare un equilibrio ci sarà un maggiore utilizzo dei tanti doppioni in zona offensiva.

La Fiorentina dopo i colpi Matri e Anderson si è buttata sui giovani Rosseti, attaccante del Siena, e Baselli centrocampista dell'Atalanta che davanti alla difesa ha grande talento. La concorrenza è forte: c'è la Juve. L'agente di Gaston Ramirez, intanto, ha offerto il giocatore alla Fiorentina. Nel Southampton non sta andando benissimo, vuol tornare in Italia, ma i viola non vogliono spendere più di due milioni. Potrebbe essere un affare.

Infine Gilardino. Tornerebbe volentieri a Bologna per cercare di contribuire alla salvezza, ma uno scambio con Bianchi sembra improbabile. Si può fare solo se Borriello dovesse accettare l'ennesimo ritorno a casa.

ARTICOLI CORRELATI

TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Mercato: gran fermento Milan. Ritiro misura mediatica: Pioli scivola. Juventus: il Monaco non è il Barcellona 29.04 - Il Milan ha perso contro l'Empoli, molle e male, e lo sa. Ma sgombriamo il campo dalla mozzarella sfatta del sesto posto che nessuno vuole. Il Milan che scende in campo a San Siro otto giorni dopo il derby, ha al primo minuto pronti-via la possibilità tutta piena e tutta aperta di...
Telegram

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Di Maria, De Sciglio, Verratti, Tolisso, Caldara, Spinazzola: tutti i nomi della nuova Juve. Milan su Dzeko. Inter, Simeone si complica 28.04 - Allegri resterà alla Juventus anche se dovesse essere triplete (tifosi della Signoira toccate ferro), non è Mourinho. La sua è un’altra storia. Vi abbiamo già anticipato la settimana scorsa che è stata raggiunta un’intesa di massima per prolungare il contratto fino al 2020 con un...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Ricostruzione Inter,  i rinnovi di Napoli e Milan. La Roma di Monchi 27.04 - Nessuno si sarebbe mai aspettato una situazione in casa Inter così complicata un mese fa. La dirigenza nerazzurra dà piena fiducia a Pioli, considerato in questo momento senza alcuna ipocrisia il migliore. Non il migliore in assoluto. Il migliore in questa situazione. Dichiarare fallito...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve, un giallorosso nel mirino… Schick? Non solo offerte italiane! Milan e Inter, non solo acquisti 26.04 - La Juventus è una meraviglia. Lo Scudetto, il sesto di fila, è pratica in via di chiusura. C’è poi una finale di Coppa Italia da giocarsi e una Champions League che fa ben sperare. Una squadra magnifica. Migliorabile? Risposta affermativa ma con interventi accorti… La rosa è super,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: il segreto di una macchina perfetta (e una guida sul Monaco). Inter: terremoto in panchina, occhio ai nomi (e alle priorità). Milan: il pessimismo sui cinesi, la mossa sul mercato e 2 appunti a Montella. Napoli: non scherziamo su Sarri 25.04 - Come ogni anno dal lontano 2006 è iniziato il drammatico torneo di calcetto dedicato ai giornalisti: si chiama “Press League”, lo organizza un tizio di nome Luca Mastrorocco che poi è il papà di “Zona Gol” (questa citazione dovrebbe valere almeno due arbitraggi “comodi”: Luca, ci...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Inter, prima il mercato dei dirigenti poi quello dei calciatori. Milan, tutto come previsto: c’è poco o nulla da salvare. Calori e Liverani, la bacchetta magica nascosta. Foggia-Pisa: mondo capovolto 11 mesi dopo 24.04 - Se volessero farlo apposta non ci riuscirebbero. I calciatori dell’Inter hanno gettato la croce su Pioli togliendo dall’imbarazzo i dirigenti dalla difficile decisione se confermare o meno l’allenatore per la prossima stagione. Con un finale così osceno hanno “esonerato” Pioli ma...

EditorialeDI: Andrea Losapio

La fortuna di Suning passa dai risultati deludenti, la Juve non ne ha bisogno. De Laurentiis pensa a un'innovazione ogni tre minuti, Pallotta e Monchi al prossimo tecnico 23.04 - L'Atalanta è a un passo dall'Europa, l'Inter un bel po' meno. Da una parte ci sono nerazzurri che vincono e convincono - a parte ieri, partita brutta nonostante i cinque gol - dall'altra una squadra che vorrebbe diventare grande senza passare dalla necessaria anticamera. L'Inter attuale...

EditorialeDI: Mauro Suma

In Cina adesso sanno chi è Li Yonghong. Gabigol costa come Dybala. E la Juve pescò il castigamatti 22.04 - Le cinque squadre più conosciute in Cina, le cinque squadre percepite dalle masse cinesi sono Real Madrid, Barcellona, Manchester United, Bayern Monaco e Milan. E' questa la forza che sarà respiro alla nuova proprietà del Milan. E, conoscendo i nostri chicken, respiro non significa...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, ora pesca il Monaco. Cento milioni dalla Champions. Allegri rinnova fino al 2020. Isco primo obiettivo. Milan, Morata dice no. Inter, 60 milioni per Berna 21.04 - La vera impresa della Juventus d’Europa credo sia quella di non aver preso neppure un gol dal Barcellona in due partite. Questo dato freddamente numerico racconta di una squadra straordinaria che nella fase difensiva rasenta la perfezione pur giocando con quattro attaccanti di ruolo....

EditorialeDI: Luca Marchetti

La Juve fra le top 4, ecco come vuole rimanerci. I progetti di Milan e Inter per tornare fra le grandi. Napoli Insigne: accordo raggiunto 20.04 - I complimenti sono d’obbligo, scontati e sentiti. La Juventus per la seconda volta in tre anni è in semifinale in Champions. E’ il trionfo di una società granitica che difficilmente sbaglia mosse sul mercato e sul campo. E’ il trionfo di Allegri che in 180’ contro il miglior attacco...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.