HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Juve immobile sul mercato: è la decisione corretta?
  Si, questa squadra non ha bisogno di rinforzi adesso
  No, alla Juventus sarebbe servito un altro terzino
  No, bisognava portare subito Kulusevski a Torino
  No, il club forzi la mano per lo scambio Rakitic-Bernardeschi

La Giovane Italia
Editoriale

Juve: Ronaldo e il "piano" mercato. Inter: doppio colpo in arrivo... ma senza esagerare. Milan: ok Ibra, ma la soluzione è un'altra. La lezione di Lazio e Atalanta

07.01.2020 08:03 di Fabrizio Biasin  Twitter:    articolo letto 52720 volte
© foto di Alessio Alaimo

Rieccoci. Saremo sbrigativi. L'anno nuovo regala situazioni antiche. E ci introduce al maledetto mercato di gennaio.
E allora ecco le situazioni antiche. E allora ecco quello che serve alle grandi per affrontare la seconda parte della stagione senza avere rimpianti.

La Juve stravince. Lo fa grazie a un enorme Ronaldo. Un mese fa dicevamo "Ronaldo è un problema". Oh, mica tutti, ma qualcuno sì. E invece eccolo qui, tornato in un amen al suo livello. E pure i suoi compagni sembrano tutti più o meno "a livello". E allora ecco cosa devono fare Paratici e Nedved, in entrata, a gennaio: niente. Le grandi squadre non sfruttano gennaio per sistemare il presente, ma per costruire il futuro. La Juve deve diminuire il monte ingaggi e a giugno lo farà, ora invece deve semplicemente far fruttare il suo (enorme) potenziale. Sarri ci sta riuscendo molto bene - piaccia o non piaccia sono più importanti i risultati del gioco - e pazienza se qualcuno dice "Sì ma il sarrismo dov'è?", quelli si chiamano "eterni insoddisfatti".

Il Milan è cementato nel mezzo della classifica e il problema è che non ha grosse speranze di recuperare sulla zona-Europa e nemmeno rischia di finire nell'inferno della zona retrocessione. Si chiama "limbo" e non è accettabile. Il limbo è ottimo se sei una neopromossa, inaccettabile se ti chiami Milan e porti allo stadio più di 60mila spettatori.
Il limbo - anzi, il Purgatorio - è figlio di una gestione sciagurata che la proprietà sta provando a mascherare con lo specchietto-Ibra. Ibra può fare molto, ma non i miracoli. Una dirigenza che spera nei "miracoli" certifica la sua inadeguatezza, questo è chiaro. "E allora che investano! Servono 383838 giocatori nuovi!". E invece no, non serve nulla. Il Milan non deve prendere nessuno al mercato di gennaio, nessuno. Lo diciamo ad alta voce e siamo certi che molti non saranno d'accordo. Fa niente. Il Milan non ha bisogno di altri rattoppi e, al contrario, dovrebbe già pensare alla prossima rosa. Dovrebbe farlo, certo, ma difficilmente accadrà. E questo perché la proprietà ha sì una priorità, ma non quella di "organizzare", semmai quella di vendere (giocatori, club, tutto). Forse ci riuscirà e allora i tifosi del Diavolo potranno tornare a sperare. Ora no, non lo possono fare. E forse qualcuno dirà che siamo tragici, ma "Io ero più sereno all'epoca della serie B, perché anche in mezzo alle difficoltà si percepiva il desiderio comune di tirarsi fuori dal fango. Ora vedo solo il fango". Parola di mio padre, tifoso rossonero dal 1936.

E allora ai rossoneri possiamo dare solo un consiglio, benché difficile: prendere una via chiara, mettere in piedi un progetto e perseguirlo. Lo ha fatto la Lazio che ha vinto due trofei in pochi mesi e oggi tiene il ritmo di Juve e Inter in testa alla classifica. Lo fa segnando sempre nel recupero? Anche meglio. E lo ha fatto l'Atalanta che viaggia a forza 5 e sabato testerà il vero valore dell'Inter di Antonio Conte. Progettualità, tempo, scelte oculate e pochi "colpi di testa", ma anche il coraggio di bocciare chi non serve. E pazienza se poi si perde per strada il Kulusevski di turno, anzi, pure meglio: porta in cassa i milioni necessari per far progredire il progetto.
Infine l'Inter e la magia firmata Conte. A Napoli i nerazzurri hanno sfruttato tre gentili omaggi dei padroni di casa che, sì, sono regali, ma il dato di fatto è che bisogna saperli scartare: Lautaro e Lukaku sanno come si fa. Al resto ci ha pensato la difesa, in particolare il solito De Vrij e con lui Bastoni, che per molti era una "plusvalenza fittizia" e invece si sta trasformando piano piano in una certezza. E il mercato? Si chiede a gran voce questo e quel giocatore. Arriveranno un centrocampista (Vidal è complicato, Eriksen possibile a giugno, forse Nandez ma solo se si accontenterà il Cagliari con Nainggolan) e un esterno a sinistra (si insiste per Marcos Alonso), di più non avrebbe senso: in fondo è questo il gruppo che è riuscito ad arrivare in vetta, cambiarlo troppo sarebbe illogico.

E anche queste Feste...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Politano Napoli, avanti con decisione: spunta anche Llorente. Via vai in casa Milan, la Fiorentina e le nuove idee. Due ritorni in difesa per Genova... 23.01 - Un'altra trattativa che procede spedita. E ancora una volta Politano protagonista. Dopo l'affare saltato con la Roma è il Napoli a farsi sotto con grandissima decisione. E dopo le chiacchierate al telefono (pre e post partita di coppa) il Napoli è passato ai fatti. Incontro con l'Inter...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

L’Inter alza l’offerta per Eriksen: 18 milioni. Apertura Spurs, ecco i dettagli. Altro che Politano, la Roma è già su Shaqiri. Manovre estere: Manchester United con 55 milioni per Bruno Fernandes 22.01 - Ci siamo. L’Inter avanza su più fronti per chiudere con manovra a tenaglia su Eriksen. Prima sul giocatore: accordo totalmente raggiunto, male che vada il danese arriverebbe a giugno. Ma soprattutto con il Tottenham, per avere Eriksen subito. E per questo l’Inter ha presentato una...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: una (non) novità di mercato e l'idea di Sarri su Ronaldo. Inter: la cifra per Eriksen, il piano per Moses e... un po' di calma. Milan: Ibra ma non solo Ibra. Napoli: sta accadendo qualcosa di grottesco 21.01 - Dieci giorni e finisce il mercato. Se questa notizia vi intristisce avete un problema. Procediamo. L’Inter ha giocato una partita discretamente brutta a Lecce. I padroni di casa hanno alzato le barricate in modo intelligente ed efficace, i loro avversari non hanno trovato alternative...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Marotta-Ausilio, una decisione per il bene dell'Inter. Napoli, crisi senza fine. Milan a 2 punte: serviva anche la fortuna. Lazio, che show 20.01 - Secondo pareggio di fila, questa volta più indigesto rispetto a quello precedente con l'Atalanta. Il Lecce si conferma fermagrandi. Al Via del Mare, dopo la Juventus, non passa neanche l'Inter. I problemi, però, restano. Per la corsa al titolo questi due punti pesano. Eccome. La settimana...

Editoriale DI: Marco Conterio

Il naufragio della trattativa tra Inter e Roma è la triste fotografia di questo mercato. Le lacrime di Politano, lo sguardo di Spinazzola e il peso dei giocatori nel calcio di oggi 19.01 - Matteo Politano, con la sciarpa della Roma, aveva un sorriso grande come un sogno. Sulla pelle un tatuaggio: Matteo bambino, la sedici sulle spalle troppo larga per contenere tutte le speranze. Ai piedi un Super Santos, davanti San Pietro. Davanti Roma, casa, terra premessa e ora...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Inter, Eriksen in dirittura d’arrivo, accelerata per Moses. Lazaro in uscita, Vecino ha mercato in Premier. Il Milan pensa a Olmo per il dopo Suso. Il Napoli insiste per Amrabat, Llorente e Ghoulam restano 18.01 - L’Inter è sempre più vicina ad Eriksen. Il giocatore ha già comunicato al Tottenham di volere andare via a gennaio e ha scelto il club nerazzurro. La cena di mercoledì sera tra Marotta e il suo agente ha suggellato definitivamente l’operazione. Ora serve solo limare un po’ la distanza...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Inter da scudetto: presi Eriksen, Young, Giroud e Spinazzola. Vidal in attesa. Milan, Under per Suso. Rrahmani del Napoli. Gasperini, clamoroso autogol 17.01 - Presi Young, Giroud e Spinazzola, praticamente fatta per Eriksen: è il grande giorno dell’Inter. E se qualcuno poteva avere ancora qualche dubbio, Marotta e Ausilio li hanno spazzati via tutti: i nerazzurri vogliono lo scudetto. La strategia già chiara da qualche settimana sta diventando...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Inter scatenata: blitz a Londra, ancora attesa per lo scambio con la Roma, e anche il Milan ora parla con i giallorossi 16.01 - Si muove - eccome - il mercato, fra Milano, Londra e Roma. Andiamo per ordine. Intanto blitz a Londra di Piero Ausilio, volato nella capitale inglese per approfondire i discorsi relativi a Eriksen e Giroud. Sul danese si è certificata, in un ulteriore incontro con il suo procuratore,...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

Eriksen-Inter: ci siamo. PSG sorpassato, ecco la richiesta del Tottenham. Il Best XI del girone d’andata: vince l’Inter, i tifosi non votano Cristiano Ronaldo, quattro allenatori davanti a Conte 15.01 - Si entra nel vivo. Giro di boa del mercato di gennaio, e l’Inter prova a sferrare l’attacco decisivo per Eriksen. La settimana scorsa vi informavamo di come i nerazzurri fossero davanti a tutti nella trattativa per il giocatore, adesso dopo 7 giorni la situazione è in rapidissima...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Juve: il problema di Sarri non è in campo (e per la difesa c'è...). Inter: Eriksen e Spinazzola (con Politano a Roma) a un passo! Milan: Ibra, il modulo... ma c'è di più. Napoli: mercato caldissimo 14.01 - Cose che sono successe nelle ultime ore e che mescoliamo con il calcio per creare ulteriore confusione. 1)      Salvo Veneziano è stato eliminato dal Grande Fratello ed è svincolato: può essere un buon rinforzo per molte squadre. 2)      Tal Favoloso era scomparso, ma per...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510