VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

Juventus, il pezzo da 90 è Modric. Il Milan gioca a Football Manager, ma ha già speso 141 milioni (e non è finita). Inter a rilento, Roma in ricostruzione. E se fosse l'anno del Napoli?

Nato a Bergamo il 23-06-1984, giornalista per TuttoMercatoWeb dal 2008 e caporedattore dal 2009, ha diretto TuttoMondiali e TuttoEuropei. Ha collaborato con Odeon TV, SportItalia e Radio Sportiva. Dal 2012 lavora per il Corriere della Sera
09.07.2017 13:40 di Andrea Losapio  Twitter:    articolo letto 160135 volte
© foto di Lorenzo Di Benedetto

Doverosa premessa: se il Milan non esistesse, questo sarebbe un mercato quasi terminale. Più che altro le notizie si sorpassano sempre, le trattative stanno ferme fino a che non arriva l'ufficialità, o quasi. Così i rossoneri paiono gli unici che mediaticamente stanno muovendo i fili, perché sembrano quasi tutte telenovele. A parte André Silva, praticamente preso in una sera, gli altri sono stati lunghi tira e molla. Kessie bruciato alla Roma, Donnarumma che rinnova, Conti che si mette in mezzo con l'Atalanta, Musacchio e Rodriguez presi quando la stagione non era ancora finita, Calhanoglu che finalmente batte le punizioni in Italia, Borini scippato alla Lazio. Tra giovani futuribili, calciatori pronti a esplodere e ottime occasioni, il Milan in realtà sta giocando a Football Manager, inserendo pedine più o meno buone per fare un grande campionato. Nel tritacarne però rischia di finirci Montella che ora dovrà amalgamare i 141 milioni spesi finora (senza il riscatto di Kessie). E non è ancora finita, perché arriverà almeno un altro grande acquisto, forse il più importante economicamente: non Kalinic, ma un grande centravanti che possa fare la differenza anche in futuro. Andrea Belotti è il nome principale, perché giovane, mentre Aubameyang perde qualche incollatura. O forse Morata, ma dopo le parole di Cardiff la pista si è raffreddata, molto. Intanto manca un vero e proprio regista: per questo è impossibile non essere d'accordo con Zvonimir Boban che sostiene come il Milan non sia ancora una fuoriserie. Ma può diventarlo.

Invece la Juventus rallenta perché non ha bisogno di accelerare più di tanto. E, dopo l'arrivo di Rodrigo Bentancur, non vuole sbagliare l'extracomunitario. Douglas Costa oppure Danilo, ma la realtà è che il problema non risiede sulle fasce, al di là dell'offerta ufficiale per Federico Bernardeschi della Fiorentina. Il colpo forte, fortissimo, la Juventus vuole farlo in mezzo al campo. Il nome principale è quello di Luka Modric, centrocampista di proprietà del Real Madrid, uno dei migliori sulla piazza. Se non il più forte, perché togliere lui dall'ingranaggio perfetto dei Galacticos sarebbe un azzardo. L'intenzione delle Merengues è quello di non cederlo, sebbene il croato abbia oramai 31 anni e potrebbe, condizionale d'obbligo, avere voglia di un ulteriore step di carriera. Valutazione mostruosa per l'età, stipendio altrettanto record (ora prende più di 6 milioni di euro all'anno), trattativa praticamente proibitiva. Però l'idea c'è stata e le pareti raccontano che un tentativo verrà fatto. D'altro canto Allegri vuole un centrocampista di livello assoluto da oramai un paio di anni, oltre all'arrivo di Pjanic: il fatto di essere passato da tre a due in mezzo è un segnale di come un Pogba o un Vidal manchino all'ottimo ingranaggio bianconero. C'è un tempo per cedere e uno per acquistare i campioni. La Juventus ora è nella seconda fase, più avanti rispetto a tutti.

Forse solo il Napoli, in questo momento, può reggere il confronto. L'idea è stata chiara, cioè quella di fare gruppo e sperare di riportare, dopo quasi tre decadi, lo Scudetto in azzurro. Per farlo non bisognerà sbagliare nulla, nemmeno negli acquisti. Bene Mario Rui per blindare le fasce, serve un portiere di livello assoluto - non può più essere Reina - e un centrocampista capace di fare la differenza. Zielinski e Hamsik sono a livelli straordinari, servirebbe un... Modric, anche qui, oppure un Nainggolan. Sono due nomi, ma è il calibro del calciatore a fare la differenza: insomma, se fosse stato acquistato Mascherano, qualche tempo fa, sarebbe stato l'identikit perfetto. E Ounas può essere l'ennesimo grande colpo arrivato quasi in sordina, anche perché davanti non è stato ceduto nessuno: Giaccherini e Pavoletti se ne andranno via.

L'Inter va a rilento, a parte Skriniar, Pellegri, Salcedo e Borja Valero. Per lo spagnolo piccolo inciso: ma è possibile che chiunque vada via dalla Fiorentina debba farlo con coup de théâtre vari ed eventuali? Suning comunque è al metà del guado: diventare una super potenza europea oppure galleggiare? Già aver scelto un allenatore a inizio luglio è un gran passo in avanti rispetto alle figure dell'ultima annata. La Roma invece deve ricostruire e non sarà facile, ma Monchi è davvero una garanzia. Sempre ammesso che lo facciano lavorare, perché l'addio di Rudiger potrebbe già essere un colpo alla sua credibilità.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il Milan e il colpo a sorpresa, la Juve punta su Matuidi (e Keita), l'Inter avanza piano. E l'estero si prepara a un estate bollente... 27.07 - Mancano solo 24 ore poi sarà esordio per il nuovo Milan. Non sarà tutto il nuovo Milan, ovvio. Ma l'entusiasmo è tangibile. Mancheranno gli ultimi due acquisti perché sono da perfezionare tecnicamente dei passaggi finanziari in Lega, ma soprattutto manca ancora il grande colpo in...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Cassano, amabili resti! Milan, ma Diego Costa? Neymar, ora si sta esagerando! Juve, la 10 non è uno scherzo… 26.07 - Tempo fa mi sono imbattuto nel film Amabili resti… Racconta la storia di Susie, una ragazzina che, dopo essere morta in circostanze tragiche, si ritrova sospesa in un limbo, esattamente a metà tra vita terrena e paradiso… Oltre alle copiose lacrime versate, ricordo la preoccupazione,...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: Bernardeschi c’è, ma il colpo da urlo deve ancora arrivare. Inter: la verità dietro al “no” per Vidal, il piano-Perisic e la volontà cinese sui “botti”. Milan: l’ultima tempesta e il fatto. Napoli: l'idea di Sarri 25.07 - Buon fine luglio a voi tutti. Prima le cose importanti. La prima: tale Alberto Carlon mi scrive su Twitter. “Ti posso chiedere di salutare Roberto Marketing e dirgli che mi manca molto Mattia?”. Chi sono io per non eseguire? Nessuno. La seconda: Cassano ha lasciato il calcio,...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Juve, se ci sei, batti un colpo! Verratti con Raiola umilia Di Campli. Mirabelli e il rimpianto nerazzurro. Suning, ora i fatti... 24.07 - I voti al mercato sono una cosa, il campo un'altra. Il Milan ad oggi merita 8,5 per come ha lavorato e per i suoi acquisti. Certamente senza soldi si poteva fare ben poco ma la società ha dimostrato di avere le idee chiare e massima concretezza. I tifosi apprezzano e sanno che, in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato 23.07 - Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore...

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.