HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
TUTTOmercatoWEB.com: notizie di calcio e calciomercato
 
SONDAGGIO
Chi vincerà la Champions League 2019/2020?
  Liverpool
  Paris Saint-Germain
  Real Madrid
  Bayern Monaco
  Tottenham
  Manchester City
  Juventus
  Atletico Madrid
  Napoli
  Borussia Dortmund
  Barcellona
  Inter
  Chelsea
  Ajax

La Giovane Italia
Editoriale

Juventus-Sarri: ecco cosa manca per l’annuncio. Roma: ecco tutti i perché su Fonseca. Napoli: ecco la distanza per James Rodriguez, e quando si potrebbe chiudere

05.06.2019 17:43 di Tancredi Palmeri  Twitter:    articolo letto 74491 volte

Il redde rationem sul prossimo allenatore della Juventus è stato ulteriormente inasprito dalle parole di Paratici (non certo per colpa sua, ovvio). Da un lato ormai ci sono i tifosi e i forum juventini, tutti sicuri che sia Guardiola il prossimo allenatore della Juve, e che chi lo neghi lo faccia per reticenza o per malafede. Dall’altro - senza che si siano messi d’accordo ché se potessero i giornalisti concorrenti si accoltellerebbero tra loro pur di dare prima una notizia - in ordine sparso ma unanime tutte le varie testate più credibili di stampa, tv, web si sono allineate sul nome di Sarri, e sarebbe strano credere che tutti abbiano la stessa fonte.
Per nostra parte - anzi sollevo Tuttomercatoweb dall’eventuale responsabilità oggettiva - per mia parte, venerdì 17 maggio alle ore 17.00 ho dato in anteprima la notizia della trattativa avanzata tra Sarri e la Juventus (poi ribadita e sigillata giorni dopo) sulle onde della fu RMC Sport (a proposito: adesso c’è TMWradio, con il podcast STADIO APERTO ogni lunedi-mercoledi-venerdi alle 17.00, vi daremo notizie di mercato e la linea senza censura per i tifosi, lo ascoltate sulla app di TMWradio, o qua sul sito etc, fine piccolo spazio pubblicità).

E a quello mi attesto e rimango, a Sarri-Juventus: non per testardaggine, o per antipatia verso la Juventus (ma perché poi?! Respect for Sarri!). Avessi qualche feedback positivo, anche in ritardo su Guardiola, non vedrei l’ora di lanciarlo, vista la facile popolarità che procura in tutto il popolo juventino. Ma a me continua a risultare che tutte le strade portino a Sarri. E so bene che qualora mi sbagli, ci sarà pronto il plotone di esecuzione, così come qualora io abbia ragione, lo stesso plotone si girerà dall’altra parte fischiettando. Ma insomma tanto qua non scappa nessuno, se avrò torto saprete dove venirmi a prendere (a che pro poi? Non c’è giornalista che non voglia dare la notizia giusta, e di sicuro lo vuole fare con la Juventus, che ha il popolo più numeroso).

E allora direte voi: se sei così sicuro della notizia di Sarri, com’è che ancora non viene annunciato?
Ecco ciò che manca: il Chelsea non è una porta girevole, dove si entra e si esce e saluti a tutti. E non è soltanto questione dei 5 milioni e mezzo di € di indennizzo al Chelsea (per cui dovrebbe essere stato trovato un accordo di massima facilitato dall’incontro di etichetta tra Agnelli e Abramovich a Baku).
La Juventus si è mossa molto rispettosamente con il Chelsea, l’accordo con Sarri è stato trovato da settimane, Sarri ha comunicato la sua volontà dopo la finale di Europa League, il Chelsea gli ha risposto che farà in modo di non ostacolarlo, ma stiamo parlando di un grande club. Che se lascia andare l’allenatore (di 4 giugno, non di metà maggio come ha fatto la Juventus, è ben diverso…) deve avere pronta l’opzione.
Il Chelsea considera Lampard, ma anche Javi Garcia del Watford, e non sono le uniche due opzioni sul tavolo. Si pensa anche ad Allegri, in quello che sarebbe un clamoroso scambio. Ma ancora non si concretizza nulla, e risulta che finché il Chelsea non sia pronto con l’alternativa, la Juventus non potrà precedere.
Se poi altri avranno ragione, tanto di cappello.

La Roma invece è a un passo da Paulo Fonseca. Incontro in campo neutro a Madrid tra la dirigenza romanista e l’allenatore. L’accordo di massima è raggiunto (contratto da 2,5 milioni a stagione), bisogna finalizzare, ma la Roma ha scelto Fonseca su De Zerbi o su altri per un motivo preciso: piace la sua proposta di calcio offensivo ma ragionato, piace il suo curriculum internazionale, piace la possibilità di partire da zero con un progetto totalmente nuovo che non abbia retaggi con Roma. Le qualità Fonseca le ha tutte, poi ovvio Roma e la Roma sono un’avventura complicatissima.

Nel frattempo De Laurentiis ha trollato tutti: “annuncio lunedì!” certo come no…
Ma ADL lavora, eh. E in attacco si cerca attivamente. James Rodriguez non è solo un sogno: il colombiano e Ancelotti si sono già parlati, e a sorpresa il Napoli sarebbe pronto a sobbarcarsi i 6.5 milioni di € del suo stipendio. Certo, rimane il problema diritti d’immagine, che con James sono particolarmente pesanti, se si pensa che nel suo primo anno a Madrid la sua maglietta del Real Madrid fu la più venduta al mondo anche davanti a quella di Cristiano Ronaldo.
Però la collaborazione con Mendes può far sorpassare (con calma) anche quel problema. La questione è il prezzo: il Madrid aveva fatto un prezzo di favore di 42 milioni al Bayern per il riscatto (scalava già la quota per il prestito). Non è quello che farebbe pagare il Napoli: a Valdebebas vogliono almeno 50 milioni, e ne hanno bisogno visto che tra Militao, Mendy e Jovic sborseranno in tutto 160 milioni - a cui si aggiungeranno 120 per Hazard.
Il problema è che il Napoli non vuole andare oltre i 30 milioni. Ben distante dalla richiesta. C’è però il favore del giocatore e di Mendes, dunque l’inerzia è dalla parte del Napoli. Ma altro che lunedì, questo sembra un affare che non sembra possa concludersi come minimo a ridosso del ritiro. Addà passato Florentino…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

La Juve di Sarri (forse) non nascerà, ma Maurizio ha un piano. Milan: il problema di Giampaolo è nell’estate (e il mercato non c’entra). Inter: il lavoro di Marotta e...il pensiero di Conte. Napoli: c'è il Liverpool, alla faccia dei comunicati 17.09 - Buon martedì. Eccoci qui a parlare di calcio. Ho perso al fantacalcio perché hanno annullato il gol a Joao Pedro. Non si fa. Ma veniamo a noi. Il calcio fa ammattire tutti e infatti spuntano le polemiche come funghi. Spunta la polemica su Sarri che parla degli orari di giuoco “e poi...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

A Sarri serve tempo ma Conte non ne concede. Inter concreta ma non bella. Cellino ci riprova con lo stadio... a Cagliari finì male. Samp, tra Vialli e Ferrero perde Di Francesco 16.09 - Se passi da Massimiliano Allegri a Maurizio Sarri devi preventivare che il passaggio possa risultare traumatico e, soprattutto, che ci voglia del tempo. Lo diciamo da due mesi: ai bianconeri, quest'anno, servirà tanta pazienza. Sarri è un allenatore vero e non impari i suoi schemi...

Editoriale DI: Andrea Losapio

Il caso Mandzukic è chiaro: accetta il Qatar, aspetta la Cina o inguaia la Juventus?  La sicurezza di Koulibaly e la bacchetta magica di Conte. Il Milan riuscirà a ritornare grande? 15.09 - Doveva essere l'attacco di Mauro Icardi e Mario Mandzukic, sarà probabilmente di Gonzalo Higuain e Paulo Dybala. I due argentini erano sul mercato ad agosto, nella speranza di trovare una sistemazione e una plusvalenza. Due motivi diversi per la permanenza: il primo non voleva lasciare...

Editoriale DI: Niccolò Ceccarini

Juventus, Mandzukic verso  il Qatar. Per gennaio ipotesi scambio Emre Can-Rakitic. Inter, per il centrocampo idea Matic. De Paul, oltre alla Fiorentina  attenzione anche al Milan 14.09 - Gennaio è lontanissimo, ma il mercato non si ferma, mai. Anche perché la chiusura della sessione estiva ha lasciato alcune situazioni in sospeso. In casa Juventus ci sono due vicende aperte: Mandzukic e Emre Can. Il futuro dell’attaccante (escluso dalla lista Champions e assente anche...

Editoriale DI: Enzo Bucchioni

Sarri seduto su un vulcano. Torna dove perse lo scudetto e chi esclude Matuidi o Rabiot? Khedira o Emre Can? E Dybala? Mandzukic sta in panca o va in Qatar? E Montella rischia già. Conte fra Lautaro e Sanchez 13.09 - Penso a Sarri e ancora una volta ho come la sensazione che esista davvero la Dea Eupalla, come sosteneva il mitico Gianni Brera del quale abbiamo parlato giustamente tanto in questi giorni. O se non esiste, credo che da qualche parte almeno si nasconda un Folletto malizioso capace...

Editoriale DI: Luca Marchetti

Chi spende e chi vince: non sempre coincide, anzi... le classifiche in Europa e in Italia 12.09 - Manca poco meno di una settimana e poi inizierà anche la Champions League. E le ambizioni delle squadre che parteciperanno i "pronostici" possono arrivare anche da un'analisi economica. E ci viene in aiuto una ricerca fatta dal CIES, pochi giorni fa, che testimonia come la voglia...

Editoriale DI: Tancredi Palmeri

I problemi delle grandi. Juventus: difesa fragile, scontenti rumorosi. Inter: esterni in prova, l’Europa di Conte. Napoli: poca intensità, cazzimma da trovare. Roma: nazionali senza filtro, e senza storia. Milan: poche idee ma confuse 11.09 - Tra le sette piaghe bibliche inflitte all’umanità non c’era ancora la pausa per le Nazionali a settembre solo perché ancora in quel tempo non era iniziato il campionato, ma nell’anno 2019 di grazia del Signore la sosta di inizio settembre si piazza come indice di gradimento esattamente...

Editoriale DI: Fabrizio Biasin

Balle da post-mercato: occhio alle fregature. Nazionale: la retorica ci ucciderà. Zhang-DeLaurentiis e la sfida per l’Eca: molto più di una poltrona. 10.09 - Rieccoci. Non è che ci sia molto da dire. Del resto siamo al 43242° giorno di pausa per la nazionale, una calamità capace di uccidere persino taluni virus rari. Durante la pausa per la nazionale c’è talmente poco da dire che il livello di balle raggiunge l’iperuranio. Per dire, il...

Editoriale DI: Michele Criscitiello

Adesso inizia il campionato. Figc-Lega, aria di bufera. Gli inglesi ci copiano. La tv della Lega, da sogno a (quasi) realtà 09.09 - Il vero campionato inizierà nel week end. Come sempre le Nazionali rovinano tutto e le prime due giornate vengono considerate "fase di rodaggio" poi si è chiuso il mercato e solo ora, tra infrasettimanali e Coppe, si parte seriamente. Dove la classifica inizierà, lentamente, a prendere...

Editoriale DI: Marco Conterio

L'estate dei grandi agenti: da Raiola a Giuffrida, da Pastorello a Lucci, da Branchini a Busardò, fino alle grandi potenze europee. Chi c'è dietro a tutte le trattative e ai sogni del mercato 08.09 - Abbiamo vissuto una grande estate di calciomercato. Fatta di sogni, talvolta di fantasie e illusioni, ma soprattutto di grandi trattative. Di panchine che cambiano, dell'era Allegri che finisce alla Juventus, di quella Sarri che si apre. Di Conte all'Inter, ma anche di Milan e Roma...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510