VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Mercato stellare per il Milan: i rossoneri sono da Scudetto?
  Sì, a patto che arrivi un grande attaccante
  No, la Juventus resta sempre più forte
  No, ha davanti comunque sempre Roma e Napoli
  Sì, già così è da Scudetto

TMW Mob
Editoriale

L'Inter pensa al grande ritorno di Mancini in panchina. Icardi in partenza per Wanda Nara. Juve, slitta il rinnovo di Conte. I piani del Milan per trovare un socio e rifare la squadra. Cuadrado all'asta

Nato ad Aulla (Massa Carrara) il 16/03/54 comincia giovanissimo a collaborare con La Nazione portando la partita che giocava lui. Poi inviato speciale e commentatore, oggi direttore del Qs Quotidiano sportivo della Nazione, Resto del Carlino e Giorno
04.04.2014 00:00 di Enzo Bucchioni   articolo letto 38586 volte
© foto di Federico De Luca

Al di là del valore del tecnico, dei risultati ottenuti in quindici anni di serie A e di quello che potrà ancora dare, Mazzarri dovrebbe porsi soltanto una domanda: se io fossi Thohir terrei sulla panchina dell'Inter l'allenatore scelto da Moratti? E su questo Mazzarri dovrebbe cominciare a ragionare e a guardarsi attorno. Le probabilità che il tecnico resti in nerazzurro sono veramente poche e al di là di De Boer e Laudrup che piacciono molto per lo spessore internazionale, nelle ultime ore è arrivata una soffiata niente male non da uno dei soliti giornalisti che alimentano il fuoco, ma da un allenatore che sulla panchina dell'Inter c'è stato: Hector Cuper.
Proprio Cuper fa sapere che sarebbe stato consigliato a Thohir di riprendersi Roberto Mancini. Le considerazioni che sarebbero state fatte sono tutte pertinenti, l'identikit potrebbe davvero essere quello giusto. Mancini è un vincente, ovunque sia stato da allenatore e da giocatore ha portato a casa campionati nazionali e coppe. Ha un profilo internazionale, ha vinto la Premier con il City e da giocatore è stato un grande. Conosce l'Inter e gli interismi come pochi altri, dalla società ai tifosi, passando per lo spogliatoio, il nerazzurro non ha segreti per Roberto Mancini. Ora è al Galatasaray, ma si tratta di una soluzione di passaggio, tanto che sul contratto ha fatto scrivere che in qualsiasi momento può liberarsi. L'unico problema potrebbe essere l'ingaggio, Mancini è uno abituato a guadagnare cifre molto importanti (al City 5 milioni più i premi), ma per tornare all'Inter e nel grande giro è disposto a tagliare le pretese.
A Mancini aveva già pensato anche la Juventus nella eventualità che la trattativa per il rinnovo con Conte non dovesse andare a buon fine, ma nelle ultime settimane la candidatura di Spalletti (proposto ai bianconeri) sempre come alternativa a Conte, sta prendendo forza.
La rivelazione di Cuper, dunque, è una novità che anima ancora di più questo finale di campionato e Mazzarri per sperare in una riconferma dovrebbe conquistare un posto in Europa League, ma anche dimostrare di avere la squadra in mano con grande lucidità cosa che non è sembrata a Livorno. La gara di domani sera con il Bologna, sulla carta semplice, nasconde quindi molte insidie con un candidato pesante come Roberto Mancini alle spalle.
Tra l'altro Mancini ha sempre dimostrato di saperci fare con i giovani e Thohir vuol fare una squadra di giovani. Il suo carisma è importante quando devi insegnare calcio. A proposito di giovani, però, c'è Icardi che non sembra molto gradito al presidente indonesiano attento anche alla immagine del suo club. La vicenda personale con la moglie di Maxi Lopez e l'ostentata relazione sui social, la maglia con Wanda Nara sbandierata alle telecamere, non ha fatto impazzire Thohir . Icardi sarà messo sul mercato per monetizzare, ma anche per togliersi un motivo di gossip che non fa bene quando si parla di sport. Anche Guarin è nella lista dei partenti per fare cassa anche in questo caso, ma anche per eliminare un problema dopo la vicenda con la Juve e la contestazione dei tifosi. Lo vogliono soprattutto in Spagna e in Inghilterra.
In tema allenatori, è slittata la firma sul rinnovo di Conte. Come vi abbiamo detto qualche settimana fa, la trattativa sta andando bene, molto meglio rispetto all'autunno scorso, i piani di rafforzamento prospettati dalla società sono stati approvati dall'allenatore, ma nero su bianco non c'è ancora. Conte non vuole distrazioni, ha chiesto di far slittare tutto dopo la conquista matematica dello scudetto che se tutto va bene dovrebbe avvenire fra tre-quattro domeniche. Insomma, ancora un mese per sapere.
Grande attenzione hanno destato anche le parole di Barbara Berlusconi sulla ricerca di un partner per rilanciare il Milan. Un socio al 30 per cento avrebbe la possibilità di trovare una importante apertura sul mercato italiano per la costruzione del nuovo stadio e tutto il relativo business che ne può derivare, il rilancio del brand Milan uno dei più importanti nel mondo, ma anche l'eventuale testa di ponte per l'ingresso nel mercato dei diritti televisivi del campionato italiano attraverso la Fininvest. Tutte situazioni capaci di stimolare magnati dei paesi emergenti con i quali Barbara Berlusconi si incontrerà nelle prossime settimane.
Infine un'altra vicenda che sta tenendo banco: dove andrà Cuadrado? Fino a qualche tempo fa Andrea Della Valle era fermamente deciso a riscattare il giocatore dall'Udinese pagando l'altra metà per tenerlo poi alla Fiorentina. C'è già stato anche un contatto con l'entourage del colombiano per strappare l'ok alla permanenza a Firenze per almeno un altro anno con adeguamento dell'ingaggio. La mancata partecipazione alla Champions League della Fiorentina e le numerose richieste per il giocatore arrivate dalle più grandi società d'Europa ( Bayern, Barcellona prima del blocco del mercato, Arsenal, Manchester e Juventus) stanno facendo vacillare la Fiorentina e il giocatore potrebbe finire all'asta per finanziare il mercato viola con l'obiettivo di fare una squadra ancora più forte. Come è successo in sostanza nel 2012 con Nastasic e nel 2013 con Jovetic. Il riscatto sarà comunque trattato con Pozzo forse domenica prossima prima di Fiorentina-Udinese. I viola propongono dodici milioni per la metà, l'Udinese ne vuole 15. A Montella piace molto anche Muriel e non da oggi, potrebbe essere inserito nell'affare con le solite modalità adottate per Cuadrado due anni fa. Anche la Juventus è alla finestra, ha proposto all'Udinese l'acquisto del giovanissimo portiere Scuffett, ma piace da sempre pure Cuadrado. Anche di questo hanno parlato quindici giorni fa Andrea Della Valle e Andrea Agnelli, ma Cuadrado in bianconero non si può fare. Dappertutto, ma non alla Juve, una storia simile a quella di Jovetic.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Marotta e Paratici, ha ragione Agnelli: serve un altro Higuain. Napoli, adesso o mai più. Sabatini: trattative diverse (e non va bene) rispetto a quanto annunciato 23.07 - Lucida follia. Un anno fa, quando la Juventus annunciò l'acquisto di Gonzalo Higuain dal Napoli grazie al pagamento della clausola da 90 milioni di euro, commentai così il trasferimento del Pipita. Un'operazione economicamente folle per i bianconeri per un calciatore...
Telegram

EditorialeDI: Mauro Suma

Milan, dal ruggito di Huarong al ruggito di Florentino. Belotti: tutte le carte in tavola. Napoli: uno Scudetto già vinto. 22.07 - Due anni di sarcasmo, di dileggio e di ironie sul Milan. Una montagna di sentenze e di previsioni nefaste che ha partorito un topolino dal numero 19. E' di questo che ci si è ridotti a discutere. Il Milan di Yonghong Li fa esageratamente quella campagna acquisti milionaria per la...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Cairo dice no, ma Belotti ha l'accordo col Milan. Arriva Kalinic. Troppi dubbi su Montella. Juve: ok Berna, ma il centrocampista? Milinkovic Savic con Matic o Matuidi. Inter in difficoltà 21.07 - Cairo resiste, dice no al corteggiamento del Milan e alla cessione di Belotti, ma alla fine si farà. Servirà tempo, trattative giuste, pazienza, ma Belotti al Milan è nella logica delle cose e del mercato. Nonostante tutto. Una società come il Milan che sta spendendo più dell’impossibile,...

EditorialeDI: Luca Marchetti

L'Inter e i giovani di qualità, la Juve e le trattative ad oltranza, la rosa degli attaccanti del Milan. Roma: non solo Defrel 20.07 - Cominciano ad intrecciarsi le strade di Inter e Juve. Non poteva esser altrimenti, non possono rimanere lontane. E allora mentre si definiscono i dettagli per l'operazione di Vecino con la Fiorentina e il suo agente (la Fiorentina dovrebbe far sapere come preferisce che venga pagata...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan, problema Bacca… Inter, un terzetto per decollare! Cassano? Ma stiamo scherzando? La bicicletta di Djalminha, l’età di Taribo West 19.07 - Eccomi qui… Sono reduce da una trasferta “calcistica” che mi ha emozionato. Sono stato a Londra, alla O2 Arena, per lo Star Sixes, il torneo delle leggende del calcio. Ben 120 ex giocatori a duellare per dimostrare che la classe non ha età (se non lo sapete, ha vinto la Francia con...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: attenti alle sorprese, anche pericolose! Milan: ecco i soldi per il Gallo. Inter: 3 novità e altrettante "pillole di fiducia". Napoli: la giusta scelta (ma c'è un pericoloso neo...) 18.07 - PREAMBOLO Ciao. Questo dovrebbe essere il 450esimo editoriale da me scritto su Tmw. Ho fatto dei calcoli di massima. Iniziai nel 2008, avevo ancora i capelli, ho saltato quasi mai. Anzi no, una volta fui costretto alla resa a causa di un attacco di acetone perforante. Scaliamo...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Bonucci in due giorni, per Dalbert sono due mesi. Fassone e Mirabelli, scudetto al mercato ma in campo serve tempo. Branchini, c'era una volta il Re del mercato... E c'è ancora! 17.07 - I tifosi del Milan hanno lasciato, lo scorso maggio, San Siro delusi e stanchi dell'ennesimo campionato mediocre del diavolo. Si facevano due domande: "Il prossimo anno ci abboniamo? Ma questi cinesi che razza di cinesi sono?". Sembra passata una vita e, invece, sono solo due mesi....

EditorialeDI: Marco Conterio

Dalla Juventus al Milan, dall'Inter alla Roma e non solo: i retroscena sui colpi che preparano adesso le grandi d'Italia. E' anche il mercato dei procuratori: tutti gli affari già a segno 16.07 - E' una splendida estate. Inattesa. Il Milan s'è preso la copertina ma mica è finita. Già, perché adesso la premiata coppia Fassone-Mirabelli cerca la ciliegina in attacco e non è da escludere che per il centrocampo arrivi pure un altro colpo con Suso possibile partente. E' da Scudetto?...

EditorialeDI: Mauro Suma

Allegri: da Pirlo a Bonucci. Donnarumma: nessuna reciprocità. Napoli: l'esperimento del non mercato 15.07 - Quando c'è una diaspora che scuote le pareti dello stomaco di una tifoseria, Massimiliano Allegri si trova nel mezzo. Andrea Pirlo nel Milan del 2012, Leonardo Bonucci nella Juventus del 2017. Max cozza senza volerlo con i caratteri di alcuni big: loro non si aspettano in un uomo...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Bonucci capitano del Milan: tutti i retroscena sul divorzio dell'anno. Episodi inquietanti. Ha vinto Allegri. Epurazione, anche Cuadrado e Mandzukic in partenza. In arrivo Manolas. Viola, caos Kalinic 14.07 - Bonucci al Milan è il divorzio dell’anno e forse anche di più. Non siamo infatti solo davanti a un semplice trasferimento a sorpresa, questa vicenda racconta di una Juventus in ebollizione e trasformazione che sta cercando di porre fine a un evidente strappo di spogliatoio iniziato...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.