VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Caso Donnarumma: come finirà?
  Dirà addio al Milan per il Real Madrid
  Rinnoverà separandosi da Raiola
  Rinnoverà restando con Raiola
  Dirà addio al Milan per la Juventus
  Dirà addio al Milan con altra destinazione

TMW Mob
Editoriale

La benedizione di Spalletti… Milan, progetto “da grande”! Wenger, scherziamo? Gabigol, non te ne andare…

31.05.2017 00:00 di Fabrizio Ponciroli  Twitter:    articolo letto 32733 volte
© foto di Federico De Luca

L’ho seguita interamente, senza perdermi né una virgola, né una smorfia. Spalletti ha salutato la Roma. Non un addio ma un arrivederci: “Non escludo il ritorno”, la citazione dell’ex allenatore capitolino. Insomma, un Spalletti 3.0, in futuro, potrebbe capitare. Prima c’è da metabolizzare, però, lo Spalletti 2.0. Tanti concetti, alcuni chiari, altri meno… Ovviamente ha detto tanto sulla sua nemesi, ossia Totti. “Diventeremo amici strettissimi”, la certezza di Luciano. Ho qualche dubbio… “Non sono mai stato nemico di Totti”, questo è vero ma neanche il suo estimatore migliore. Intendiamoci, la gestione di un fuoriclasse agli sgoccioli della carriera è complicato per tutti, pensate se poi si parla di Francesco Totti. Comunque, basta soffermarsi su quanto è stato, guardiamo a quello che sarà. “Chi vorrei alla Roma? Montella o Di Francesco”. La benedizione di Spalletti è lapidaria. Considerato che Montella non è destinato a lasciare la panchina rossonera (ha appena rinnovato), ben venuto Di Francesco. L’uomo giusto come suggerisce Spalletti? Sì, a patto che si capisce che, il gioco di Di Francesco, ha bisogno di tempo per diventare pane quotidiano dei suoi giocatori. Di Francesco ha bisogno di tempo per entrare nella testa dei suoi giocatori. Sa lavorare benissimo con i giovani, da testare con i big… E la Champions League? Ha abbastanza esperienza per non tremare al risuonare della musichetta? Di Francesco ha tanto “spessore umano” e c’è una novità: non sarà solo come è accaduto a Spalletti (comunque bravo a non dare colpe alla società che, invece, ne ha) ma avrà in Monchi un aiuto importante, fondamentale, decisivo. Se ci sarà alchimia tra i due, magari con Totti a fare da “traino alla piazza”, attenzione alla Roma del dopo Totti calciatore…
Bene la Roma, benissimo il Milan. I tempi in cui si aspettava l’ultimo giorno di calciomercato per “tentare qualche colpo” sembrano dimenticati. Musacchio, Kessie, forse Morata. Stiamo parlando di giocatori importanti e funzionali al progetto. Montella sa cosa serve per spiccare il volo (da buon Aeroplanino, battuta orribile…), la società lo sta accontentando. Ecco, poi bisognerà anche cedere qualcuno e qui sarà più complicato… Resta il fatto che il Diavolo ha ripreso vigore. Ecco, cerchiamo di non fare errori nel preliminare di Europa League. La Sampdoria ci ha lasciato reputazione e faccia due estati or sono (eliminata, ricordiamolo, dal Vojvodina…). Quindi, meglio arrivare al raduno (anticipato) con giocatori di qualità, così da entrare in Europa League in pompa magna e proseguire nella costruzione di un progetto “da grande”. Ecco, arrivasse anche l’ok di Donnarumma, saremmo tutti ancor più contenti (a parte Raiola).
Passiamo alle “notizie dal mondo”, come si diceva nei vecchi telegiornali anni ’80 (lo dicono anche oggi?). Wenger ha firmato il prolungamento di contratto con l’Arsenal. Gli hanno garantito un biennale. E’ seduto sulla panchina dei Gunners dal 1996, la lascerà (forse) nel 2019. Vero, ha vinto l’FA Cup e poi? Poi nient’altro… Anzi no, tante figuracce e molti tifosi sull’orlo di una crisi di nervi. Eppure, Wenger, resta al suo posto. E’ proprio vero che in Inghilterra sono diversi da noi, almeno nel giudicare l’operato degli allenatori. Chiedere a Ranieri e Mazzarri per conferme…
Chiudo con il mio disincantato eroe, l’uomo che mi porterà nel cuore come emblema di ciò che poteva essere e non è stato. Il mito assoluto, l’inarrivabile Gabigol… Costato 30 milioni di euro (circa, per la precisione), ha disputato 10 partite (circa, visto che è quasi sempre partito dalla panchina). Ad ogni apparizione, circa tre milioni di motivi per guardarlo (10 x 3 fa 30, corretto?). Un gol all’attivo e l’affetto smisurato dei tifosi dell’Inter. In una stagione da cancellare in toto, Gabigol è entrato nel cuore dei tifosi nerazzurri. Perché? I maligni dicono perché non ha giocato e quindi non ha colpe… Altri, invece, ne hanno apprezzato la sua esuberanza in campo e la sua “voglia di farcela”. Che sia un mago? Io, personalmente, non so il reale motivo per cui ho perso la testa per Gabigol. So solo che spero, con tutto il cuore, che non se ne stia per andare dall’Italia per sempre. Ha cinguettato che sta per tornare in Brasile. Per le vacanze, pare… Non fare scherzi Gabigol… Bluff o campione incompreso? Non lo sappiamo ancora ma c’è un solo Gabigol e va amato a prescindere… Chissà, forse l’anno prossimo potrebbe anche sbocciare e diventare un fuoriclasse da 30 milioni, o no? Pensate se sarà, come sembra, Spalletti ad allenarlo… Non vedo l’ora!!!


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Fassone in tre mesi ha fatto quello che il Milan doveva fare da 5 anni. La trappola per "Topo Gigio". Firenze, le "non colpe" del Corvo. Inter, count down partito per Walter (People from Ibiza) 26.06 - Sta arrivando una bufera dalla Procura Federale che i venti dell'Est a novembre, in confronto, sono cicloni provenienti dal Marocco. Adesso bisognerà capire se la Procura andrà avanti o, come spesso accade, deciderà di fermarsi per questioni politiche. Nel mirino degli uomini di Tavecchio...
Telegram

EditorialeDI: Andrea Losapio

Alex Sandro vale 70 milioni, chissà quanto valeva Cafù. Troppi giovani non fanno vincere niente, così come spendere soldi. Donnarumma è solo un portiere, Spalletti un allenatore. De Laurentiis non può decidere per tutti 25.06 - Il candidato svolga, al netto dell'attuale situazione patrimoniale, le quotazioni di mercato dei seguenti calciatori. Berardi, Bernardeschi, Alex Sandro, Salah, Manolas, Belotti, Pellegri. Niente di più semplice per chi segue un pochino il chiacchiericcio che negli ultimi giorni si...

EditorialeDI: Mauro Suma

Gigio firma subito ed esci dal tritacarne! Mercato Juventus, adesso tocca alla difesa. Città in rivolta: Borja Valero come Hernanes? Roma e Napoli: Milan e Inter snobbate 24.06 - La visita di Vincenzo Montella a Castellammare di Stabia ha riportato la vicenda nel suo ambito, quello della casa e della famiglia. Il PSG e il Real Madrid sono stati una tentazione, drenata e gestita da Mino Raiola, e possiamo comprenderlo. Ma oggi che anche il presidente del Senato...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Juve, Bonucci non è incedibile. Se vuole può partire. Douglas Costa o Bernardeschi? Iniesta con Cuadrado al Barça. Agnelli rimane presidente. Milan, Donnarumma resta 23.06 - Dalla notte di Cardiff sta nascendo il mercato della Juventus e neppure le liti (presunte o vere), i lunghi coltelli (veri o presunti) dello spogliatoio, potranno far cambiare idea a Marotta e Paratici. Avanti con questo gruppo, anche se i ritocchi saranno pesanti. E se qualcuno pensa...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Gli incastri della Juve, le mosse dell'Inter, le attese del Milan. E tutte le trattative di giornata... 22.06 - La Juventus comincia a muoversi per sostituire Dani Alves. E per farlo deve stare attenta agli incastri. Perché i nomi su cui si è concentrata in queste ore sono Darmian (che per il Manchester non è più incedibile) e Danilo (che però è extracomunitario). E soprattutto i dirigenti...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Milan-Donnarumma, la soluzione c’è! Roma, le idee (giuste) di Monchi… Juve, ansia Alex Sandro! Ma Ibra? 21.06 - Ogni estate ha il suo tormentone calcistico… Il 2017 lo ricorderemo, a parte per il caldo asfissiante, per le “bizze” legate a Gigio Donnarumma. Neanche i sceneggiatori di Beautiful (soap opera che va in onda, in Italia, dal 1990) potevano creare un intrigo simile… Dal bacio alla...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: c’è un nome per sostituire D.Alves (ma fa a “pugni” con D.Costa…). Milan: attenti alla novità “per forza” su Donnarumma (e Conti…).  Inter: tutto quello che Spalletti ha chiesto dal mercato. Napoli: Raiola ci ha fatto un regalo 20.06 - Per iniziare salutiamo tutti assieme Luigi di Sciacca, filibustiere siciliano incontrato sabato sera a Como. “Ciao, tu scrivi chilometri di robe su tmw. Ti leggo per addormentarmi”. Gli ho offerto un birrone bello fresco perché mi sembrava un complimento. A mente fredda rivorrei...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Raiola non è una minaccia ma una condanna: Tavecchio vigili per il bene dei vivai. Juve, multa Dani Alves. Sabatini prepara i colpi. Serie C, final four "format" da rivedere 19.06 - Quello che in molti non capiscono, dirigenti e tifoserie lontane dai colori rossoneri, che la battaglia sul caso-Donnarumma non riguarda solo il Milan o solo Donnarumma. E' una battaglia di sistema. I tifosi, invece, la racchiudono frettolosamente nel colore sociale e si perdono nel...

EditorialeDI: Marco Conterio

E' il calciomercato più bello del nuovo millennio. Casi shock e trasferimenti record: la top ten dei tormentoni ma siamo solo all'inizio 18.06 - E' un'estate calda, ma questo non è certo una novità. Solo che quest'anno, sotto l'ombrellone, ci stiamo già godendo la più bella e divertente sessione di mercato da anni a questa parte. In ordine sparso: la bomba Cristiano Ronaldo con il Real Madrid. L'avvento dei cinesi del Milan...

EditorialeDI: Mauro Suma

Donnarumma: costi quel che costi. Suning tra ex juventini ed ex milanisti. Da Cardiff a Castellammare 17.06 - Non l'ha ordinato nessuno ai tifosi del Milan di innamorarsi di Donnarumma. Nemmeno ai bambini ai quali, come per Kakà, e torneremo su questa nemesi, è particolarmente difficile spiegare cos'è successo. Ma non è il tempo del pistolotto moralistico: solo analisi e solo dettagli. Era...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.