HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato chiuso: quale big s'è mossa meglio?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

La Juve non ha i soldi per Milinkovic-Savic, a meno che non venda un pezzo grosso. Il Napoli non ha i soldi per i sogni di Ancelotti, a meno che non venda due pezzi grossi

Inviato di beIN Sports, opinionista per la CNN, ogni settimana presenta la Serie A in 31 paesi stranieri
06.06.2018 07:09 di Tancredi Palmeri  Twitter:    articolo letto 49349 volte

Venghino siori, venghino, che lo sappiamo bene che la fiera del calciomercato è la rassegna dei sogni ad occhi aperti. Ma io sono l'ammazzasogni, e adesso ve li terrò ancora più spalancati che manco Alex in Arancia Meccanica, perché voglio che vediate la realtà, in carne ed euro.

E la realtà della Juventus è semplice: mentre le sirene madridiste dovrebbero essere state allontanate quasi definitivamente dalle orecchie di Allegri, si ragiona e si certifica che la Juve ha sempre le idee chiare, e l'idea più chiara di tutte è che vuole Milinkovic-Savic. Per quello che ha ovviamente il serbo, ma anche per quello che non ha la Juventus: un centrocampista di peso e qualità che sappia magnetizzare ritmo e palloni, quello che manca da quando è stato venduto Pogba, che a Torino ci tornerebbe di corsa se non fosse incarcerato in una irrinunciabile e imparagonabile prigione d'oro di 13 milioni a stagione. E da quando il polpo Paul se n'è andato, tutti i giocatori storici della Juve hanno ammesso che senza di lui c'è un vuoto che non è stato colmato, e che costringe la squadra a un piano B efficace ma non convincente in prospettiva.
La Juve sa che Milinkovic-Savic è l'unica cosa che le manca davvero, visto che in tutti gli altri ruoli è coperta, o addirittura doppiamente coperta. Ma il serbo ha un cartellino appiccicato sulla collottola di 120 milioni di €, giusto o esagerato che sia, e Lotito non sarà quello che fa sconti, figuriamoci ad Agnelli poi.
Ma la Juve non ha i soldi per Milinkovic-Savic. Non così, non in queste condizioni. Il budget è di 80 milioni; ammettiamo di aggiungere i 40 milioni non spesi nella stagione passata, inspiegabilmente rimasti in cassa. Fanno 120, il prezzo del serbo. Tutto chiaro? Non proprio: 40 di quei 120 servono per il riscatto di Douglas Costa; altri 15 circa in rate varie pregresse; altri 15 per Perin; e sembrerebbe altri 15 per Darmian, imprescindibile ormai viste la partenze di Lichsteiner e Asamoah. Vuol dire che sono rimasti in cassa solo quella quarantina ereditati dall'anno scorso (e considerati a disposizione solo per puro esercizio dialettico, perché non c'è certezza che alla fine sia così).
Dunque, ammesso la Juve voglia almeno provarci seriamente per Milinkovic-Savic, così come sembra, sarebbe ovvio che almeno uno dei pezzi grossi debba andare: Higuain, come si è già detto in passato. Ma poi, andrebbe comunque bene rimanere senza centravanti? O è stato toccato il tetto dei desideri?

Nel frattempo anche il Napoli si scontra con il neorealismo. In cassa ci sarebbero anche qua i 40 milioni non utilizzati dall'anno scorso (e chissà se davvero a disposizione), più 40 dal budget di quest'anno. Ma 25 sono già andati via per Verdi. Seguiteci nel conto della spesa: ne rimangono 55, che probabilmente saranno raddoppiati dalla vendita di Jorginho per lo stesso prezzo. Allora il totale sarebbe un invidiabile conto di 110 milioni di € - a cui però bisognerà scalare una ventina per il portiere, chiunque esso sia. E insomma, qualcosina però con 90 si può fare. Qualcosa di interessante. Ma non di grande davvero, come si pensava in rispetto al blasone che porta Ancelotti. Se si pensa che l'assalto a Chiesa è stato respinto, vista la valutazione di 70 milioni, allora oggettivamente i 90 milioni miglioreranno il Napoli, ma quanti grandi giocatori si possono davvero comprare con 90 milioni?

Uno sicuramente. Che, se venisse dalla Roma, sarebbe Alisson. A febbraio l'assalto di 50 milioni del Liverpool fu respinto: se la Roma venderà, sarà soltanto sfondando il record di portiere più pagato della storia, detenuto ancora da Buffon dal 2001. La valutazione che si fa è di 70 milioni. Il punto è che Liverpool a parte, nessuno tra i top club in questo momento ha davvero bisogno di un grande portiere (a Parigi dovrebbero saldare la pratica Gigione nostro). Ammesso che Courtois o De Gea non si muovano, magari direzione Madrid. E beh, a quel punto, la Roma che dopo tanto tempo di soldi non ha propriamente necessità, tuttavia difficilmente riuscirebbe a rifiutare di entrare nel Guinness dei Primati dalla parte del cassiere...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Ancelotti valore aggiunto del Napoli, Emre Can farà la differenza alla Juventus, Inter mercato top, Milan può lottare per la Champions, Milinkovic Savic rinnova con la Lazio fino al 2023 18.08 - Come ogni estate arriva il momento del gong. Sono passate appena 4 ore dalla chiusura del mercato e l’adrenalina è ancora alle stelle. La prima riflessione che mi viene da fare è che è stato bellissimo, il più entusiasmante degli ultimi anni. E non solo perché è arrivato Cristiano...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Modric, l’ultimo no del Real. Ma nella notte restano piccole speranze. All’Inter è mancato uno come Mendes per Ronaldo. Nerazzurri sono comunque l’anti-Juve. E c’è sempre Rafinha. Milan, colpi da Champions League 17.08 - Florentino Perez ha detto l’ultimo no. Il Real Madrid non libera Luca Modric, non lo farà andare all’Inter come avrebbe voluto. Del resto, hanno spiegato i dirigenti madridisti al procuratore del giocatore nell’ultimo incontro di ieri, in due mesi sono cambiate troppe cose e il presidente...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Ancora 48 ore e tutti si affannano: anche chi sembra aver chiuso tutto. 48 ore da vivere con il fiato sospeso... 16.08 - Siamo ormai alle battute finali e tutti si affannano per rifinire la squadra. Il Milan, è naturalmente, la big più attiva visto che per i problemi societari si è potuta muovere concretamente soltanto un paio di settimane fa. Sono arrivati a Milano Castillejo e Laxalt, entrambe operazioni...

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy