VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

La prima volta che tu m'inganni la colpa è tua, ma la seconda volta la colpa è mia...

Nato a Magenta il 28/4/1974, giornalista professionista dal 2001. Vanta collaborazioni con diverse testate web e cartacee, oltre ad esperienze da telecronista. Opinionista Campionato dei Campioni. Direttore del mensile cartaceo CALCIO2000
18.03.2015 00.00 di Fabrizio Ponciroli   articolo letto 29725 volte
© foto di Federico De Luca

Speravo di non ricaderci più ed, invece, rieccomi qua, pronto a sbattere in prima pagina (leggi editoriale) il buon Manenti. Speravo che qualcuno o, meglio, qualche istituzione potesse fermarlo e, proprio quando non ci credevo più, tanto da aver già redatto il mio editoriale, ecco la notizia: arrestato Manenti. Sorpreso? No, assolutamente. Anzi sì, perché ormai ritenevo che il suo cammino (non si sa verso quale meta, almeno a noi poveri disillusi non è stato rivelato) potesse proseguire senza intoppi. Proto ci ha provato a togliergli dalle mani il Parma o, meglio, quanto ne è rimasto. Beh, non è andata benissimo: "Dopo l'incontro surreale di ieri con il Signor Manenti e le sue pretese ridicole, questa mattina abbiamo dato la nostra disponibilità al comune di Parma nell'aiutare finanziariamente l'apertura del Tardini per fare in modo che la squadra possa regolarmente giocare contro il Torino", si legge nel comunicato della Proto Enterprises Ltd. Insomma, impossibile ragionare con Manenti ma la volontà di dare una mano resta. Più o meno quello che stanno facendo tutti, dai giocatori (da applaudire) sino ai fornitori più lontani e mai citati. Tutti pronti a "svenarsi" per il club ducale tranne, così pare, Manenti. Prima la storia dei bonifici, poi quella del progetto da presentare al tribunale, a seguire la richiesta di cinque milioni per vendere il Parma (pagato un euro, se mai il bonifico sarà arrivato…) e, ora, la Guardia di Finanza, non proprio una fine gloriosa... Dai, su, a tutto c'è un limite. Non so come andrà a finire questa storia ma, indubbiamente, il senso di tristezza ha lasciato, da tempo, spazio ad un sentimento misto di impotenza e schifo. Forse sarebbe stato meglio fermare tutto, almeno ci saremmo evitate mille parole e altrettanti inganni… Siamo bravi a risollevarci. Pensate al 2006. Sembravano un calcio morto prima dell'estate, beh abbiamo vinto il Mondiale, no? Ecco, mi auguro che, all'inizio del prossimo campionato, personaggi come Manenti sia radiografati prima di avere voce in capitolo e non si cerchi di chiudere la stalla quando i buoi sono scapati da tempo. Che farei io? La Lega, come accade in NBA, dovrebbe avere pieni poteri, decidere su tutto e tutti ma, affinché accada, i presidenti di tutti, ma proprio tutti i club, dovrebbero fare un passo indietro, per il bene comune. Nell'NBA, per una frase a sfondo razzista, un proprietario di una franchigia (LA Clippers) è stato costretto a cedere la franchigia. E' stato costretto dalla Lega… Pensate a come cambierebbero le cose se ci fosse una Lega (e un pater familias) con potere vero, non paventato. Va beh, meglio pensare ad altro. Visto che è argomento quotidiano, voglio anche io dire la mia su Pogba. Il dibattito è feroce: tenerlo a tutti i costi o fare cassa? Signori, se arriva un qualsiasi tycoon con un assegno da 90 milioni in su, sarebbe folle non privarsene. Raiola sta già pregustando l'affare e, comunque sia, con 90 (o più) milioni, state certi che la Juventus farà una campagna acquisti importante. Godiamocelo finché dura ma lasciamolo andare, per il bene della Juventus che verrà dopo di lui. Ultimo pensiero a Pippo Inzaghi. Non sarò ancora un allenatore esperto, non avrà le illuminazioni di Mourinho, non sarà bravo a gestire lo spogliatoio come Ancelotti ma, signori, onore ad un uomo che, praticamente da solo, continua ad andare avanti a testa alta. Non ha mai perso la testa, non si è mai arrabbiato, si è sempre preso le colpe. L'esatto contrario del pippo giocatore. Ecco, forse sta proprio qui il problema… Non è più il vero Pippo…


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa 14.05 - È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.