HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

La rifondazione della Juventus: è davvero possibile? E dove? Ecco quello di cui ha bisogno per crescere. Ma servono molti soldi, sicuri che questo non sia il massimo in Europa?

Inviato di beIN Sports, opinionista per la CNN, ogni settimana presenta la Serie A in 31 paesi stranieri
11.04.2018 00:00 di Tancredi Palmeri  Twitter:    articolo letto 19577 volte

Si fa presto a dire rivoluzione juventina. Le macerie (solo europee, va detto) lasciate dagli attacchi aerei di Cristiano Ronaldo hanno stappato le discussioni sulla rifondazione a Vinovo. Gente che va, gente che viene, progetti che cambiano.
Ora, francamente sembra altamente impraticabile uno scenario simile, e lo insegna la storia bianconera: le rivoluzioni sono state fatte solo in momenti di stravolgimenti societari, a malapena è successo lo stesso in annate semplicemente negative. E questa volta non si tratta né dell'uno né dell'altro caso, visto che in società Andrea Agnelli poco ci manca che stampi anche la sua effigie sullo stemma societario tanta è l'osmosi tra club e leader, e in campo beh, stante la delusione europea, ci vorrebbe comunque del coraggio a definire negativa la stagione della Juve, anche finisse seconda in campionato e finalista in Coppa Italia.

Però è un dato di fatto che l'età media della squadra titolare sia piuttosto alta, che certi elementi fondamentali non possono essere più il punto di partenza, e che insomma il processo di transizione necessita di un'ulteriore spinta.
L'attacco è il reparto più intoccabile: Dybala-Higuain-Douglas Costa-Mandzukic (con corredo di Cuadrado e Bernardeschi) rappresentano una delle aree più complete al mondo. Il dubbio però non è tanto sulla volontà del club, che potendo manterrebbe tutto intatto, quanto su quella di alcuni elementi, e specialmente Mandzukic e Dybala. Il croato probabilmente deciderà dopo i Mondiali, con le offerte di platino provenienti dalla Cina che stavolta potrebbero essere davvero difficili da respingere. Sulla Joya invece gli scenari sono tutti aperti, da vedere se una mancata convocazione possa influenzarne la decisione, ma soprattutto se le pretendenti spagnole (e le scorie tra famiglia e club del passato autunno) modificheranno la situazione.
Ovvio, da Dybala dipende tutto. Dovesse andare, entrerebbero 100 e passa milioni, e a quel punto la programmazione sarebbe di altro tipo. Mentre Manduzkic, se ben venduto, potrebbe invece solo ripagare Douglas Costa, il cui diritto di riscatto è di 36 milioni di €.

A centrocampo Emre Can è quasi fatto, ed è il ricambio naturale della casella occupata da Khedira, con la coppia Pjanic-Matuidi che almeno per un biennio garantisce il completamento del trio.
Se in porta l'argomento non ha bisogno di essere affrontato, rimane però la difesa dove la carta d'identità esplode. Perché in verità la difesa titolare rimane la migliore, ma Alex Sandro forse è rimasto un anno di troppo, e Chiellini che Dio lo preservi ogni anno di più, e Lichtsteiner gioca sempre meno, e Rugani prima o poi esploderà ma quel prima ancora non viene, e Hoewedes chi è, e Asamoah se ne va.
E allora forse proprio la cessione di Alex Sandro può essere l'unica via, l'unico capitale reinvestibile senza influenzare eccessivamente gli equilibri.
E però, alla fine della fiera la Juventus avrà circa una sessantina di milioni di € da investire sul mercato - escludendo le cessioni. L'eventuale cessione di Mandzukic servirebbe (forse) a pagare Douglas Costa. L'eventuale cessione di Alex Sandro aggiungerebbe almeno altri 60 milioni, ma a quel punto bisognerebbe accantonarne 30 per rimpiazzare con un altro terzino esplosivo.
E allora, alla fine della fiera, con 60/90 milioni di € (ammettendo Dybala resti), che rivoluzione vuoi fare? Cosa possono incidere sull'organico della Juventus?
Possono aumentare ancora di più il divario in Italia, sicuro. Ma in Europa? Cosa ti possono permettere di raggiungere e di aggiungere che tu non abbia già?

Per la rivoluzione tecnica che può cambiare il corso europeo della Juventus servono molti, molti soldi. Conviene più cambiare il corso europeo con una rivoluzione tattica. Roma insegna.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Promosse e bocciate del calciomercato a 72 ore dalla fine: Juventus e Inter regine assolute. Segue il Milan. Solo sufficienti Napoli, Roma e Lazio. E in coda, in bocca al lupo all'Udinese, ne ha bisogno... 15.08 - A 72 ore dalla fine del calciomercato, andiamo con il pagellone sospeso della Serie A, con le squadre divise tra promosse, rimandate e bocciate. Ma con una premessa fondamentale: qua non si giudica il conto economico, e nemmeno soltanto gli acquisti. E nemmeno della squadra costruita...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: mercato con (doppia) sorpresa, ma occhio a Nedved... Inter: dopo il settimo (Keita) c'è una certezza. Milan: 2 colpi in 4 giorni, l'impresa di Leonardo. Napoli: il "complesso" di De Laurentiis 14.08 - Ciao. C'è il fuso. Son dall'altra parte del mondo. Al mare. È un posto strano. Qui, per dire, è nuvoloso da 4 giorni. Sapete quando sono arrivato? Quattro giorni fa. Il fuso è devastante. Soprattutto se vuoi stare al passo con le robe del mercato. Per questo metto tanti punti. Almeno...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Higuain e Caldara boom ma a Leo non basta. De Laurentiis si scrive le regole da solo. Belotti ad un bivio: ora o mai più. Un'estate italiana: la solita pagliacciata 06.08 - E' stata la settimana del diavolo. Tifosi che tornano a sognare e sperare dopo il bluff Lì. L'arrivo di Elliott è servito almeno a fare chiarezza sulla strategia futura della società. Avere un proprietario come fondo non è il massimo ma, almeno, conosciamo la mission. Rivalutare squadra...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy