VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Serie A 2017/18: chi vincerà la classifica cannonieri?
  Edin Dzeko
  Ciro Immobile
  Paulo Dybala
  Dries Mertens
  Mauro Icardi
  Cyril Thereau
  Fabio Quagliarella
  Andrea Belotti
  José Callejon
  Luis Alberto
  Adem Ljajic
  Alejandro Gomez
  Lorenzo Insigne
  André Silva
  Nikola Kalinic
  Duvan Zapata
  Leonardo Pavoletti
  Gonzalo Higuain
  Altro

TMW Mob
Editoriale

La settimana della Juve. Mercato da 3x2! Pippo, poche illusioni e molto lavoro. Samp, marca Ferrero che rischia di fare danni. Sms per Palazzi: Marchetti-Gerardi, qualcuno ci spieghi...

Nato ad Avellino il 30-09-1983 vive e lavora a Milano dal 2005. Direttore di Sportitalia. Direttore di Tuttomercatoweb. Organizzatore e conduttore del Gran Galà del Calcio Aic 2011 e 2012. Twitter: MCriscitiello
14.07.2014 00:00 di Michele Criscitiello  Twitter:    articolo letto 75975 volte
La settimana della Juve. Mercato da 3x2! Pippo, poche illusioni e molto lavoro. Samp, marca Ferrero che rischia di fare danni. Sms per Palazzi: Marchetti-Gerardi, qualcuno ci spieghi...

Saranno due, forse tre, gli acquisti della Juventus nella settimana che sta per cominciare. Mentre scrivo stanno cominciando i supplementari della finale mondiale. Che tristezza, aspettiamo 4 anni per goderci l'estate dei mondiali e adesso pensiamo che non abbiamo visto neanche il sole a ferragosto. Prandelli è scappato in Turchia e le parole di Della Valle vanno sottoscritte una ad una. Il problema è che neanche dovevamo presentarci, in Brasile, con un ct così. Va bene, torniamo al mercato che è meglio. Tre acquisti e due cessioni per la Juventus. Questa settimana apre le porte agli ingressi di Evra, Morata e Iturbe. Se ne va Quagliarella e potrebbe partire anche Giovinco, sempre più chiuso dagli ultimi colpi in entrata di Marotta; anche se Conte stravede per Sebastian. I campioni d'Italia rischiano, in questa stagione, per tre ragioni. La prima: l'anno post mondiale rischia sempre di portare brutte sorprese, soprattutto per le squadre che hanno avuto molti calciatori impiegati nella competizione mondiale. Altro problema: alzare l'asticella. Si parte con la Juve che ha già lo scudetto in tasca, errore gravissimo. Se in Champions non arrivi almeno in semifinale hai ancora fallito in Europa. Conte è consapevole che questo è l'anno delle trappole. Ne troverà una ad ogni angolo di Vinovo. 
Benvenuto a Pippo Inzaghi. Tifiamo per lui, gran ragazzo e ottimo professionista ma da allenatore è tutto da scoprire. Le esperienze nel settore giovanile non fanno minimamente testo. Per Inzaghi è l'anno zero. Sarà il nuovo Montella o il nuovo Seedorf? Ha le idee e sta sempre sul pezzo. Parte bene. Abbiamo qualche perplessità sulla gestione del gruppo. Se dovesse restare Balotelli sarebbe un guaio grosso per Pippo. Criscito farebbe al caso suo. Il primo passo è stato quello giusto: ha strappato a Montella e alla Fiorentina il tattico sulle palle inattive che con l'aeroplanino aveva smesso di volare.
Un passaggio per Genova, dove ci giungono voci poco confortanti. Non ci vogliamo far trarre in inganno dall'apparenza ma dal giorno della conferenza stampa di Ferrero, il nuovo patron della Samp non ci ha per nulla convinto. Adesso anche le prime voci e mosse non ci sembrano confortanti per una società gloriosa come quella blucerchiata. Il taglio dei dipendenti, la poca chiarezza con Braida e un chiaro immobilismo sul mercato non lasciano sperare nulla di buono. La minaccia a Delio Rossi di affidargli la guida delle riserve è stucchevole. Sembra un De Laurentiis uscito male. Speriamo per la Samp che le nostre siano impressioni sbagliate e prive di fondamento.
In chiusura il mercato di Serie B, dove i riflettori sono spenti e un Direttore di Provincia crede di poter fare quello che vuole. Sollevammo il problema due mesi fa ma la Procura Federale ignorò completamente il nostro appello. Chiedemmo chiarezza su quanto accaduto in Reggina-Cittadella. Rigore sbagliato da Gerardi della Reggina al 94', sullo 0-1 per i veneti, con le pressioni di Coly e compagni su Gerardi di sbagliare quel rigore. Chiedemmo a Palazzi di spiegarci come erano andate realmente le cose. Giusto per chiarezza, perché a pensar male si fa peccato ma molte volte ci si azzecca. Tutto nel dimenticatoio. Gerardi rilasciò una dichiarazione sbalordito dal clamore e Marchetti, DG Cittadella, che ci querela per diffamazione. Passano due mesi e Gerardi firma per il Cittadella. Tutto normale, proprio tutto. Però continuiamo a chiedere a Palazzi e alla Procura Federale se ci può dire realmente come sono andate le cose, quel sabato a Reggio Calabria. Abbattiamo questa omertà e apriamo un fascicolo su Marchetti, questo personaggio che parla poco ma si muove tanto, a tal punto da fregarsene di tutto e tutti e non si pone il problema di mettere sotto contratto l'attaccante che due mesi prima, con un suo errore dal dischetto, ha di fatto regalato la salvezza al Cittadella. Usciamo allo scopetto, Palazzi. Confidiamo in Lei. Faccia pulizia, quando ancora non è troppo tardi e dimostri al nuovo presidente Federale che la Procura funziona e previene, anche se in questo caso dovrebbe curare. Basta partite all'italiana e un mercato dove tutto è consentito. Abbiamo chiesto il parere su questo trasferimento a Direttori Sportivi, procuratori e potenti del settore. Risposta unica: "Cosa volete che vi risponda. Tutta Italia sa... Ma non fatemi parlare, non posso rilasciare dichiarazioni". Solo Palazzi può salvare il Palazzo. Stop! Ha segnato la Germania, fatemi vedere questi ultimi 8 minuti. Vediamo se Marchetti salva anche l'Argentina al 120'...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Roma che sorpresa, Juve di misura: ecco cosa ci regala la due giorni di Champions. E le risposte del Milan 19.10 - Chiusa la due giorni di Champions e possiamo vedere anche il bicchiere mezzo pieno. La sconfitta del Napoli era probabilmente pronosticabile, come la vittoria della Juve. Il pareggio della Roma è prestigiosissimo sia per come è arrivato sia per il risultato in sé. Del Napoli si è...
Telegram

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Juve come Tony Montana… Icardi, sms a Sampaoli! Mourinho, il futuro non è in Italia. La Svezia? Il “biscotto” ci motiva… 18.10 - Alla fine ce la giocheremo con la Svezia. Per nostra grazia, Re Zlatan ha deciso di non indossare più la casacca della nazionale e, altra fortuna, è ancora alle prese con i postumi dell’infortunio. Personalmente, Grecia a parte, la considero un’avversaria decisamente “alla nostra...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: goduria da derby, ma occhio al tranello! Milan: quel che sarà di Montella. Juve: ricordatevi dello “schema Allegri”. Napoli: l’evoluzione di Sarri (in campo e fuori) 17.10 - Ciao. In questo momento è in onda il mondeinait Verona-Benevento, ma non è che dobbiamo storcere il naso. Abbiamo assistito al derby di Milano, a Roma-Napoli, a Juve-Lazio e comunque poteva andare peggio: poteva esserci Verona-Benevento con la nebbia. Oppure Verona-Benevento con speaker...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Allarme Juve. Simone, prenota il posto di Max. Che goduria questo Napoli. Torino, così in Europa non ci vai... 16.10 - Il paradosso del calcio è sempre lo stesso. Molte favole nascono dalla coincidenza, poi c'è quello bravo che le sfrutta (Simone detto Inzaghino perché in campo dei due era il più scarso, anzi, il meno forte) e chi invece sale sul treno sbagliato nel momento sbagliato (vedi Seedorf,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

La moda delle clausole e i giocatori che trattano l'addio (al momento del rinnovo...) prima dei club: così il calciomercato sta cambiando le sue regole e i suoi codici. Donnarumma come Higuain e Neymar: Raiola non ha cambiato idea 15.10 - Non viviamo certamente nel miglior periodo storico possibile. Se ci pensate, a guardarle per un attimo con un occhio quanto possibile esterno, le relazioni umane sono giunte oggi a un livello quantomeno buffo. Tendente al preoccupante. Tutto si svolge tramite il medium dei...

EditorialeDI: Mauro Suma

Andrè Silva, turbolenze e derby. Juve: giri di valzer sulla VAR. Sarri: facile essere belli? 14.10 - Montella non vuole più essere "usato" per detrarre qualcosa ad Andrè Silva. E dal momento che il giocatore sta raggiungendo livelli di rendimento molto importanti, non ci sarà più la sponda del tecnico rossonero. Chi vorrà storcere il naso su Andrè Silva, dopo 9 gol in 10 partite...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Donnarumma andrà via, è lui il big sacrificato dal Milan. Petkovic farà il traghettatore, c’è l’ok. Inter, per la difesa attenti a Jedvaj del Bayer. Capello fa tremare Ventura 13.10 - Fassone è di sicuro un ottimo dirigente e il curriculum parla, ma nelle ultime interviste non ha dato il meglio di sé. Forse risente del momento del Milan. Dopo la sconfitta di Genova, ho già detto, ha sbagliato nel mettere in discussione pubblicamente tutto e tutti. Certe cose vanno...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Pressione per sei: il campionato riparte col botto! Incroci e scontri, arriva il primo bivio. Con una considerazione (ancora) sulla Nazionale... 12.10 - Riapre il campionato. E come riapre. Le prime sei della classifica contro, e potrebbe succedere di tutto. Potrebbe esserci la fuga del Napoli o potrebbero esserci (potenzialmente, visto che la Roma deve recuperare un turno) 4 squadre in 2 punti, oppure ancora 3 squadre in testa alla...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Italia-Conte? Mai nella vita… Spareggi? Evitiamo James McClean! Istituiamo la Pallina d’Oro! Avete sentito? Ibra è uno Jedi… 11.10 - Ho un sogno: trasformarmi in Ant-Man, rimpicciolirmi e ascoltare lo sfogo, tra le propria mura, di Giampiero (Ventura) con la propria consorte Luciana… In TV, il nostro CT, cerca di mantenere il classico aplomb inglese ma, ne sono certo, nella sua mente ha un Santo per ognuno… Appena...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Juve: che vergogna a Bruxelles. Inter: la ridicola “insidia” di Spalletti. Napoli: il top player che non c’era. Pausa per la Nazionale: istruzioni per l’uso (la strana scelta di Ventura) 10.10 - Ciao. È appena terminata Albania-Italia. Capite benissimo che il tempo è poco. Mentre Candreva la buttava dentro, su Canale 5 Belen e la Blasi limonavano. Gliel’ha chiesto Signorini in “onore dell’omosessualità”. Loro hanno eseguito e tutti erano felici e applaudivano. Io mica...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.