VERSIONE MOBILE
  HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | TMW RADIO EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
      
SONDAGGIO
Chi è stato il calciatore rivelazione della stagione di Serie A?
  Andrea Conti
  Mattia Caldara
  Federico Chiesa
  Piotr Zielinski
  Gianluigi Donnarumma
  Franck Kessie
  Sergej Milinkovic-Savic
  Roberto Gagliardini
  Emerson Palmieri
  Roberto Inglese
  Diego Falcinelli
  Giovanni Simeone
  Gerard Deulofeu
  Patrik Schick
  Lucas Torreira
  Lorenzo Pellegrini
  Jakub Jankto
  Amadou Diawara

TMW Mob
Editoriale

La solita abitudine italiana: tutti sul carro di Conte, dopo solo novanta minuti. Hooligans: altro che tifosi, solo vandali e teppisti. Ma l'Europeo regala anche storie splendide e favole infinite, come quella di Vardy

Nato a Firenze il 05/05/1985, è caporedattore di Tuttomercatoweb.com. Già firma de Il Messaggero e de La Nazione, è stato speaker e conduttore per Radio Sportiva, oltre che editorialista di Firenzeviola.it e voce di TMW Radio.
17.06.2016 14.42 di Marco Conterio  Twitter:    articolo letto 37913 volte
© foto di Balti Touati/PhotoViews

Tutti sul carro, avanti c'è posto. E' la moda italiana, nulla di cui stupirsi. Vituperato ed attaccato per non aver convocato giocatori che avevano sbalordito in Italia, leggi Leonardo Pavoletti, bistrattato per aver scordato leggende come Andrea Pirlo, Antonio Conte ha avuto semplicemente ancora una volta ragione. Magari, poi, da oggi (scongiuri concessi, prego), i risultati gli daranno torto. Ma ha saputo costruire una squadra, vera. Tosta, concreta. Prima dell'Europeo ha confidato agli amici una cosa chiarissima: "non ho qualità, punto sui corridori e su chi ha la mia stessa fame". Non c'è spazio per le piroette. Per chi magari ha più talento (Berardi), più fantasia (Giovinco). E neanche per chi è comunque in Francia ma è stato convocato per le situazioni più d'emergenza che altro (Insigne). Conte ha una sua ossatura, che meglio s'amalgama tra di sè d'ogni altra. A centrocampo un incursore (Giaccherini o Florenzi) ed un interno (Parolo o Sturaro). Un esterno d'attacco (Candreva a destra, El Shaarawy a sinistra), uno di contenimento (Darmian e De Sciglio). In regia De Rossi o Thiago Motta, la BBC davanti a Buffon e davanti un ariete come Pellè e uno più mobile accanto (prima Eder, poi Immobile, con Zaza pronto a sostituire tutti e tre). Amen. Questa è l'Italia, volenti o nolenti, senza stelle ma con un cuore grande così. In pochi l'avevano capito prima del via, Conte si è chiuso dietro al suo forte di Coverciano prima e francese poi, facendo scudo davanti ai suoi.

Comunque, pensatene quel che volete, ma l'Europeo resta una figata. Sì, magari al netto di (passatemi il termine, senza censura) quegli imbecilli, vandali e teppisti che devastano la Francia in nome di niente e di nessuno. Non hanno una causa, un perché. Il terrore ed il panico che stanno seminando è figlio di un'ignoranza che deve essere combattuta, perché nulla ha a che vedere con quel che ci saremmo aspettati da un Europeo in questo momento storico. Dove una deputata viene assassinata in nome di un tempo antico e di confini che hanno poco senso d'esistere. Dove ogni uomo dovrebbe avere il diritto di amare chi vuole ma dove qualcuno che ha svenduto l'anima ad un diavolo che confonde con altre alte fattezze non accetta. Ed uccide, ad Orlando, nella terra delle libertà. Dove viviamo nel terrore dell'altro, dove uno scoppio lontano non porta più alla mente un petardo fuori stagione di un bambino incosciente ma subito le tragiche immagini di Parigi. Ecco, iniziamo noi, che scriviamo. Smettiamo, tutti, di chiamarli 'tifosi'. Sono vandali. Teppisti. E così vanno considerati.

Dicevamo di quella figata dell'Europeo. Dove la terra dei geyser manda in trasferta l'8% della popolazione e ferma pure quella faccia tosta di Cristiano Ronaldo. L'Islanda è una storia bellissima, così come l'Irlanda del Nord. "We're not Brazil, we're Northern Ireland" è canto nato di recente, quando la nazionale che fu di Best sconfisse, nel 2005, l'Inghilterra. "Non siamo il Brasile, non serve. Siamo l'Irlanda del Nord". Che gioisce, dopo la storica vittoria contro l'Ucraina, sebbene l'idolo del web, Grigg, non sia andato in rete. Parliamo del Galles? Che è arrivato ad un passo dal sogno (e da 3 milioni che avrebbe preso dagli sponsor in caso di vittoria proprio contro l'Inghilterra). Chi l'ha fermato? Jamie Vardy. Che Roy Hodgson, commissario tecnico dalle idee bislacche alla stregua di Marc Wilmots e Didier Deschamps, ha inizialmente lasciato fuori. Nossignore. Ha deciso poi di non fermarsi. Di continuare quel party iniziato a settembre. Perché l'Europeo è una figata. Ma sì, anche quando tutti saranno pronti a salire ancora sul carro di Conte o a scendere in caso di ko con la Svezia. Ah, gli scongiuri, son sempre concessi...


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

Altre notizie Editoriale
Il futuro di Allegri e della Juve, al di là di Cardiff. Inter, Spalletti ma non solo (e su Gabigol…). Milan: i legittimi festeggiamenti e il "benefattore" dietro Li. Napoli: il piano di Sarri per fare ancora meglio 23.05 - Succedono un sacco di cose. Una è che settimana scorsa mentre scrivevo codesta articolessa sul cellulare ho preso una capocciata devastante contro un palo della luce. Ve lo giuro. Sono un cretino. Mi sono fatto talmente male che ho deciso di prendermi una settimana di pausa: per la...
Telegram

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Capolavoro Juve: Agnelli vince tutto ma la famiglia lo ostacola. Inter, Sabatini ha "scelto" Spalletti. Roma, blitz decisivo per Di Francesco. Sassuolo e Bari, in due per Bucchi 22.05 - Fanno più effetto le immagini del "trionfo" del Milan che quelle dei festeggiamenti della Juventus. La fotografia di San Siro che lancia in aria Montella e del giro di campo della squadra che festeggia un preliminare di Europa League è il riassunto di quanto abbia lavorato male in...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Sabatini non basta a Suning: c'è un altro super consulente. Spalletti, le avances all'Inter ti stanno screditando: perché non restare a Roma? Bravo Napoli, strappo alla regola necessario per il grande obiettivo 21.05 - E' stata la settimana dei verdetti: Chelsea campione d'Inghilterra, Monaco campione di Francia, Feyenoord campione d'Olanda. E così via, col Real che può aggiungersi alla lista già questa sera: basterà un pareggio sul campo del Malaga. In Italia la Juventus ha alzato la Coppa...

EditorialeDI: Mauro Suma

Giù le mani da Kessie! Milan-Atene e Juve-Cardiff. Inter: la guerra di Piero 20.05 - Ma Kessie inventeranno, se davvero il centrocampista dell'Atalanta verrà ufficializzato come nuovo giocatore del Milan? Fino a metà stagione, era il simbolo della freschezza e dell'energia dell'Atalanta, era il vero crack del centrocampo bergamasco anche più di Gagliardini, era il...

EditorialeDI: Enzo Bucchioni

Milan, ecco i piani di Fassone e dei cinesi. Subito grandi, non solo Musacchio, Kessie e Rodriguez. Kalinic si può. Inter, Sabatini-Ausilio decidono su Spalletti 19.05 - Chissà dove saranno adesso quelli che vagavano per la Cina suonando ai campanelli con scritto mister Li per poi annunciare in Italia: non risponde nessuno, non esiste. Pensando che la Cina sia come Abbiategrasso. Chissà dove saranno le vedove di Galliani, delle cravatte gialle...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Il primo passo della Juve parte 10 anni fa. Le ricostruzioni milanesi: fra Kessié e Pochettino. E i 7 gioielli del mercato italiano... 18.05 - Un passo, il primo. Quello che ti consente ancora di sperare nel triplete. Perché se la vittoria del campionato è stata rimandata dalla sconfitta di Roma (ma le prossime partite della Juventus destano meno preoccupazioni), aver alzato la coppa Italia consente alla Juventus di poter...

EditorialeDI: Fabrizio Ponciroli

Sarri vuole più soldi? Inter in ascolto… Donnarumma-Milan, pericolo! Roma-Genoa, incubi per Spalletti 17.05 - Tra poche ore sapremo se la Juventus alzerà al cielo il primo trofeo della stagione (Coppa Italia) o se, come qualcuno ha ripetuto, all’infinito, in questi giorni, “la sconfitta con la Roma ha minato le certezze dei bianconeri”. Un occhio alla Juve, l’altro alla Lazio, una delle realtà...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter, riparte il casting: il nome per la panchina più dura della A. Il ko della Juve non riapre il campionato, ma rivela una verità.Milan: due appuntamenti, è l'ora dei fatti. W Sarri e la dura legge del talento 16.05 - Eccoci lettori di Tmw, a voi giustamente non fregherà nulla, ma l'altra sera c'è stato l'Euro-Festival, una roba di cantanti che curiosamente cantano e giurie che curiosamente giudicano. Il tutto per decretare la canzone più bella del Vecchio Continente. Bene, per l’Italia c’era in...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Piero, un consiglio da vecchi amici. Sabatini ha bruciato più calciatori che sigarette. Inter con i soldi, Milan con le idee dei dirigenti. S.P.A.L.: Serietà, Professionalità, Azzardo, Lealtà. Il patrimonio di De Laurentiis non va sprecato 15.05 - Lo abbiamo osannato quando c'era da osannarlo, lo abbiamo criticato quando c'era da criticarlo ma oggi vogliamo parlare a cuore aperto. Piero Ausilio, Direttore Sportivo dell'Inter non sappiamo ancora per quanto tempo, è un bravo ragazzo; uno che si è fatto da solo che dalla Pro Sesto...

EditorialeDI: Andrea Losapio

100 milioni per Belotti ma Dani Alves è costato 0. L'Inter vuole Conte, il Milan doveva rinnovare per Donnarumma tre mesi fa. La stampa si merita i lettori che ha... e viceversa 14.05 - È stata una settimana molto piena. Il Milan incomincia a tirare fuori le cartucce e incontra mezzo mondo, l'Inter esonera Pioli mentre la Juventus va a Cardiff, il Torino non vorrebbe cedere Belotti ma Cairo incomincia a contare i soldi, la Roma saluta Totti con l'omaggio di San Siro,...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.