HOME  | EVENTI TMW  | REDAZIONE  | NETWORK  | RMC SPORT EVENTI LIVE  | CALENDARIO E CLASSIFICA  | CONTATTI
Da TUTTOmercatoWEB.com le ultime notizie di calcio mercato su Juve, Milan, Inter, Napoli, Roma
 
SONDAGGIO
Calciomercato di Serie A in chiusura: qual è il vostro flop tra le big?
  Juventus
  Napoli
  Roma
  Inter
  Lazio
  Milan

La Giovane Italia
Editoriale

L’Inter deve guardarsi dal Barcellona, Napoli è già pronto il dopo Jorginho, scatenata la Roma. Il Cagliari e il nuovo allenatore

31.05.2018 08:15 di Luca Marchetti   articolo letto 51733 volte
© foto di Federico De Luca

Non è neanche giugno, ma ci si muove sul mercato che è una bellezza. Deve farlo l’Inter, soprattutto in uscita, visto che c’è da assolvere l’ultimo obbligo con la Uefa: plusvalenze per 30/40 milioni e il pareggio di bilancio (che potrà essere raggiungo anche grazie ad introiti di sponsor). E allora se l’idea dei nerazzurri è non sacrificare nessun big, non la pensano così a Barcellona, dove si sono innamorati di Skriniar. Lo sono venuti a vedere spesso nelle sue partite in nerazzurro e hanno avuto già diversi incontri con il suo agente. Ma l’Inter non vuole neanche mettersi seduta per ascoltare le ragioni del Barcellona, non vuole fare un preszo, non vuole proprio venderlo. Per almeno un’altra stagione lo vorrebbero ancora a Milano, poi si vedrà. Ma il Barcellona continua a sperare. L’altro grande pezzo pregiato nerazzurro è Icardi, che è sicuramente apprezzato da tutte le squadre che in questo momento stanno cercando un attaccante. Qui il prezzo c’è: 110 milioni validi soltanto per l’estero. Quindi eventualmente qualcuno lo volesse deve “soltanto” incassare il sì del giocatore. Antonello, amministratore delegato dell’Inter tiene duro: “vogliamo trattenerlo, è un giocatore fondamentale per noi, faremo del tutto per farlo rimanere all’Inter”. E anche questo è un dato di fatto. Dicevamo prima vendere e poi comprare, non per reperire i soldi ma per il FFP. Questo comunque non evita ai nerazzurri di guardarsi intorno per il ruolo di esterno: Verdi, Politano, Depay sono sicuramente nomi interessanti.
Interessanti anche per il Napoli, che per il momento sta trattando la cessione di Jorginho con il City. Gli inglesi sono arrivati a circa 47 milioni di euro, il Napoli ne vuole di più. Non molti, ma sforare il muro dei 50. È già pronto per il ragazzo un contratto di 5 anni a circa 4 milioni a stagione. E presumibilmente dopo la Nazionale ci sarà lo spazio anche per chiudere la trattativa. E il Napoli, cosa farà? Primo obiettivo per sostituire Jorginho è Fabian Ruiz, che ha una clausola da 30 milioni di euro e il Betis Siviglia non fa sconti. Il problema è che piace anche al Real Madrid, quindi l’esito, nonostante Ancelotti, non è scontato.
Poi c’è il discorso Rui Patricio sempre in piedi: in questo momento è lui il giocatore più vicino al Napoli, ma attenzione alle alternative Leno e Areola (con Sirigu sullo sfondo). E poi il famoso esterno offensivo: su Verdi il pressing continua dalla scorsa sessione. Il prezzo praticamente è stato fatto. Ora spetta al giocatore dare un’altra volta una risposta, visto che c’è anche l’Inter (come detto) sul giocatore. Hamsik se vuole andare in Cina (e le squadre dovrebbero essere l’Hebei di Lavezzi e lo Shandong di Pellé) deve portare al Napoli una trentina di milioni di euro: De Laurentiis è stato piuttosto chiaro.
Molto attiva anche la Roma. Intanto ieri blitz di Monchi a Montecarlo per parlare con il procuratore di Kluivert, Raiola. Accordo economico trovato, ora bisogna trovare quello con l’Ajax (che chiede 15-20 milioni, il suo contratto scade nel 2019). Nella trasferta francese potrebbe aver incontrato anche il Nizza per parlare di Seri, centrocampista graditissimo ai giallorossi, ma non serviva parlarne di persona comunque per certificarne l’interesse.
È arrivato Marcano, nel frattempo, a parametro zero. È pronto per lui il contratto di 3 anni dopo le visite mediche. Per il centrocampo continua ad essere vivo l’interesse per Cristante: non c’è ancora accordo totale con il giocatore ma non sono neanche lontani. Quello che manca è l’accordo fra società. Le valutazioni di Roma e Atalanta differiscono ancora di qualche milione di euro, in più si vorrebbe inserire nella trattativa anche Defrel, che però ha intenzione di rimanere a Roma.
Ma la verà novità potrebbe arrivare in porta. Aumentano infatti le pretendenti per Allison: anche il Chelsea ora potrebbe essere interessato a lui (oltre a Real e Liverpool) visto che Cortuois non ha intenzione di rinnovare: quindi o lo cedono ora oppure se ne andrà a zero la prossima estate. È per questo che la Roma ha sondato il terreno per Meret visto che è uno dei giovani di prospettiva più interessanti (considerato anche che partirà Skorupski).
Mentre la Fiorentina ha riscattato Pezzella, il Cagliari ha scelto Maran e prima ha fatto un paio di chiacchiere con la Juventus (ma non Barella). Nel frattempo Lichtsteiner andrà all’Arsenal mentre si continua a trattare per Perin. E in settimana si conta di avere la firma di Emre Can. Su Donsah hanno chiesto informazioni Bayer Leverkusen, Werder Brema e Mainz, che però sta trattando il rinnovo con i rossoblu. Ma quello che conta di più per il Bologna è aver individuato l’allenatore: sarà Pippo Inzaghi, che naturalmente prima dovrà finire la splendida avventura con il Venezia.


TUTTOmercatoWEB.com - il sito di calciomercato aggiornato 24 ore su 24

De Laurentiis, 5 giorni per dare un senso a questo mercato. Milan, sessione intelligente. L’Inter dietro la Juve. Volevate il Commissario? Era meglio Montalbano… 13.08 - Cinque giorni e poi sarà tutto finito. L’assurdità di chiudere il calciomercato il 17 agosto, alle ore 20.00, lascerà tanti cadaveri sulla riva del fiume. Lo scriviamo da mesi, adesso, molti club di serie A iniziano a capire la fesseria di seguire Marotta nell’unica sciocchezza fatta,...

EditorialeDI: Raimondo De Magistris

Il mondo dorato di CR7 e quello sommerso dei Tribunali, dove vige il tutti contro tutti. Tra udienze, sentenze e ricorsi B e C sono in pieno caos. E anche la Serie A non può dirsi tranquilla 12.08 - E' un'estate strana, particolare. Senza dubbio unica quella che tra meno di una settimana - per gli operatori di calciomercato - chiuderà i battenti. Non sono mancate le notizie, né i colpi di scena. Sono stati mesi che hanno riportato una manciata di club italiani a sedere di nuovo...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Ore decisive per il futuro di Modric. Inter, fatta per Keita. Il Milan pronto a chiudere per Bakayoko. Ochoa in pole per il Napoli, occhio anche a Tatarusanu. 11.08 - Luka Modric, l’Inter e il Real Madrid. Sono ore decisive per il futuro del centrocampista croato vice campione del mondo, che vorrebbe andare all’Inter, anche se non è intenzionato ad arrivare ai ferri corti con Florentino Perez. Il numero uno del Real non cede. Anzi in Spagna sono...

EditorialeDI: Luca Serafini

I colpi di Leo, il ruolo di Paolo, il lavoro di Rino: notte prima degli esami 10.08 - Tra una settimana è campionato. Possiamo davvero dire che l’estate è volata, sotto questa cappa di afa con ventate di grande ottimismo. Di meritato sollievo. Mi fanno ridere i censori del ruolo di Paolo Maldini, come se avere una figura di riferimento così autorevole non fosse già...

EditorialeDI: Luca Marchetti

Modric ancora attesa, Keita si tratta ad oltranza. Bakayoko convinto ora si fa sul serio. Portieri Napoli e quello del Chievo. Ultima settimana... 09.08 - Doveva essere il Modric-day, nel bene o nel male, ma si è trasformato in un altro giorno di attesa. Tutto rinviato a data da destinarsi, forse venerdì, visto che le prossime ore saranno quelle di Cortouis e che Florentino non vorrà togliere la scena al suo portiere con la grana Modric....

EditorialeDI: Tancredi Palmeri

Modric-Inter: è il D-Day. Ecco perché tutti i fattori esterni sono contro l’Inter (diversamente da come erano stati tutti a favore della Juve con Cristiano). Pogba-Barcellona: dipende da Lotito… 08.08 - E’ arrivato il giorno in cui l’Inter saprà se può tornare a sognare l’impossibile, come non le accadeva dai tempi del Triplete. Nonché in cui la Serie A può scoprire se davvero le cose hanno già cominciato a cambiare a livello sistemico, o se il locomotore Juventus tira ancora il...

EditorialeDI: Fabrizio Biasin

Inter: in attesa del "miracolo Modric" si punta a Keita! Juve: altro tassello in arrivo al centro. Milan: attenzione, Leonardo ha un segreto... Napoli: 10 giorni per risolvere un equivoco 07.08 - Ciao. Mancano 10 giorni alla chiusura del mercato poi, purtroppo, inizierà il campionato. Il campionato non interessa a nessuno. A tutti interessa il mercato. “Chi arriva?”. “Ne prendiamo due?”. “La pista è calda?”. Queste cose qui. Pochissimi si chiedono “dove giocherà?” o “ha senso...

EditorialeDI: Michele Criscitiello

Higuain e Caldara boom ma a Leo non basta. De Laurentiis si scrive le regole da solo. Belotti ad un bivio: ora o mai più. Un'estate italiana: la solita pagliacciata 06.08 - E' stata la settimana del diavolo. Tifosi che tornano a sognare e sperare dopo il bluff Lì. L'arrivo di Elliott è servito almeno a fare chiarezza sulla strategia futura della società. Avere un proprietario come fondo non è il massimo ma, almeno, conosciamo la mission. Rivalutare squadra...

EditorialeDI: Andrea Losapio

MIlan-Juve, scambio da sogno. Le scuse per Vidal, l'incredibile Modric. E il Napoli che ne prende 5 a Liverpool 05.08 - È stata una grande settimana di mercato. Tra Gonzalo Higuain, Mattia Caldara e Leonardo Bonucci, tre protagonisti inconsapevoli di questo mercato, almeno fino a inizio luglio. Higuain poteva finire sul mercato dopo qualche incomprensione con Allegri - e la panchina nella finale di...

EditorialeDI: Niccolò Ceccarini

Milan si lavora su Bernard, Inter tra il sogno Modric e la pista Darmian. Napoli, Malcuit ed Ochoa i nomi caldi. La Roma ripensa a Herrera 04.08 - Dopo il maxi scambio tra Milan e Juventus, il mercato procede spedito. I rossoneri dopo aver sistemato difesa e attacco con gli arrivi di Caldara e Higuain ora devono pensare al centrocampo. Serve un giocatore di qualità in grado di alzare il livello in un settore fondamentale. Bernard...
   Editore: TC&C srl web content publisher since 1994 Partita IVA 01488100510   
Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy